Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Dieta per pancreatite: caratteristiche nutrizionali nell'infiammazione acuta e cronica del pancreas, alimenti consentiti e proibiti

La nutrizione per la pancreatite è uno dei punti principali del suo trattamento, una parte necessaria di esso. Oltre alla terapia farmacologica, la dieta per questa malattia svolge lo stesso ruolo importante dei farmaci. La nutrizione nel processo infiammatorio nel pancreas è anche una misura della prevenzione della esacerbazione della malattia.

La pancreatite sconvolge l'ingresso di enzimi sintetizzati dal pancreas nel duodeno: alcuni di essi rimangono nella ghiandola stessa. Ciò aggrava il processo infiammatorio, c'è un'ulteriore interruzione delle funzioni, inclusa la produzione di insulina. Se non curato, si sviluppa il diabete mellito. La mancata osservanza della dieta porta ad un'ulteriore progressione della malattia, alla comparsa di complicazioni.

Alimentazione dietetica per pancreatite

La nutrizione per pancreatite dipende dal decorso della malattia. Per i pazienti è stata creata una dieta speciale - tabella n. 5p: la sua prima parte è utilizzata per la pancreatite acuta, la seconda come base nutrizionale per il decorso cronico.

• riduzione dell'irritazione delle mucose degli organi digestivi,

• ridurre l'accumulo di grasso nel pancreas e nel fegato.

Cibo per pancreatite acuta

In forma acuta, quando si tratta di dolori intensi nell'ipocondrio sinistro, nausea, vomito, diarrea, durante i primi 3 giorni è necessario osservare la fame, il freddo (nell'area del pancreas) e il riposo. L'acqua minerale senza gas (Borjomi, Narzan, Essentuki n. 4) è consentita a piccoli sorsi - 4-5 bicchieri al giorno. Il liquido riduce l'acidità nello stomaco, riduce il dolore, rimuove le tossine. È necessario lasciare questa modalità gradualmente. Il terzo giorno, l'infusione di rosa canina, il tè verde, la gelatina, il pollo bollito, i brodi vegetali e il porridge a base d'acqua vengono gradualmente introdotti nella dieta. I prodotti utilizzati devono essere meccanicamente e biochimicamente delicati.

Requisiti nutrizionali di base per la pancreatite acuta

Nella fase acuta della malattia è severamente vietato:

• piatti piccanti, salati, grassi, fritti e affumicati,

• condimenti che irritano le mucose.

La dieta dovrebbe contenere:

• proteine, grassi e carboidrati in quantità sufficienti,

• tutte le vitamine necessarie.

Ci sono alcuni requisiti obbligatori per cucinare nella pancreatite acuta:

• prodotti da forno senza olio,

Devi rispettare una certa consistenza del cibo consumato:

• temperatura - il cibo deve essere caldo (molto freddo ed estremamente caldo è controindicato),

• frequenza di frequenza - mangiare ogni 3 ore in piccole porzioni,

• masticare lentamente e accuratamente,

• l'uso di liquidi - nel processo di mangiare non può berlo.

La quantità giornaliera di cibo consumata durante l'esacerbazione della malattia non deve superare le 2500 kcal.

Dieta alimentare con esacerbazione di malattie croniche

Nella fase acuta della malattia è assolutamente impossibile usare:

• uova strapazzate e sode,

• frutta e verdura fresca, succo di frutta aspro,

• cibo marinato, cibo affumicato, cibo in scatola,

• pane fresco, dolci, muffin.

La dieta dovrebbe contenere principalmente proteine ​​animali - 90 g, vegetali - 40 g al giorno. Hanno un ruolo nel mantenere il normale metabolismo. È anche importante mangiare grassi con una predominanza di animali, la cui quota è pari all'80% nella dieta giornaliera. Il burro si consiglia di aggiungere ai piatti pronti, il latte dovrebbe essere usato in cereali, zuppe, baci. Kefir utile, formaggi a basso contenuto di grassi. Consumo giornaliero di carboidrati: non meno di 130 g.

Alimenti consentiti per pancreatite cronica:

• pane di frumento raffermo,

• carne di pesce di fiume, pollame, vitello, coniglio,

• prodotti caseari a basso contenuto calorico,

• vari cereali (preferibilmente riso, grano saraceno, farina d'avena),

• tè, decotti di rosa selvatica, bacche e frutti.

