Gravidanza

Come prendere la vitamina E durante la gravidanza nel primo e nel secondo trimestre

Pin
Send
Share
Send
Send


La qualità della nostra alimentazione moderna con te è così scarsa e il valore nutrizionale dei prodotti che utilizziamo è così basso che gli scienziati stanno dando l'allarme. Meno sostanze vengono lasciate in verdure, frutta, verdura e carne, così necessarie per il normale sviluppo del corpo umano. Pertanto, ognuno di noi, che conduce uno stile di vita attivo, deve garantire il flusso di vitamine e minerali essenziali nel corpo dall'esterno sotto forma di complessi minerali vitaminici o monoforme.

Durante la gravidanza, la necessità di molte delle sostanze aumenta più volte. In primo luogo, una parte significativa delle risorse della madre (se esiste) viene rilevata dal bambino. In secondo luogo, alcuni di loro devono essere ingeriti dalle donne in quantità maggiore, poiché prendono parte al processo di formazione, sviluppo e trasporto del bambino. La vitamina E durante la gravidanza è una vitamina vitale per il feto.

Perché hai bisogno di bere vitamina E durante la gravidanza?

La vitamina E o il tocoferolo è probabilmente il più importante e necessario durante la gravidanza. Ha persino il nome appropriato: tradotto dal greco, "tokos" significa "nascita" e "ferro" - da indossare. Quindi non è difficile indovinare che aiuta a fare un bambino sano.

Il tocoferolo è un antiossidante, cioè protegge dal cancro. Una carenza di vitamina E porta alla debolezza muscolare, a una caduta delle funzioni difensive del corpo e allo sviluppo dell'anemia, oltre che alla sterilità e ai problemi mestruali. Aiuta a combattere le infezioni e protegge contro le influenze ambientali avverse, in particolare per le cellule in rapida divisione (incluso l'embrione). E in combinazione con la vitamina C, il tocoferolo previene lo sviluppo della malattia di Alzheimer e l'aterosclerosi.

La vitamina E aiuta a migliorare il trasporto di ossigeno, previene la formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni, riduce i crampi agli arti inferiori, migliora le condizioni della pelle, dei capelli e delle unghie.

Tra tutte le vitamine necessarie per il nostro corpo, la vitamina E è la più "femminile": aiuta a ripristinare il ciclo mestruale perturbato nelle ragazze, la maturazione dell'utero infantile, viene utilizzata durante l'insorgenza tardiva della funzione mestruale, cura le disfunzioni ovariche che si sono già verificate. Inoltre, aumenta le funzioni riproduttive (che è importante quando si cerca di rimanere incinta) e migliora il lavoro delle ghiandole sessuali negli uomini e nelle donne.

Cosa è prescritto

Si ritiene che alcune vitamine debbano essere assunte regolarmente, indipendentemente da vari fattori. La vitamina E è una di quelle, è chiamata elisir di bellezza, perché promuove l'elasticità della pelle, la forza delle unghie e una buona condizione dei capelli.

Cosa è utile per la vitamina E durante la pianificazione e la gravidanza:

  1. Il tocoferolo aiuta a migliorare le funzioni riproduttive. Prima di concepire, molte donne hanno vari problemi, per eliminare i medici che spesso prescrivono la vitamina E,
  2. Aiuta a proteggere la pelle dalle smagliature e dall'acne. È noto che lo stato dell'epidermide dipende da un numero di fattori esterni e interni. Questa cura, un'alimentazione corretta, cammina all'aria aperta. Il tocoferolo contribuisce alla produzione di elastina, per cui protegge dalla comparsa di rughe e smagliature. Può essere preso all'interno e sbavare aree problematiche,
  3. La sua mancanza può essere la principale causa di perdita di capelli e unghie fragili,
  4. Come il magnesio, è un antiossidante. La sua applicazione aiuterà a normalizzare il sistema nervoso, a proteggere dallo stress,
  5. L'acido folico, il calcio e la sostanza E contribuiscono al normale sviluppo del feto nel primo trimestre di gravidanza. Sono responsabili per il lavoro del futuro sistema nervoso del bambino. Inoltre, lo proteggono da fattori esterni aggressivi.

Ma, tocoferolo potrebbe anche essere dannoso per il corpo femminile. In primo luogo, è possibile allergie. Si manifesta in eruzioni cutanee e indigestione. In secondo luogo, secondo alcuni medici, questa sostanza si dissolve nel tessuto adiposo, che cresce attivamente durante la gravidanza. In definitiva, il suo importo potrebbe superare il tasso consentito.

In terzo luogo, è indesiderabile berlo nel terzo trimestre. In questo momento, può essere estremamente pericoloso a causa della sua capacità di aumentare l'elasticità dell'utero - questo può contribuire alla nascita prematura.

Video: vitamine importanti durante la gravidanza

Come prendere la vitamina E

La vitamina E è venduta in capsule e soluzioni, qualsiasi tipo può essere assunto sia durante la gravidanza e durante la pianificazione e dopo il parto. Il medico prescrive la dose, in base alle caratteristiche individuali dell'organismo. Dato che il suo eccesso nel corpo è molto pericoloso, devi stare attento a scegliere la giusta dose.

Ottimo per un adulto medio è il dosaggio giornaliero di vitamina E - 20 mg, ma durante la gravidanza questa cifra può variare notevolmente. In alcuni casi (con la probabilità di aborto in un primo momento) la dose è fino a 400 mg. In questo caso, è meglio comprare pillole o multivitaminici.

Foto - Vitamina E nei prodotti

Quando si prepara per la gravidanza, la soluzione migliore sarà costituita da prodotti contenenti questo composto.

Tabella dei prodotti contenenti tocoferolo e il suo dosaggio in esso:

I numeri sono un po 'spaventosi, ma i medici raccomandano di non prenderli in modo critico. Per non bere un giorno una bottiglia di olio d'oliva durante la gravidanza, comprati solo vitamina E in soluzione - il suo prezzo è fino a 2 dollari.

