Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza: quanto tempo e come passare?

Il test di tolleranza al glucosio, o, come spesso viene chiamato "carico di zucchero", è uno dei metodi specifici di esame, che prevede la determinazione della tolleranza del corpo al glucosio (lettura - zucchero). Il test di tolleranza al glucosio consente di rivelare anche la propensione al diabete mellito e al diabete mellito, che procede in forma latente. E, di conseguenza, dà l'opportunità di intervenire in tempo e prendere tutti i provvedimenti necessari per eliminare la minaccia associata alla malattia.

Perché e chi potrebbe aver bisogno di un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza?

Spesso, una donna riceve un rinvio a un test di tolleranza al glucosio durante la gestazione, in questo caso nella direzione indicata come GTT. La gravidanza è un periodo molto difficile per una donna quando lo stress accresciuto sul corpo può provocare un'esacerbazione di malattie esistenti o lo sviluppo di nuove che possono essere avvertite solo durante il trasporto del bambino. Queste malattie includono il diabete gestazionale o il diabete gravido: secondo le statistiche, circa il 14% delle donne in gravidanza sono esposte a questa malattia.

La ragione per lo sviluppo del diabete gestazionale è una violazione della produzione di insulina, la sua sintesi nel corpo in quantità inferiori al necessario. È l'insulina prodotta dal pancreas a essere responsabile della regolazione dei livelli di zucchero nel sangue e della conservazione delle sue riserve (se non è necessario convertire lo zucchero in energia). Durante la gravidanza, quando il bambino cresce, il corpo normalmente ha bisogno di produrre più insulina del solito. Se ciò non accade, l'insulina non è sufficiente per la normale regolazione dello zucchero, i livelli di glucosio aumentano e questo segna lo sviluppo del diabete gravido.

Una misura obbligatoria del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza dovrebbe essere per le donne:

  • chi ha sperimentato questa condizione in precedenti gravidanze,
  • con un indice di massa di 30 e oltre, che fino ad allora ha dato alla luce bambini di grandi dimensioni di peso superiore a 4,5 kg,
  • se qualcuno dai parenti della donna incinta ha il diabete.

Se viene rilevato il diabete gestazionale, una donna incinta avrà bisogno di un maggiore monitoraggio da parte dei medici.

Cos'è?

Per il normale funzionamento del corpo di una donna incinta e del suo bambino non ancora nato è molto importante un livello costante di glucosio nel sangue. Questa sostanza è coinvolta in tutti i processi metabolici. Il lavoro delle cellule muscolari e del cervello dipende direttamente dal contenuto di zucchero nel sangue.

La gravidanza è il momento in cui una varietà di ormoni "rabbia" nel corpo femminile. Questo è un periodo davvero unico, poiché un gran numero di sostanze ormonali completamente nuove compaiono nel sangue periferico. Questa condizione può portare al fatto che il sistema endocrino inizia a funzionare in una "modalità speciale". Contribuisce a un cambiamento significativo nel livello di determinati ormoni e sostanze biologicamente attive. Questa situazione si applica anche alla glicemia.

Alti livelli di zucchero nel sangue periferico sono pericolosi per il feto. Se ci sono segni di iperglicemia (glicemia elevata) nel sangue della futura madre, questo può portare allo sviluppo di diabete o altre patologie endocrinologiche in lei e nel suo bambino.

Il test di tolleranza al glucosio (GTT) è uno studio unico che consente di stabilire livelli accurati di glucosio nel sangue periferico avere una futura mamma Viene prescritto a tutte le donne incinte con determinate indicazioni mediche per stabilire i primi segni di diabete gestazionale. Questa patologia appare per la prima volta solo durante la gravidanza ed è associata a livelli ormonali alterati.

Condurre un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza consente di identificare anche i segni "nascosti" di un aumento della glicemia che sono disponibili per la futura gestante.

Quando è richiesta l'analisi?

Il test di tolleranza al glucosio deve essere eseguito su tutte le donne in gravidanza. Endocrinologi e ostetrici e ginecologi di diversi paesi affermano che l'incidenza del diabete gestazionale è in costante aumento ogni anno. Questo spiega l'importanza di tale test nelle future mamme.

Va notato che è abbastanza facile da eseguire. Il test di tolleranza al glucosio è molto conveniente e non richiede alcun dispositivo complesso per la sua condotta.

I medici distinguono inoltre diverse situazioni cliniche quando tale studio è estremamente necessario.