Durata della dieta per pancreatite

I tempi di conformità con una dieta parsimoniosa per la pancreatite dipendono dalla fase della malattia. Nella pancreatite acuta, il trattamento avviene in un ospedale per 15-20 giorni e l'esacerbazione della pancreatite cronica viene trattata in regime ambulatoriale. Dopo la fine del corso terapeutico in ospedale, è necessario seguire una dieta per almeno 6 mesi.

Poiché la nutrizione dietetica nella pancreatite acuta è a basso contenuto calorico (1.500-1.700 kcal al giorno) - questo è il suo incompleto rispetto degli standard per il consumo di sostanze necessarie per il corpo - il rispetto di questa dieta non dovrebbe superare i 10-14 giorni.

La nutrizione per la pancreatite, che è passata nella fase cronica, dovrebbe essere una dieta per tutta la vita. Ciò impedisce lo sviluppo di recidiva e alterazioni del metabolismo dei carboidrati associati alla produzione di insulina. Anche con una remissione prolungata, rompere la dieta può esacerbare la malattia. Assegnato alla dieta numero 5 p, la seconda parte. La mancata osservanza di una dieta terapeutica appositamente sviluppata può causare dolore dopo errori nel cibo, nausea, vomito, diarrea. Con una malnutrizione stabile durante la remissione, la malattia può peggiorare e una possibile recidiva richiederà più sforzi di trattamento rispetto alle precedenti riacutizzazioni.

La caloria giornaliera di cibo è di 2700 kcal, mentre la dieta contiene tutti i nutrienti necessari per il corpo. Il fabbisogno corporeo al giorno:

• nelle proteine ​​- 140 g al giorno,

• in carboidrati - 300 g,

Le verdure e i frutti usati devono essere lavorati termicamente, perché contengono una grande quantità di fibre.

Un esempio di menu per pancreatite per tre giorni, progettato per una persona.

Primo giorno

Colazione: una frittata di vapore da proteine ​​di due uova di gallina, cereali di grano saraceno, tè.

Snack: budino di ricotta a basso contenuto di grassi, una composta di pere e mele.

Pranzo: patate bollite con una cotoletta di varietà di pesce a bassa percentuale di grassi, infuso di rosa canina.

Sicuro ,: Kissel da bacche.

Cena: polpette di carne al vapore, fiocchi d'avena, composta di albicocche.

Snack: kefir a basso contenuto di grassi.

Secondo giorno

Colazione: farina d'avena con l'aggiunta di latte magro diluito, pasta magra, tè.

Spuntino: cagliata di formaggio a base di ricotta a basso contenuto di grassi, al vapore, bevanda a base di cicoria.

Pranzo: zuppa di patate con polpette di pollo, zucchine stufate, composta di pere.

Spuntino: biscotti con gelatina di frutta e bacche.

Cena: cavolfiore al forno, pesce al vapore, tè.

Terzo giorno

Colazione: porridge di riso con aggiunta di purea di albicocca, tè verde.

Spuntino: omelette di albume, bacello d'avena.

Pranzo: purea di zucca, cheesecake con panna acida a basso contenuto di grassi, composta.

Spuntino: mela al forno con tè.

Cena: casseruola di pesce magro e patate, purea di carote, tè.

Snack: cracker di grano, kefir a basso contenuto di grassi.

Tale dieta viene calcolata caso per caso individualmente, tenendo conto delle condizioni generali del paziente, delle sue caratteristiche costituzionali e dello stadio della malattia. Per le ricette per piatti sani, i pazienti con pancreatite sono presi da cibi ordinari, quindi preparare un pasto dietetico e seguire il regime nutrizionale sviluppato dal medico non presenta difficoltà.

Funzioni del corpo

Il pancreas è eterogeneo nella struttura e nella funzione dei suoi tessuti. La parte principale delle sue cellule produce succo pancreatico - un alcali concentrato con enzimi disciolti in esso (o meglio, i loro precursori inattivi). Il succo pancreatico forma il tratto digestivo intestinale. I batteri che popolano i suoi vari dipartimenti svolgono un ruolo importante ma di supporto.