Istruzioni su come e quanto bere vitamina E durante la gravidanza:

  1. Bere vale tutto il primo trimestre - due volte al giorno prima dei pasti. A seconda del regime scelto, il medico può prescrivere una volta al mattino e alcuni prima di andare a dormire. La dose di vitamina E è il più piccolo 200 mg, il massimo - 400 mg (solo con un aborto minacciato),
  2. Nel secondo trimestre, questo schema cambia leggermente. Durante il periodo di sviluppo fetale attivo, una vitamina viene prescritta in un complesso di vari minerali (calcio, zinco, magnesio). Nella maggior parte dei casi (se la gravidanza passa senza patologie), dovrebbe essere bevuto 1 volta al giorno a stomaco vuoto. Il migliore del mattino,
  3. Questo corso dura un mese, dopo aver bisogno di fare una pausa. Per iniziare a riprendere il tocoferolo dovrebbe essere solo dopo aver superato i test dal medico. Sulla condizione generale del corpo, conclude. Molte ragazze prima della fine della gravidanza è vietata
  4. In questo caso, il cibo viene alla ribalta. Contenenti alimenti devono essere presenti nella dieta quotidiana: noci, frutta secca, grassi.
Foto - capsule di vitamina E

Dopo il parto, un sovradosaggio di vitamina E non è così terribile come durante la gravidanza, e il tasso di somministrazione è completamente diverso. Il primo mese non è consigliabile prenderlo - il corpo ha accumulato abbastanza nutrienti, ma dal secondo è già possibile iniziare. I medici raccomandano di tornare alla dose abituale - da 20 a 60 mg (considerando l'allattamento).

Occasionalmente, gli specialisti in consulenza femminile prescrivono anche iniezioni di tocoferolo. La soluzione iniettabile non è praticamente diversa dal bere, tranne che viene assorbita più velocemente. Usato per deviazioni critiche.

Complessi vitaminici

Le recensioni sostengono che è più conveniente assumere vitamina E durante la gravidanza insieme a vari altri minerali. Quindi è meglio assorbito. Nelle capsule finite esattamente calcolato il suo dosaggio medio necessario per mantenere il corpo.

Considera i suggerimenti più popolari:

  1. Vitamin E 400-Zentiva - svolge un ruolo chiave nei problemi con la concezione e lo sviluppo. Contiene la dose massima, è disponibile in capsule. A causa del tasso pre-calcolato è molto comodo da usare. Una controparte più costosa è Vitrum. 400 UI,
  2. Lumi Aevit Vitamin E + Il complesso retinolo è un insieme di sostanze utili che contribuiscono al miglioramento della condizione della pelle e dello sviluppo del bambino. Migliora significativamente il metabolismo, protegge da smagliature ed eruzioni cutanee,
  3. L'alfabeto è un produttore nazionale che offre alle ragazze in gravidanza le dosi raccomandate di vitamine essenziali. Composto da vari minerali, la loro concentrazione è minima. La scelta migliore per il secondo semestre e dopo il parto,
  4. Elevit Pronatal è un complesso speciale di vitamine per donne in gravidanza (E, A, D è incluso), acido folico. Prendendo queste capsule, puoi notare l'uso di tutte le soluzioni di sostanze utili in forma pura,
  5. Combivit 11. Questi multivitaminici contengono tutti i composti noti: A, l'intero gruppo B, C, E e persino F. Sono prescritti durante la pianificazione o dopo la consegna.

Tutti questi farmaci hanno controindicazioni, quindi assicurati di consultare il tuo medico prima di prendere.

Benefici del tocoferolo

Dal greco, il tocoferolo può essere rivelato come due parole: "tokos" - nascita e "ferro" - da indossare. Il nome stesso ci dice che prendendo una vitamina E, puoi fare un bambino buono e sano.

  1. In una concezione pianificata, alle donne viene talvolta prescritto un complesso, che include necessariamente vitamina E. Protegge la pelle dalle smagliature (leggi l'articolo sull'argomento: Stretching durante la gravidanza >>>) e l'acne, poiché il tocoferolo aiuta a produrre elastina nel corpo,
  2. Il tocoferolo è un forte antiossidante e il suo uso contribuisce alla formazione della coerenza nel lavoro dell'intero sistema nervoso, rispettivamente, il corpo riceve protezione dallo stress.

È importante! La vitamina E durante la gravidanza richiede il dosaggio corretto, non può essere assunto solo quando lo si desidera. Se ti è stato assegnato un corso, completalo.

Qual è la droga pericolosa con vitamina E per la gravidanza

Un sovradosaggio del farmaco può influire negativamente sulla salute della madre e sullo sviluppo del feto.

Negli strati grassi, i minerali e gli oligoelementi vengono ritardati quando entrano nel corpo. Poiché il tocoferolo appartiene al gruppo delle vitamine liposolubili, si accumula anche in questi interstrati e rimane lì fino a quando il grasso non si scioglie.

E poiché nel corpo di una donna incinta ci sono frequenti cambiamenti ormonali che contribuiscono alla combustione attiva dei grassi, la vitamina E entra nel flusso sanguigno in grandi quantità e, a causa di ciò, possono verificarsi alcuni cambiamenti nel corpo:

  • Ad esempio, una ristrutturazione sfavorevole del sistema nervoso è uno dei primi sintomi di eccesso di offerta di tocoferolo,
  • Quantità eccessive di vitamina E influenzano i cambiamenti nel fegato e riducono anche alcune funzioni renali,
  • Inoltre, il tocoferolo rende elastico il tessuto muscolare - quindi, a partire da 6-7 mesi, è necessario abbandonare le droghe sintetiche, in modo da non causare un parto pretermine.

È importante! Accumula l'eccesso nel corpo, forse, se non segui le istruzioni e prendi una droga sintetica molte volte di più al giorno, o un periodo troppo lungo senza interruzioni!

