Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2019

Che cos'è l'infertilità anovulatoria?

L'infertilità anovulatoria endocrina o normogonadotropica è la causa più comune di infertilità nelle donne. Questa deviazione è associata a disfunzione del sistema endocrino, fallimento del ciclo mestruale. Il fattore decisivo qui sarà la patologia delle ghiandole surrenali, la ghiandola pituitaria e la ghiandola tiroidea. La caratteristica principale di questa forma di infertilità è l'anovulazione, quando l'uovo non lascia l'ovaio. Questo sintomo sta definendo, combina diversi tipi di disturbi dei processi ormonali nel corpo.

La mancanza di ovulazione nelle donne rende impossibile la concezione e circa il 25% di tutte le donne infertili affronta questo problema. Una tale deviazione è curabile, ma richiede un lungo percorso terapeutico, bevendo farmaci ormonali e cambiando stile di vita. L'infiammazione del rilascio di gonadotropina, improvvisa perdita di peso e molti altri fattori possono provocare la mancanza di ovulazione nelle donne.

Caratteristiche della sterilità endocrina

Le interruzioni dell'infertilità anovulatoria possono causare disturbi dell'ipotalamo, che influiscono sulla secrezione della gonadotropina. La carenza di gonadotropina sarà già un fattore importante nella sterilità.

L'ovulazione nelle donne in età fertile è il periodo di rilascio di un uovo maturo dall'ovaio, che inizia a muoversi verso l'utero. Quando gli spermatozoi penetrano in questo momento, ci sono tutte le possibilità di fecondazione dell'uovo. La sterilità endocrina con un segno di mancanza di ovulazione rende questo processo impossibile e viene praticata l'infertilità anovulatoria.

In una donna sana, l'ovulazione viene ripetuta ogni mese durante un certo periodo del ciclo mestruale. Le frequenti interruzioni del ciclo influenzano la capacità dell'uovo di maturare, il che aumenta anche il rischio di infertilità.

Esistono diverse opzioni per l'infertilità anovulatoria, a seconda del fattore causale sottostante. Finché non viene identificato, il trattamento rimane impossibile.

Questo tipo di infertilità a causa della cessazione dell'ovulazione. Questo è influenzato da disturbi del sistema endocrino. La causa può essere qualsiasi ghiandola endocrina.

Tipi di infertilità, a seconda della causa.

  1. Patologie dell'ipofisi e dell'ipotalamo: danno cerebrale traumatico, emorragia, disturbi circolatori, processi tumorali, danni agli organi necrotici, aumento dell'attività fisica. Questo riduce la secrezione di estrogeni. La prognosi di questa forma di infertilità è favorevole, vi è la possibilità di ripristinare la fertilità con i farmaci e vengono prescritti agonisti del recettore della dopamina.
  2. Patologie ovariche, policistiche - aumenta la sintesi di estrogeni, che si combina con la sindrome da insulino-resistenza. Il trattamento di questo tipo di infertilità è possibile, la prognosi dipende dalla gravità della violazione, gli antiandrogeni e l'FSH sono prescritti.
  3. La mancanza di ovociti, la disfunzione delle ovaie, il loro esaurimento - e nessun follicolo maturo è osservato. Il ripristino della funzione riproduttiva è possibile in rari casi, non è stato trovato alcun trattamento. Con una tale violazione, avviene l'ovulazione spontanea, e poi un "miracolo" accade quando le donne infertili rimangono incinte.

L'infertilità endocrina può anche essere associata a patologie epatiche, a una brusca diminuzione del peso, alla menopausa precoce. Anche le anomalie congenite dell'ipofisi e dell'ipotalamo possono essere decisive. È anche importante la condizione dei cromosomi delle uova, in cui si possono osservare le anomalie.

Segni di sterilità

La principale manifestazione di infertilità anovulatoria è la mancanza di ovulazione, ciclo mestruale mancato o completa assenza di mestruazioni. Una donna può avere sanguinamento, dolore intenso, ritardo delle mestruazioni.

