Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Laparoscopia dei fibromi uterini

I fibromi uterini sono una neoplasia benigna abbastanza comune che si sviluppa dallo strato muscolare di questo organo, il miometrio. Un tumore consiste in un insieme di fibre muscolari lisce che si intrecciano a caso tra loro e con gli elementi del tessuto connettivo. La frequenza di insorgenza di tale patologia varia dal 12 al 25% di tutte le malattie ginecologiche.

Il principale pericolo dei fibromi è che per un periodo piuttosto lungo non può essere diagnosticata a causa dell'assenza di sintomi nei pazienti. Tale neoplasma viene spesso rilevato su esami ginecologici pianificati, quando il momento per la terapia conservativa è già mancato. Quindi ricorrono al trattamento chirurgico, il cui gold standard è la laparoscopia dei fibroidi.

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

In quali casi viene eseguita la rimozione chirurgica di tali tumori:

  • L'inefficacia della terapia conservativa.
  • La presenza di fibromi uterini proliferi, che cresce verso la cavità addominale e può interferire con il lavoro degli organi adiacenti.
  • Grandi nodi
  • Crescita del tumore pronunciata
  • Anemia di gravità moderata o grave, causata da una regolare perdita di sangue.
  • Nodi multipli di mioma che cambiano la forma di un organo.
  • La presenza di tumori durante la pianificazione della gravidanza.

La chirurgia è vietata nei seguenti casi:

  • Ernia della parete addominale anteriore.
  • Disturbo della coagulazione del sangue
  • La presenza di gravi patologie dell'apparato cardiovascolare e respiratorio.
  • Adesioni pronunciate.
  • Esacerbazione di malattie infettive.
  • Troppo grande o peso ridotto.

Preparazione per la procedura

Prima di eseguire laparoscopia dei fibromi, i medici devono condurre un esame approfondito del corpo, che comprenderà: esame ginecologico, esame ecografico degli organi pelvici, analisi generale e biochimica di sangue, urina, coagulogramma, gruppo sanguigno e fattore Rh, ECG. Se ci sono malattie concomitanti, consultare un terapeuta.

Immediatamente prima della miomectomia, è vietato bere e mangiare. I medici prescrivono anche un clistere purificante per il lavaggio dell'intestino e gli infermieri preparano il campo chirurgico rasando l'inguine e l'addome. I pazienti con vene varicose degli arti inferiori e la minaccia di trombosi postoperatoria strettamente avvolto gambe bendaggio elastico.

Il giorno prima, c'è anche un'intervista con un anestesista, che determinerà il tipo e il dosaggio dell'anestesia. Per fare questo, lo specialista analizza la storia allergica, la data dell'ultimo periodo mestruale, il peso corporeo del paziente, la presenza di comorbidità.

I tipi e l'essenza dei nodi mioma della laparoscopia

Se il medico ha deciso che la rimozione dei fibromi per intervento chirurgico è l'opzione di trattamento più efficace, viene sollevata la questione su come eseguirla. Questo tiene conto dell'età del paziente, delle dimensioni e della posizione dei fibromi, delle condizioni della cervice e dell'endometrio, della presenza di malattie croniche. Ci sono i seguenti tipi di intervento chirurgico:

  • Rimozione diretta del nodo myoma. Questa operazione è la meno radicale, dal momento che l'utero non è coinvolto nel processo di rimozione.
  • Amputazione sopra-vaginale dell'utero, preservando la sua cervice.
  • Estirpazione dell'utero - completa rimozione dell'organo.

I fibroidi per laparoscopia si svolgono in più fasi:

  • L'introduzione di un ago speciale nella cavità addominale, attraverso il quale l'anidride carbonica viene iniettata nel corpo. Non danneggia il corpo umano e viene utilizzato per creare spazio per il lavoro dei medici.
  • Introduzione attraverso piccole incisioni di strumenti chirurgici e un endoscopio, che continuerà a fornire la visualizzazione dell'area operativa.
  • Rimozione dei nodi e sutura delle ferite postoperatorie.

Pro e contro della laparoscopia

Tra i vantaggi di questo tipo di chirurgia sono:

  • Trauma minore Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo esegue diverse piccole incisioni, che vengono poi suturate con l'imposizione di un numero minimo di punti.
  • Elevato effetto estetico. Le cicatrici delle ferite sono quasi impercettibili.
  • Minima perdita di sangue. La possibilità che tu abbia bisogno di una trasfusione di sangue durante l'intervento chirurgico è piuttosto piccola.
  • Ridurre il rischio di sviluppare malattie adesive.
  • La capacità di identificare ed eliminare un'altra patologia del sistema genito-urinario, ad esempio una cisti ovarica.
  • Facile periodo postoperatorio. Dopo l'intervento, il paziente inizia rapidamente a muoversi indipendentemente. Inoltre, non ha bisogno di potenti analgesici, perché il dolore è definito come "abbastanza tollerabile".

Gli svantaggi della rimozione laparoscopica dei tumori sono molto minori, ma lo sono. Innanzitutto, è la possibilità di sanguinamento. In questo caso, il medico operante avrà uno spazio significativamente minore per le azioni attive rispetto a una laparotomia più invasiva (una sezione più ampia della parete addominale anteriore). In secondo luogo, l'incapacità di concepire un bambino prima di 12 mesi.

Periodo postoperatorio

Immediatamente dopo la fine dell'operazione, la donna viene trasferita al reparto ginecologico o chirurgico per controllare le funzioni del suo corpo e la condizione generale nel suo complesso. Il paziente può notare un aumento della temperatura ai numeri subfebrilari, che è la norma nei primi due giorni dopo la laparoscopia.

Per prevenire lo sviluppo dell'infezione postoperatoria, ai pazienti viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica. Altrimenti, il trattamento è sintomatico. Questo intervento chirurgico non impone severe restrizioni dietetiche. Ma alcune regole dovrebbero essere seguite.

Il cibo deve contenere una quantità sufficiente di fibre vegetali per garantire la normale motilità intestinale e prevenire la stitichezza. È necessario escludere prodotti che migliorano la formazione di gas (legumi, lievito di birra fresco, ecc.). In cucina, si consiglia di utilizzare una delicata tecnologia culinaria.

La riabilitazione dopo questa procedura chirurgica include una modalità di movimento dosata, riposo sufficiente, riposo psico-emotivo e misure per prevenire la gravidanza. Nel primo periodo postoperatorio, ai pazienti è vietato eseguire sforzi fisici intensi.

Camminare è un'eccezione, perché le brevi passeggiate regolari, che sono consentite il secondo giorno dopo l'intervento, sono la prevenzione dello sviluppo di aderenze nella cavità addominale. È importante scegliere il metodo corretto di contraccezione. Dopo la laparoscopia dei fibromi, si raccomanda alle donne di pianificare il concepimento di un bambino dopo almeno un anno.