Vitamina E in ciascuno dei trimestri

  1. Nelle prime fasi,
  • La vitamina E durante la gravidanza nelle prime fasi aiuta a fare un bambino sano,
  • Prende parte attiva alla formazione dell'apparato respiratorio del bambino, così come ad altri importanti processi di sviluppo del feto,
  • I preparati con vitamina E contribuiscono al mantenimento dei normali livelli ormonali, alla produzione di progesterone ed estrogeni e riducono anche il rischio di aborto,
  • I preparati contenenti calcio, vitamina E e acido folico nelle fasi iniziali sono responsabili della messa a punto del sistema nervoso fetale e forniscono inoltre una protezione aggiuntiva contro l'aggressione di fattori esterni,
  • La vitamina E nel primo trimestre di gravidanza protegge la gravidanza, migliorando la corretta maturazione della placenta, regolando la condizione dei vasi placentari e prevenendo la minaccia del distacco. Leggi di più su cosa succede durante questo periodo, vedi l'articolo 1 trimestre di gravidanza >>>,
  • Anche direttamente coinvolto nello sviluppo dell'ormone prolattina,
  • Con una mancanza di tocoferolo, una donna può avvertire una debolezza muscolare, anemia. La fragilità delle unghie appare e la condizione dei capelli e della pelle si deteriora. Il risultato è che le viene prescritta una droga sintetica.
  1. In ritardo,
  • Con una quantità sufficiente di vitamina E nel 2 ° trimestre di gravidanza, vi è un impatto sul peso del neonato in futuro e sul normale corso del travaglio,
  • La vitamina E agisce come antiossidante, riduce lo stress e aiuta una donna a sentirsi rilassata, divertendosi durante la gravidanza,
  • Ma bere farmaci con vitamina E nel terzo trimestre di gravidanza è indesiderabile. Durante questo periodo, può avere un effetto positivo sul negativo. A causa della sua capacità di aumentare l'elasticità uterina, il tocoferolo può causare un parto prematuro.

E 'possibile avere vitamina E durante la gravidanza se i tuoi capelli iniziano a cadere o le unghie si deteriorano bruscamente?

I farmaci sintetici non devono essere assunti durante la gravidanza. È più sano e più facile iniziare a mangiare correttamente e aggiungere alimenti contenenti vitamina E alla vostra dieta.

Regole per l'assunzione del farmaco con tocoferolo durante la gravidanza

Istruzioni per la vitamina E per l'uso in gravidanza:

  1. Se il farmaco viene prescritto nel primo trimestre, viene assunto 2 volte al giorno, 200 mg,
  2. Essendo al secondo trimestre, cambi leggermente il regime. Se necessario, viene bevuto in un complesso con i minerali necessari. Idealmente, in assenza di sintomi di beriberi, il farmaco deve essere bevuto una volta al giorno e a stomaco vuoto. Ha bevuto un mese e fatto una pausa. Secondo gli indicatori generali del corpo, il medico ti dirà se continuare il corso.

Molto spesso, da questo periodo, il farmaco viene cancellato, e la gestante continua a ricevere vitamina E solo da prodotti naturali. Per imparare come mangiare in questo periodo importante per una donna, leggi il libro I segreti della corretta alimentazione per la futura madre >>>.

Essere consapevoli! Il tocoferolo è meglio assorbito se le insalate condiscono con olio d'oliva. Queste sono le condizioni più favorevoli per un buon assorbimento della vitamina nel tratto digestivo.

Ecco perché prendiamo una droga sintetica prima dei pasti o durante i pasti e le fonti naturali di tocoferolo (verdure, frutta, verdura) sono integrate con grassi (noci, burro).

Vitamina utile

Questa sostanza svolge un ruolo significativo nei processi metabolici del corpo. Il tocoferolo ha una vasta gamma di proprietà positive:

  • coinvolto nella rigenerazione dei tessuti,
  • migliora la circolazione sanguigna
  • aiuta con la sindrome premestruale,
  • guarisce le ferite, riducendo il rischio di cicatrici,
  • è un potente antiossidante
  • ferma l'invecchiamento della pelle,
  • mantiene muscoli e nervi in ​​condizioni eccellenti.

Di quanto ha bisogno il corpo

Le raccomandazioni sulla nutrizione sana dicono che il tocoferolo di origine naturale non deve essere ingerito in quantità superiori a 20 mg al giorno. Il tasso di consumo raccomandato di vitamina E naturale durante il giorno non supera 8 mg per la popolazione femminile, il dosaggio di vitamina E durante la gravidanza è di 10 mg.

La vitamina naturale contiene quattro tocoferoli, quattro tocotrienoli. Un analogo sintetico viene creato sulla base di soli due o tre tocoferoli, a causa dei quali ha un'attività biologica inferiore. Pertanto, le istruzioni per l'uso di vitamine complesse per le donne in gravidanza indicano il contenuto di alfa-tocoferolo acetato da 15 mg a 30 mg.

Per causare una carenza di vitamina E, il corpo deve per lungo tempo essere in condizioni di carenze nutrizionali ed essere soggetto a fattori distruttivi. Solo allora la mancanza di tocoferolo si manifesterà sotto forma di apatia, ridotta attenzione, letargia e nervosismo. I muscoli si indeboliscono e raggiungono la distrofia. Il lavoro del cuore peggiora, il mal di testa soffre.

... e argomenti contro

D'altra parte, alcuni medici parlano dell'importanza sovradimensionata della vitamina nella vita delle donne incinte. Così, Elena Berezovskaya, un ostetrico-ginecologo canadese, riferendosi a grandi studi clinici, riferisce che i benefici della vitamina E non sono così semplici. E infatti, non svolge le funzioni che i medici affermano così spesso. Ad esempio, non impedisce aborti negli stadi iniziali e complicazioni come la preeclampsia e l'eclampsia (ipertensione nella seconda metà della gravidanza).

Al contrario, colpisce con un segno meno:

  • raddoppia il rischio di dare alla luce un feto morto,
  • può contribuire al basso peso alla nascita
  • aumenta il rischio di malattie cardiache nel feto,
  • nove volte aumenta il rischio di problemi di salute neonatale.

