Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2019

Asfissia fetale: cause di sviluppo e pericolo della condizione

asfissia fetale (sinonimo asfissia intrauterina) - una condizione patologica che si verifica in risposta alla restrizione dell'approvvigionamento di ossigeno e manifestata da una violazione del ritmo dei toni cardiaci fetali.

Asfissia del neonato - Una condizione patologica del neonato, in cui durante il primo minuto dopo la nascita, in presenza di attività cardiaca, la respirazione non appare o si manifesta in movimenti respiratori separati e irregolari.

Il termine "asfissia" di solito significa strangolamento. L'asfissia del feto e del neonato è un concetto condizionale: significa un complesso di cambiamenti biochimici, emodinamici e clinici nel corpo del feto e del neonato, che si verificano sotto l'influenza della carenza di ossigeno e successiva acidosi.

In utero, il feto non ha la respirazione esterna (polmonare). La respirazione di tessuti e cellule del suo corpo viene effettuata esclusivamente a causa del sangue ossigenato che gli fluisce attraverso la placenta.

L'asfissia fetale differisce dall'asfissia neonatale non solo nel momento dell'esordio, ma anche patogeneticamente: la prima è basata su disturbi circolatori e la seconda si basa su disturbi respiratori.

Un feto che ha segni di asfissia intrauterina non nasce sempre con la presenza di asfissia. Secondo MM Shashin, su 9152 bambini nati, sono stati osservati segni di asfissia intrauterina in 1000 (10,9%) e di questi, 598 (59,8%) sono nati senza asfissia.

Del numero totale di nascite, secondo le statistiche di vari autori, l'asfissia è osservata nel 4-6% di neonati. Secondo L. S. Persianinov (1961), su 36 533 neonati, 1927 (5,3%) sono nati asfittici.

Eziologia e patogenesi

Numerosi fattori patogeni durante la gravidanza e il parto, con conseguente alterazione della circolazione uteroplacentare o della circolazione sistemica del feto, violano lo scambio di gas nel feto. Questo, a sua volta, porta alla carenza di ossigeno e alla rottura dell'equilibrio acido-base con un aumento dell'acidosi metabolica. La severa asfissia è preceduta da una fase di irritazione del centro respiratorio causata da una mancanza di ossigeno e da un eccesso di anidride carbonica e sangue fetale. Di conseguenza, compaiono movimenti respiratori veri, che portano all'aspirazione di liquido amniotico, muco, sangue e meconio dal canale del parto, che aumenta l'asfissia.

Nel sangue del feto si accumulano prodotti di ossidazione incompleta, il cui eccesso viola i processi enzimatici e altri processi biochimici nelle cellule del corpo del feto, causando una forte inibizione delle loro funzioni. C'è un'ipossia tissutale, le cellule del corpo perdono la loro capacità di usare l'ossigeno. Disturbi dell'equilibrio elettrolitico sono accompagnati dallo sviluppo di iperkaliemia (vedi), che, in combinazione con ipossia (vedi) e acidosi (vedi), sembra avere un effetto avverso sulla funzione miocardica. La bradicardia si sviluppa. La carenza di ossigeno e l'acidità, in particolare aumentante, causano un disturbo circolatorio caratteristico: dilatazione dei vasi sanguigni e il loro trabocco con sangue, ristagno venoso, stasi ed emorragia in vari organi e aree del corpo. Sotto l'influenza dell'acidosi, aumenta la permeabilità delle pareti vascolari, si sviluppano edema cerebrale e disturbi circolatori. L'ipossia tissutale, che si è verificata durante l'acidosi patologica, è accompagnata da danno cerebrale, che interrompe bruscamente le funzioni del corpo. La natura e la gravità dei disturbi emodinamici durante l'asfissia e nei giorni successivi alla sua eliminazione possono essere influenzati da un'insufficienza della funzione della corteccia surrenale, che si sviluppa, apparentemente, a seguito di una grave asfissia con acidità crescente.

Disturbi vascolari, che causano la stasi del sangue e lo stato anossico dei tessuti, contribuiscono alla comparsa di emorragia intracranica e traumi alla nascita.

Anatomia patologica

Con la morte intrauterina, si può osservare un colore giallastro di lubrificante simile al formaggio, pelle, unghie dalla colorazione con meconio, che viene rilasciato nel liquido amniotico durante l'asfissia. A volte si riscontrano emorragie petecchiali nella congiuntiva e nella pelle. Raramente c'è un anasarca generalizzato, di solito un po 'intenso.

Nello studio degli organi interni del feto, vi è un disturbo circolatorio generale sotto forma di pletora venosa di organi, presenza di sangue liquido scuro, emorragie maculate nell'epicardio (Fig. 1), pericardio, pleura, polmoni, timo, membrana mucosa dell'esofago, stomaco, duodeno, peritoneo, diaframma, avventizia dei vasi, sotto la capsula epatica (Fig. 2).

L'asfissia intrauterina è solitamente accompagnata dall'aspirazione del liquido amniotico e dal contenuto del canale del parto. Con un'aspirazione massiccia, i polmoni sono ingranditi, le aree appiattite sono grigiastre o giallastre e annegano nell'acqua. Istologicamente, il liquido amniotico, povero di proteine, non macchia, l'aspirazione è confermata dalla presenza di squame cornee nei bronchi e alveoli (Fig. 3), grumi di meconio, eosinofili, sfere basofile, sangue, muco, grasso di formaggio grasso, epitelio della membrana amnionale. Tale aspirazione è costantemente combinata con vari gradi di atelettasia polmonare, edema e congestione venosa.

Cambiamenti patologici nel sistema nervoso centrale (edema, microemorragie, emorragie nei ventricoli laterali, nella pia madre, cambiamenti distrofici nelle cellule nervose) e polmoni (atelettasia, edema, membrane ialine, masse aspirate, ecc.) Sono solo manifestazioni morfologiche di asfissia e non dovrebbe essere considerata come la malattia principale, ognuna di queste condizioni può contribuire all'ipossia e allo stesso tempo è la sua conseguenza.

Nella pratica ostetrica, è consigliabile distinguere tra un'asfissia minacciosa del feto - una condizione in cui non ci sono sintomi di asfissia, ma c'è una situazione ostetrica (lavoro prolungato, anomalie del travaglio, gravidanza prolungata), gravidanza, che può portare ad asfissia intrauterina, ci sono segni di indicando un cambiamento nella sua reattività.

Circa lo stato fetale del feto può essere giudicato dalla sua attività fisica e attività cardiaca, quest'ultima riflette più chiaramente la condizione del feto.

È anche molto importante che l'asfissia intrauterina inizi con una violazione dell'attività cardiaca fetale, che si manifesta con cambiamenti nella frequenza, nel ritmo e nel suono dei suoni cardiaci. La frequenza cardiaca fetale alla fine della gravidanza e nel primo periodo di lavoro varia normalmente da 120 a 160 battiti al minuto, mentre i cambiamenti transitori di frequenza entro i limiti specificati non hanno alcun valore pratico particolare.

Un certo numero di condizioni patologiche durante la gravidanza (tossicosi, ripetizione, Rh-conflitto, diabete, ecc.) È accompagnato da cambiamenti nella placenta, portando a alterata circolazione placentare e ipossia cronica del feto. Tuttavia, a causa di meccanismi compensatori, i cambiamenti spontanei nell'attività cardiaca non vengono rilevati nel feto e non si osservano cambiamenti significativi nell'equilibrio acido-base.