Il paziente può mostrare tutti i sintomi delle mestruazioni, il dolore nelle ghiandole mammarie, lo scarico di sangue, ma questo sarà segno di una violazione. È inoltre possibile osservare la fluttuazione del peso, l'aumento della crescita dei peli sul corpo, che già parla di malattie endocrine.

In alcune donne, le mestruazioni possono avere luogo normalmente, senza un fallimento del ciclo, ma l'ovulazione non si verifica comunque. Ma in ogni caso possiamo parlare di sterilità anovulatoria o endocrina.

Come trattare l'infertilità

Il trattamento inizia con la normalizzazione della funzione delle ghiandole endocrine. I farmaci ripristinano la ghiandola tiroidea e le ghiandole surrenali. Quindi è necessario stimolare l'ovulazione. Questo viene fatto prescrivendo farmaci. La ghiandola pituitaria è responsabile della maturazione del follicolo e l'azione dei preparati sarà diretta su di esso. È necessario stimolare la produzione di un ormone responsabile della crescita del follicolo e forse questo è l'uso di clomifene citrato.

Ci sono tipi di sterilità, che sono insensibili al farmaco principale, quindi vengono prescritte gonadotropine. Il farmaco è indesiderabile da usare in terapia, poiché ha molte reazioni avverse che possono provocare gravidanze multiple.

La maggior parte dei disturbi nell'infertilità endocrina può essere eliminata dal punto di vista medico e si verifica una concezione di successo. Se l'approccio conservativo risultasse inefficace, restano solo le tecniche chirurgiche. In caso di ovaio policistico, le formazioni vengono rimosse con il metodo laparoscopico, che aumenta le possibilità di fecondazione dell'uovo. Viene anche utilizzato il metodo di trasferimento embrionale. Questo metodo è chiamato IVF e viene utilizzato l'ultima volta quando altri metodi hanno fallito.

L'infertilità anovulatoria rientra nella categoria dei trattabili, poiché la prognosi per la maggior parte delle donne è favorevole. La difficoltà sorge quando non riesci a trovare la ragione principale della mancanza di ovulazione. L'obiettivo principale sarà un esame completo del sistema endocrino di una donna, è importante non perdere i minimi cambiamenti nell'equilibrio ormonale sullo sfondo della disfunzione delle ghiandole endocrine.

La terapia principale, che aiuta la maggior parte delle donne, si basa sull'esclusione della causa, che ha provocato la mancanza di ovulazione. In alcuni casi, il trattamento termina con la normalizzazione del peso del paziente, ma più spesso il motivo è ben nascosto, e potrebbero essere necessari diversi mesi per trovarla, e più di un anno per escluderla.

Nei casi più gravi, la donna sarà offerta IVF. Questo tipo di fertilizzazione è praticato da molto tempo, ha buone statistiche sulla riproduzione e sulla nascita di un bambino sano. L'IVF ha controindicazioni, ma a volte è molto più facile eliminarle che eliminare la causa dell'infertilità anovulatoria.

definizione

Il nome corretto per questa condizione è l'infertilità anovulatoria normogonadotropica. Ha una causa ormonale e si sviluppa a causa di uno squilibrio ormonale che si verifica quando c'è un disturbo nel funzionamento della ghiandola tiroidea e / o delle ghiandole sessuali che producono ormoni. Con questo tipo di patologia, l'ovulazione è assente, l'uovo non matura e non lascia il follicolo. Quindi, anche se sembra che la funzione mestruale sia normale, infatti, sono direttamente assenti le cellule uovo necessarie per il concepimento.

In questo caso, il corso della patologia può variare. L'ovulazione può essere assente del tutto a lungo, assente periodicamente, essere incompleta in modo permanente o periodico (cioè, pochissime cellule maturano). Tutto dipende dalla stabilità e dal grado di squilibrio ormonale.