Candidato di Scienze Mediche Alexander Melnikov, giustificando il suo punto di vista riguardo l'assunzione di multivitaminici, fa riferimento alla ricerca dell'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive degli Stati Uniti Quindi, è stato scoperto che i bambini a cui venivano somministrate gocce di vitamine in aggiunta alla nutrizione artificiale erano in una zona di maggiore rischio di sviluppare asma e allergie alimentari. Il confronto è stato fatto con i bambini che mangiavano senza ulteriore fortificazione.

Gli specialisti su questo lato della barricata credono che:

  • il consumo aggiuntivo di vitamine non è richiesto per tutte le donne in gravidanza,
  • la prova di un effetto positivo sulla gravidanza durante la vitamina E è scarsa.

Soluzione alternativa

I medici consigliano di riempire la mancanza di elementi necessari con il cibo. Елена Березовская, акушер-гинеколог, отмечает, что здоровый и разнообразный рацион доставляет норму витамина Е в сутки совершенно безопасным способом.

Ее коллега Татьяна Малышева согласна с этим. И указывает, что витамин Е целесообразно принимать во время вынашивания ребенка, но лишь в натуральном виде, например, используя экстракт из ростков пшеницы.

Е-питание: составляем «беременное» меню

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, una dieta di alta qualità per una donna incinta dovrebbe consistere in una varietà di alimenti, tra cui carne e pesce, legumi e noci, cereali, verdure verdi e arancioni e, naturalmente, frutta. Se la dieta contiene una quantità accettabile non solo di calorie, ma anche di sostanze nutritive, il bambino non sarà messo in ombra da alcuna carenza di vitamine.

Solo due cucchiaini di normale olio di girasole o di germe di grano possono soddisfare il fabbisogno giornaliero di tocoferolo. Pertanto, poco sforzo e prodotti esotici non saranno necessari.

Le migliori fonti di tocoferolo sono i prodotti con origine vegetale: piselli freschi, fagioli e altri legumi, avena.

Nella tabella sottostante, il contenuto quantitativo del tocoferolo nel cibo è analizzato in dettaglio. Il calcolo si basa sul contenuto della sostanza in 100 g di un prodotto.

Tabella - Alimenti ricchi di vitamina E

L'equilibrio ideale sono i cibi ricchi di questa vitamina in tandem con una piccola quantità di grassi sani che promuovono un migliore assorbimento.

Quando è difficile fare a meno delle pillole

I residenti della Russia sono carenti di vitamine. Questo è particolarmente vero per quelle aree dove c'è poco sole e prodotti di qualità. Pertanto, un buon medico prima avviserà una donna incinta di cambiare la composizione del cibo consumato, aumentando il volume di verdure crude e frutta, cereali e noci.

Ma ci sono categorie di future mamme che potrebbero essere immediatamente prescritte integratori vitaminici come mangimi aggiuntivi. Ciò è dovuto alle caratteristiche specifiche dello stato di salute.

  • L'incapacità di mangiare completamente. Quando è necessario escludere alcuni prodotti a causa di validi motivi. Questo include i vegetariani.
  • Disease. Quando il corpo soffre cronicamente di carenza vitaminica.
  • Gravidanza precedente Se si è verificata una interruzione della gravidanza o si è verificato uno sviluppo anormale del feto.
  • Diabete. Se sei malato di diabete, hai bisogno di un approccio individuale alla costruzione del menu e alla fortificazione aggiuntiva. Questo problema dovrebbe essere discusso rigorosamente con il medico.

Come bere la droga

Se, in tutti gli indicatori e le analisi, il medico ha concluso che non è possibile evitare il consumo aggiuntivo di tocoferolo, allora è necessario conoscere alcune delle sfumature. Assicurati di specificare l'importo e per quanto tempo lo prendi. Non lasciarti trasportare dall'auto-medicazione e dai farmaci prescrittivi, questo potrebbe peggiorare non solo la tua salute, ma anche influenzare lo sviluppo del bambino. È in tuo potere chiedere chiarimenti al medico, che è obbligato non solo a scrivere le prescrizioni, ma anche a spiegare tutte le sue azioni.

Nelle farmacie, il tocoferolo è presentato sotto forma di soluzione, capsule e compresse. La vitamina E più comunemente usata in capsule di olio rosso con un dosaggio di 100, 200 e un massimo di 400 mg.

La vitamina E durante la gravidanza e dopo è davvero molto importante per il lavoro di tutto il corpo. E per le donne che non hanno indicazioni mediche per fortificazioni aggiuntive, c'è una scelta: costruire una dieta equilibrata o usare droghe create chimicamente.

Mamme sulle vitamine: recensioni

Il mio esempio personale: ho preso vitamine durante la mia prima gravidanza e il bambino era allergico, ho fatto una dieta mentre lui era in HB (ora ha quasi 4 anni e non do il cioccolato fino ad ora, sto seguendo la sua dieta molto bene, ma a volte mangerà qualcosa nella scuola materna o in qualche modo l'anima tratterà un po 'di Barney, e le sue guance arrossiscono immediatamente). Durante la gravidanza, il secondo bambino praticamente non beveva vitamine (anche se, poneva l'accento sul sano ed equilibrato - per quanto possibile in città, sulla nutrizione), era nato molto più sano e forte del primo figlio, non c'era mai alcuna allergia; tutto.
Non posso dire se i multivitaminici siano da biasimare per le allergie dei bambini, poiché questo non è provato direttamente, ma le mie osservazioni personali e molte altre mamme non possono essere cancellate. Non mi agito contro i complessi vitaminici, ma penso che non dovrebbero essere presi in modo sconsiderato, idealmente, il medico dovrebbe selezionare un corso individuale per ogni donna - a seconda dell'età, della salute, della gravidanza e dell'ambiente.