Per determinare le risposte adattive del feto a varie influenze esterne si applicano test funzionali speciali. Questi test consentono di identificare come il feto reagirà ai cambiamenti nelle condizioni della sua esistenza associate all'insorgenza dell'atto di nascita o al verificarsi di alcune complicanze sia durante la gravidanza che durante il parto.

Come test funzionali vengono utilizzati per trattenere il respiro di una donna incinta, irritazione termica della pelle dell'addome di una donna incinta.

Un test di tenuta del respiro provoca un aumento della frequenza cardiaca di un feto sano di 11 battiti per 1 minuto. I cambiamenti più pronunciati si osservano quando si usano gli stimoli termici. Lo stimolo freddo provoca una diminuzione del battito cardiaco del feto di 8-9 battiti per 1 minuto. Gli stimoli di calore causano un aumento della frequenza cardiaca di 13-14 battiti per 1 minuto.

L'uso di test funzionali in varie complicazioni della gravidanza consente in molti casi di rilevare una reazione ridotta dal cuore del feto a influenze esterne, fino alla sua completa assenza.

I test funzionali vengono eseguiti, di norma, prima dell'inizio del travaglio.

La diagnosi tempestiva dell'ipossia cronica del feto, indipendentemente dalla causa, che l'ha causata (patologia placentare, cordone ombelicale, ecc.) È molto importante. L'indicatore più importante dell'ipossia cronica sui fonoelettrocardiogrammi è la monotonia del ritmo, il cardiotagramma in questi casi ha spesso l'aspetto di una linea retta. Se la monotonia del ritmo è combinata con una diminuzione significativa del complesso QRS o una diminuzione graduale dell'ampiezza durante l'osservazione dinamica, la presenza di asfissia cronica che minaccia la vita del feto è fuori dubbio. In contrasto con l'asfissia minacciante, l'asfissia iniziale del feto è caratterizzata da un calo significativo della frequenza cardiaca, manifestato principalmente sotto forma di un rallentamento, seguito da un aumento a breve termine. All'inizio del travaglio, le condizioni dello sviluppo prenatale del feto cambiano, poiché, oltre alle variazioni dei rapporti neuroumorali e metabolici nel corpo materno, ci sono contrazioni dell'utero, un aumento della pressione intrauterina, compressione dei vasi intramuscolari e della parte addominale dell'aorta, con conseguente variazione della pressione sanguigna nei vasi della placenta e diminuisce il flusso di sangue materno verso la placenta.

Tuttavia, durante il travaglio normale, a causa degli adattamenti compensatori e della corretta alternanza delle contrazioni dell'utero e delle pause tra di essi, questi fenomeni non portano all'ipossia fetale e non provocano cambiamenti nelle sue condizioni.

Durante il primo periodo di normale lavoro, l'attività cardiaca fetale non subisce cambiamenti marcati. Nella seconda fase del travaglio, la possibilità di influenzare il feto di fattori come la sua compressione durante il movimento attraverso il canale del parto, alterata circolazione uteroplacentare durante i tentativi, ipossia nella madre, ecc., Aumenta in modo significativo. può manifestarsi in cambiamenti nell'attività cardiaca, il più chiaramente riflette la sua condizione. Nel parto normale nel secondo periodo di solito è contrassegnata bradicardia, più pronunciata quando la testa passa attraverso una parte ristretta della cavità pelvica. Allo stesso tempo, una diminuzione dei battiti cardiaci (110-80 battiti per 1 minuto) avviene 10-20 secondi dall'inizio del tentativo e scompare entro la fine del tentativo o entro 10-30 secondi dopo di esso. Nel 10% dei feti, si nota tachicardia (fino a 185 battiti per 1 minuto), più pronunciata all'altezza del tentativo e scomparsa alla fine o 10-15 secondi dopo il suo completamento.

In condizioni di ipossia cronica, un atto generico, particolarmente complicato, porta facilmente all'esaurimento della capacità di riserva fetale e al più rapido sviluppo dell'ipossia acuta.

Nel processo del travaglio, il test per determinare lo stato funzionale del feto, le sue capacità adattive è la natura dei cambiamenti nella frequenza cardiaca fetale durante le contrazioni uterine nella prima fase del travaglio e durante l'esame vaginale con la palpazione della parte presentante. Tali reazioni nei frutti sani sono a breve termine e miti. Nei frutti con ridotta resistenza alle influenze esterne sotto l'influenza di varie cause, in particolare l'ipossia o il trauma, vi sono reazioni pronunciate che si manifestano in cambiamenti più drammatici dell'attività cardiaca. Questi fenomeni precedono di solito l'asfissia fetale.

L'applicazione nella pratica ostetrica della fonocardiografia e dell'elettrocardiografia del feto espande le capacità diagnostiche, consente di rilevare i cambiamenti nella natura dell'attività cardiaca del feto, che precedono l'insorgenza dell'asfissia.

Numerosi studi dimostrano che la bradicardia durante le contrazioni, così come gli esami vaginali con palpazione della parte presentante del feto, cambiamenti nella durata della sistole meccanica senza disturbi del ritmo di oltre 0,02 secondi nell'analisi di fase dell'attività cardiaca fetale sono solitamente osservati con alterata reattività fetale e spesso precedono inizio dell'asfissia intrapsia. La fonocardiografia consente di identificare i sintomi iniziali dell'asfissia fetale fetale, non percepiti dal metodo dell'auscultazione convenzionale. Allo stesso tempo, i cambiamenti nella forza e nella durata dei toni, le fluttuazioni nella durata della diastole, la scissione di 1 tono, la comparsa di extrasistoli e rumori intermittenti sono registrati su PCG. Negli stadi più profondi dell'asfissia, i disturbi nella frequenza e nel ritmo delle contrazioni cardiache si verificano come determinato dal metodo dell'auscultazione: un aumento dei toni cardiaci viene sostituito dalla loro decelerazione, e la sonorità dei toni aumenta, seguita dal loro silenzio.

Con l'inizio dell'asfissia, compaiono cambiamenti che indicano la fame di ossigeno del feto: aumento del battito cardiaco nelle pause tra le contrazioni di oltre 160 battiti per 1 minuto, aumento della sonorità dei suoni cardiaci, che rimangono chiari e ritmici, aumento dell'attività motoria del feto. Le fasi più pesanti di asfissia sono accompagnate dall'apparizione di un ritmo anormale e da un cambiamento nell'aumento dei battiti cardiaci del feto rallentandoli e la forza e il suono dei toni cambiano. I movimenti fetali diventano frequenti e forti, il meconio appare nel liquido amniotico. Infine, l'asfissia passa all'ultimo stadio terminale quando il feto è minacciato di morte. Allo stesso tempo, c'è un rallentamento persistente del battito cardiaco fetale, i suoni del cuore diventano sordi, la quantità di meconio nel liquido amniotico aumenta, il movimento del feto rallenta e poi si ferma completamente.

Per la diagnosi dell'asfissia intrauterina fetale viene utilizzata con successo l'amnioscopia (vedi). Viene eseguito alla fine della gravidanza e durante il travaglio fino a quando il liquido amniotico viene versato. L'amnioscopia viene eseguita utilizzando un dispositivo speciale (amnioscopio) o proctoscopio pediatrico. Questo metodo consente di rilevare l'impurità di meconio nel liquido amniotico. Particolarmente caratteristico dell'asfissia è la colorazione intensa del liquido amniotico nel verde.