Controindicazioni per

Il test del glucosio tollerante, come qualsiasi altro test di laboratorio, non ha solo indicazioni per la sua condotta, ma anche alcune limitazioni. Molte mamme hanno paura di questo studio e cercano di rifiutarsi di passarlo. I medici non si stancano di spiegare loro che non dovresti aver paura di questo test di laboratorio. Non porterà alcun danno né alla futura mamma né al suo bambino. Ill con diabete dopo il test di tolleranza al glucosio non può essere.

Ci sono diverse situazioni cliniche in cui questo studio non è condotto. In questo caso, il rischio di possibili effetti avversi aumenta in modo significativo. Molte di queste situazioni cliniche sono temporanee. In questo caso, il test può essere in qualche modo posticipato.

Non condurre ricerche con:

  • corso acuto di malattie infettive. Grave infiammazione nel corpo - una significativa controindicazione per eseguire questo metodo. In questo caso, è possibile eseguire il test di tolleranza al glucosio dopo il recupero della mamma da un'infezione virale o batterica,

  • età gestazionale a 32 settimane. L'ultimo trimestre di portare un bambino non è il momento migliore per condurre un test del genere. Il rischio di falsi positivi durante questo periodo è estremamente alto. In questo caso, lo screening del diabete mellito e vari disturbi del metabolismo del glucosio viene effettuato nella madre e nel bambino dopo il parto,

  • esacerbazione di pancreatite cronica o acuta. Questa condizione patologica è accompagnata da gravi disturbi funzionali derivanti dall'infiammazione del pancreas. Nel periodo acuto di questa malattia nel sangue, non solo aumenta il numero di enzimi biologicamente attivi, ma il contenuto di glucosio e insulina cambia in modo significativo. Sarebbe meglio condurre un test di tolleranza al glucosio dopo aver cessato tale attacco,

  • alcune malattie del sistema endocrino. La grave malattia di Cushing, ipertiroidismo clinicamente attivo, acromegalia - sono controindicazioni mediche per lo studio,

  • forzato prolungato uso di determinati farmaci. Assunzione di glucocorticosteroidi ed estrogeni può portare a risultati falsi positivi. Ciò potrebbe distorcere la corretta interpretazione dell'analisi.

Attualmente, in qualsiasi farmacia vicino a casa, vengono venduti molti dispositivi diversi: i glucometri. Rivelano il livello di zucchero nel sangue capillare. Un tale dispositivo è necessario per ogni famiglia. Sarà anche necessario nei casi in cui qualcuno da parenti stretti ha il diabete.

Le recensioni di alcune mamme su Internet indicano che hanno provato a condurre un test di tolleranza al glucosio per conto proprio. Non dovrebbe essere fatto immediatamente per molte ragioni! Tale studio a casa sarà impreciso e non darà un risultato affidabile dopo aver tenuto. Vale anche la pena notare che in alcuni casi è estremamente pericoloso tenerlo a casa. Eseguire test di tolleranza al glucosio è necessario solo in un istituto medico sotto la supervisione di specialisti.

La condotta incontrollata di tale test può anche portare al fatto che è necessario chiamare con urgenza la squadra medica di emergenza. Alcune mamme commettono un errore significativo, che possono sostituire l'introduzione del glucosio al consumo di cioccolato o un pasto normale. Questo è un grande equivoco. In questo caso, ottenere i risultati precisi richiesti è quasi impossibile.

Per condurre questo studio di laboratorio può essere in diversi modi. Il metodo standard è un test orale con 75 g di glucosio. Durante lo studio, una donna incinta dovrebbe essere in un istituto medico per 2-2,5 ore. Questo fornisce una funzionalità della tecnologia di questo studio.

Molto spesso, a una donna incinta viene chiesto di sedersi nel corridoio, se l'esame viene eseguito in un normale policlinico. Le cliniche frequenti offrono ai visitatori condizioni più confortevoli. Durante l'analisi, la futura mamma può aspettarsi in una stanza speciale. Per un passatempo più comodo di solito c'è una TV lì. È meglio passare il tempo tra l'assunzione di sangue per l'analisi, lo stesso, leggendo un libro.

Il test di tolleranza al glucosio sarà condotto in più fasi. La prima volta che il sangue viene prelevato da una vena al mattino. Per fare questo, la donna incinta deve venire in clinica rigorosamente a stomaco vuoto. È severamente vietato mangiare immediatamente prima di eseguire lo studio.

I medici stabiliscono l'intervallo di tempo richiesto, per quante ore non puoi mangiare cibo prima dell'analisi. Di regola, lo è da 8 a 14 ore. Questo è il tempo necessario in cui è possibile ottenere un risultato affidabile in futuro. Non è richiesto un digiuno più lungo, poiché questa condizione può portare ad una marcata diminuzione del glucosio nel sangue periferico.