Possibili complicazioni

Sebbene questo tipo di chirurgia sia minimamente invasivo, possono verificarsi le seguenti complicanze:

  • Recidiva della malattia Questo è possibile con la completa rimozione del tumore, ma mantenendo le cause del suo sviluppo o interruzioni ormonali nel corpo.
  • Aumentare la probabilità di sviluppare il cancro al seno durante l'esecuzione di isterectomia.
  • Infezione di ferite postoperatorie.
  • Lo sviluppo della sterilità. Per ridurre il rischio di insorgenza, si raccomanda di non iniziare la malattia fino allo stadio in cui il mioma deve essere rimosso insieme all'utero.
  • Violazione del processo di minzione.
  • Il verificarsi di sanguinamento esterno o interno.

Fibromi uterini - una doppia malattia. Per lungo tempo potrebbe non portare alcun disagio alle donne, ma successivamente portare a violazioni abbastanza gravi delle funzioni corporee. Ecco perché la diagnosi precoce e la tempestiva laparoscopia dei fibromi riducono significativamente il rischio di complicanze postoperatorie e migliorano la qualità della vita dei pazienti.

Cause dei fibromi uterini

Per molti anni, i ginecologi ritenevano che i fibromi uterini fossero una neoplasia benigna, che spesso si trasforma in un tumore maligno. Recenti studi scientifici hanno dimostrato che i fibromi sono la reazione del corpo di una donna a fattori traumatici. La stimolazione della crescita dei nodi avviene sotto l'influenza delle mestruazioni. I fattori che provocano la formazione di nodi di mioma sono:

  • inizio precoce dell'attività sessuale
  • frequente cambio di partner
  • aborti
  • benefici traumatici nel parto,
  • curettage diagnostico.

In alcuni casi, l'inizio dei fibromi viene deposto durante lo sviluppo fetale sotto l'influenza di fattori come il fumo e l'abuso di alcool, l'uso di sostanze stupefacenti, le malattie virali di una donna incinta. Durante la pubertà il background ormonale della ragazza cambia e i nodi iniziano a crescere. Per questo motivo, ora i ginecologi stanno diagnosticando sempre più il mioma uterino nelle ragazze giovani. Un cambiamento nell'equilibrio degli ormoni è un fattore stimolante nell'aumentare le formazioni di mioma nelle donne in età riproduttiva. La maggior parte dei fibromi uterini smette di crescere durante la menopausa.

Sintomi e diagnosi dei fibromi uterini

I fibromi uterini di piccole dimensioni sono asintomatici. I nodi miomatosi sono spesso un reperto casuale durante un esame ecografico, che viene eseguito quando il paziente visita il medico per un'altra patologia ginecologica. In presenza di grandi lesioni sull'utero, si verificano le seguenti manifestazioni della malattia:

  • dolore lombare o basso addome,
  • violazione del ciclo mestruale,
  • periodi dolorosi abbondanti,
  • individuare nel mezzo del ciclo.

Grandi nodi fanno pressione sulla vescica o sul retto. Le donne in questo caso sono disturbate dalla minzione e dalla stitichezza.

Il quadro clinico della malattia dipende dalla posizione del nodo del mioma. I nodi sottomucosi causano gravi emorragie e portano alla sterilità. I nodi muscolari spesso causano forti dolori. Con il mioma cervicale, le donne provano dolore durante il rapporto.

I medici delle cliniche con cui collaboriamo conducono un esame di pazienti con sospetti fibromi uterini utilizzando i seguenti metodi:

  • esame ecografico degli organi pelvici mediante sonda vaginale,
  • imaging a spirale o a risonanza magnetica,
  • isteroscopia.

Se è necessario chiarire la diagnosi, i ginecologi eseguono l'esame del paziente con il metodo di isterosonografia, dopplerografia e mappatura color Doppler. La laparoscopia dei nodi del mioma consente di determinare la localizzazione e la dimensione delle formazioni. Durante l'esame laparoscopico, il medico esegue una biopsia per puntura e invia il materiale per l'esame istologico.

Indicazioni e controindicazioni per la laparoscopia per fibromi uterini

Il mioma viene rimosso con laparoscopia? La chirurgia per rimuovere i fibromi mediante laparoscopia è una procedura chirurgica a basso impatto. I medici eseguono miomectomia laparoscopica con le seguenti indicazioni:

  • rapida crescita delle formazioni
  • infertilità causata da mioma
  • compressione di organi adiacenti.

La laparoscopia viene eseguita anche in presenza di fibromi uterini subserenti. La chirurgia laparoscopica viene eseguita in presenza di un gran numero di nodi miomatosi che causano deformità dell'utero. Una laparoscopia dei fibromi uterini è mostrata nelle donne che hanno sviluppato anemia a causa di un prolungato sanguinamento prolungato.

Le dimensioni dei fibromi sono importanti per la selezione della laparoscopia. La miomectomia laparoscopica viene eseguita se il diametro dei nodi non supera i 6 cm. La laparoscopia di fibromi uterini di grandi dimensioni ha caratteristiche. I nostri ginecologi, in presenza di formazioni di mioma di grandi dimensioni sull'utero, eseguono prima un'embolizzazione delle arterie uterine. Dopo che i nodi sono ridotti, i fibromi dell'utero vengono rimossi chirurgicamente. La laparoscopia in questo caso è fatta in condizioni tecniche più favorevoli.

La rimozione dei fibromi (laparoscopia) non viene eseguita con le seguenti controindicazioni relative:

  • malattie dell'apparato cardiovascolare e respiratorio nella fase di scompenso,
  • obesità
  • peso ridotto
  • malattia adesiva.

La controindicazione assoluta per la rimozione dei fibromi uterini mediante laparoscopia è una violazione della coagulazione del sangue e dell'ernia. Queste malattie non sono un ostacolo all'embolizzazione dell'arteria uterina.

Preparazione per laparoscopia dei fibromi uterini

I medici prescrivono al paziente il seguente esame prima dell'intervento chirurgico:

  • analisi generale del sangue e delle urine
  • determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh
  • ricerca sui fattori della coagulazione,
  • determinando la purezza della vagina,
  • Reazione di Wasserman,
  • titolo anticorpale agli agenti causali dell'epatite B e C, così come il virus dell'immunodeficienza umana,
  • livelli di ormoni nel sangue
  • marcatori tumorali.

I risultati dei test sono validi per 10 giorni. Il paziente deve sottoporsi a fluorografia ed elettrocardiografia. Se ci sono malattie concomitanti degli organi interni, avrà bisogno dell'opinione di un terapeuta.