Dopo aver usato il liquido amniotico con l'aiuto di un amnioscopio, si possono eseguire studi sull'equilibrio acido-base nel sangue del feto ottenuto con la puntura della pelle della testa.

Il pH di frutta sana, di regola, non scende sotto 7.2, e l'eccesso di acidi non supera 12 meq per 1 l di sangue, la norma o l'ipocapnia moderata è osservata. I tamponi di sangue alcalino sono in qualche modo ridotti. L'acidosi nel sangue dei feti è di natura metabolica e il livello indicato insieme ad altri fattori contribuisce alla prima inalazione di un neonato, stimolando il centro respiratorio.

Durante l'ipossia fetale, la saturazione del suo sangue con l'ossigeno è soggetta a fluttuazioni significative e quindi non può essere un criterio affidabile nel valutare lo stato del feto. Alla nascita, in lieve asfissia, il pH della maggior parte dei frutti è 7.19-7.1. L'eccesso di acidi (BE - base in eccesso) del frutto è da -13 a -18 meq / l di sangue. Alla nascita, i bambini con grave asfissia hanno un pH di 7,09-6,85, BE - da -19 a -22 meq / L di sangue (G. M. Savelyeva, 1968).

Nel sangue di quelli nati in uno stato di grave asfissia, viene determinata l'acidosi mista: metabolica e respiratoria (respiratoria).

Un indicatore indiretto della compromissione della funzione respiratoria del sangue del feto con lo sviluppo di acidosi patologica è il dato di ricerca sull'equilibrio acido-base del sangue materno, in quanto esiste una stretta relazione tra la quantità di alimenti acidi e tamponi alcalini nel sangue del feto e una donna incinta.

Cambiamenti in parametri quali BE, B B (tampone bicarbonato - bicarbonato tampone), SB (bicarbonato standard - bicarbonato standard) e AB (bicarbonato reale - bicarbonato vero) sono più importanti nel determinare il grado di acidosi nel sangue fetale. Il valore del pH del sangue della madre non può servire come una linea guida accurata per giudicare il pH del sangue del feto.

Prevenzione e trattamento

Con la minaccia dell'asfissia fetale o delle sue prime manifestazioni, prima di tutto, dovresti cercare di identificare la causa di questa condizione patologica e, se possibile, eliminarla (anestesia eterica durante il travaglio eccessivo, perineotomia in caso di difficoltà con la nascita della testa fetale a causa di un perineo alto o rigido, ecc.) ).

La cosiddetta triade di Nikolaev ha un effetto favorevole.

1. Viene somministrata una donna in travaglio per respirare ossigeno inumidito per 10 minuti ripetutamente, con un intervallo di 2-3 minuti, e con grave asfissia inalano costantemente ossigeno. Quando * c'è un impianto di ossigeno speciale (cilindro con un riduttore e un dosimetro), la quantità di ossigeno fornita deve essere compresa nell'intervallo di 8-12 l / min, mentre all'inizio del travaglio - 6-8 l / min, e nel secondo periodo - 10-12 l / min.

2. Contemporaneamente all'inalazione di ossigeno, la madre viene iniettata per via endovenosa con 1 ml di una soluzione al 10% di corasolo (cardilalzolo), in assenza di questo farmaco, viene utilizzata la cordiamina.

3. 50 ml di soluzione di glucosio al 40% con acido ascorbico vengono iniettati per via endovenosa.

Se la somministrazione per via endovenosa è impossibile, cardiazzolo viene somministrato per via intramuscolare (2 ml) e il glucosio viene somministrato per via orale (50 g in un bicchiere di acqua calda o tè). При отсутствии эффекта триаду Николаева целесообразно повторить через 10—15 минут.

В целях профилактики и лечения внутриутробной асфиксии эффективен отечественный препарат сигетин. Его вводят внутривенно в количестве 2—4 мл 1% раствора. Препарат обладает свойством расширять сосуды матки, улучшать маточно-плацентарное кровообращение, что улучшает снабжение плода кислородом. In assenza di septina, l'estradiolo dipropionato (20.000 UI) può essere usato in combinazione con 0,5 ml di etere anestetico (iniettato nella cervice o per via intramuscolare).

Quando si stabilizza l'acidosi nella donna incinta e nel feto, così come quando è impossibile determinare gli indicatori di equilibrio del sangue acido-base, le soluzioni alcaline devono essere somministrate a donne in gravidanza con parto complicato (gravidanza prolungata, diabete materno, lavoro prolungato, intervallo anidro prolungato, segni di asfissia fetale) . Produrre una soluzione di bicarbonato di sodio al 5% nella quantità di 150-175-200 ml, a seconda del peso della donna. L'amministrazione endovenosa è fatta lentamente con una velocità di 50-60 gocce in 1 minuto. Immediatamente dopo l'infusione di alcali, vengono iniettati 100 ml di soluzione di glucosio al 10-20% (con nefropatia, 50 ml di glucosio al 40% è meglio). Se necessario, l'introduzione di una soluzione alcalina prodotta nuovamente in 2-3 ore nello stesso dosaggio. Dopo l'introduzione della quantità specificata di bicarbonato di sodio alla madre, gli indicatori di equilibrio acido-base nel feto migliorano, gli effetti dell'asfissia intrauterina diminuiscono o scompaiono.

20-30 minuti dopo l'introduzione di alcali nel sangue della madre, e poi nel sangue del feto, l'eccesso di acidi diminuisce (1,5-2 volte), il pH sale (figura 4), il numero di tamponi del sangue (AB, SB, BB ). L'effetto alcalinizzante del bicarbonato di sodio al 5% dura da 1,5 a 2 ore.

Con la minaccia di asfissia intrauterina, è necessario lottare per prevenirlo e, quando l'asfissia è iniziata, trattarla, mentre accelera il parto. Se l'asfissia non è suscettibile agli effetti terapeutici e la presenza di condizioni ostetriche, deve essere effettuata una consegna urgente (forcipe ostetrico, estrazione del vuoto, feto per l'estremità pelvica). In alcuni casi, specialmente con una combinazione di asfissia con altre complicazioni del parto (feto grande, debolezza del travaglio, posizione laterale del feto, vecchiaia della prima nascita, storia ostetrica aggravata, ecc.), Viene mostrato il taglio cesareo. Quest'ultimo caso dovrebbe essere applicato in modo tempestivo, e non quando il feto è già in gravi condizioni.

Quadro clinico e diagnosi

Secondo la gravità del corso, ci sono 3 gradi di asfissia: I grado ("asfissia blu") è caratterizzato da cianosi pronunciata della pelle, rallentamento del battito cardiaco, ma toni distinti, respiro raro e superficiale. I riflessi corneali e faringei sono preservati. Con il grado II, la pelle del neonato è nettamente cianotica (asfissia livida), il battito del cuore è notevolmente rallentato, i toni cardiaci sono sordi, il suono è irregolare, la respirazione è quasi completamente assente. Al III grado (asfissia "bianca" o "pallida"), il neonato non respira, la pelle è pallida, le mucose sono cianotiche, il battito cardiaco è molto lento, spesso aritmico, i toni sordi, i riflessi sono assenti, i muscoli sono completamente rilassati (le estremità pendono come fruste). La scala di Apgar viene utilizzata per valutare le condizioni del neonato. La valutazione su questa scala si basa sulla considerazione delle condizioni del neonato secondo i cinque segni clinici più importanti (vedi metodo Apgar).