Mi è stato prescritto solo 2 mesi per berla all'inizio della gravidanza, quindi la rottura era solo con acido folico, a partire da 13 settimane, i soliti supplementi vitaminici per le donne incinte (Elevit) .Il mio medico è molto attento alle vitamine, dice nelle prime fasi, è meglio non essere zelanti, Ho visto un video con un'intervista con un medico in internet, ha detto che era necessario il contrario prima di iniziare a bere B vitamine, non possiamo averli con il cibo ora

E ora la mia esperienza personale.
Durante la mia ultima gravidanza mi fu prescritta la vitamina E. Sospettando niente di male, lo bevvi. Ha dato alla luce un bambino. L'esame di neonatologo pediatrico diagnostica CHD (cardiopatia congenita - una finestra ovale aperta e difetto del setto ventricolare). Ora il bambino ha già 7 mesi e da metà anno questi buchi si sono chiusi. Grazie a Dio tutto è finito bene, ma potrebbe non essere sempre così.
E questa è una coincidenza o è davvero a causa della vitamina E.

Benefici della vitamina E

È un efficace antiossidante che protegge il corpo umano dai tumori del cancro. A volte, quando non è abbastanza, una donna sente un crollo, debolezza muscolare, indebolimento delle difese immunitarie del corpo. Nei casi più gravi, una mancanza di vitamina E può causare infertilità in una donna. In combinazione con la vitamina C, questa meravigliosa vitamina può prevenire l'aterosclerosi e lo sviluppo della malattia di Alzheimer.

Quando si pianifica una gravidanza

Spesso le donne iniziano a prendere questa vitamina dopo aver appreso che presto diventeranno madri. Ma è più opportuno iniziare la sua ricezione nel periodo di pianificazione della gravidanza. In questo momento, la ginecologia vitamina E è raccomandata per prendere quasi tutte le donne. Ma prima di iniziare a prenderlo, devi sapere quali benefici ha per il corpo della futura mamma. Se fai questa domanda al tuo medico, ti spiegherà che in questa fase, la vitamina E colpisce il corpo come segue:

  • rimuove le tossine e le scorie dal corpo di una donna perché è un antiossidante molto efficace,
  • accelera e regola la produzione di progesterone, protegge in modo affidabile da infezioni e malattie infiammatorie,
  • abbassa delicatamente la pressione sanguigna
  • tratta efficacemente la disfunzione ovarica,
  • previene i coaguli di sangue,
  • normalizza il metabolismo, migliora significativamente la circolazione sanguigna,
  • forma la placenta e sintetizza l'ormone della lattazione,
  • aumenta la resistenza fisica complessiva.

Utilizzare durante la gravidanza

Il nome di questa vitamina parla da sé. Non tutti sanno che la vitamina E ha un altro nome (ufficiale): "tocoferolo". È tradotto dal greco come "tokos" - nascita, e la seconda parte della parola "ferro" significa indossare. Forse, quindi, gli esperti chiamano spesso "vitamina di riproduzione".

La vitamina E durante la gravidanza (in anticipo) migliora il movimento dell'ossigeno dalla madre al feto, non consente la formazione di coaguli di sangue, migliora le condizioni delle unghie, i capelli, la pelle, previene i crampi. L'uso regolare di vitamina E previene il rischio di aborto spontaneo. Contribuisce alla formazione di tutti i sistemi di base dell'attività vitale del bambino. Per questo motivo, il primo complesso di vitamine necessario per una donna incinta è la vitamina E con acido folico. Questa combinazione aiuterà a stabilire la funzione delle ovaie e sostenere i normali livelli ormonali.

Vitamina E: istruzioni

La vitamina liposolubile, che ha proprietà antiossidanti e radioprotettive, è coinvolta nella biosintesi delle proteine ​​e dell'eme, la proliferazione cellulare. Possiede proprietà angioprotettive, influenza la permeabilità e il tono vascolare.

  • tocoferolo - principio attivo
  • olio di girasole - una sostanza ausiliaria.

Interazione con altri farmaci

La vitamina E non è raccomandata per l'uso con preparazioni di argento e ferro, farmaci con un mezzo alcalino (bicarbonato di sodio, trisamina). La vitamina E (l'istruzione presta particolare attenzione a questo) aumenta l'azione dei farmaci non steroidei e dei farmaci (Ibuprofene, Prednisolone, Diclofenac).

Il farmaco è disponibile senza prescrizione medica. La data di scadenza è di due anni.

Dosi raccomandate

La vitamina E, che è benefica per le donne incinte, è ovvia, dovrebbe essere presa solo sotto controllo medico. Il fatto è che il sovradosaggio può essere pericoloso non solo per la madre, ma anche per il feto. Ecco perché le future mamme sono interessate a come prendere questo farmaco. Va nuovamente sottolineato che la destinazione del farmaco rende il medico, individualmente in ogni caso.

Di solito la dose giornaliera è di 20 mg. Durante la gravidanza, la dose giornaliera di vitamina E viene calcolata tenendo conto di una serie di fattori:

  • peso e altezza
  • risultati dei test
  • condizione generale della donna.

Va tenuto presente che i produttori di farmaci stipulano standard nelle istruzioni per il farmaco. Ad esempio, in una piccola dose (200 mg), vengono prescritte due capsule al giorno per la vitamina E. La vitamina E 400 mg non richiede più di una capsula.

Molto spesso, i medici sottolineano che la vitamina E durante la gravidanza nelle fasi iniziali è meglio utilizzare nella sua forma naturale di determinati alimenti. Nella seconda metà della gravidanza, si raccomanda la forma farmacologica di questo composto. Ricorda, la vitamina E durante la gravidanza nelle prime fasi può essere presa, ma dovresti sapere che il dosaggio del farmaco è prescritto dal medico. Dipende dalle caratteristiche del corpo. Il giorno dovrebbe essere preso secondo le raccomandazioni ricevute. L'auto-trattamento in questo caso è irto di conseguenze molto gravi.