Chirurgia laparoscopica per rimuovere i fibromi uterini

Per l'anestesia durante la laparoscopia, i medici danno l'anestesia alla donna. Dopo questo, vengono fatte 3 forature della parete addominale anteriore. Gli strumenti laparoscopici vengono inseriti attraverso di essi nella cavità addominale. Per vedere meglio il campo operatorio, l'anidride carbonica viene iniettata nella cavità addominale. A causa di ciò, le pareti della cavità addominale sono sollevate, fornendo spazio per la manipolazione.

Un laparoscopio viene inserito nella cavità pelvica. L'immagine dal camcorder viene inviata al monitor. Con l'aiuto di strumenti speciali, il chirurgo rimuove i nodi del mioma, arresta il sanguinamento, ricuce l'utero e rimuove gli strumenti. Dopo aver rimosso il gas dalla cavità addominale, vengono applicate suture di seta sulla pelle dell'addome.

Rimozione dell'utero nel mioma

Interventi chirurgici radicali comportano la rimozione (totale o parziale) dell'utero insieme al neoplasma. Dopo un tale intervento, la donna si riprenderà completamente, ma viene applicata solo se non è necessario preservare la funzione genitale. I nostri medici cercano di preservare l'utero.

La rimozione dell'utero esegue principalmente la via della parete addominale. I chirurghi producono un'amputazione supravaginale o completa dell'organo. L'operazione può essere eseguita attraverso la vagina.

In alcuni casi, viene eseguita una resezione parziale dell'organo. Dopo questa operazione, una donna non può rimanere incinta e avere figli, ma la sua funzione mestruale rimane. Alcuni chirurghi fanno la chirurgia laparoscopica.

Questo intervento chirurgico richiede una tecnica da chirurgo virtuoso ed è irto di complicazioni. In caso di sanguinamento durante l'intervento, è difficile impedirlo dall'accesso laparoscopico. In questo caso, il ginecologo è costretto a completare l'operazione eseguendo una laparotomia.

I medici delle cliniche con cui collaboriamo trattano l'organo genitale femminile con cura. Dopo la rimozione dell'utero, la qualità della vita del paziente è compromessa. Per evitare ciò, i nostri ginecologi ritengono che in molti casi l'operazione non sia giustificata. In presenza di grandi nodi di mioma, facciamo embolizzazione delle arterie uterine, e dopo che i grandi nodi diminuiscono di dimensioni e quelli piccoli scompaiono, rimuoviamo le rimanenti formazioni per via laparoscopica. In questo caso, l'operazione diventa più sicura ed efficiente.

Cos'è un tumore?

I fibromi uterini nelle donne sono una neoplasia benigna che si verifica nei tessuti muscolari dell'organo riproduttivo. Il più spesso è rilevato in pazienti di età riproduttiva. Questo tumore non si manifesta per molto tempo, quindi una donna potrebbe non essere nemmeno consapevole della sua esistenza.

Ma più tardi, quando la neoplasia diventa grande, una donna può essere disturbata da sintomi come irregolarità mestruali, sanguinamento vaginale, problemi di concepimento di un bambino, dolore nel basso addome, aumento della cavità addominale, difficoltà con il movimento intestinale e minzione.

Nel mioma uterino, la rinascita in una neoplasia maligna è estremamente rara. La lotta contro la patologia viene effettuata principalmente con metodi radicali. Se il tumore è molto piccolo, la terapia viene eseguita con l'aiuto di farmaci ormonali, contraccettivi orali.

Cause dello sviluppo del tumore

Gli esperti identificano diversi fattori che possono causare la formazione di fibromi uterini nelle donne. Questo è:

  • Malfunzionamento dell'equilibrio ormonale nel corpo.
  • Predisposizione ereditaria
  • Vita sessuale irregolare
  • Danneggiamento dell'organo riproduttivo a causa di varie procedure ginecologiche, travaglio, aborto.
  • Eccesso di peso corporeo.

I fibromi uterini sono più comuni nelle donne che non hanno ancora partorito. Maggiore è il numero di gravidanze, minore è la probabilità di formazione di neoplasie. E uno di questi fattori non è una garanzia che la malattia dell'utero si verificherà sicuramente. Tuttavia, la presenza di tali cause aumenta significativamente il rischio di un tumore nelle donne.

Varietà di chirurgia

La rimozione dei fibromi uterini metodo laparoscopico è di due tipi, che differiscono nello scopo di:

  1. Diagnostica. Questo tipo di laparoscopia può essere utilizzato per qualsiasi dimensione del tumore. Il suo scopo è quello di esaminare l'utero, determinare i parametri della neoplasia.
  2. Operativo. Questo tipo di intervento chirurgico è necessario per l'eliminazione immediata della neoplasia. Ma viene rimosso solo un piccolo fibroma uterino.

Vale la pena notare che durante la diagnosi mediante laparoscopia dell'utero, è possibile prelevare un tessuto per l'analisi al fine di stabilire se non vi siano cellule maligne nel tumore.

Aspetti positivi e negativi dell'operazione

La miomectomia uterina laparoscopica ha i suoi vantaggi e svantaggi. Il lato positivo è la sicurezza del trattamento. Una tale operazione per rimuovere i fibromi uterini non lascia tracce dopo le forature, gli organi interni non fanno male, ci sono pochissimi effetti collaterali. C'è anche un rischio piuttosto basso di formazione di aderenze: durante il trattamento, una donna non perde molto sangue.

Un altro vantaggio è il rapido recupero dei pazienti dopo l'enucleazione dei nodi del mioma. Di norma, sono necessari tre giorni per riabilitare il corpo, quindi le donne non devono restare a lungo in ospedale. Dopo l'operazione il paziente può camminare, il riposo a letto non è prescritto.

A causa dei vantaggi della laparoscopia dei fibromi uterini, può essere usato per trattare le donne che non hanno ancora partorito o che desiderano avere più bambini in futuro. Dopo tutto, ti permette di rimuovere il tumore, mantenendo la funzione di fertilità in pieno.

Il lato negativo dei fibromi per laparoscopia comprende l'insorgenza di complicanze. Questo accade raramente, ma nessuno è ancora immune dagli effetti avversi del trattamento. Le principali complicanze sono: sanguinamento uterino, infezione e infiammazione.

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

La laparoscopia dei fibromi uterini non viene utilizzata dai medici in ogni situazione. Ci sono casi specifici in cui tale intervento è necessario e quando non può essere eseguito affatto. Quindi, prescrivono un'operazione se una donna ha i seguenti cambiamenti patologici:

  • La dimensione dei fibromi non è superiore a 30 mm. I tumori di un grande utero non possono essere rimossi in questo modo.
  • La rapida crescita del tumore.
  • Difficoltà nel concepire un bambino.
  • Difficoltà a urinare e svuotare l'intestino a causa della pressione del neoplasma.
  • Tipo di fibrosi sovversivo.
  • Sanguinamento vaginale intensivo.
  • Torcendo le gambe del tumore.