Revitalizing neonati

Quando si rinvigoriscono i neonati nati asfittici, si usano i metodi più attenti e non traumatici. Tali metodi come "swing by Schultz", pacche sulle gambe e glutei del bambino, bagni di contrasto, che possono influire negativamente sulla condizione del neonato, non si applicano. I metodi manuali di ventilazione artificiale dei polmoni (Sylvestre, Sokolov, Verta, Ogata e altri) sono traumatici e, soprattutto, essenzialmente inutili, poiché non forniscono il livellamento degli alveoli dei polmoni di un bambino senza respiro.

La lotta contro l'asfissia solo ossigenando il sangue fetale e introducendo ossigeno nelle vie respiratorie di un neonato è efficace solo con lieve asfissia. Nelle forme gravi di asfissia di questo evento non è sufficiente. I dati di numerosi studi dimostrano che è impossibile giudicare la profondità dell'asfissia in un neonato con una misura della saturazione di ossigeno nel sangue.

Metodi progettati per eccitare il centro respiratorio durante la stimolazione degli extraterrestri (bagnare il corpo con acqua fredda, iniettare vapori di ammoniaca nelle narici del bambino, ecc.) Possono essere efficaci solo quando si mantengono i riflessi, che di solito si verificano con lieve asfissia. L'uso di stimolanti respiratori umorali, come lobelin, cititone e altri farmaci simili, non ha effetto con una forte inibizione del centro respiratorio. Secondo N. V. Lauer (1949), V. A. Negovsky (1954), G. S. Lobanov (1961), piccole dosi di questi farmaci non hanno l'effetto desiderato, e grandi dosi possono solo aumentare l'inibizione del centro respiratorio.

L'effetto stimolante degli analettici è accompagnato da una maggiore respirazione tissutale nelle cellule nervose e da un aumento del consumo di ossigeno. L'occasionale ripresa a breve termine o l'intensificazione della respirazione porta quindi a un drastico esaurimento del centro respiratorio, che riduce ulteriormente la possibilità di recupero della respirazione con altri mezzi.

A questo proposito, l'uso di analettici nel risveglio di bambini con grave asfissia dovrebbe essere limitato.

In Unione Sovietica, i metodi di I. S. Legenchenko, L. S. Persianinova e ventilazione artificiale dei polmoni secondo la procedura raccomandata da V. A. Negovsky sono usati nella rinascita dei bambini nati asfittici.

È completamente sbagliato opporsi a un metodo a un altro o considerare uno di essi universale. L'applicazione dei metodi di rivitalizzazione dei neonati dovrebbe iniziare senza alcun ritardo. Indipendentemente dal metodo utilizzato per la rivitalizzazione del neonato, l'azione obbligatoria e prioritaria dovrebbe essere quella di liberare il tratto respiratorio del bambino dal muco e dal liquido amniotico. Questo viene fatto usando un catetere con un foro centrale collegato ad un aspiratore (getto d'acqua, elettrico o pedale).

Metodo di Legenchenko sta nel fatto che il bambino non è separato dalla madre, dato che il neonato riceve l'ossigeno di cui ha bisogno attraverso il circolo placentare della circolazione del sangue quando il cordone ombelicale non è legato. Le madri in questo momento danno ossigeno per l'inalazione. Questo metodo viene utilizzato per non più di 3-4 minuti, che spesso coincide con il periodo di rilascio delle vie respiratorie da muco e liquido amniotico.

Metodo Persianinov basato sul coinvolgimento nel processo di ripristino delle funzioni vitali del corpo dei meccanismi neurorefless, il cui collegamento iniziale è la stimolazione dell'apparato neurorecettore della parete vascolare. Quest'ultimo viene effettuato introducendo nell'arteria del cordone ombelicale una soluzione di cloruro di calcio e glucosio. Quando il cordone ombelicale non è legato e l'arteria pulsa, la sua parete viene perforata con un ago appuntito e fatta sussultare, una soluzione di cloruro di calcio (figura 6) e quindi una soluzione di glucosio vengono iniettate in porzioni separate. In assenza di pulsazione o se il bambino è separato dalla madre, il bordo dell'incisione trasversale del cordone ombelicale viene afferrato con un morsetto Pean. Mentre si sostiene il morsetto di Pean con le dita di una mano, con una seconda mano, con un movimento rotatorio, inserire delicatamente un ago nel lume di una delle arterie ombelicali senza un bordo, tagliato nella direzione trasversale. Dopo aver inserito l'ago nel lume di 1,5-2 cm, il cordone di Kocher viene afferrato dal cordone ombelicale insieme all'ago e si versa una soluzione di cloruro di calcio con una siringa (Fig. 7) e successivamente il glucosio.

Utilizzando il metodo Persianinov, si dovrebbe ricordare quanto segue: la quantità di soluzione iniettabile di calcio cloruro al 10% non deve superare i 3 ml, questa soluzione non deve essere iniettata in alcuna miscela, la soluzione di cloruro di calcio (10%) deve essere iniettata nell'arteria ombelicale durante l'asfissia, ma non nella vena Inoltre, attraverso lo stesso ago può essere introdotta una soluzione di glucosio al 40% (5-7 ml).

Il metodo Persianinov ha un effetto positivo immediatamente. La pelle del bambino diventa rosa brillante, c'è un respiro e piangi. Se non è stato possibile ottenere un risultato positivo, la respirazione artificiale dovrebbe iniziare immediatamente. I metodi di Legenchenko e Persianinov possono anche essere usati in combinazione l'uno con l'altro.

Metodo Negovsky: dopo aver rimosso le vie respiratorie, viene eseguita l'intubazione tracheale e viene avviata la ventilazione meccanica. Quest'ultimo può anche essere prodotto utilizzando una maschera per i neonati con un otturatore gonfiabile in gomma, collegando il respiratore con esso (Fig. 8).

Applicando la ventilazione artificiale dell'hardware, è necessario intubare correttamente e accuratamente il neonato, tenendo conto del rischio di lesioni alle vie respiratorie e di intubazione errata dell'esofago.

La ventilazione artificiale in assenza di movimenti respiratori spontanei in un bambino è effettuata sotto una pressione di 35-40 cm d'acqua. Art. Dopo aver raddrizzato i polmoni e stabilito buone escursioni del torace, l'aria viene introdotta ad una pressione di 20-25 cm di acqua. Art.

Una pressione eccessiva può causare la rottura del tessuto polmonare. Quest'ultimo può anche essere osservato quando l'aria viene soffiata da bocca a bocca, che viene prodotta senza alcun controllo della pressione. A causa del pericolo di infettare un neonato con questo metodo, l'aria deve essere soffiata attraverso 4-6 strati di garza sterile.

Si consiglia di utilizzare una miscela di elio-ossigeno (50% He + 50% O2). Il metodo è efficace, consente di raddrizzare rapidamente gli alveoli polmonari crollati nei neonati, per prevenire lo sviluppo di atelettasia primaria e secondaria. La ventilazione artificiale o assistita con una miscela di elio-ossigeno viene prodotta utilizzando una maschera e un respiratore portatile.

Con l'asfissia dei neonati (sul punteggio Apgar 5 e 6), i metodi di Legenchenko e Persianinov sono efficaci. Quando l'asfissia bianca (punteggio di Apgar uguale o inferiore a 4) deve iniziare con l'uso della ventilazione meccanica dell'hardware, mentre si introducono soluzioni alcaline nella vena del cordone ombelicale, nonché applicare con cura un massaggio cardiaco esterno. Più dura è l'asfissia, più velocemente è necessario regolare la ventilazione meccanica dei polmoni.