La procedura di prova principale è che una donna incinta sarà offerta per bere un bicchiere di glucosio. Ha un sapore dolce, molto piacevole. Attualmente, ci sono vari metaboliti del glucosio che possono essere utilizzati per condurre questo test. Uno di questi è il rimedio monoidrato. Se i metaboliti del glucosio sono somministrati per via orale, per iniezione, il dosaggio in questo caso cambia significativamente.

Dopo che una donna incinta ha bevuto un bicchiere di glucosio, viene prelevato del sangue per determinare il glucosio da lei altre 4 volte, ogni 30 minuti. Per valutare il risultato, tutti i valori ottenuti vengono utilizzati in futuro. In alcuni casi, è possibile condurre la ricerca in un modo diverso.

Allo stesso tempo, il sangue venoso viene prelevato per l'analisi immediatamente e 2 ore dopo la prima assunzione. È importante notare che in questo caso possono apparire risultati falsi positivi.

In alcuni laboratori, viene aggiunto del succo di limone per migliorare il gusto di tale soluzione dolce diagnostica. Questo non influisce sul risultato, ma può ridurre significativamente la nausea durante questo studio. Alcune mamme vengono in questa clinica, prendono una fetta di limone. L'acido citrico è particolarmente indicato per le donne incinte che hanno una grave gestosi o un riflesso emetico.

Attualmente, per l'analisi, il sangue capillare non viene prelevato dal dito. Un risultato più affidabile aiuta a ottenere il sangue venoso. Mostra una concentrazione più accurata di glucosio nel corpo. Nel sangue capillare, si verifica la miscelazione con la linfa, che si traduce in un risultato in qualche modo inaffidabile.

Il prelievo di sangue da una vena ora è molto sicuro. Molte future mamme soffrono questa ricerca piuttosto tranquillamente. Il prelievo di sangue da una vena è portato da loro, di regola, molto più facile di puntura di dito frequente. Gli aghi sottili, utilizzati per eseguire questa analisi, non provocano alcun dolore.

Per lo studio sono stati usati speciali tubi a vuoto. Ti permettono di prendere rapidamente un bel po 'di sangue venoso per l'analisi. Questa caratteristica è dovuta alla differenza di pressione tra l'interno del tubo e l'ambiente esterno.

La sicurezza del prelievo di sangue con tali siringhe da vuoto è piuttosto ampia, poiché vengono utilizzati solo strumenti medici monouso.

All'interno dei tubi, in cui viene prelevato il sangue, ci sono sostanze chimiche speciali che impediscono l'ossidazione del sangue. Questi strumenti aiutano anche a mantenere una certa concentrazione di glucosio per qualche tempo. Il loro uso ti consente di ottenere un risultato abbastanza affidabile. In alcune situazioni, è possibile eseguire la determinazione simultanea del livello di emoglobina glicata.

Per ottenere il risultato, una provetta con sangue venoso viene posizionata con un apparecchio speciale - analizzatore. Gli strumenti moderni utilizzati per questo test sono ora completamente automatici. Ti consentono di ottenere non solo risultati accurati ma affidabili. Tuttavia, in alcuni casi gli errori tecnici sono ancora possibili. Di solito questo accade più spesso in caso di violazione della tecnica di campionamento del sangue da parte del tecnico di laboratorio.

formazione

Prima di condurre questa analisi di laboratorio, tutte le future mamme riceveranno raccomandazioni. Il rispetto di questi è necessario per ottenere un risultato più affidabile. Va ricordato che se gli indicatori ottenuti dal test tollerante al glucosio si dimostrano inaffidabili, allora il medico prescriverà un secondo studio.

Per evitare questo, è necessario condurre attentamente la preparazione necessaria prima di condurre il test.

Una varietà di fattori può influenzare i risultati accurati. L'uso anche di una piccola quantità di bevande alcoliche può provocare una distorsione del risultato. Per ottenere valori più accurati alla vigilia dello studio dovrebbe essere escluso anche l'assunzione di tinture alcoliche medicinali. Se una donna incinta abusa di sigarette, va notato che è severamente vietato fumare alla vigilia e immediatamente prima di eseguire tale procedura diagnostica.

Malattie infettive acute o esacerbazioni di malattie croniche degli organi interni, accompagnate da febbre, portano al fatto che i risultati dello studio sono significativamente distorti. 2-3 giorni prima di eseguire questo test di laboratorio, è necessario escludere lo sforzo fisico. Anche la banale pulizia di un appartamento può portare al fatto che i risultati possono essere notevolmente distorti.