Le controindicazioni all'intervento chirurgico per il mioma nelle donne sono:

  • Violazioni degli organi digestivi.
  • Problemi con il cuore e i vasi sanguigni.
  • Sospetta degenerazione maligna.
  • Troppi fibromi o un tumore sono molto grandi.
  • Ernia nella cavità addominale.

Non è inoltre raccomandato effettuare la rimozione laparoscopica dei fibromi, se la donna non tollera l'anestesia, soffre di insufficienza renale, malattia renale.

Preparazione e conduzione dell'operazione

Prima di trattare i fibromi uterini, il medico curante prescrive misure diagnostiche per conoscere esattamente tutti i parametri della neoplasia e le condizioni della donna stessa. I metodi di esame per il mioma nelle donne includono:

  • Esame ginecologico
  • Esame ecografico
  • Imaging a risonanza magnetica.
  • Test di laboratorio su sangue, urina, striscio.

Dopo i risultati dell'esame, il medico decide quale tipo di chirurgia laparoscopica per il mioma è necessario in questo caso e assegna l'operazione. La donna stessa è tenuta a rifiutarsi di mangiare cibo 8 ore prima dell'operazione. Puoi usare l'acqua, ma è ancora meglio se la vescica è vuota. Pertanto, dovrebbe essere svuotato prima della terapia.

L'intervento di Myoma inizia con l'introduzione dell'anestesia o dell'anestesia al paziente. Successivamente, lo specialista esegue diverse forature nella cavità addominale della donna, in modo da poter inserire gli strumenti attraverso di esse.

Quindi questa cavità viene riempita di anidride carbonica, che la espande, il che aiuta il chirurgo a utilizzare gli strumenti più liberamente durante l'operazione. Un laparoscopio viene inserito in una delle forature, dopo di che il medico rimuove i fibromi o l'intero organo genitale. Al momento della terapia uterina ci vogliono un paio d'ore.

Recupero dopo l'intervento chirurgico

Affinché la miomectomia laparoscopica dell'utero non provochi effetti negativi, le donne devono seguire alcune raccomandazioni dei medici. Non appena il paziente inizia ad allontanarsi dall'anestesia, ha bisogno di camminare un po '. Non è necessario spostarsi rapidamente, effettuare movimenti bruschi. Camminare è necessario per normalizzare la circolazione del sangue negli organi pelvici.

Durante il giorno una donna può solo bere acqua. Dopo tre giorni, il paziente è già dimesso dall'ospedale. A casa, l'attività fisica dovrebbe essere abbandonata, poiché l'utero dovrebbe essere a riposo. Pertanto, anche la gravità dell'usura non è raccomandata. Questo è anche collegato al requisito dei medici di sospendere la vita sessuale per almeno un mese.

Pianificare una gravidanza non vale anche la pena. Per fare ciò, ci vogliono almeno sei mesi. E 'anche vietato fare bagni caldi, andare al bagno, sauna, prendere il sole sulla spiaggia. Più medici prestano attenzione alla nutrizione delle donne dopo l'intervento chirurgico. Una dieta con mioma aiuterà a ripristinare la vitalità del corpo, rafforzare il sistema immunitario.

È necessario rifiutare l'uso di piatti salati, grassi, speziati, bevande alcoliche e gassate, tè forte, caffè, qualsiasi prodotto che causa la formazione di gas, caramelle. Le basi della dieta corretta per le donne durante il periodo di riabilitazione dovrebbero essere verdure, frutta, carne magra, noci, zuppe, cereali.

Prevenzione delle malattie

L'intervento chirurgico nei fibromi, anche se sicuro, è sgradevole. Pertanto, vale la pena prendersi cura della propria salute per tutta la vita, in modo che in seguito non sia necessario sdraiarsi sul tavolo operatorio. Naturalmente, non esiste una tale misura preventiva che possa proteggere con precisione una donna dall'esistenza di fibromi uterini.

Ma ci sono una serie di raccomandazioni di medici, la cui attuazione ridurrà il rischio di sviluppare la patologia dell'organo riproduttivo al minimo. Questi includono:

  1. Controllare lo sfondo ormonale.
  2. Trattamento tempestivo di malattie del sistema riproduttivo femminile.
  3. Uso di anticoncezionali per prevenire gravidanze indesiderate e conseguenti aborti, nonché per la penetrazione di infezioni.
  4. Mancanza di situazioni stressanti
  5. Mantenere uno stile di vita sano e attivo.
  6. Visita annuale al ginecologo.

Pertanto, la laparoscopia dei fibromi uterini è uno dei metodi più efficaci e sicuri per trattare la malattia nelle donne. Ma non importa quanto sia buona l'operazione, l'intervento nel corpo è sempre scoraggiato dai medici.

Le cause dei fibromi

Per provocare lo sviluppo di fibromi può come una serie fattore:

  • insufficienza ormonale. La formazione di Myomatous si sviluppa con uno squilibrio di progesterone ed estrogeno. Questo fenomeno può verificarsi quando si verifica un'interruzione delle ovaie,
  • dieta malsana. Con un gran numero di cibi grassi e dolci nella dieta, ci può essere un fallimento nel sistema ormonale,
  • interventi ginecologici - aborti, raschiamento, installazione di una spirale, parto difficile, operazioni chirurgiche - tutto questo può portare alla formazione di microcracks sulle pareti uterine, che sono successivamente coperte da tessuti connettivi e muscolari, che è la base per lo sviluppo dell'educazione nodulare,
  • mancanza di sesso e orgasmi portare a ristagno nella pelvi, che è anche l'impeto per la comparsa di fibromi,
  • malattie endocrine
  • predisposizione genetica,
  • eccesso di peso
  • stile di vita sedentario,
  • esercizio pesante
  • sollecitazioni.

Cos'è la laparoscopia

La laparoscopia è uno dei trattamenti più comuni ed efficaci per i fibromi di grandi dimensioni.

La laparoscopia è una tecnica moderna che non ha praticamente controindicazioni e consente di liberarsi dei fibromi in breve tempo. Di norma, è un'operazione di conservazione degli organi in cui l'organo riproduttivo non è soggetto a rimozione.

Con questa operazione, condotta:

  • rimozione dell'utero senza la cervice,
  • miomectomia conservativa - viene rimosso solo il nodo,
  • rimozione completa dell'utero e della cervice.

La laparoscopia non è solo una manipolazione a scopi terapeutici, ma viene eseguita anche da specialisti per diagnosticare una malattia degli organi interni.

La rimozione dei fibromi uterini mediante il metodo laparoscopico viene eseguita in anestesia generale, mentre utilizzando un'attrezzatura speciale, il chirurgo rimuove la formazione patologica dall'utero senza influenzare il lavoro dell'organo riproduttivo stesso.

Indicazioni per questa operazione

La chirurgia laparoscopica per la rimozione dei fibromi è effettuata tenendo in debito conto l'età del paziente, lo stato dei suoi organi riproduttivi e la presenza di malattie di fondo.