Alla nascita di bambini nello stato di asfissia, è necessario introdurre soluzioni alcaline insieme a misure di rianimazione generalmente accettate.

Una soluzione al 5% di bicarbonato di sodio viene iniettata lentamente (entro 30-40 secondi) nella vena del cordone ombelicale in una quantità di 10-15-20 ml, a seconda del peso del bambino, in caso di grave asfissia vengono iniettati 5 ml di più. Dopo l'introduzione di alcali nella stessa vena, iniettati 10 ml di soluzione di glucosio al 10%.

L'effetto alcalinizzante del bicarbonato di sodio porta alla normalizzazione dei processi ossidativi nel corpo, eliminando l'acidosi patologica (Fig. 9).

In una certa percentuale di casi in bambini nati in uno stato di asfissia, possono successivamente essere osservate complicanze psico-neurologiche di varia gravità. Tali violazioni nei neonati non sono sempre associate alla durata dell'asfissia. Gli affetti del sistema nervoso possono essere osservati nell'animato nei primi 10 minuti e assenti durante il risveglio dopo 30 minuti.

Un bambino che ha sofferto di asfissia, anche in misura lieve, richiede un'attenta osservazione e trattamento sotto la guida di un pediatra. Dopo severa asfissia, si possono osservare ripetuti attacchi di asfissia associati ad un aumento dell'acidosi, che è un'indicazione per la somministrazione ripetuta di bicarbonato di sodio al 5% seguita dall'introduzione di 10 ml di soluzione di glucosio al 20% sotto il controllo dell'equilibrio acido-base.

Un bambino che ha sofferto di asfissia è dotato di pace e ossigeno per respirare. È necessario usare agenti antiemorragici: soluzione del 10% di cloruro di calcio oralmente 5 dm 4 volte al giorno, rutina e vikasol 0,002 g 2 volte al giorno. Assegnare al bambino anche 0,1 ml di cordiamina.

Quando eccitato, associato a circolazione cerebrale alterata, si consiglia di utilizzare: fenobarbital 0,005-0,01 g 2 volte al giorno, soluzione di bromuro di sodio 0,5% 5 ml 4 volte, 0,1-0,2 ml 2,5 % di soluzione di aminazina (basata su 0,001 g / kg al giorno). In caso di edema pronunciato del cervello, è necessario applicare la terapia di disidratazione mediante infusione endovenosa di plasma e soluzione di glucosio al 20% alla velocità di 10 ml per 1 kg di peso. Per il trattamento di bambini nati con asfissia, viene utilizzato anche il metodo dell'ipotermia cranio-cerebrale (vedere Ipotermia artificiale).

I bambini che hanno sofferto di asfissia grave necessitano di un esame neurologico precoce e approfondito e del monitoraggio del loro sviluppo, oltre a svolgere una terapia correttiva per il recupero tempestivo e completo dell'attività vitale del corpo. In presenza di paralisi cerebrale, i bambini vengono trasferiti in speciali reparti neurologici.

Quando un bambino nasce in asfissia, non importa quanto rapidamente si ritiri da questo stato, non è sempre possibile prevenire effetti avversi a lungo termine, dal momento che non è tanto il tempo trascorso dalla nascita del feto al recupero, quanto la gravità e la durata dell'asfissia intrauterina. Pertanto, i compiti principali del medico sono la prevenzione e il trattamento tempestivo dell'asfissia intrauterina.

Asfissia del feto e neonato nella medicina legale

L'esame forense viene effettuato su suggerimento della magistratura. Con l'asfissia del feto e del neonato, ha un certo numero di caratteristiche. Nello studio dei cadaveri del feto o del neonato, se la causa della morte era l'asfissia, è necessario differenziare la sua origine violenta o non violenta. Ciò è particolarmente difficile quando l'esperto manca di informazioni sul puerperale, sul decorso del travaglio, ecc. La diagnosi di asfissia del feto e del neonato, verificatasi durante o prima del parto, se il bambino è nato morto, va quasi a stabilire il fatto del parto uterino con test speciali (vedere . Mertvorozhdennost). Tuttavia, se vengono rilevati danni meccanici, l'esperto deve spiegare la causa e le condizioni per il loro verificarsi: in connessione con o dopo il parto. L'insorgenza di asfissia violenta è più spesso causata dalla chiusura delle vie respiratorie e delle vie respiratorie, dalla compressione degli organi del collo con la mano o il ciclo, meno spesso la compressione del torace e dell'addome, l'annegamento, l'applicazione di danni meccanici, ecc. (Vedi Detokubiystvo). Quando il naso e la bocca sono chiusi con una mano, si possono osservare abrasioni e lividi sulla pelle intorno a loro e sulla mucosa delle labbra, mentre si usano oggetti morbidi per chiudere il naso e la bocca, tali lesioni cutanee possono essere assenti, ma possono essere sulla mucosa delle labbra e delle gengive. L'asfissia di questa specie nei neonati è spesso causata dall'introduzione nella cavità orale e dalla laringe di oggetti estranei (ciuffi di carta, cotone, ecc.), Tali oggetti sono prove fisiche, soggette a sequestro e trasferimento alle autorità inquirenti. Per determinare la localizzazione di corpi estranei, è necessario un esame approfondito della cavità orale, per cui è consigliabile separare i tessuti molli della mascella inferiore dalla linea mediana e rimuovere il frammento della mascella con una pinza ossea in una sezione di 3-4 cm, che consente di identificare non solo il corpo estraneo, ma anche l'ambiente circostante danno alla mucosa. Se l'esperto trova un solco sul collo del cadavere del bambino e lo considera strangolante, allora deve determinare: se è imitato da una piega della pelle del collo di origine intravitale o postuma, potrebbe essere il risultato di un intreccio intrauterino. Quando il collo del bambino viene premuto con una mano, le lesioni, più spesso le abrasioni, si possono trovare non solo sul davanti, ma anche sul lato e persino sulle superfici posteriori del collo. Analizzando l'origine delle lesioni sulla pelle del collo, l'esperto dovrebbe tenere a mente la possibilità del loro verificarsi durante l'auto-aiuto della donna in travaglio durante il parto al di fuori del miele. istituzioni. In questa condizione, sul collo si possono trovare abrasioni, graffi, lividi, specialmente nella parte superiore e ai margini della mandibola, nonché sulla pelle del viso. La prova del verificarsi dell'asfissia da compressione del torace e dell'addome di un bambino può essere un'emorragia nella pelle e nei muscoli del torace, le fratture delle costole sono estremamente rare. Con una tale lesione, è necessario escludere altre cause del suo verificarsi, ad esempio la caduta di un neonato, metodi sbagliati e condizioni di conservazione del cadavere, ecc. Per escludere o confermare l'annegamento sono i segni generalmente accettati di questo tipo di morte (vedi Annegamento), ma se c'è un'ipotesi nei polmoni liquido amniotico, è necessario utilizzare tecniche di laboratorio per stabilire questo fatto. Come posizione di esperto generale per l'asfissia del feto e del neonato, dovrebbe essere considerato obbligatorio riassumere i risultati degli esami di laboratorio in conformità con i materiali dell'indagine e il corpo dei dati di un esame medico forense del cadavere. Vedi anche l'asfissia.