Attraverso il tessuto pancreatico si trova la principale via di espulsione della bile. Conduce dalla cistifellea al duodeno, cadendo proprio all'uscita del suo lume nel condotto principale della ghiandola stessa. Come risultato, alcali, enzimi e bile entrano nell'intestino non separatamente, ma nella forma di una "miscela" già pronta.

Cause di malattia

Nella fase acuta, la pancreatite porta al blocco dei piccoli dotti della ghiandola, attraverso il quale il succo pancreatico scorre nel principale, e quindi nel lume del duodeno. L'effetto della sua "auto-digestione" accumulata all'interno degli enzimi. La pancreatite acuta può essere causata dai seguenti motivi.

  • Calcoli biliari. Sorgono a causa di patologie infiammatorie del fegato o della cistifellea, anomalie della composizione della bile (sono causate da sepsi, assunzione di farmaci per aterosclerosi, diabete, stessa malattia epatica).
  • L'infezione. Virale (parotite, epatite, ecc.) O parassitaria (elmintiasi). L'agente patogeno infetta le cellule della ghiandola, provoca gonfiore dei tessuti e altera la sua funzione.
  • Farmaci. Gli effetti tossici dell'aterosclerosi, degli steroidi e di alcuni antibiotici.
  • Deviazioni nella struttura o nella posizione. Possono essere congeniti (piegamento della cistifellea, condotti troppo stretti, ecc.) O acquisiti (cicatrizzazione dopo l'intervento chirurgico o esame traumatico, tumore).

La pancreatite cronica può essere vista più spesso negli alcolisti e nei diabetici ubriachi "con esperienza" di almeno cinque anni. Ciò che importa qui è il processo autoimmune nella ghiandola, che ha causato l'infiammazione o l'uso di farmaci antidiabetici (metformina). Ma può anche accompagnare le seguenti malattie.

  • Patologia intestinale Soprattutto il duodeno, compresa la duodenite (infiammazione delle pareti) e l'erosione.
  • Malattie vascolari Tutte le ghiandole devono essere attivamente rifornite di sangue. Anomalie congenite e disturbi della coagulazione (emofilia, trombosi) svolgono un ruolo speciale qui.
  • Lesioni. Lesioni penetranti, interventi, gravi colpi allo stomaco.

La causa meno comune di pancreatite è lo spasmo dello sfintere di Oddi, che termina con una colecisti e un dotto pancreatico comuni. Lo sfintere di Oddi si trova proprio all'uscita dal duodeno. Normalmente, regola la fornitura "porzionata" di succo pancreatico e bile nella sua cavità, ti permette di quasi fermarlo tra i pasti e aumentarlo bruscamente quando una persona si siede al tavolo. Inoltre impedisce il ritorno del contenuto dell'intestino insieme a vari agenti patogeni (batteri, composti estranei, vermi) nella cavità del pancreas o della cistifellea.

Lo sfintere di Oddi non è soggetto a spasmi, come tutti i "divisori" di muscoli lisci di questo tipo. Per molto tempo una cosa come la sua stessa disfunzione non esisteva in medicina. Fu sostituito da varie sindromi da "discinesia biliare" e "postcolecistectomia" (una complicazione della rimozione della cistifellea). Ma in realtà, il suo spasmo è una cosa rara solo durante il normale funzionamento del sistema nervoso. Ma spesso incontra disturbi neurologici o come risultato dell'attivazione dei recettori del dolore - quando le pietre che escono dalla cistifellea lo irritano, la sua lesione si verifica.

La pancreatite acuta inizia ed è accompagnata da insopportabile (fino alla perdita della coscienza) che circonda il dolore in tutto l'addome superiore, sotto le costole. Antispasmodici, antidolorifici e antibiotici non lo rimuovono, né sono comuni medicinali "dal cuore" - "Corvalol", nitroglicerina. Anche una nutrizione speciale non allevia il dolore: hai bisogno di un medico, non di una dieta. Di solito, anche se non sempre, si osserva la sua irradiazione verso l'alto verso il cuore, sotto la clavicola, verso la colonna toracica, a causa della quale i pazienti possono confondere i sintomi della pancreatite con infarto o esacerbazione dell'osteocondrosi. Ciò è facilitato dalle reazioni a cascata del corpo a uno stimolo di forza critica:

  • picchi di pressione sanguigna (ipertensione e ipotensione sono ugualmente probabili),
  • interruzioni del battito cardiaco
  • svenimento,
  • sudore freddo e appiccicoso.