In questo caso, ci sono casi in cui la condizione è stata compensata e indipendentemente senza trattamento. Cioè, è passato non appena il livello ormonale è tornato alla normalità nel corpo indipendentemente.

Questo tipo di infertilità è raramente assoluto e incurabile. Di solito, è facilmente adattabile alla regolazione. Inoltre, questa infertilità può essere sia primaria che secondaria, in quanto non dipende direttamente dal processo della gravidanza e del parto (sebbene ci siano opinioni che il parto possa provocare un fallimento ormonale che porta a questo tipo di infertilità).

Come è chiaro da quanto sopra, le cause di questa malattia sono sempre nell'insufficienza ormonale, che può verificarsi per diverse ragioni, come ad esempio:

  1. Farmaci ormonali medicinali,
  2. Malattie autoimmuni ed endocrine,
  3. Stress, mancanza di sonno,
  4. Malnutrizione, cattive abitudini,
  5. Fluttuazioni di peso acute su o giù,
  6. Anomalie nell'ipotalamo e nella ghiandola pituitaria,
  7. Predisposizione ereditaria
  8. Alcune malattie croniche non direttamente correlate al sistema endocrino e agli ormoni,
  9. Iperfunzione congenita della corteccia surrenale,
  10. Rottura della ghiandola tiroidea,
  11. Malattie del fegato,
  12. Menopausa precoce, naturale o artificiale,
  13. Stress eccessivo, sia fisico che emotivo.

Quali ormoni sono coinvolti nel processo? La causa principale dell'infertilità annovulatory è una diminuzione della produzione di ormoni gonadotropici. È grazie a loro che il follicolo cresce, con la conseguente formazione di una cellula uovo in esso.

A volte la causa di tale infertilità è un forte aumento del contenuto di estrogeni nel sangue, spesso accompagnato dallo sviluppo di tumori negli organi riproduttivi. Inoltre, a volte la condizione è causata da anomalie congenite nella struttura dell'uovo. In questo caso, le probabilità di rimanere incinta sono quasi pari a zero anche dopo il corso del trattamento.

I sintomi di infertilità si trovano nell'incapacità di rimanere incinta. I medici parlano di infertilità quando il concepimento non si verifica per più di un anno e mezzo, durante il quale la vita sessuale regolare è stata condotta senza l'uso di contraccettivi, anche durante il periodo di ovulazione. Se durante questo periodo la donna non può rimanere incinta, allora è necessario consultare uno specialista della riproduzione.

Tuttavia, questo tipo di patologia è alquanto specifico e potrebbe presentare alcuni sintomi. Questi sono segni come:

  • depressione
  • Sanguinamento aciclico o aumentato durante le mestruazioni,
  • Malfunzionamenti del ciclo mestruale, regolari o periodici,
  • Perdita di peso
  • In casi più rari, le ovaie sono esaurite, i loro tessuti crescono, policistici
  • Sulle analisi può essere rilevato un eccesso significativo di estrogeni.

Un esame approfondito in questi casi aiuta a stabilire abbastanza rapidamente la causa della malattia. Se il trattamento viene avviato in modo tempestivo, quindi rispetto ad altre forme di infertilità, questo ha una prognosi relativamente buona.

diagnostica

Per diagnosticare la condizione, vengono condotti i seguenti studi:

  • ultrasuono
  • Esame del sangue per gli ormoni sessuali e gli ormoni surrenali,
  • colposcopia,
  • Analisi della sezione trasversale del tubo
  • Spalmare sulla flora dalla vagina,
  • Test post-parto

Ciò contribuirà ad eliminare altre cause di infertilità e a confermare la sua natura ormonale.

Metodi di trattamento

Il trattamento della condizione è completamente medicinale. L'intervento chirurgico è necessario solo quando è accompagnato dalla presenza di grandi neoplasmi ormono-dipendenti ormono-dipendenti.