Bibliografia: Garmasheva NL Circolazione sanguigna placentare, L., 1967, Gutner MD Asfissia intranatale del feto, Krasnoyarsk, 1958, bibliogr., Nikolaev A.P. Prevenzione e terapia dell'asfissia intrauterina fetale, M., 1952, bibliogr., Persianinov L. S. Asfissia del feto e del neonato, M., 1967, bibliogr., Persiani-nov.Sidr. Fondamenti di Fetal Clinical Cardiology, p. 178, M. - Varsavia, 1967, bibliogr., L. Persianovnov, et al. Funzione respiratoria del sangue fetale in una clinica ostetrica, p. 90, M., 1971, bibliogr., Savelieva GM. Rianimazione dei neonati (nati asfissiati), M., 1973, bibliogr., Russ JD Rianimazione del neonato, Springfield, 1953, Saling E. Das Kina im Bereich der Geburtshilfe, Stuttgart, 1966, Bibliogr., OE, Die peri-natale Asphyxie, Fortschr. Med., Bd 88, S. 211, 1970.

Anatomia patologica — Дepгaчев И. С. Асфиксия новорожденных, Многотомн. руководство по пат. анат., под ред. А.И. Струкова, т. 3, с. 574, М., 1960, библиогр., Essbach H. Paidopatholo-gie, S. 494, Lpz., 1961, Bibliogr., Mori-s ο n J. E. Foetal and neonatal pathology, L., 1970, Potter E. L. Pathology of the fetus and newborn, Chicago, 1953.

Л. С. Персианинов, Ю. В. Гулькевич, Г. Ф. Пучков (пат. анат.), Г. А. Papshnyan (med. Di tribunale).

Descrizione del problema

Come fa un bambino nell'utero a ricevere l'ossigeno di cui ha bisogno? La placenta è coinvolta in questo processo insieme al cordone ombelicale, attraverso il quale avviene lo scambio di gas nel corpo dell'embrione - i suoi tessuti sono saturi di ossigeno, il biossido di carbonio viene rimosso dal corpo della madre durante la sua espirazione. Solo dopo la nascita di un bambino inizia a respirare da solo.

Tuttavia, a causa di uno scambio di gas compromesso, il bambino potrebbe non ricevere l'ossigeno necessario su base regolare. Il risultato è un graduale aumento della concentrazione di gas, c'è una violazione della frequenza cardiaca del bambino, che è uno dei segni fondamentali che indicano l'asfissia. Monitorare la funzionalità dell'attività cardiaca dell'embrione è una necessità, dal momento che il suono disturbato dei toni cardiaci può avvisare uno specialista dell'inizio della patologia intrauterina, che consente di adottare misure tempestive.

Cause che portano allo sviluppo della condizione

L'asfissia del feto e del neonato è causata da ragioni, che gli esperti dividono in quattro gruppi. Il primo include le patologie osservate nella madre, tra cui:

  • emorragie ostetriche con grossa perdita di sangue, può essere una rottura uterina, distacco della placenta,
  • patologie del sangue, tra cui anemia, leucemia e altre malattie,
  • eventuali condizioni di shock
  • malattie cardiovascolari sia congenite che acquisite che violano l'emodinamica,
  • varie intossicazioni,
  • malattie degli organi e del sistema respiratorio che portano a disturbi nello scambio di gas, tra cui l'asma bronchiale, la polmonite.

Il secondo gruppo di cause include le malattie del flusso sanguigno - il cordone ombelicale, uteroplacentare, questa categoria include:

  • condizioni patologiche del cordone ombelicale, compresi i nodi, il suo entanglement di arti, prolasso, pressatura,
  • sanguinamento causato da problemi con la placenta - la sua presentazione, il suo distacco, a causa delle rotture dei vasi attraverso l'attacco del cordone ombelicale,
  • anomalie durante il parto - processi eccessivamente veloci o prolungati.

Tra le cause del terzo gruppo vi sono quelle associate all'embrione, tra cui:

  • malattie genetiche peculiari dei neonati,
  • patologia emolitica dei neonati,
  • difetti cardiovascolari congeniti
  • infezioni intrauterine,
  • la presenza di lesioni intracraniche.

Nel quarto gruppo c'è un'ostruzione - parziale o completa - delle vie respiratorie, che è caratteristica solo dell'asfissia nel neonato.

Pericoli e segni caratteristici dello stato

Considera cosa può minacciare un bambino se si osserva l'asfissia fetale. Con una breve durata dello stato, si osserva lo sviluppo di reazioni compensatorie - i tessuti consumano una minore quantità di ossigeno e la circolazione sanguigna aumenta. A causa della scarsa disponibilità di ossigeno nell'organismo, i processi metabolici vengono disturbati, si verifica l'accumulo di sostanze nocive e si osserva acidosi. Di conseguenza, si osservano le patologie di tutti i sistemi, gli organi interni del bambino. L'asfissia prolungata del feto può causare patologie del sistema nervoso e cardiovascolare, causare emorragie cerebrali.

Se, per qualsiasi motivo, la terapia appropriata non è disponibile, i cambiamenti che sono iniziati vengono trasferiti allo stadio di irreversibilità, causando la morte del bambino. È l'asfissia del feto che può causare la morte fetale. Se il bambino riesce a sopravvivere, i disturbi funzionali dei principali organi e sistemi non sono esclusi.

La presenza di patologia può indicare un ritmo cardiaco disturbato del bambino, che viene rilevato durante l'auscultazione. Per confermare sospetti preliminari, uno specialista prescrive un phonoelectrocardiography, che viene utilizzato per determinare la frequenza delle contrazioni del cuore, e viene rilevato un soffocamento di toni e rumori. Lo stadio della patologia influenza lo sviluppo dei sintomi, i segni possono essere i seguenti:

  1. All'inizio dello sviluppo, il tono del cuore viene rallentato o accelerato fino al segno dei battiti, l'attività del bambino viene aumentata, che è espressa dall'intensità del movimento.
  2. Con un grado moderato, il battito viene rallentato, pari a circa 100 battiti, i toni sono attutiti, ma ritmici, i tremori dell'embrione possono essere dolorosi per una donna.
  3. L'asfissia del feto in una condizione grave è caratterizzata da un brusco rallentamento o accelerazione del battito cardiaco, aritmia dei toni, rallentamento e successivo arresto dell'attività motoria del feto.

Un neonato con la presenza di una patologia di grado iniziale è caratterizzato da respirazione debole, un tono di pelle bluastra opaca. I segni persistono per un breve periodo di tempo. Un neonato con patologia moderata non respira sullo sfondo del liquido amniotico intrappolato nelle vie aeree, la sua frequenza cardiaca viene significativamente rallentata e il suo colore della pelle è bluastro. In questo caso, sono necessarie misure di emergenza.

Grave asfissia nei neonati è caratterizzata da cute pallida, la lingua, insieme con gli strati mucosi, è bianca, c'è una mancanza di attività respiratoria, e il battito del cuore è significativamente accelerato o rallentato. In questo caso, le misure di emergenza potrebbero non portare il risultato previsto.

Terapia di patologia

Se stiamo parlando di patologia prenatale, se possibile eliminare le cause delle complicanze. Ad esempio, i farmaci che rallentano l'attività uterina contrattile possono essere prescritti alle donne in travaglio con forti contrazioni frequenti. Le seguenti condizioni sono le più favorevoli per l'attività dei sistemi e degli organi dell'embrione:

  • l'arricchimento di ossigeno dei sistemi del bambino viene effettuato attraverso il corpo della madre,
  • il cervello dell'embrione diventa più resistente agli effetti negativi della carenza di ossigeno, che è facilitato dall'introduzione del glucosio,
  • la stasi venosa è eliminata nei vasi cerebrali.