Se lo studio viene eseguito nella stagione calda, il risultato di tale test potrebbe essere distorto. La disidratazione del corpo provoca spesso una distorsione dei risultati.

Al fine di evitare questo, prima del test del glucosio tollerante, la futura mamma dovrebbe seguire il consueto regime di bere fisiologico.

Grave stress psicoemotivo alcuni giorni prima che i test di laboratorio possano portare a risultati distorti. In questo caso, è possibile ottenere sia risultati falsi positivi che falsi negativi. I medici raccomandano a una donna incinta di eseguire questo test. Non essere nervoso e cerca di essere il più calmo possibile.

Tasso di analisi

L'elevato test tollerante il glucosio (PGTT) può verificarsi in varie situazioni cliniche. Se al momento dello studio fossero stati rilevati aumenti persistenti del livello di glucosio, il test dovrebbe essere ulteriormente ricontrollato. Solo allora i dottori possono diagnosticare il diabete gestazionale. Donare sangue per la ricerca dovrebbe anche essere più volte, come richiesto dal metodo di esecuzione di questo test.

Diabete gestazionale - Questa è una malattia estremamente sfavorevole con un progressivo aumento dei sintomi avversi. Una falsa diagnosi eccessiva in questo caso può portare al fatto che una donna incinta ha prescritto farmaci che porteranno a effetti indesiderati. Solo l'endocrinologo stabilisce la diagnosi di diabete gestazionale. Per fare ciò, può inviare la futura mamma al laboratorio per la consegna e altri test di laboratorio ausiliari.

Normalmente, i valori di glicemia a digiuno devono essere inferiori a 5,1 mmol / l. Dopo 60 minuti, il livello di zucchero non deve superare 10 mmol / l. 2 ore dopo lo studio, i suoi valori ematici in una donna incinta sana non eccedono 8,5 mmol / l.

Decodifica risultati

I medici identificano diversi criteri che indicano la presenza di segni di diabete gestazionale nel corpo della futura gestante. In questo caso, il glucosio a digiuno è nell'intervallo da 5,1 a 6,9 mmol / l. Già in 55-60 minuti, i suoi valori salgono sopra 10 mmol / l. Dopo un paio d'ore, gli indicatori di zucchero nel sangue periferico raggiungono valori da 8,5 a 11 mmol / l.

Ci sono anche situazioni cliniche in cui la formulazione del diabete gestazionale è un po 'più facile. In questo caso, il livello di glucosio a digiuno dovrebbe essere superiore a 7 mmol / l. Dopo aver consumato la soluzione zuccherina, il livello di zucchero nel sangue supera 11 mmol / l. I medici possono considerare questa condizione come una vivida manifestazione del diabete.

Se l'aumento del test di tolleranza al glucosio si è verificato solo durante la gravidanza, allora questa condizione patologica è chiamata diabete gestazionale. È importante notare che выявленные отклонения могут придти в норму уже после рождения ребенка. Такое преходящее состояние должно стать поводом для мамочки контролировать сахар крови периодически регулярно в течение жизни.

Для подтверждения диагноза требуется обязательное определение гликированного гемоглобина. Questo indicatore mostra la dinamica del glucosio nel sangue per diversi mesi. Attualmente, gli esperti di molti paesi utilizzano questo indicatore per verificare le diagnosi accertate del diabete. Normalmente, la lettura dell'emoglobina glicata non deve superare il 6,5%.

Tali test combinati sono necessariamente effettuati a tutte le future mamme ad alto rischio di sviluppo del diabete. Durante l'intero periodo di gravidanza, questi studi possono essere effettuati più volte. Ciò consente risultati più accurati. Dopo il parto, vengono anche determinati i livelli di emoglobina glicata e viene valutata la glicemia periferica.

Se gli indicatori sono normalizzati, la diagnosi di diabete mellito è esclusa.

Se la mamma è ad alto rischio di possibile comparsa di iperglicemia, lo studio con carico di zucchero deve essere effettuato alle 24-28 settimane di gestazione. Uno studio su queste date è il miglior screening per il diabete. Alla fine della gravidanza, è molto più difficile e più pericoloso per il feto rilevare anomalie.

Se il test della futura mamma mostra un eccesso significativo rispetto agli indicatori normali, a lei verrà assegnato uno speciale alimento terapeutico. Limita significativamente l'assunzione giornaliera di carboidrati "veloci". Mangiare focacce, caramelle e cioccolato per una donna incinta in questo caso è severamente proibito.