Fondamentalmente, il trattamento è finalizzato all'eliminazione della condizione patologica. A seconda dei motivi per cui la condizione è stata causata, eseguono questo o quel trattamento. Uno dei seguenti schemi è selezionato:

  1. Clomifenitram in combinazione con gonadotropina corionica - il primo farmaco viene somministrato per 9 mesi a 9 giorni a ciclo 50 mg al giorno per 3 mesi, il secondo a 10, 12 e 14 giorni a 1500 UI al giorno per via intramuscolare
  2. Solo gonadotropina corionica su 10, 12, 14, 16 giorni del ciclo, 1500 UI al giorno per tre mesi, per via intramuscolare,
  3. Gonadotropina menopausale da 5 a 14 giorni di un ciclo di 75 unità al giorno, per 15, 17 e 19 giorni - gonadotropina corionica umana di 1500 unità, 2-3 corsi sono tenuti,
  4. Progesterone - una compressa da 5 a 25 giorni del ciclo per 3-4 mesi, la preferenza è data ai farmaci a due componenti,
  5. Estrogeni (con una diminuzione del loro contenuto) - 5 mg di estradiolo per via intramuscolare una volta per 12, 1 o 14 giorni del ciclo, per tre o quattro cicli.

Esistono altri regimi di trattamento meno comuni. Il medico più appropriato prescrive.

Statistiche e previsioni

L'infertilità anovulatoria è trattata con successo. Nell'80% delle donne con diagnosi di ovaio policistico, esiste una cura completa senza chirurgia. Se l'intervento chirurgico è ancora necessario, quindi cura dopo che si verifica nel 70% dei casi. Il ciclo mestruale viene ripristinato, l'ovulazione diventa normale, con un numero sufficiente di uova.

Abbastanza spesso, con questo tipo di infertilità, la fecondazione in vitro non è necessaria. Dal momento che non ci sono ostacoli fisici alla concezione, è del tutto possibile in modo naturale. L'eccezione è un caso - quando l'anovulazione si è sviluppata a seguito dell'esaurimento delle ovaie. In questo caso, le uova non saranno prodotte in nessun caso, indipendentemente dal trattamento. Anche la stimolazione della superovulazione è impotente.

In questo caso, la fecondazione in vitro può essere eseguita. Prima di lui, con l'aiuto di preparazioni ormonali, l'endometrio viene preparato per l'attaccamento all'embrione. Se è ancora possibile ottenere le proprie uova singole, quindi usarle. Se è impossibile, allora donatore. Sono fecondati in laboratorio e quindi inseriti nell'utero.

Cause fisiologiche di infertilità ovulatoria

Non sempre una violazione del processo di ovulazione può essere considerata una condizione patologica. In alcuni casi, il ciclo mestruale irregolare è causato da cambiamenti naturali nel corpo della donna:

  • Menarche e la successiva formazione del ciclo mestruale. Dura non più di 6 mesi Sorge nell'adolescenza. Significato evolutivo - nei cambiamenti ormonali attivi e nella formazione delle funzioni del sistema riproduttivo.
  • Periodo di lattazione. Per circa 6 mesi è stata osservata amenorrea durante l'allattamento nelle donne che allattano. Il suo significato evolutivo è quello di dare il corpo di una donna per rafforzare dopo il parto, così come la necessità di prendersi cura del bambino.
  • Il periodo della menopausa. L'estinzione della funzione riproduttiva nel corpo di una donna. Il significato evolutivo è quello di ridurre il numero di anomalie genetiche e mutazioni cromosomiche nella popolazione, dal momento che il loro rischio di gravidanza tardiva è molto più alto.

Ma l'anovulazione in età riproduttiva al di fuori della gravidanza e dell'allattamento è una patologia. Ci sono diversi motivi principali per questo. Il più comune è uno squilibrio di ormoni.