Un sintomo caratteristico della pancreatite è costituito da feci liquide, un materiale pastoso, contenente frammenti di cibo e grassi semi-digeriti. Appare solo poche ore dopo l'inizio della malattia. Entro la fine del primo giorno, si nota una decolorazione delle feci con l'urina. Normalmente, il colore giallo-marrone macchia la loro bilirubina dalla bile, che è stata usata per la digestione. E a causa della sovrapposizione del condotto, non entra nell'intestino. Il secondo o il terzo giorno, il paziente sviluppa flatulenza, "succhiare" nello stomaco e vomitare alla vista di cibi grassi o piccanti.

La pancreatite cronica si verifica anche con dolore, ma non così pronunciato. Possono aumentare dopo un'ora dopo aver mangiato, specialmente se non era appropriato: freddo, fritto, affumicato, grasso, speziato, accompagnato dall'alcol. Il dolore aumenta in posizione supina, la digestione è disturbata fino alla dispepsia (quando il cibo quasi immutato esce invece delle feci).

effetti

La pancreatite acuta è pericolosa da tessuti pancreatici "succhiatori" veloci (due o tre giorni) attraverso, con conseguente alcalino caustico, bile ed enzimi digestivi attraverso questa "fistola" direttamente nella cavità addominale. Questo scenario si conclude con peritonite versata (infiammazione del peritoneo, che si diffonde rapidamente agli organi addominali), la comparsa di erosioni multiple e la morte.

La peritonite è caratteristica di molte patologie, tra cui un'ulcera perforata, un cancro allo stomaco o all'intestino, un'appendicite, se fosse accompagnata da una scoperta dell'ascesso (a causa di questo scenario, il mago Harry Houdini morì). Se la pancreatite non è stata provocata da un ostacolo meccanico (spasmo dello sfintere di Oddi, pietra, cicatrice, tumore, ecc.), Ma un'infezione, si può sviluppare un ascesso pancreatico purulento. Il suo trattamento tardivo termina anche con una svolta nella cavità addominale.

Enzimi e succo digestivo del pancreas a volte causano pleurite enzimatica - infiammazione della pleura dello stesso tipo come nel caso del peritoneo. Per la pancreatite cronica, quelle ritardate nel tempo sono tipiche, ma più gravi sono le complicazioni che violano il suo lavoro e altri organi.

  • Colecistite. E la colangite è un'infiammazione dei dotti epatici. Loro stessi possono causare pancreatite a causa di colelitiasi accompagnatoria, ma sono spesso formate nell'ordine inverso - come conseguenza.
  • Gastrite. Lo stomaco non è collegato al pancreas tanto quanto il fegato, sebbene si trovi direttamente sotto di esso. La sua infiammazione nella pancreatite insorge non tanto a causa di sostanze di terze parti dalla ghiandola infiammata che entrano nella sua cavità, ma piuttosto a causa dell'insufficienza costante della digestione intestinale, che è costretto a compensare. La dieta per la pancreatite è progettata per ridurre il carico su tutti gli organi della digestione, ma gli "interessi" di uno stomaco relativamente sano sono considerati con meno attenzione. Più pronunciato è il degrado del pancreas, maggiore è il rischio di sviluppare la gastrite.
  • Epatite reattiva Si sviluppa anche in risposta alla costante stagnazione della bile e all'irritazione dei dotti epatici. Talvolta la colestasi, che si è verificata durante la successiva esacerbazione della pancreatite, è accompagnata da ittero. Ecco perché la dieta con pancreatite non può includere alimenti che richiedono una maggiore separazione della bile. Tra questi ci sono carne e pesce grassi, fritti, piccanti, caviale di pesce, altri sottoprodotti animali, cibi affumicati, bevande alcoliche - stimolanti digestivi.
  • Cistosi e pseudocistosi. Queste neoplasie benigne o simulando i loro focolai di ristagno di succo pancreatico derivano dalle stesse difficoltà con la sua escrezione nella cavità del duodeno. Le cisti tendono a periodicamente infiammare e suppurare.
  • Cancro al pancreas Qualsiasi infiammazione cronica è considerata un fattore cancerogeno, poiché provoca irritazione, distruzione accelerata dei tessuti colpiti e una maggiore crescita della risposta. E lui non è sempre benigno. Allo stesso modo, con pancreatite cronica.
  • Il diabete mellito. È lontano dall'essere la prima complicanza "in linea" della pancreatite cronica. Ma più velocemente e in modo più evidente tutto il ferro degrada, più difficile è per le cellule insulari sopravvissute compensare la carenza di insulina, che si verifica a causa della morte dei loro "colleghi" in aree già morte. Sono esausti e cominciano anche a morire. La prospettiva del diabete dopo sette-dieci anni (spesso - anche più veloce, a seconda delle previsioni e delle caratteristiche del ciclo di pancreatite) "esperienza" per il paziente medio diventa più tangibile. A causa della sua minaccia, una dieta di pancreatite dovrebbe idealmente prendere in considerazione il contenuto ridotto di carboidrati non solo grassi, ma anche semplici.