Un'alternativa a tali carboidrati pericolosi può essere frutti abbastanza sani. Tuttavia, va ricordato che contengono una quantità piuttosto grande di fruttosio - zucchero naturale. Consumarli dovrebbero essere dosati.

Bevande gassate dolci, così come i succhi confezionati dalla razione giornaliera della futura mamma, che ha segni di diabete gestazionale, sono completamente esclusi. Le migliori bevande in questo caso saranno acqua pura, così come composte non zuccherate e bevande alla frutta, bollite in casa da frutta o bacche.

L'intero ulteriore periodo di gravidanza della futura madre, che ha segni di diabete gestazionale, si svolge sotto il controllo obbligatorio dell'endocrinologo. Per identificare la dinamica della malattia in una donna incinta, il sangue viene preso più volte per determinare il suo livello di zucchero.

La prescrizione di medicine che abbassano il glucosio in questo caso, di regola, non è effettuata. Tali farmaci sono generalmente prescritti per il decorso grave e scarsamente controllato di una determinata condizione patologica.

Oh, come fare il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza, guarda il prossimo video.

Com'è il test di tolleranza al glucosio?

Quando si esegue un test di tolleranza al glucosio in un paziente, vengono prelevati diversi campioni di sangue:

1) a stomaco vuoto
2) 1 ora dopo il caricamento del glucosio,
3) 2 ore dopo il caricamento del glucosio.

I risultati più affidabili si ottengono stimando il livello di glucosio con un intervallo di 30 minuti. A intervalli di tempo più lunghi, un picco può essere perso, indicando il rischio di sviluppare il diabete.

Metodi per rilevare il metabolismo dei carboidrati compromessa

La prevalenza del diabete tra le donne incinte è in media del 4,5% in Russia nel loro numero totale. Nel 2012, il Consenso Nazionale Russo ha definito il GDM e raccomandato per l'applicazione pratica nuovi criteri per la sua diagnosi, così come il trattamento e l'osservazione post-partum.

Il diabete mellito in gravidanza è una malattia caratterizzata da glicemia alta, che viene rilevata per la prima volta, ma non soddisfa i criteri adottati per la prima malattia (manifest). Questi criteri sono i seguenti:

  • il contenuto di zucchero a digiuno è superiore a 7,0 mmol / l (di seguito gli stessi nomi di unità) o uguale a questo valore
  • la glicemia, confermata nella rianalisi, che è in qualsiasi momento durante il giorno e indipendentemente dalla dieta, è uguale o superiore a 11,1.

In particolare, se una donna ha un livello di zucchero a digiuno nel plasma venoso è inferiore a 5,1 e quando viene somministrata per via orale per la tolleranza al glucosio 1 ora dopo il carico è inferiore a 10,0, dopo 2 ore - inferiore a 8,5, ma superiore a 7,5 - Queste sono le opzioni standard per le donne incinte. Allo stesso tempo, per le donne non gravide, questi risultati indicano una violazione del metabolismo dei carboidrati.

Qual è la durata del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza?

Il rilevamento del metabolismo dei carboidrati avviene in fasi:

  1. È richiesto il sondaggio di fase I. Viene nominato alla prima visita di un medico di qualsiasi profilo da una donna per un massimo di 24 settimane.
  2. Allo stadio II, un test orale di tolleranza al glucosio viene eseguito con 75 grammi di glucosio per un periodo di 24-28 settimane di gestazione (in modo ottimale, 24-26 settimane). In alcuni casi (vedi sotto), tale studio è possibile fino a 32 settimane, con un rischio elevato - a partire da 16 settimane, con la rilevazione dello zucchero nei test delle urine - da 12 settimane.

Lo stadio I deve condurre uno studio di laboratorio sul glucosio plasmatico a digiuno dopo un digiuno di 8 ore (non meno). È anche possibile studiare il sangue e indipendentemente dalla dieta. Se le norme vengono superate, ma il contenuto di glucosio nel sangue è inferiore a 11,1, questa è un'indicazione per ripetere lo studio a stomaco vuoto.

Se i risultati del test soddisfano i criteri per il diabete (manifest) diagnosticato di recente, la donna si rivolge immediatamente a un endocrinologo per ulteriori osservazioni e trattamenti appropriati. In caso di contenuto di glucosio a digiuno superiore a 5,1, ma inferiore a 7,0 mmol / l, viene diagnosticata la GSD.