Infertilità anovulatoria endocrina

Normalmente, il processo di ovulazione è preceduto da una serie di cambiamenti nei livelli ormonali. Eseguono una funzione diversa. Nella prima fase (follicolare) prevale la produzione di FSH ipofisario - assicura la maturazione dell'ovocita nei follicoli ovarici. Anche l'estradiolo aumenta gradualmente la sua concentrazione, partecipando all'attivazione della proliferazione endometriale.

Durante l'ovulazione, vi è un forte aumento dell'ormone luteinizzante della ghiandola pituitaria insieme a FSH - questo porta al rilascio di un uovo maturo dalla vescicola di Graafov. Dopo di ciò, l'ovocita entra nella tuba di Falloppio, dove può fertilizzare.

Nella seconda fase del ciclo, si verifica un aumento della quantità di progesterone - è responsabile per il successo dell'impianto di un ovulo fecondato, sopprime il sistema immunitario per prevenire il rigetto dell'embrione. In assenza di un sacco gestazionale alla fine del ciclo, la quantità di progesterone e di estradiolo diminuisce. L'endometrio diventa più sottile e durante le mestruazioni viene respinto dall'utero.

Disturbi ormonali possono essere causati dalla perdita di uno dei collegamenti in questo processo:

  • Interruzione del ciclo causata dal disturbo della neuroregolazione - la sintesi dei fattori di rilascio nell'ipotalamo è disturbata.
  • Violazione della funzione secretoria della adenoipofisi - l'incapacità della ghiandola pituitaria di produrre un ormone in risposta ai fattori di rilascio dell'ipotalamo.
  • Violazione della produzione di ormoni sessuali che agiscono su cellule bersaglio: progesterone, prolattina, estradiolo.
  • Squilibrio ormonale che porta a disturbi del ciclo ovulatorio (malattie della tiroide, ecc.). Ad esempio, nell'ipotiroidismo, si osserva un aumento del numero di prolattina, che sopprime l'effetto di LH e l'insorgenza dell'ovulazione, nonché aumenta il rischio di sindrome dell'ovaio policistico.
  • Sindrome dell'ovaio policistico (sindrome di Stein-Leventhal). Complessi disturbi ormonali in cui la produzione di progesterone è ridotta con un parallelo aumento della produzione di estrogeni, androgeni e insulina. Viene anche determinato un disturbo della regolazione ipotalamo-ipofisaria.

Malattia ovarica

Le lesioni organiche delle ovaie, che portano all'impossibilità di liberare gli ovociti maturi e la loro formazione, possono anche causare infertilità ovulatoria. I principali processi patologici che lo provocano:

  • La presenza di tumori ovarici.
  • Cisti ovariche che interferiscono con il normale corso dell'ovulazione.
  • Insufficienza ovarica ed esaurimento del ceppo follicolare. In alcuni casi, l'infertilità è causata da un piccolo numero di cellule progenitrici ovocitarie o cambiamenti nel sistema endocrino in una donna.

Il fallimento ovarico è diviso in:

Sindrome di resistenza ovarica. Immunità di tessuto ovarico agli ormoni prodotti in quantità sufficiente. Allo stesso tempo, il numero di follicoli nei tessuti delle ovaie è sufficiente. Это нормогонадотропное ановуляторное бесплодие.Cioè, una condizione in cui la produzione di ormoni che stimolano la maturazione dei follicoli e il rilascio di uova, non si rompe.

Sindrome da esaurimento ovarico. Causato da una diminuzione del ceppo follicolare. Ciò può accadere a causa di un disturbo nella deposizione di ovociti durante lo sviluppo intrauterino di una donna o a causa di disturbi ormonali nell'età adulta. In questo caso, viene attivato il meccanismo di involuzione ovarica.