Indubbiamente, la vitamina E ha un effetto benefico sul corpo femminile durante la gravidanza e il suo uso è stato confermato da numerosi studi. Tuttavia, il sovradosaggio può essere molto pericoloso. Pertanto, la ricezione di questo farmaco importante regola il medico curante. In alcuni casi, può essere sostituito da complessi vitaminici che includono vitamina E (Vitrum prenatale, Pregnacare, Complivit).

Sovradosaggio e controindicazioni

Un eccesso di vitamina E può avere un effetto negativo sul corpo di una donna. Spesso provoca:

  • esacerbazioni di malattie croniche
  • sviluppo in un bambino di patologie del muscolo cardiaco,
  • nausea,
  • vomito,
  • sanguinamento dal retto,
  • reazioni allergiche
  • ingrandimento del fegato,
  • ictus emorragico.

Fonte naturale di vitamina E

In effetti, molti prodotti, tra cui la vitamina E. Molto. Pertanto, dovrebbero essere inclusi nella dieta delle future madri. Questi prodotti includono:

  • noci,
  • rosa selvatica (frutta),
  • oli vegetali,
  • semi di girasole
  • uova (bollite),
  • grano saraceno,
  • germogli di grano
  • fiocchi d'avena,
  • cereali integrali e crusca.

Oggi ti abbiamo parlato dell'importanza di assumere la vitamina E. Se vuoi rinviare facilmente la gravidanza e dare alla luce un bambino sano, segui le raccomandazioni del tuo medico, e la tua gravidanza sarà facile, senza complicazioni, e il bambino nascerà sano.

Perché hai bisogno di vitamina E durante la gravidanza

La vitamina E durante la gravidanza è importante. Aiuta non solo la corretta formazione degli organi del bambino, ma anche la salute della futura mamma. I ginecologi consigliano alle donne di nominarlo durante l'intero periodo di gestazione in modo che non compaiano smagliature sul torace e sull'addome. La vitamina è utile per capelli e unghie. È necessario osservare il dosaggio corretto, altrimenti il ​​beneficio potrebbe trasformarsi in danno.

Secondo la maggior parte dei medici, la vitamina E e la gravidanza sono fortemente correlate. Il nome "tocoferolo" è tradotto dal greco come "favorevole alla nascita". Inoltre, la vitamina E durante la gravidanza ha un effetto come un importante ormone progesterone, svolge funzioni molto importanti:

  1. Permette all'embrione di consolidarsi nell'utero.
  2. Previene l'aborto spontaneo.
  3. Protegge da infezioni e malattie infiammatorie.
  4. Mantiene un equilibrio di ormoni.
  5. Migliora la circolazione sanguigna nella placenta, previene il suo distacco.
  6. Aiuta il corretto sviluppo del feto.
  7. Interferisce con la trombosi.
  8. Abbassa la pressione sanguigna.
  9. Sintetizza la produzione di prolattina, l'ormone della lattazione.
  10. Rimuove le tossine e i rifiuti dal corpo.

Vitamina E all'inizio della gravidanza

Attaccare l'utero e la formazione di molti organi del feto avviene a 3-12 settimane. A questo processo era corretto, dovresti assegnare la vitamina E nel primo trimestre di gravidanza. I medici non raccomandano di assumere la sostanza in capsule: è necessario equilibrare la dieta, in modo che includa prodotti arricchiti con questo componente:

  • avocado,
  • germogli di grano
  • semi di sesamo
  • olivello spinoso
  • semi di girasole,
  • rosa canina,
  • latte,
  • carne
  • spinaci,
  • mandorle,
  • tuorlo d'uovo,
  • noci,
  • broccoli,
  • legumi.

Alcuni prodotti producono olio, che è anche una fonte di sostanze benefiche. La vitamina E all'inizio della gravidanza, nella maggior parte dei casi, è prescritta come terapia di mantenimento, in modo che la resistenza dell'embrione aumenti. Rafforza le pareti dei vasi sanguigni del feto e previene l'ipertonia dall'utero. Si consiglia di bere prima dei pasti con compresse di acido folico.

Vitamina E nel secondo trimestre di gravidanza

La vitamina E nel secondo trimestre di gravidanza dovrebbe aumentare leggermente. Il frutto cresce e richiede più nutrizione. Molte donne in questo periodo iniziano a sentire i primi movimenti del bambino. Alla dieta, che era mia madre nelle prime settimane, dovresti aggiungere i multivitaminici, che selezionavano il dosaggio esatto delle sostanze necessarie per la formazione degli organi interni del futuro bambino. La vitamina E per le donne incinte da 14 a 27 settimane aiuta a normalizzare il flusso sanguigno nella placenta, che è molto importante in questo momento.

Vitamina E nel terzo trimestre di gravidanza

Dalla settimana 27 inizia la fase finale dello sviluppo del bambino nel grembo materno. Sta attivamente guadagnando peso, formando il sistema respiratorio e gli organi interni. La vitamina E nel terzo trimestre di gravidanza è particolarmente importante, ma non vale la pena prenderlo in aggiunta ai multivitaminici. In alcuni casi, il medico aumenta il dosaggio a sua discrezione, se ci sono indicazioni.

Vitamina E se minacciata di aborto spontaneo

La diagnosi è la più pericolosa nel primo periodo fino a 12-14 settimane. Se un farmaco contenente tocoferolo non è stato ancora prescritto, deve essere avviato dopo aver consultato un medico. Insieme alla vitamina E, l'acido folico è prescritto per il rischio di aborto spontaneo. Va tenuto presente che anche l'assunzione corretta di vitamine non aiuta a mantenere la gravidanza, se non si segue il regime stabilito dal ginecologo.

Vitamina E al momento del concepimento

Scienziati nel corso degli esperimenti hanno scoperto che i topi sperimentali smettevano di riprodursi non appena i prodotti contenenti le sostanze necessarie venivano rimossi dalla dieta. Anche prima dell'inizio della gravidanza dovrebbe nominare un apporto vitaminico. Per il corpo femminile, è particolarmente utile. Il tocoferolo agisce come regolatore dei processi nell'intero sistema riproduttivo:

  • normalizza il ciclo mestruale
  • tratta la disfunzione ovarica
  • regola il metabolismo
  • promuove la maturazione e la fecondazione dell'uovo,
  • normalizza gli ormoni.