Come condurre un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il test per la tolleranza al glucosio viene effettuato per tutte le donne nei seguenti casi:

  1. L'assenza di deviazioni dalla norma nei risultati della prima fase dell'indagine all'inizio della gravidanza.
  2. La presenza di almeno uno dei segni di un alto rischio di HSD, segni ecografici di disturbi del metabolismo dei carboidrati nel feto o alcune dimensioni ultrasoniche del feto. In questo caso, il test potrebbe includere la 32a settimana.

I segni di alto rischio includono:

  • alto grado di obesità: l'indice di massa corporea è 30 kg / m2 e superiore,
  • la presenza di diabete mellito nei prossimi parenti (di prima generazione),
  • la presenza di diabete mellito gestazionale o di qualsiasi metabolismo di carboidrati in passato, in questo caso, i test vengono effettuati alla prima visita dai medici (a partire da 16 settimane).

Il test di tolleranza al glucosio è pericoloso durante la gravidanza?

Questo studio non presenta rischi per donne e feti fino a 32 settimane. Trattenerlo dopo il periodo specificato può essere pericoloso per il feto.

I test non sono condotti in caso di:

  • tossicosi precoce delle donne incinte,
  • conformità con il riposo a letto
  • la presenza di malattie dello stomaco operato,
  • la presenza di colecistopancreatite cronica nella fase acuta,
  • la presenza di malattie infiammatorie acute infettive o acute.

Fasi di

  1. Prendendo il primo campione di sangue da una vena e conducendo la sua analisi. Nel caso in cui i risultati indichino la presenza di diabete mellito di nuova diagnosi o gestazionale, lo studio è terminato.
  2. Condurre il carico di zucchero con i normali risultati del primo stadio. Consiste nel paziente che riceve 75 g di polvere di glucosio sciolta in 0,25 l di acqua calda (37-40 ° C) per 5 minuti.
  3. Successiva campionatura e analisi di campioni successivi dopo 60 minuti e poi dopo 120 minuti. Se il risultato della seconda analisi indica la presenza di GSD, la terza raccolta di sangue viene annullata.

Interpretazione dei risultati del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Quindi, se la concentrazione di glucosio a digiuno nel sangue è inferiore a 5,1, questa è la norma, sopra 7,0 - manifestare il diabete, se supera il 5,1, ma allo stesso tempo, sotto 7,0 o 60 minuti dopo carichi di glucosio - 10,0, o dopo 120 minuti - 8,5 - questo è GSD.

Tab. 1 Soglia di glucosio plasmatico venoso per la diagnosi di GSD

Tab. 2 Valori soglia di glucosio plasmatico venoso per la diagnosi di diabete manifesto durante la gravidanza

L'approccio corretto per identificare e trattare il diabete (se necessario) riduce notevolmente i rischi di complicazioni durante la gravidanza e il parto e il grado di rischio di sviluppare diabete in un futuro lontano tra le donne predisposte.

Caratteristiche fisiologiche

Nel pancreas umano sono prodotti due principali ormoni che controllano il metabolismo dei carboidrati: insulina e glucagone. 5-10 minuti dopo aver mangiato un pasto, la concentrazione di glucosio aumenta nel sangue. In risposta, l'insulina viene rilasciata. L'ormone contribuisce all'assorbimento dello zucchero da parte dei tessuti e una diminuzione della sua concentrazione nel plasma.

Il glucagone è un antagonista dell'ormone dell'insulina. In caso di fame, provoca il rilascio di glucosio dal tessuto epatico nel sangue e fornisce un aumento della quantità di zucchero nel plasma.

Normalmente, una persona non ha episodi di iperglicemia - un aumento della glicemia superiore alla norma. L'insulina assicura il suo rapido assorbimento da parte degli organi. Quando si riduce la sintesi dell'ormone o la sensibilità ridotta ad esso, si manifestano patologie del metabolismo dei carboidrati.

La gravidanza è un fattore di rischio per le patologie metaboliche. Entro la metà del secondo trimestre del periodo di gestazione, si osserva una diminuzione fisiologica della sensibilità all'insulina. Ecco perché, in questo momento, alcune donne incinte hanno il diabete gestazionale.

Cosa prova la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

La nutrizione irrazionale, la predisposizione ereditaria e gli effetti dannosi dell'inquinamento ambientale portano alla diffusione di malattie del sistema endocrino. Il diabete mellito nascosto è più comune nel periodo di gestazione, per il motivo che i processi metabolici rallentano, il corpo nel suo complesso è sottoposto a una pressione tremenda.