La laparoscopia del mioma uterino è indicata per:

  • forte dolore e sanguinamento causato da mioma,
  • istruzione in rapida crescita,
  • forte pressione dei fibromi sugli organi circostanti,
  • infertilità e aborto,
  • l'anemia,
  • più noduli
  • struttura atipica dei nodi.

In tutti gli altri casi, è preferibile prescrivere un trattamento conservativo, che fermerà la crescita dell'istruzione.

Punti di forza e debolezza

I pazienti tra i vantaggi della laparoscopia sono:

  • danno fisico minimo
  • breve periodo di riabilitazione.

I medici aggiungono il seguente:

  • Le donne fetali, questa operazione ti permette di salvare l'organo riproduttivo,
  • mancanza di emorragia massiccia,
  • rischio minimo di complicazioni,
  • mancanza di aderenze,
  • lo scarico del paziente viene effettuato il 4 ° giorno,
  • bassa incidenza di recidiva di malattia.

In tutta onestà, vanno segnalati i difetti dell'intervento laparoscopico:

  • forse non in tutti i casi
  • difficoltà nella scelta di un chirurgo qualificato.

Tipi di metodi laparoscopici

Con l'aiuto della laparoscopia, è possibile rimuovere direttamente il nodo del mioma (metodo conservativo) ed è possibile rimuovere l'intero utero (metodo radicale).

Il metodo conservativo è raccomandato per le donne che stanno pianificando una gravidanza.

Il metodo radicale è più spesso prescritto per le donne in menopausa, così come per i fibromi molto grandi.

Il recupero dopo la laparoscopia radicale è significativamente diverso dalla riabilitazione nel periodo postoperatorio dopo la rimozione conservativa della neoplasia.

Come viene eseguita l'operazione?

La procedura operativa viene eseguita in più fasi:

  • prima cosa nella cavità addominale di una donna anidride carbonica pompatache è necessario per la separazione degli organi. Il gas è completamente sicuro e protegge gli organi dalle lesioni durante l'operazione,
  • quindi uno specialista inporta il laparoscopio nella cavità addominale e scopre esattamente quali strumenti potrebbero essere necessari per cancellare un nodo,
  • attraverso la regione ombelicale nella cavità addominale endoscopio introdotto, al termine del quale c'è un dispositivo di illuminazione,
  • usando strumenti di chirurgia laparoscopica rimuove il nodo myoma e lo guida attraverso il telefono
  • ulteriormente coagulazione vascolaree le cuciture vengono tagliate sul tessuto tagliato.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale e può richiedere da mezz'ora a 2 ore. Dipende dal numero di noduli e dalla loro posizione.

Quali sono le possibili complicazioni?

Nonostante la sua mininvasiva invasività, la laparoscopia è ancora un intervento chirurgico e, quindi, dopo alcune complicazioni sono possibili.

Costituiscono solo il 2% dei casi, ma è impossibile non dire su di loro:

  • danni meccanici agli organi sono possibili con strumenti lapaproscope o con l'introduzione di gas nella cavità addominale,
  • le navi a una puntura possono essere ferite,
  • può verificarsi sanguinamento interno,
  • non sono escluse le lesioni meccaniche dell'intestino o delle vie urinarie,
  • In alcuni casi, il biossido di carbonio può penetrare nel tessuto adiposo sottocutaneo.

Ci sono controindicazioni

Le controindicazioni per la laparoscopia sono le seguenti:

  • processi maligni nelle ghiandole mammarie o negli organi pelvici,
  • processi infiammatori
  • la presenza di malattie infettive
  • estese adesioni nella cavità addominale,
  • malattie della pelle che hanno il potenziale per l'infezione di entrare nel corpo,
  • reazione atipica all'anestesia,
  • malattie broncopolmonari
  • gravi disturbi ai reni
  • grave danno ai vasi sanguigni e al cuore, grave ipertensione.

Prepararsi per la chirurgia

Una settimana o due prima dell'operazione, devi superare il seguente esame:

  • analisi clinica di urina e sangue, così come ESR,
  • analisi del sangue biochimica,
  • coagulazione,
  • striscio vaginale,
  • Ultrasuono dell'utero e appendici.

Non prima di un mese prima dell'operazione, è necessario:

  • donare sangue per la sifilide
  • fare un cardiogramma.

Analisi valide per tre mesi:

  • test del gruppo sanguigno
  • esame del sangue per epatite e HIV.

Il giorno prima dell'operazione, è necessario seguire una dieta delicata prescritta dal medico. Alla sera, fai un clistere purificante. Il giorno dell'intervento, mangiare e bere è severamente proibito!

Periodo di recupero

A poche ore dall'intervento, una donna può alzarsi e muoversi. Il movimento è necessario affinché le aderenze non si formino, il gas rimanente viene ritirato più rapidamente e il processo di riabilitazione avviene più facilmente.

Non ci sono restrizioni speciali nell'alimentazione, ma è meglio usare il cibo frazionario. Si raccomanda di indossare calze e bendaggi compressivi.

I punti dopo l'operazione vengono rimossi dopo circa una settimana, dopo tre settimane viene risolta l'attività fisica attiva e dopo un mese puoi vivere una vita sessuale.

Per quanto riguarda la pianificazione della gravidanza, dipende dalla gravità dell'operazione, dal numero di nodi e da altri fattori. Ma in ogni caso, il concepimento vale la pena di pensare non prima di dopo 6-12 mesi.

Raccomandazioni generali

Nei primi giorni dopo la laparoscopia, i dolori sono possibili, che vengono eliminati dagli antidolorifici, quindi, è meglio per una donna rimanere in ospedale per 3-4 giorni dopo l'operazione sotto la supervisione dei medici.

Se la funzione riproduttiva viene preservata, il medico ti spiegherà sicuramente quando dovrebbe iniziare il ciclo e ti informerà sulla contraccezione obbligatoria nei primi sei mesi o un anno. Inoltre, il dottore ti parlerà dello stile di vita per il prossimo mese.

Caratteristiche dell'operazione

La laparoscopia è una procedura chirurgica minimamente invasiva. Non viene eseguito attraverso incisioni, ma attraverso piccole forature in cui sono inseriti un laparoscopio e altri strumenti. Nel corso dell'operazione, il chirurgo monitora attraverso una mini-videocamera, che viene iniettata anche attraverso una puntura. Questa tecnica di eliminazione dei fibromi è considerata una delle meno traumatiche. Con il suo aiuto, i medici rimuovono il mioma, non toccano l'utero e non toccano gli organi vicini. I pazienti si riprendono rapidamente e entro sei mesi possono rimanere incinta.