Il fallimento ovarico è diviso in primario e secondario:

L'insufficienza ovarica primaria può essere causata da:

  • Involuzione ovarica precoce programmata geneticamente.
  • Disturbi dell'ontogenesi di una donna durante lo sviluppo fetale: un'infezione in sua madre durante la gravidanza, così come la presenza di disturbi ormonali o patologia durante la gravidanza.

L'insufficienza ovarica secondaria può svilupparsi a seguito di:

  • Disturbi della regolazione neuroendocrina del sistema riproduttivo: lesioni organiche del sistema ipotalamo-ipofisario (a seguito di lesioni, ematomi, processi neoplastici), insufficiente apporto di sangue dalle arterie cerebrali.
  • Fattori alimentari: mancanza di vitamine e sostanze nutritive nella dieta, disturbi nutrizionali (bulimia, anoressia, ecc.).
  • Neurasthenia, stress frequente, sovraccarico psico-emotivo.
  • Processi infiammatori cronici degli organi pelvici (specifici: tubercolosi, danno sifilitico agli organi dell'apparato riproduttivo o infiammazione aspecifica).

Trattamento di sterilità ovulatoria

Nella maggior parte dei casi viene eseguita la terapia ormonale sostitutiva: gli ormoni mancanti entrano nel corpo sotto forma di droghe. L'ottimale è la selezione individuale della dose di ormoni per la terapia sostitutiva. Tale trattamento è per la vita o dura fino all'inizio della gravidanza.

Se la causa è un'infezione nella sfera urogenitale, viene effettuato un trattamento antibatterico. L'infiammazione cronica degli organi pelvici può causare cambiamenti cicatriziali e la comparsa di aderenze che richiederanno un intervento chirurgico per ripristinare la fertilità.

Le neoplasie benigne delle ovaie sono soggette ad escissione.

La presenza di piccole cisti ovariche richiede un trattamento conservativo. Se le cisti sono grandi o la terapia farmacologica è inefficace, viene eseguita la cistectomia chirurgica e, in casi particolarmente gravi, viene eseguita la resezione di una parte dell'ovaio.

La prognosi più difficile in termini di trattamento è l'esaurimento del ceppo follicolare e l'involuzione precoce della funzione riproduttiva nel corpo della donna. Questa condizione non è suscettibile di trattamento chirurgico e terapia ormonale. In questo caso, le probabilità di rimanere incinte naturalmente sono quasi pari a zero. Ma rimane la possibilità di ottenere una gravidanza con l'uso di ART. IVF usata con ovociti donatori.

Il contenuto

L'infertilità anovulatoria è considerata una delle forme più comuni di questa patologia. Tale infertilità è accompagnata da varie manifestazioni cliniche, ma la caratteristica principale è la mancanza di ovulazione. Ciò significa che la donna non ha il processo di lasciare l'uovo dall'ovaio, che è la ragione dell'assenza di gravidanza.

Cause e sintomi della patologia

La pratica medica mostra che spesso la ragione per non rimanere incinta per lungo tempo è la mancanza di ovulazione. Questa condizione patologica del corpo femminile può essere causata da disturbi dell'ipotalamo.

L'ovulazione è il processo di rilascio di un uovo dal follicolo ovarico nella cavità addominale con il suo lento progresso verso la cavità dell'organo genitale. In una donna sana, un tale processo fisiologico ha luogo nel corpo ogni mese prima dell'inizio della menopausa.

In tal caso, se ci sono fallimenti di natura diversa, che interferiscono con la normale maturazione della cellula sessuale, si sviluppa infertilità anovulatoria. Ci sono i seguenti motivi per questo tipo di infertilità.

La progressione nel corpo femminile delle patologie ipotalamiche e ipofisarie, cioè l'infertilità, può svilupparsi come risultato di:

  • Perdita di peso acuta.
  • Effetti sul corpo di uno sforzo fisico pesante.
  • Essere costantemente in situazioni stressanti.
  • La formazione di tumori maligni.
  • Lesioni di diversa natura
  • Varie emorragie

Lo sviluppo della sindrome dell'ovaio policistico. Con questa condizione patologica del corpo femminile, si osserva una combinazione di anovulazione con segni ecografici di ovaie policistiche o sindrome da insulino-resistenza. Questo tipo di infertilità è caratterizzato dalla produzione di una maggiore quantità di estrogeni.