Ha condotto un'attenta risoluzione del parto con l'uso di una pinza per l'addominale, per uscire eventualmente dal bambino per la fine del bacino. In rari casi, considerando gli interessi del feto, viene eseguito un taglio cesareo.

In presenza di asfissia del neonato, il primo passo è combattere il raffreddamento. In situazioni difficili, con un cordone ombelicale pulsante, la caffeina o il corazolo vengono iniettati in una vena. Può essere eseguita un'iniezione di una soluzione di cloruro di calcio e glucosio o calcio cloruro in combinazione con sangue del donatore. La legatura e il taglio del cordone ombelicale vengono effettuati solo dopo aver rimosso il neonato dalla condizione patologica o dopo la cessazione della sua pulsazione. I neonati nati in stato di asfissia possono essere iniettati con una soluzione di caffeina o cititone. I neonati sono collocati in pannolini riscaldati, i riflettori elettrici sono utilizzati per il riscaldamento.

Asfissia meccanica del feto

L'asfissia neonatale è una condizione pericolosa di natura patologica, asfissiata, accompagnata da insufficienza del processo respiratorio e carenza di ossigeno. La manifestazione clinica dell'asfissia nei bambini è la mancanza di capacità di respirare autonomamente.

Questa patologia è una seria minaccia per il pieno sviluppo e anche la vita di un bambino. Con l'asfissia del feto c'è bisogno di una rianimazione urgente. Secondo la pratica medica, circa il 20% di tutti i casi di soffocamento sono fatali per i bambini e nel 15-18% dei casi un bambino presenta gravi patologie dello sviluppo.

L'asfissia del feto è di due tipi:

  • Primaria: si verifica immediatamente al momento della consegna. Molto spesso, l'asfissia meccanica si sviluppa a causa del liquido amniotico o del muco che entra nella bocca del bambino.
  • Secondario - si sviluppa nel bambino durante il primo giorno dal momento della nascita.

Qual è il tipo secondario di asfissia? Si può parlare del suo sviluppo nel caso in cui, immediatamente dopo la nascita, il bambino potesse respirare da solo, e il soffocamento si è verificato qualche tempo dopo.

Cause di patologia

L'asfissia dei neonati non è mai senza causa. La causa più comune di soffocamento è l'ipossia, che accompagna il periodo prenatale dello sviluppo del bambino. Ci sono altri punti che possono provocare l'apparizione della patologia:

  • Trauma intracranico del feto, ricevuto mentre attraversava il canale del parto.
  • Blocco parziale o completo delle particelle mucose del tratto respiratorio o del liquido amniotico - la cosiddetta asfissia da strangolamento.
  • Rhesus: il conflitto tra madre e figlio.
  • Patologia della circolazione del sangue nel cordone ombelicale, che sono il risultato di intrecciare il collo del bambino con il cordone ombelicale.
  • Violazioni dello scambio di gas nella placenta, suo distacco o presentazione.
  • Rimozione prematura del liquido amniotico, provocando una lunga fase anidra.
  • Gravidanza prolungata o multipla.

Inoltre, le cause dell'asfissia nei neonati sono varie malattie della madre, che includono:

  • Malattie del sistema cardiovascolare, più spesso nella fase acuta.
  • Diabete mellito insulino-dipendente e altre patologie del sistema endocrino.
  • Preeclampsia grave, specialmente se associata a gonfiore e aumento della pressione sanguigna.
  • Anemia.
  • Malattie infettive
  • Cibo di scarsa qualità con la mancanza di tutte le vitamine e i minerali necessari.
  • Cattive abitudini della madre: fumare, bere frequentemente o tossicodipendenza.

Molto spesso, l'asfissia meccanica del feto si verifica a seguito di varie patologie dell'attività lavorativa: debolezza dei muscoli pelvici, rottura dell'utero, parto rapido, taglio cesareo.

Fasi e sintomi

Ad oggi, l'asfissia meccanica nei neonati è divisa in quattro fasi (forme): lieve, moderata e grave, oltre alla morte clinica. Il sintomo principale che caratterizza un qualsiasi grado di asfissia è un grave fallimento del normale regime respiratorio, accompagnato da gravi alterazioni patologiche dell'attività cardiaca, dal funzionamento del sistema nervoso e dall'assenza di riflessi.

Per determinare la fase di asfissia nei neonati, viene usata una scala speciale di Apgar - è per lei che il neonatologo imposta un punteggio di valutazione. Le indagini del bambino vengono eseguite due volte - nel primo e nel quinto minuto della sua vita. Il medico fornisce i punti bambino per ogni sintomo elencato nel sistema Apgar - da 0 a 2.

La norma per un neonato è di 9-10 punti. Un punteggio di 7 o meno indica l'asfissia nei bambini. Più basso è il segno, maggiore è il livello di soffocamento.

  • Il primo stadio di asfissia - le condizioni del bambino nel sistema Apgar sono stimate tra 6 e 7 punti. Durante il primo minuto dopo la nascita, il bambino prende il primo respiro, ma il suo respiro è notevolmente indebolito ed è accompagnato da una diminuzione dell'attività muscolare. La pelle nella zona del triangolo naso-labiale diventa di colore leggermente bluastro.
  • Fase intermedia - in questo caso, il neonato, che ha anche preso il primo respiro per un minuto dopo la nascita, è stimato da un neonatologo di 4-6 punti. Questa forma di patologia è caratterizzata da un forte indebolimento del respiro e dal pianto, inspirazione ed espirazione irregolare. Un neonato ha un aumento dell'attività motoria, la pelle blu del triangolo naso-labiale, i pennelli mani e piedi, la distonia muscolare. La frequenza cardiaca è inferiore a 100 al minuto.
  • Grave soffocamento - Un neonato ottiene un punteggio Apgar di non più di 3 punti. Il bambino ha un alito raro, o è completamente assente, così come i riflessi, i battiti del cuore singolo. Il bambino non piange affatto - possono esserci solo gemiti rari e scarsamente pronunciati, la pelle è estremamente pallida, c'è l'atonia dei muscoli. Il bambino può sviluppare gonfiore del cervello, convulsioni.

Morte clinica: in questo caso, la condizione del bambino riceve un punteggio di 0 punti. Al bambino mancano completamente tutte le manifestazioni di qualsiasi attività vitale - battito cardiaco, tono muscolare, attività respiratoria e riflessa. In questi casi gravi, al fine di riportare in vita le briciole, è necessario effettuare immediatamente azioni di rianimazione.

Trattamento neonatale

Ogni bambino nato in uno stato di asfissia anormale necessita di terapia intensiva immediata. Di norma, la rianimazione viene effettuata direttamente nella sala parto. La prognosi per un bambino con questa patologia dipende direttamente da come tutte le azioni mediche sono state eseguite in modo tempestivo.

Tutte le attività sono svolte nei primi 2 - 4 minuti della vita del bambino. Sono finalizzati al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Ripristino del funzionamento dell'apparato respiratorio, nonché della pervietà del tratto respiratorio superiore e inferiore.
  • Stimolazione dei sistemi vitali - polmonare, cardiovascolare, cerebrale.
  • Ossigenazione del corpo del bambino.
  • Correzione di emergenza di disturbi elettrolitici, metabolismo, emodinamica.