Benefici della laparoscopia

La rimozione laparoscopica dei fibromi uterini presenta numerosi vantaggi rispetto ad altri tipi di chirurgia. pro:

  • niente grandi tagli,
  • minimamente invasivo,
  • senza cicatrici
  • meno probabile la formazione di aderenze,
  • recupero rapido dopo l'intervento chirurgico
  • la capacità di controllare l'operazione in modalità reale attraverso il laparoscopio.

Sempre più spesso, le donne, soprattutto quelle giovani, scelgono questo metodo di trattamento chirurgico come il più efficace e meno traumatico.

Indicazioni per laparoscopia

Questo metodo di rimozione dei fibromi è necessario quando:

  1. Mioma sottispecie.
  2. Grandi tumori da 60 mm.
  3. Rapido aumento delle dimensioni del tumore
  4. Anemia innescata da perdita di sangue permanente a causa di fibromi.
  5. Problemi con il concepimento, aborti causati da neoplasie tumorali.
  6. Sensazioni dolorose e disfunzione di organi e sistemi sui quali il tumore preme.

Cioè, le indicazioni generali per l'intervento chirurgico non hanno molta differenza dalle indicazioni per la laparoscopia. Quanto prima viene eseguita l'operazione, tanto più basso è il rischio di complicazioni, quindi anche se i nodi sono piccoli, è meglio risolvere tutto in modo chirurgico. I chirurghi scelgono la laparoscopia come opzione ideale per le giovani donne che vogliono mantenere la loro fertilità. Inoltre, anche le donne che sono già entrate nel periodo della menopausa, tendono a preservare l'utero, perché sperimentano stress psicologico, con la completa rimozione dell'organo.

Se, secondo le indicazioni, è impossibile preservare l'utero, allora è preferibile anche la laparoscopia a causa della sua bassa morbilità, bassa perdita di sangue e rapido recupero dei pazienti.

Che dimensioni fa l'intervento chirurgico?

L'operazione per rimuovere i fibromi con il metodo laparoscopico è possibile con alcune dimensioni del tumore. Qual è la dimensione dell'utero che fa laparoscopia? La chirurgia laparoscopica viene utilizzata quando la dimensione dei fibromi è di dimensioni da piccole a medie, da 2 a 6 centimetri. Un tumore di dimensioni superiori a sei centimetri è considerato grande e vengono utilizzati altri metodi per rimuoverlo. Altrimenti c'è il rischio di emorragia interna, che comporta gravi complicazioni potenzialmente letali.

Controindicazioni

La rimozione dei fibromi uterini con il metodo laparoscopico ha controindicazioni. Sono sempre presi in considerazione dal medico. Quando la laparoscopia è controindicata:

  • grado di obesità 5
  • anoressia,
  • scarsa coagulazione del sangue,
  • la presenza di malattie infettive
  • gravidanza da 32 settimane,
  • fibroide più di sei centimetri,
  • assumendo farmaci che prevengono i coaguli di sangue,
  • chirurgia addominale dopo di che meno di sei mesi.

In alcuni casi, le controindicazioni sono relative. Ad esempio, in caso di problemi di peso, è sufficiente correggerlo o trattare le malattie infettive. Ma con un grosso tumore un'operazione del genere. in ogni caso, è vietato.

Come è la laparoscopia

La chirurgia laparoscopica avviene in anestesia generale, cioè durante il sonno del paziente. La durata dell'operazione va da quaranta minuti a tre ore, tutto dipende dal caso.Durante l'operazione, il giorno del ciclo non ha importanza, ma l'operazione non può essere eseguita durante le mestruazioni, poiché aumenta la percentuale di perdita di sangue.

Per vedere bene l'area operata e gli organi circostanti della piccola pelvi, il dottore introduce un trocar e vi inietta anidride carbonica. La parete addominale si alza e il chirurgo, entrando in un altro trocar, può liberamente considerare l'area di operazione, attraverso una telecamera microvideo. E determinare da dove iniziare. Quindi, il tumore è chiaramente visibile, il suo diametro, posizione, forma dell'organo genitale e appendici. Picchi e altre complicazioni.

Di solito durante la laparoscopia vengono effettuate tre o quattro punture attraverso le quali vengono inseriti trocar per rimuovere i fibromi. Il chirurgo taglia le aderenze, se presenti, taglia il tessuto sopra il tumore, estraendolo dalla guaina. Se necessario, la coagulazione dei vasi sanguigni. Tutto dipende dal caso. I fibromi piccoli e medi sono estratti attraverso le forature che sono state fatte per l'introduzione del trocar. Se la neoplasia è grande o l'utero viene rimosso, il medico prima sezionerà il tessuto con l'aiuto di un impiegato Morcell. È introdotto in una delle forature. I pezzi di tessuto frantumato vengono rimossi attraverso le forature, quindi non vengono eseguite ulteriori incisioni. Dopo aver rimosso e rimosso i fibromi, il medico riesamina la zona operata per accertarsi che non vi siano emorragie interne. Gli strumenti vengono quindi rimossi dalla parete addominale. Le forature sono cucite.

Come mangiare

La nutrizione dopo la rimozione dei fibromi uterini con il metodo laparoscopico non è molto diversa dalla dieta abituale, ma ci sono una serie di regole e restrizioni, specialmente nei primi giorni dopo l'intervento.

Si raccomanda di utilizzare alimenti che non causano stitichezza. Che l'intestino ha funzionato senza fallimenti. Nei primi mesi, la stitichezza può portare a divergenza di cucitura, dal momento che il peritoneo è teso durante i movimenti intestinali.

La dieta dopo la laparoscopia dovrebbe essere equilibrata, contenere vitamine, carboidrati, grassi e proteine ​​per il recupero per andare più veloce. È utile usare cibi ricchi di ferro per migliorare il sangue.

Gravidanza dopo l'intervento chirurgico

La gravidanza dopo la rimozione dei fibromi tramite laparoscopia è possibile. Ma, solo quando, la cicatrice interna sull'utero guarisce. Una donna può rimanere incinta non prima di sei mesi dopo la laparoscopia. Ma questo è considerato un termine molto presto per la gravidanza. Se hai intenzione di concepire dopo 6 mesi, è necessaria la laparoscopia diagnostica preliminare per prevenire aderenze, la formazione di nuovi miomi e altre complicanze. Di norma, dopo una tale operazione, una donna può rimanere incinta senza problemi se il fibroma non era grande. I grandi tumori possono influenzare il sistema riproduttivo. Il periodo ottimale per la gravidanza dopo l'intervento laparoscopico è di 24 mesi.

Contraccezione dopo l'intervento chirurgico

Dopo la laparoscopia, il ciclo si riprende rapidamente ed è possibile rimanere incinta rapidamente. Ma non è raccomandato farlo mentre le cuciture interne ed esterne sono ancora fresche. Pertanto, è necessario proteggere i primi sei mesi dopo l'intervento chirurgico. Può essere protetto da un metodo di barriera (preservativo) o contraccettivi orali. Ma, prima di bere pillole, consulta un ginecologo. Sceglierà i farmaci necessari.