Troppo esaurimento precoce delle ovaie, in cui non vi è alcun processo di maturazione dei follicoli negli organi genitali femminili sullo sfondo di un aumento di FGS. Con questo tipo di infertilità, c'è una diminuzione nella produzione di estrogeni, e progestogeni non causano sanguinamento "ritiro". Le possibilità di restituire la fertilità sono basse, poiché finora non è stato possibile trovare un trattamento efficace per tale patologia. Nonostante questo, con questa condizione patologica, può verificarsi l'ovulazione spontanea.

I principali segni di infertilità anovulatoria sono vari disturbi durante l'intero ciclo mestruale.

Una donna può avere:

  • L'aspetto del dolore.
  • Mestruazioni ritardate.
  • Emorragia abbondante.

Infatti, l'uscita della cellula riproduttiva femminile dall'ovaio potrebbe non verificarsi anche durante un normale ciclo mestruale. Le donne che soffrono di infertilità normogonadotropica possono lamentare dolore e fastidio al seno. In alcuni casi, il latte inizia a distinguersi dal petto. Inoltre, il paziente inizia a cambiare drasticamente il peso corporeo, cioè, può perdere peso velocemente, ma poi inizia a guadagnare rapidamente chili. Inoltre, c'è una violazione dell'acne e i peli appaiono su tutto il corpo.

Le caratteristiche eliminano la malattia

L'infertilità endocrina normogonadotropica è considerata la condizione patologica del corpo femminile, che deve essere trattato. Inizialmente, è necessario eseguire un trattamento, che mira a ripristinare il funzionamento delle ghiandole endocrine.

In alcuni casi, l'assenza della gravidanza per un lungo periodo può essere cronica, perché la terapia dovrebbe mirare a risolvere diversi problemi contemporaneamente:

  • Eliminazione della disfunzione della ghiandola endocrina.
  • Restauro dell'endometrio e delle tube di Falloppio.

Per questo motivo, quando compaiono i primi segni di una violazione del processo di ovulazione, è necessario visitare uno specialista. Nel caso in cui la causa della violazione nel campo dell'endocrinologia sia il sovrappeso o, al contrario, la sua forte penuria, allora al paziente viene prescritta una dieta speciale. Con il suo aiuto, è possibile regolare il peso di una donna, che aumenta le possibilità di un recupero completo.

In caso di infertilità ormonale, vi è una concentrazione nel sangue di un alto contenuto di un tale ormone come la prolattina. In tale condizione patologica, si verificano irregolarità mestruali e il latte comincia a distinguersi dalle ghiandole mammarie. Per eliminare tale condizione, vengono prescritti preparati ormonali, ma in casi difficili può essere necessario un intervento chirurgico.

Il prossimo passo nel trattamento dell'infertilità anovulatoria è la stimolazione dell'ovulazione, e questo processo deve essere sotto la stretta supervisione di un medico. Per la stimolazione viene usato un farmaco come il citrato di clomifene, che agisce sulla ghiandola pituitaria e lo induce a produrre più ormoni follicolo-stimolanti. In alcuni casi, per stimolare l'ovulazione, non ricorrono a preparazioni ormonali, ma utilizzano procedure fisiche speciali. È possibile indurre l'ovulazione in una donna mediante elettrostimolazione della cervice dell'organo genitale e della regione diencefalica.

Con l'esaurimento delle ovaie, la stimolazione non risolverà il problema e IVF diventa l'unica via d'uscita in questa situazione. Con tale procedura, un uovo fertilizzato viene trapiantato nella cavità dell'organo riproduttivo, che consente a un bambino tanto atteso di nascere da una donna. È importante capire che è possibile curare la sterilità endocrina, ma questo può richiedere molto tempo.