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza viene effettuato per determinare il diabete gestazionale, che è pericoloso solo durante lo sviluppo fetale. Di norma, immediatamente dopo il parto, tutti i segni della malattia scompaiono da soli, ma senza terapia di supporto esiste il rischio di un tipo manifest (permanente) di malattia.

Nelle donne, c'è sempre una domanda completamente logica sul perché stanno facendo un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza, a cosa serve? Quando si risponde, è necessario capire che la tolleranza al glucosio è data al fine di determinare la digestione ottimale e l'utilizzo di zucchero nel sangue, dal momento che nel diabete gestazionale non ci sono sintomi significativi sospettati di avere la malattia. Per le donne incinte, un test del glucosio è prescritto per un periodo da 24 a 28 settimane, ed è in questa fase che compare un alto rischio di insorgenza del processo patologico.

Come fare un test per lo zucchero con glucosio durante la gravidanza

La donna usa costantemente la soluzione di glucosio, le cui revisioni indicano stucchevolezza, ma per valutare correttamente il funzionamento del sistema, è necessario bere tutto. In primo luogo, è necessario diluire 50 grammi per 200 ml di acqua, quindi 75 grammi e alla fine 100 grammi. Viene effettuato un esame del sangue per il contenuto di zucchero e viene dato a intervalli di 30 minuti, a seconda degli indicatori. I passaggi successivi potrebbero non essere necessari se i risultati delle analisi precedenti superano i valori normali.

Viene eseguito un "test dello zucchero" per capire come il pancreas gestisce il carico, il corpo dovrà produrre una quantità significativa di insulina e il glucosio dovrebbe essere in un rapporto normale.

Informazioni generali

Il diabete mellito nelle donne in gravidanza (gestazionale) presenta differenze rispetto al decorso classico della malattia. Prima di tutto, riguarda gli indicatori quantitativi del test - che per le pazienti non gravide determina la violazione del metabolismo dei carboidrati, per le future madri può essere considerata la norma. Ecco perché, per lo studio delle donne in gravidanza, viene eseguito uno speciale test di tolleranza al glucosio secondo il metodo O'Salivan. L'analisi prevede l'uso del cosiddetto "carico di zucchero", che consente di identificare la patologia dell'assorbimento di glucosio nel corpo.

Nota: le future madri sono a rischio per lo sviluppo del diabete. Ciò è dovuto alla ristrutturazione dei processi metabolici nel corpo, a seguito della quale sono possibili violazioni dell'assorbimento di un particolare componente. Inoltre, il diabete gestazionale può essere asintomatico per lungo tempo, quindi è difficile diagnosticare senza GTT.

Di per sé, il diabete gestazionale non è pericoloso e passa da solo dopo la nascita del bambino. Tuttavia, se non si fornisce una terapia di supporto che sia sicura per la madre e il bambino, aumenta il rischio di complicazioni. Lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2 dovrebbe anche essere evidenziato come pericoloso per una donna.

Termini GTT in donne in gravidanza

L'analisi della tolleranza al glucosio deve essere effettuata alla 16-18 settimana di gravidanza, ma non oltre 24 settimane. In precedenza, lo studio non è informativo, poiché la resistenza all'insulina (resistenza) alle donne incinte inizia a salire solo nel secondo trimestre. Il test può essere effettuato dalla settimana 12, se il paziente ha un aumento di zucchero nell'analisi biochimica delle urine.

La seconda fase dell'esame è prescritta alle 24-26 settimane, ma non oltre il 32, poiché alla fine del terzo trimestre, il carico di zucchero può essere pericoloso sia per la madre che per il bambino.

Se i risultati dell'analisi coincidono con i criteri per il diabete di nuova diagnosi, la madre in attesa viene indirizzata a un endocrinologo per prescrivere una terapia efficace.

Il test di tolleranza al glucosio viene somministrato alle donne in gravidanza a rischio:

  • la presenza del diabete nella storia familiare,
  • sviluppo del diabete gestazionale in gravidanze precedenti,
  • indice di massa corporea supera il coefficiente di 30 (obesità),
  • portando un bambino grande (da 4 a 4,5 kg) o casi di nascita di bambini grandi nella storia,
  • L'analisi biochimica preliminare dell'urina di una donna incinta mostrava un'aumentata concentrazione di glucosio,
  • un esame del sangue ha mostrato un livello di zucchero nel plasma superiore a 5,1 mmol / l.