Grandi fibromi - chirurgia addominale o laparoscopia?

La chirurgia addominale viene eseguita più spesso della laparoscopia, quando vengono rimossi grandi fibromi. Ma, se il medico ha una scelta tra laparoscopia e chirurgia addominale, sceglierà la prima opzione. Ma, ci sono casi in cui è possibile solo la chirurgia addominale per rimuovere i fibromi. Indicazioni per la chirurgia addominale:

  1. Il mioma si trova nella sottomucosa o nello strato muscolare.
  2. Il tumore è più di sei centimetri.
  3. Un tipo di tumore multinodulare situato in diversi strati dell'utero.

Inoltre, la chirurgia addominale viene eseguita se ci sono controindicazioni assolute alla laparoscopia.

Recensioni dei pazienti

I nostri pazienti hanno concordato di lasciare un feedback reale sulla rimozione dei fibromi uterini con il metodo laparoscopico.

Karina, 28 anni

Ho rimosso il mio mioma uterino con laparoscopia. Il feedback può lasciare positivo. La riabilitazione è stata rapida, non c'era quasi dolore. Molto presto sono stato in grado di condurre una vita normale. Sto pianificando una gravidanza ora

Irina, 33 anni

Avevo un fibroma di medie dimensioni e la scelta era tra laparoscopia e chirurgia addominale. Ho scelto il primo e non me ne pento. Tutti e tre i piccoli punti nell'addome inferiore - questo è tutto ciò che mi ricorda l'operazione. Passa regolarmente il controllo, il tumore non cresce più.

Maria, 35 anni

Ho avuto il rischio di rimuovere fibromi con l'utero. Laparoscopia spenta. L'utero è stato salvato, ma stavo recuperando da molto tempo. C'erano forti dolori. Il ciclo è tornato alla normalità dopo un ciclo di terapia ormonale.

Inna, 31 anni

Il tumore è stato trovato presto. E ho accettato di essere rimosso attraverso le forature. In mezz'ora era tutto finito. Tre giorni dopo sono stato dimesso, sono venuto a togliere i punti nella clinica. Molto soddisfatto del risultato. Pianificazione di una gravidanza.

Il prezzo dell'operazione dipende dal tipo di istituto medico, dall'esperienza di medici, strumenti e altri aspetti. Di norma, il costo dell'intervento chirurgico per rimuovere i fibromi uterini con mezzi laparoscopici inizia da diciassette a novantamila rubli. Quanto costa all'estero? Nei paesi occidentali, i prezzi partono da sette mila eu- ro mila euro, e negli Stati Uniti - seimila dollari.

Dove si fa l'intervento chirurgico?

Per eseguire un'operazione per il mioma uterino è meglio in una clinica specializzata dove ci sono esperti leader. Fai laparoscopia in tutte le principali città del paese. Se vivi dove l'ospedale non ha le attrezzature necessarie, allora è meglio andare a fare un'operazione in una delle cliniche metropolitane, dopo averlo studiato e le recensioni dei pazienti. Puoi farlo in un istituto pubblico o privato. Il trattamento in una clinica privata costa sicuramente di più. La cosa principale è la disponibilità di attrezzature adeguate e specialisti medici in questo settore.

A proposito della malattia

I fibromi uterini sono un processo benigno di cancro, rappresentato da un tumore dello strato muscolare uterino - il miometrio. L'incidenza del mioma uterino è enorme, Mioma è diagnosticato in ogni quarta donna in età riproduttiva quando si esegue uno studio diagnostico.

Il tumore miometriale ha una forma arrotondata con percentuali diverse di tessuto connettivo o fibroso. Il processo è benigno, ma il tasso di crescita del tumore in ciascun caso è individuale.

attrezzatura

La laparoscopia è un metodo di chirurgia minimamente invasivo che viene eseguito da la formazione di numerosi piccoli fori nella cavità addominale perforandola con un trocar - uno stiletto speciale.

Porte speciali sono installate nei fori per l'inserimento di strumenti endoscopici e direttamente l'endoscopio o il laparoscopio. La miomectomia laparoscopica è un'operazione video-assistita in cui si verifica l'escissione (rimozione) di un tumore benigno, seguita dall'estrazione e dalla peritonizzazione dell'utero per ripristinare la sua oppressione.

attrezzatura

La miomectomia laparoscopica richiede un'apparecchiatura complessa e tecnologicamente avanzata, nonché una serie di strumenti endoscopici specializzati.

Trocar e stiletto. Strumenti ausiliari utilizzati per creare l'accesso online. Un trocar o una porta possono avere un diametro compreso tra 2 e 20 mm, è importante quando si usano vari strumenti endoscopici.

I trocar sono una varietà di società, sia nazionali che estere. Il trocar è una sorta di porta attraverso la quale gli strumenti endoscopici e l'endoscopio stesso sono inseriti nella cavità addominale del paziente, così come i tessuti e gli organi asportati.

endoscopio, e in chirurgia addominale e ginecologia operativa è chiamato laparoscopio - una valigetta tubiera specializzata con un set di lenti ottiche, a cui è collegata una speciale videocamera ad alta risoluzione e l'ottica necessaria.

L'endoscopio consente di visualizzare il campo operatorio e ha la funzione di aumentare l'immagine per una più accurata e delicata manipolazione dei tessuti operati. Gli endoscopi sono diritti e obliqui.

La fetta dell'endoscopio influisce sull'angolo di visione e sull'area del sito del tessuto imaged. Le aziende più popolari e comprovate sono Carl Storz, Leica, Azimuth, Endomedium, Carl Zeiss.

  • insufflatore - Un dispositivo speciale che consente di iniettare anidride carbonica nella cavità addominale per creare una visualizzazione del campo operatorio creando un pneumoperitoneo. Insufflyators sono una varietà di aziende, ad esempio: Eleps, Viridis, Endomedium.
  • Rack endoscopico - un elemento ausiliario specializzato su cui è fissata tutta la strumentazione per laparoscopia. Uno schermo è installato sul rack per visualizzare l'immagine del campo chirurgico. A volte possono esserci più schermi per facilitare la manipolazione da parte di un assistente.

    Strumenti endoscopici - un set speciale di strumenti lunghi, che comprende: pinze (afferratori) con o senza fissazione, forbici endoscopiche, coagulatori monopolari e bipolari per la dissezione dei tessuti e l'esecuzione dell'emostasi - arresto dell'emorragia.

    Per la miomectomia, la sutura sul supporto dell'ago può essere utilizzata sia apodaticamente che endostich, uno speciale dispositivo che consente la cucitura dei tessuti.

    Anche per l'emostasi utilizzare tosatrici speciali con bretelle di tantalio o titanio. I più famosi produttori di dispositivi endoscopici sono: Carl Storz, Endomedium, Kazan Medical Equipment.