La vitamina E al momento del concepimento è necessaria non solo per una donna. Durante il periodo di pianificazione, un uomo dovrebbe anche mangiare cibi arricchiti con questa vitamina. Migliora la qualità dello sperma, rende lo sperma più mobile. Secondo le recensioni e le statistiche mediche, le coppie che avevano avuto problemi con il concepimento prima, dopo 2 mesi di assunzione di preparati vitaminici, erano in grado di concepire un bambino.

Perché la vitamina E è utile?

Non è un caso che il tocoferolo sia chiamato così. "Tόκος" in traduzione dal greco antico significa "posterità", "φέρω" - "trasportare". Senza questa sostanza, è impossibile concepire o trasportare un bambino sano. I microbiologi hanno stabilito una relazione diretta tra il livello di tocoferolo nel sangue e la capacità di generare figli. Partecipa ai processi di formazione del sangue, divisione cellulare e rigenerazione tissutale.

La prima preparazione di vitamina E fu ottenuta dal germe di grano nel 1936 e nel 1938 gli scienziati furono in grado di sintetizzare un analogo chimico di questo composto organico.

Il gruppo di vitamine E consiste di 8 tocoferoli - oli viscosi trasparenti di colore giallo chiaro, che si rompono sotto l'influenza dei raggi ultravioletti. Queste sostanze liposolubili, che si legano alle proteine ​​del sangue, penetrano nei tessuti: muscolo, grasso, nervoso. Proteggono le membrane cellulari dai danni dovuti all'ossidazione e controllano la sintesi degli acidi nucleici.

Perché assumere vitamina E durante la gravidanza (anche nelle prime fasi)

È difficile sopravvalutare il valore del tocoferolo per le future mamme:

  • coinvolto nella produzione di ormoni (compresa la prolattina, che stimola la formazione del latte materno). Regolano il processo di fecondazione e attaccamento dell'embrione alle pareti dell'utero e impediscono ai suoi muscoli di contrarsi per spingere il corpo estraneo (feto),
  • migliora la condizione della pelle, delle unghie e dei capelli, aiuta la futura mamma a sembrare fresca e attraente ed è anche un buon modo per prevenire le smagliature (rende la pelle e il tessuto muscolare più elastici),
  • Ha un effetto positivo sullo stato del sistema nervoso di una donna incinta, aiuta a far fronte agli attacchi di panico e al cattivo umore (a causa di uno squilibrio degli ormoni, soprattutto nelle prime fasi, molte madri in attesa soffrono di depressione e insonnia),
  • aiuta a rafforzare l'immunità materna e la formazione del sistema immunitario del futuro bambino.

Витамин Е предотвращает сокращения мышц матки, а значит минимизирует риск выкидыша (самопроизвольного аборта) на ранних сроках. Поэтому в первые 12–14 недель дополнительный приём токоферола не только уместен, но и необходим.

Витамин Е оказывает положительное влияние на плод:

  • partecipa alla formazione e alla maturazione della placenta, attraverso la quale le sostanze organiche e l'ossigeno necessarie arrivano al bambino, e impedisce anche il suo invecchiamento precoce e il suo distacco,
  • prende parte al processo di formazione e sviluppo di tutti gli organi dell'embrione,
  • importante per la posa e il rafforzamento del sistema immunitario, cardiovascolare, nervoso.

Quando si pianifica una gravidanza, il tocoferolo è utile anche per gli uomini: aumenta la motilità degli spermatozoi e migliora i loro indicatori di qualità, riducendo significativamente il numero di cellule germinali portatrici di malattie ereditarie.

Ipovitaminosi E: segni ed effetti

La carenza di tocoferolo nel corpo - ipovitaminosi E - è più comune nelle persone che vivono in aree contaminate da radionuclidi o rifiuti chimici. La carenza di e-vitamina causa una diminuzione dell'attività degli enzimi antiossidanti, motivo per cui i prodotti di ossidazione si accumulano nelle cellule. Questo colpisce il tessuto muscolare, le fibre nervose, il fegato, il cervello, il sistema riproduttivo.

La mancanza di tocoferolo nella futura madre può manifestarsi come segue:

  • peeling della pelle, perdita di capelli, esfoliazione delle unghie,
  • disturbi nervosi
  • segni di avvelenamento (debolezza, sonnolenza, nausea, brividi),
  • aumentare il tono della muscolatura liscia dell'utero (la minaccia di aborto spontaneo).

Un bambino la cui madre ha sofferto di una carenza di vitamina E durante la gravidanza può nascere prematuramente. Inoltre, potrebbe avere:

  • deviazioni nello sviluppo fisico,
  • suscettibilità alle malattie della pelle e dermatiti,
  • immaturità dei sistemi immunitario e nervoso
  • rachitismo.

Per determinare il livello di tocoferolo, è necessario superare un esame del sangue per vitamine e minerali: la norma durante la gravidanza è compresa tra 5 e 18 μg / ml.

Pericolo di overdose

Con l'uso a lungo termine, il tocoferolo è in grado di accumularsi nei tessuti grassi, mentre il corpo della futura madre è impostato per depositare energia e calorie (questo è necessario affinché il bambino riceva ininterrottamente le sostanze necessarie). La quantità di grasso aumenta con l'aumentare dell'età gestazionale e più vitamina E viene trattenuta in questi sedimenti.

Di solito, i medici prescrivono il tocoferolo nelle prime fasi. Nella seconda parte della gravidanza non è necessaria un'assunzione aggiuntiva: la futura mamma ha bisogno solo della quantità presente nei complessi alimentari e multivitaminici.