Terapia dietetica

Lo stadio acuto della malattia spesso richiede una disintossicazione urgente, la nomina di antibiotici (di solito un ampio spettro, poiché non c'è tempo per determinare il tipo di patogeno) e talvolta un intervento chirurgico. È necessario se la causa della malattia fosse uno spasmo dello sfintere di Oddi, una pietra o altra ostruzione (tumore) bloccata nel condotto. Al suo completamento, la base del trattamento dovrebbe essere un cibo terapeutico speciale.

Gastroenterologi di solito prendono la dieta n. 5 come base, sviluppata da Manuel Pevzner in epoca sovietica per i pazienti con colecistite e altre patologie che impediscono la sintesi e il deflusso della bile. Ma più tardi l'autore stesso lo cambiò, creando una dieta numero 5p.

Disposizioni generali

Для взрослых пациентов с неярко выраженным течением заболевания подходит вариант стола № 5п без механического щажения — не требующий измельчать пищу до однородной массы. А меню для детей чаще всего приходится составлять из протертых продуктов. У питания в период обострения хронического панкреатита (особенно в первые три дня от его начала) и в острой стадии, наступившей впервые, есть несколько обязательных общих правил.

  • Semplicità. Le ricette dovrebbero essere il più semplici possibile: niente petti ripieni e insalate di carne, anche se tutti gli ingredienti nella loro composizione si adattano separatamente alla dieta.
  • Piena fame nei primi giorni. Con l'esacerbazione della patologia assegnata alla fame. Cioè, solo bevande alcaline calde e iniezioni di mantenimento per via endovenosa (vitamine, glucosio, sodio cloruro).
  • Solo stufatura e bollitura (in acqua, al vapore). Altri modi come cuocere e friggere i tavoli №№ 5 e 5p non implicano.
  • Min Fat Soprattutto se l'attacco è accompagnato (o causato) da colangite, colecistite. Quando è necessario limitare ugualmente strettamente i grassi vegetali e animali, poiché lo stesso agente, la bile, li divide. Al giorno possono essere consumati non più di 10 g, ma in qualsiasi proporzione.
  • Nessuna spezia. Più piccante e speziato.
  • Niente noci Anche i semi sono proibiti. Prodotti di questo tipo sono ricchi di olio vegetale e sono troppo difficili da mangiare anche in polvere.
  • Sale a piacere Il suo consumo non influenza il decorso della patologia, la quantità giornaliera di sale rimane la stessa che negli individui sani - fino a 10 g al giorno.
  • Meno fibra Questo componente, che di solito è apprezzato dai nutrizionisti e dalle persone con problemi digestivi, è severamente limitato in caso di infiammazione del pancreas. Il segreto del suo effetto "magico" sull'intestino è che la fibra non viene digerita, non assorbita e irrita varie parti dell'intestino, stimola la motilità e l'escrezione dell'acqua. La cellulosa aiuta a formare masse fecali, come appare in forma invariata. In caso di infiammazione del pancreas, tutte queste proprietà delle fibre peggioreranno solo la situazione. Si può mangiare solo ricco di amido e polpa, ma relativamente povero di carote in fibra di fibra dura, zucchine, patate, zucca. Il cavolo bianco e rosso è proibito, ma il cavolfiore può essere consumato (sono escluse solo le infiorescenze, i rametti e gli steli).
  • Piccole porzioni Ci sono, come prima, tre volte al giorno in porzioni con un peso totale di mezzo chilogrammo e più, con patologie pancreatiche impossibili. Ci dovrebbero essere almeno cinque pasti al giorno e il peso totale di tutti gli alimenti consumati alla volta non dovrebbe superare i 300 g.
  • Il divieto di soda, caffè, alcol e kvas. Queste bevande sono meglio escluse dalla dieta per sempre. Ma se durante la remissione non devono semplicemente essere portati via, allora durante l'esacerbazione sono severamente proibiti.