    Questo articolo descrive gli ormoni che aumentano nel mioma uterino.

    Vale la pena notare che gli strumenti endoscopici possono essere sia monouso che riutilizzabili. Il livello qualitativo degli strumenti e delle apparecchiature endoscopiche è di prim'ordine per i produttori tedeschi Carl Storz e Carl Zeiss, tuttavia, il prezzo di questo dispositivo è molto più elevato rispetto a quelli simili o domestici.

    Come funziona l'intervento

    La miomectomia laparoscopica è l'operazione chirurgica tecnicamente più avanzata e comprovata. Per eseguire un intervento chirurgico per la resezione dei fibromi uterini, è necessario passare attraverso diverse fasi successive.

    Vista dalla fotocamera interna

    reinserimento

    Dopo la fine dell'operazione, dopo 15-30 minuti, il paziente riprende conoscenza e riceve antidolorifici. Il periodo postoperatorio dipende dalle caratteristiche individuali del corpo di ciascun paziente, ma nella maggior parte dei casi richiede 5-7 giorni durante la chirurgia laparoscopica..

    Il paziente viene attivato entro la fine dei primi giorni del periodo postoperatorio. La riabilitazione dopo la rimozione laparoscopica dei fibromi uterini consiste nell'eliminare i fattori nocivi, normalizzare la nutrizione, la terapia vitaminica e aumentare l'attività fisica 3-4 settimane dopo l'intervento.

    Forature dopo l'intervento

    I fibromi uterini sono una malattia prognosticamente favorevole, con l'eliminazione dei fattori di rischio per lo sviluppo dei fibromi - non vi è praticamente alcuna recidiva. L'operazione è di conservazione degli organi, che consente al paziente di mantenere un alto livello di qualità della vita. L'abilità riproduttiva con questo intervento praticamente non soffre.

    Se trovi un errore, evidenzia una parte di testo e fai clic Ctrl + Invio.

    Preparazione e tecnica dell'operazione

    La preparazione per l'operazione include il passaggio di un esame completo, e se ci sono malattie concomitanti, allora dovrebbero essere portate a tale corso in modo da non provocare complicazioni, o se possibile, possono essere curate.

    In alcuni casi, prima che un tumore venga rimosso, la terapia ormonale viene prescritta per diversi mesi per contenere la crescita del tumore e ridurne le dimensioni, ed è anche possibile l'embolizzazione delle arterie che alimentano il nodo, facilitando la laparoscopia per grandi dimensioni del tumore.

    Prima dell'intervento, il paziente viene sottoposto a esami del sangue generali e biochimici, alle urine, a un test di coagulazione del sangue, alla determinazione dell'affiliazione di gruppo e al fattore Rh. Al momento del ricovero in ospedale, avrai sicuramente bisogno di mostrare il risultato della fluorografia e dello striscio citologico della cervice. Secondo la testimonianza, viene eseguito un ECG (dopo 45 anni di età) e tutte le donne sono sottoposte ad ecografia della cavità addominale e della pelvi.

    Prima dell'operazione, una donna visita un ginecologo nella clinica, che la esamina, sonda i nodi, determina la loro dimensione e posizione, prende le macchie dalla cervice e dal canale cervicale per le cellule atipiche, nonché dal tratto genitale per eliminare l'infiammazione e l'infezione. Infezioni e processi infiammatori possono essere un ostacolo alla chirurgia. Per una diagnosi topica accurata dei fibromi, viene mostrato l'ecografia.

    All'ora stabilita, la donna viene in clinica, dove viene consigliata dal chirurgo, assicurandosi ancora una volta che l'operazione possa essere eseguita secondo un piano precedentemente determinato. Alla vigilia dell'intervento, viene effettuato un clistere purificante, l'ultimo pasto e acqua, non oltre le sei di sera. Al momento di coricarsi, si consiglia di fare la doccia, cambiare i vestiti e calmarsi, anche se è necessario assumere un farmaco sedativo o ipnotico.

    Prima dell'operazione, l'anestesista parla con la donna, parla della presunta anestesia e prende gli appuntamenti necessari. Per la prevenzione delle complicanze tromboemboliche, è indicato il bendaggio elastico degli arti inferiori.

    Tecnica di laparoscopia

    La laparoscopia dei fibromi uterini viene eseguita in anestesia generale e dura in media da 40 minuti a un'ora e mezza o due ore, a seconda del numero di nodi tumorali e della loro posizione. L'operazione può essere eseguita in qualsiasi giorno del ciclo, ad eccezione delle mestruazioni a causa di un aumento del sanguinamento durante questo periodo, Il periodo ottimale è l'intervallo tra 15 e 25 nel pomeriggio, cioè dopo l'ovulazione e prima del periodo mestruale.

    Per una buona visibilità degli organi pelvici, il primo trocar viene introdotto nell'addome, attraverso il quale viene iniettato anidride carbonica. Il gas solleva la parete addominale e il chirurgo esamina l'area di interesse con una videocamera inserita attraverso un altro trocar insieme a una fonte di luce. All'esame, il medico specifica la posizione dei nodi, le loro dimensioni, la configurazione dell'utero e delle appendici, la presenza di aderenze, ecc. In totale, per rimuovere i fibromi, sarà necessario inserire 4 trocar attraverso 4 forature nella parete addominale.

    Con l'aiuto di strumenti endoscopici, il chirurgo può tagliare le commessure, tagliare i tessuti esterni dell'utero sopra il nodo, rimuovere la formazione dalla capsula, coagulare i vasi sanguinanti e applicare i punti al tessuto sezionato. La sequenza e la tecnica di rimozione dei nodi differiscono in ciascun caso, poiché la posizione e il numero di nodi sono sempre individuali e il chirurgo agisce sulla base di una specifica situazione clinica.

    Se i nodi miomatosi sono piccoli, possono essere rimossi attraverso le forature su cui sono stati inseriti gli strumenti. Quando un grande tumore o l'intero utero viene rimosso mediante laparoscopia, sarà difficile estrarre il tessuto cut-off mediante laparoscopia, quindi è necessario eseguire la macinatura. strumento morcellatore aiuta a schiacciare le formazioni rimosse, tagliandole con coltelli di diverse dimensioni. Viene introdotto al posto di uno dei trocars. I nodi frammentati e l'utero dopo di ciò possono essere liberamente portati fuori senza ricorrere a ulteriori incisioni.

    Al termine dell'intervento, il chirurgo esamina nuovamente l'area chirurgica, si accerta che non ci siano emorragie, rimuove gli strumenti dall'addome e punti sulle forature del trocar, coprendo le ferite con tovaglioli sterili. Il drenaggio della cavità pelvica di solito non è richiesto.

    Guarda il video: Dott. FM Camilli - Laparoscopia: asportazione mioma 7 cm (Febbraio 2020).

  • Loading...