L'uso a lungo termine di alte dosi di tocoferolo comporta gravi conseguenze:

  • anomalie congenite nel feto,
  • patologie del cervello, del sistema nervoso, del fegato, dei reni in un bambino dopo la nascita,
  • disfunzione epatica e renale, oltre a disturbi nervosi, nausea, diarrea, allergie nella futura madre.

Tali conseguenze sono possibili solo con un sovradosaggio significativo. Se assumi vitamina E in base alla prescrizione del medico, i rischi di effetti collaterali saranno minimi.

Per evitare il sovradosaggio nell'uso profilattico del tocoferolo, è prescritto in cicli di 10 giorni, tra i quali si raccomanda di fare delle pause.

Caratteristiche di utilizzo e controindicazioni

La reazione al tocoferolo è individuale. Le future madri con una storia di allergie dovrebbero iniziare a prendere la vitamina E con dosi minime, aumentandole gradualmente in assenza di reazioni indesiderate (rash, prurito, gonfiore delle mucose).

Inoltre, ci sono caratteristiche che devono essere considerate:

  • il tocoferolo è incompatibile con i preparati di ferro. Tra la loro ricezione dovrebbero impiegare almeno 8 ore. La stessa regola si applica al cibo: cibi ricchi di vitamina E, è meglio mangiare la mattina e stirare - di sera o viceversa
  • nel terzo trimestre, è in grado di aumentare l'elasticità del tessuto muscolare uterino e la probabilità di parto prematuro,
  • la sostanza è molto meglio assorbita dai grassi,
  • la vitamina E sintetica non è completamente assorbita dal corpo.

I preparati di tocoferolo non sono prescritti nelle seguenti condizioni:

  • colecistite cronica,
  • discinesia biliare,
  • aumento della funzione tiroidea,
  • mancanza di vitamina K,
  • insufficienza cardiaca pronunciata.

Prendendo tocoferolo, è necessario considerare che entra nel corpo anche con il cibo. Pertanto, nel prescrivere un medico, la dose giornaliera di vitamina E sintetica è talvolta inferiore al massimo consentito per le donne incinte.

Quanta vitamina E è necessaria per le donne in gravidanza: il dosaggio raccomandato

Il dosaggio della vitamina E durante la gravidanza è sempre determinato dal medico. Questo tiene conto dei dati dell'anamnesi (età, peso, presenza di malattie croniche, risultati di test e altri esami). La quantità massima consentita di tocoferolo per le donne incinte al giorno è di 1000 mg (questa cifra tiene conto della vitamina ottenuta in totale da qualsiasi fonte).

La vitamina E è desiderabile per il reintegro attraverso la nutrizione e la sua quantità giornaliera assunta con il cibo sarà perfettamente al sicuro per qualsiasi donna, compresa la gravidanza. L'assunzione aggiuntiva di vitamina E, soprattutto in dosi superiori a 400 UI [267 mg] e sotto forma di forme sintetiche, non è strettamente raccomandata.

Berezovskaya EP, dottore di ricerca, autore di libri sulla salute delle donne

http://lib.komarovskiy.net/vitamin-e-prinimat-ili-ne-prinimat-vot-v-chem-vopros.html

Di solito, alle donne incinte si consiglia di assumere da 100 a 400 mg di vitamina E al giorno. Con questo:

  • nelle prime fasi del normale ciclo di gravidanza, è sufficiente un dosaggio minimo (fino a 100 mg),
  • al fine di prevenire aborto, il volume aumenta a 300-400 mg,
  • in periodi tardivi, quando un eccesso di vitamina può anche danneggiare, sono limitati alla quantità che viene offerta nei complessi multivitaminici per le donne in gravidanza (di norma non più di 20 mg al giorno).

L'assunzione giornaliera raccomandata di vitamina E è di 30 UI, un livello adeguato di consumo di solito non supera la dose giornaliera e il livello massimo ammissibile di assunzione di vitamina E è 1000 mg o 1500 UI (forma naturale) o 1100 UI (forma sintetica) al giorno.

Berezovskaya EP, dottore di ricerca, autore di libri sulla salute delle donne

http://lib.komarovskiy.net/vitamin-e-prinimat-ili-ne-prinimat-vot-v-chem-vopros.html

In alcuni casi, se una donna, ad esempio, vive in una zona con condizioni ambientali sfavorevoli, con una significativa carenza di vitamina E, tossicosi grave (quando le vitamine non vengono assorbite), è possibile raccomandare dosaggi più elevati di tocoferolo sintetico entro il massimo consentito giornaliero.

1 mg di alfa-tocoferolo è uguale a (equivalente) 1,49 IE di forme naturali o 2,22 IE di forme sintetiche. Ciò significa che, secondo le più moderne raccomandazioni di una dieta sana, un adulto non ha bisogno di più di 30 UI al giorno, quindi in termini di altre unità di misura, questa cifra sarà di circa 20 mg di alfa-tocoferolo di origine naturale. L'attività biologica dei tocoferoli sintetici è circa due volte inferiore alla bioattività naturale. Pertanto, le dosi raccomandate di forme sintetiche di vitamina E sono solitamente superiori alle dosi di vitamina E.

Berezovskaya EP, dottore di ricerca, autore di libri sulla salute delle donne

http://lib.komarovskiy.net/vitamin-e-prinimat-ili-ne-prinimat-vot-v-chem-vopros.html

Forme di rilascio e istruzioni per l'applicazione

I preparati di tocoferolo sono disponibili in diverse forme:

  • capsule - prese per bocca,
  • soluzione iniettabile - raramente viene somministrato alle donne in gravidanza, poiché le iniezioni sono molto dolorose, il gonfiore e l'indurimento rimangono dopo di loro,
  • soluzione di olio (unguento) - progettato per uso esterno con problemi di pelle (peeling, stretching).

Vitamina E in capsule da assumere 1-2 volte al giorno (a seconda della prescrizione) prima o durante i pasti. È possibile combinarlo con acido folico (vitamina B9), che è anche molto importante all'inizio della gravidanza.

Pin
Send
Share
Send
Send