Cause di infertilità anovulatoria normogonadotropica

La causa principale della malattia è una diminuzione della secrezione di ormoni gonadotropici, che sono responsabili della stimolazione della crescita dei follicoli con le uova. La malattia può essere causata da una complicazione dopo aver sofferto di malattie croniche, frequenti situazioni di stress, una forte diminuzione del peso e predisposizione ereditaria.

A questo proposito, si verifica infertilità endocrina (anovulatoria), le cause delle quali possono essere:

  1. Disturbi nell'ipofisi e nell'ipotalamo. La donna ha perdita di peso, sanguinamento, depressione.
  2. Estrogeni in eccesso con sintomi dell'ovaio policistico.
  3. Esaurimento ovarico. Le possibilità di rimanere incinta con questa diagnosi sono pari a zero.
  4. Fenomeni anomali nei cromosomi dell'uovo.
  5. Iperfunzione congenita della corteccia surrenale.
  6. Disfunzione della tiroide
  7. Malattie del fegato.
  8. Menopausa precoce.
  9. Ipotiroidismo e iperprolattinemia, ma in casi molto rari.

Trattamento della malattia

Prima di tutto, è necessario normalizzare il lavoro delle ghiandole endocrine. Se l'anovulazione è cronica, allora è necessario eliminare la disfunzione non solo delle ghiandole endocrine, ma anche portare le tube dell'endometrio e delle tube di Falloppio in uno stato normale. Questi disturbi si verificano nel processo di un lungo squilibrio della sfera ormonale. Pertanto, è molto importante quando si vedono i primi segni di disturbi dell'ovulazione rivolgersi immediatamente a un medico.

Se la causa dei disturbi endocrini è il sovrappeso o, al contrario, la sua mancanza, allora è necessaria una dieta speciale per regolare il peso.

La sterilità ormonale causata da iperprolattinemia è ben trattata. Questo è quando il sangue del paziente ha un alto contenuto di ormone prolattina. I sintomi della malattia sono disturbi mestruali, secrezione di colostro o latte dalle ghiandole mammarie. In questi casi, i medici ricorrono all'uso di farmaci ormonali. A volte il trattamento richiede anche un intervento chirurgico.

Nell'80% delle donne con sindrome dell'ovaio policistico, l'infertilità ormonale viene curata con successo, ma a volte è necessario ricorrere alla chirurgia. Consiste in una resezione a cuneo delle ovaie o cauterio (elettro-o termocoagulazione delle ovaie). Questi metodi portano ad una diminuzione del livello di androgeni nel corpo. Successivamente, circa il 70% delle donne recupera il ciclo mestruale e si verifica un'ovulazione completa.

Lo stadio di stimolazione dell'ovulazione dovrebbe avvenire sotto la stretta supervisione di un medico ed è una terapia seria, che è accompagnata da una frequente diagnostica ecografica. Il trattamento viene effettuato da preparati ormonali, che vengono selezionati dal medico, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo della donna, e hanno controindicazioni ed effetti collaterali.

Per stimolare l'ovulazione utilizzare il clomifene citrato (clomid), che contribuisce allo sviluppo dell'ormone follicolo-stimolante nel corpo. A volte la stimolazione dell'ovulazione viene effettuata non da preparazioni ormonali, ma usando metodi fisici: elettrostimolazione della cervice e regione diencefalica.

Se una donna ha le ovaie esaurite, la stimolazione dell'ovulazione non aiuterà in questo caso. In questo caso, dovresti ricorrere al metodo della fecondazione in vitro (inseminazione artificiale). Un trapianto nella cavità uterina di un uovo già fecondato sotto l'ulteriore supervisione di un medico consente a una donna con problemi endocrini di dare alla luce il bambino desiderato.

Loading...