Il test è inappropriato nei seguenti casi:

  • tossicosi precoce con sintomi pronunciati,
  • malattia del fegato,
  • pancreatite (infiammazione del pancreas) in forma acuta,
  • ulcera peptica (danni al rivestimento interno del tubo digerente),
  • ulcera gastrica, gastrite,
  • Morbo di Crohn (lesione granulomatosa dell'apparato digerente),
  • sindrome da dumping (accelerando il movimento del contenuto dello stomaco nell'intestino),
  • la presenza di malattie infiammatorie, virali, infettive o batteriche,
  • gestazione tardiva.

date

La maggior parte degli esperti consiglia un sondaggio tra 24 e 26 settimane di gestazione. A questo punto, si verifica una diminuzione fisiologica della sensibilità all'insulina.

Se è impossibile condurre un'analisi in un momento specifico, è consentito un appuntamento fino a 28 settimane. L'esame in una data successiva di trasporto è possibile nella direzione del medico. All'inizio del terzo trimestre, viene registrata la massima diminuzione della sensibilità all'insulina.

È inappropriato testare fino a 24 settimane nelle donne senza concomitanti fattori di rischio. L'abbassamento fisiologico della tolleranza all'insulina è raramente osservato nella prima metà del periodo di gestazione.

Tuttavia, ci sono gruppi a rischio di interrompere il metabolismo dei carboidrati. A tali donne viene mostrato un test di tolleranza al glucosio a doppia condotta. La prima analisi è prescritta all'inizio del secondo trimestre di gravidanza - tra 16 e 18 settimane. La seconda raccolta di sangue viene effettuata in modo pianificato - da 24 a 28 settimane. A volte alle donne viene mostrata una ricerca aggiuntiva nel terzo trimestre di gravidanza.

Un singolo esame del sangue per la tolleranza viene mostrato a tutte le future mamme. L'analisi consente di diagnosticare la patologia e scegliere un trattamento efficace nelle fasi iniziali.

Ogni donna ha il diritto di decidere la questione del superamento del test. In caso di dubbio, la futura mamma può rifiutare lo studio. Tuttavia, i medici raccomandano il passaggio obbligatorio di GTT a tutte le donne incinte.

La maggior parte dei casi di diabete gestazionale sono asintomatici. La malattia rappresenta una seria minaccia per la vita e la salute del feto. È il test di tolleranza al glucosio che consente di stabilire una diagnosi prima dell'inizio dei sintomi.

Esistono 7 gruppi di rischio per i quali il passaggio del test per la tolleranza al glucosio viene mostrato almeno due volte:

  1. Donne incinte con una storia di diabete gestazionale.
  2. La presenza di obesità concomitante - indice di massa corporea superiore a 30.
  3. Quando si rileva lo zucchero nell'analisi clinica delle urine.
  4. Nascita di un bambino con una massa superiore a 4000 grammi nella storia.
  5. L'età della futura madre ha più di 35 anni.
  6. Durante la diagnosi di polidramnios durante l'ecografia.
  7. La presenza tra i parenti di pazienti con metabolismo dei carboidrati compromesso.

A questi gruppi di future madri è severamente sconsigliato rifiutarsi di superare il test di tolleranza.

condotta

Il test di tolleranza al glucosio viene effettuato nella stanza di trattamento di una clinica o di un'altra istituzione medica. L'ostetrico-ginecologo che conduce la gravidanza scrive l'analisi. Il prelievo di sangue viene effettuato da un'infermiera.

Il primo stadio del test di tolleranza al glucosio comprende il sangue a digiuno da una vena. La madre mette una bardatura sulla sua spalla, quindi un ago viene inserito nel vaso sulla curva interna del gomito. Dopo le manipolazioni descritte, il sangue viene aspirato nella siringa.

Забранная кровь исследуется на количество глюкозы. При результатах, соответствующих норме, показано проведение второго этапа — перорального теста. Будущей матери следует выпить раствор глюкозы. Для его приготовления используется 75 грамм сахара и 300 миллилитров чистой теплой воды.

Mezz'ora dopo aver consumato la soluzione, una donna incinta ri-dona il sangue da una vena. Al ricevimento dei risultati normali, vengono mostrati ulteriori recinti dopo 60, 120 e 180 minuti dall'assunzione di glucosio.

Durante il test per la tolleranza al glucosio, si raccomanda che la futura gestante sia sorvegliata da personale medico. L'intervallo di tempo tra il prelievo di sangue di una donna incinta trascorre nel corridoio dell'istituto medico. Alcune cliniche sono dotate di speciali aree di riposo con divani, librerie e TV.

Guarda il video: La curva glicemica in gravidanza: a cos'è e a cosa serve (Gennaio 2020).

Loading...