Immediatamente dopo la nascita, il medico introduce un tubo di intubazione nel naso e nella bocca del bambino, con il quale rimuove elementi mucosi, liquido amniotico e altri contenuti del tratto respiratorio superiore. Il neonato viene trasferito al tavolo di riabilitazione, sotto i caldi raggi di un dispositivo speciale. Al corpo del bambino viene data la posizione necessaria - la testa viene ributtata un po ', e un piccolo rullo viene posto sotto le spalle.

Usando un pannolino morbido, pulisci la pelle del neonato ed esegui la stimolazione tattile - per questo, viene schiaffeggiato sul tallone. Questo è necessario in modo che il bambino abbia una respirazione spontanea. Se ciò non accade, la ventilazione polmonare artificiale viene eseguita utilizzando una maschera di ossigeno o un tubo endotracheale. Se il processo richiede più di 2 minuti, una sonda viene inserita nello stomaco del neonato per evacuare il gas accumulato in esso.

Per migliorare l'attività cardiaca, viene utilizzato un massaggio cardiaco indiretto - contemporaneamente alla ventilazione dei polmoni. Non appena il neonato ha un battito cardiaco (almeno 100 battiti al minuto), una respirazione spontanea stabile e la pelle diventa rosa sana, la ventilazione dei polmoni si ferma.

Il prossimo stadio del trattamento di soffocamento è un farmaco. Più spesso, i seguenti farmaci sono somministrati al bambino:

  1. Cocarboxylase, diluito con glucosio al 15%.
  2. Bicarbonato di sodio al 5%.
  3. Gluconato di calcio 10%.
  4. Idrocortisone.
  5. Atropina solfato 0,1%.
  6. Adrenaline.
  7. Una soluzione di albumina o cloruro di sodio.

Non appena le condizioni del bambino si stabilizzano, viene trasferito all'unità di terapia intensiva, dove è costantemente sotto controllo medico.

Conseguenze dell'asfissia fetale

L'asfissia meccanica del feto è una patologia che può avere conseguenze disastrose per il corpo di un bambino. Il più grande pericolo è l'asfissia grave, accompagnata da punteggi minimi di Apgar. Gli effetti della patologia sono influenzati dalla velocità e dalla tempestività delle manipolazioni di rianimazione. Prima venivano eseguite, più favorevoli erano le prospettive per il bambino.

I primi effetti appaiono più spesso nei primi giorni della vita di un bambino. Questo aumento della pressione intracranica e gonfiore del cervello, convulsioni, trombosi, disturbi nel sistema respiratorio e ritmo cardiaco.

Gli effetti tardivi della patologia appaiono molto più tardi, ma non sono meno pericolosi per la vita e la salute. Si tratta di paralisi cerebrale, ipereccitabilità o, al contrario, ipoattività, altri disturbi del sistema nervoso, meningite, sepsi e disturbi degli organi del tratto gastrointestinale.

Una donna può fare molto per il suo futuro bambino per nascere sano, senza patologie. Prima di tutto, dovrebbe iniziare uno stile di vita sano, mangiare bene e dire addio alle cattive abitudini per sempre.

Cosa si intende per concetto di asfissia fetale

Asfissia prenatale (prenatale) o intrapartum (durante il parto) si verifica durante lo sviluppo fetale. L'asfissia prenatale si sviluppa a causa dell'insufficienza placentare. Ma, se le violazioni si manifestano dopo il parto, questa condizione è chiamata asfissia del neonato.

L'asfissia fetale si verifica a causa della mancanza di ossigeno nell'organismo materno, invece del quale c'è un eccesso di anidride carbonica. Ci sono diverse ragioni per questa condizione. I principali sono considerati malattie del sistema cardiovascolare o malattie polmonari della futura mamma.

Va notato che la definizione di "asfissia" è condizionata, perché il bambino emergente non ha ancora la respirazione polmonare. Il nome "ipossia" è più adatto, descrive più accuratamente la patologia. Tuttavia, nella diagnosi di fame di ossigeno fetale, il termine "asfissia intrauterina" è usato in medicina.

Eziologia e decorso clinico di asfissia

Quasi sempre, il parto difficile provoca una circolazione acuta uteroplacentare o placentare-fetale. Cioè, nella maggior parte dei casi, la malattia è intrapartum, quando si verifica una rottura prematura (completa o significativa) della placenta.

A volte la causa della malattia diventa contrazioni eccessivamente forti e prolungate. Tali situazioni si verificano se la donna incinta ha una pelvi ristretta, c'è un lungo periodo anidro o quando il feto è troppo grande.

Oltre ai fattori sopra citati che causano l'alterazione dell'erogazione di sangue, l'asfissia fetale si verifica a causa del danneggiamento del cordone ombelicale: quando cade, perché è troppo stretto. Иногда причиной заболевания становится пережатие пуповины в тазовых предлежностях во время родов головкой ребенка.

При внутриутробном развитии плода плацента незаменима для обмена веществ. Причем, по мере развития зародыша, его потребность в кислороде будет расти. Nei primi 5 mesi, il feto riceve la quantità di ossigeno necessaria a causa di un aumento della massa della placenta, che è interconnessa con il flusso sanguigno della donna incinta. Nella seconda metà della gravidanza, la placenta varia leggermente, quindi il metabolismo viene effettuato dalla permeabilità della sua barriera.

Decorso clinico della fame di ossigeno del feto

Il processo di deterioramento del feto inizia spesso durante la gravidanza e procede gradualmente (a volte per diversi mesi). Tuttavia, è abbastanza semplice capire che una donna incinta ha l'asfissia prenatale: i movimenti del bambino sono frequenti e intensi, o il suo comportamento è passivo. Inoltre, l'attività cardiaca del bambino si sta deteriorando.

L'asfissia intrauterina del feto è facilmente determinata se:

  1. Il bambino ha un cambiamento nel lavoro del cuore.
  2. La forza dei movimenti del bambino sta cambiando.
  3. Il meconio è presente nel liquido amniotico.

L'ipossia fetale e l'asfissia del neonato sono classificati in gradi:

  1. Primo o facile. Rapide palpitazioni, a volte al contrario, rallentate (massimo 120 battiti Min.) Un neonato con questa asfissia respira superficialmente. La cianosi dei tessuti cutanei è lieve. Questa condizione viene eliminata spontaneamente.
  2. Secondo o medio. Il feto è osservato un aumento dei toni cardiaci (raggiunge 160 battiti). Il neonato soffre di asfissia blu, cioè non respira a causa del blocco del tratto respiratorio da parte del liquido amniotico o del muco. È possibile far rivivere il bambino con l'aiuto di misure appropriate. Ma questo è possibile se non ci sono gravi traumi intracranici e anomalie dello sviluppo.
  3. Terzo o pesante. Viene diagnosticata una forte accelerazione dei toni cardiaci del feto o, al contrario, rallenta. I movimenti intensi cominciano a diminuire e, dopo un po ', cessano completamente. Il neonato non può respirare, i toni del cuore sono troppo frequenti o rallentano bruscamente, il bambino è in pallido asfissia. Il recupero non è sempre possibile, e questi bambini spesso muoiono.

Guarda il video: Dr. Gabor Maté - Sviluppo del cervello e dipendenze sottotitoli in italiano by volpoli (Ottobre 2019).

Loading...