Menu di esempio

Il menu dietetico della pancreatite dovrebbe contenere abbastanza proteine ​​e carboidrati. Ma il "busting" con quest'ultimo è meglio evitare limitando l'aggiunta di zucchero, miele alle bevande e ai pasti. Dovrebbe essere più spesso incluso nella dieta di grano saraceno - il porridge preferito dei diabetici, poiché è costituito da carboidrati complessi. Lo zucchero può essere sostituito da agenti diabetici - fruttosio, xilitolo e sorbitolo (quando aggiunto a piatti caldi danno un sapore sgradevole), aspartame. La dieta in un momento in cui la riacutizzazione o l'infiammazione primaria del pancreas sta già diminuendo, può assomigliare a questo.

lunedi

  • Prima colazione Petto di pollo bollito. Riso grattugiato
  • Seconda colazione Torte di pesce al vapore
  • Pranzo. Zuppa di riso in brodo di pollo, diluito a metà con acqua. Gelatina di latte
  • Ora del tè Frittata di due uova.
  • Prima cena Polpette di pollo (carne macinata con riso). Grano saraceno strofinato con un cucchiaio di burro.
  • Seconda cena Cagliata non acida, magra, tritata in un frullatore con un cucchiaino di panna acida.
  • Prima colazione Farina d'avena. Cavolfiore bollito
  • Seconda colazione Patè di manzo magro con burro. Tè con latte e alcuni cracker di pane bianco ammollati inzuppato in esso.
  • Pranzo. Zuppa di pesce con aggiunta di riso e acqua. Latte o gelatina di frutta senza frutta.
  • Ora del tè Pasta di ricotta con panna acida magra.
  • Prima cena Soufflé al vapore di petto di tacchino. Grano saraceno liquido frullato.
  • Seconda cena Purea di gamberi bolliti con riso bollito.
  • Prima colazione Polpette di pesce con riso (tritare il riso insieme al pesce). Bollito purea di carote.
  • Seconda colazione Due cucchiai di formaggio duro grattugiato a basso contenuto di grassi.
  • Pranzo. Zuppa di farina d'avena frullata, brodo di pollo diluito e petto tritato. Pasta di cagliata con panna acida.
  • Ora del tè Diverse infiorescenze di cavolfiore bollito.
  • Prima cena Purè di pasta con ricotta Frittata di vapore da due uova.
  • Seconda cena Porridge di zucca Tè con diversi crostini bianchi fradici.
  • Prima colazione Purea di zucchine Cotolette di pollo al vapore.
  • Seconda colazione Due cucchiai di formaggio duro grattugiato a basso contenuto di grassi.
  • Pranzo. Zuppa di patate con burro Purè di manzo magro.
  • Ora del tè Petto di soufflé di tacchino
  • Prima cena Purè di grano saraceno. Soufflé di pesce magro.
  • Seconda cena Carota e zucca del porridge.

  • Prima colazione Pasta di cagliata con panna acida. Purea di zucchine Polpette di pollo (tritare il riso, come la carne).
  • Seconda colazione Purè di patate con burro
  • Pranzo. Zuppa di latte con purè di pasta. Frittata di due uova al vapore con formaggio grattugiato.
  • Ora del tè Diversi fiori di cavolfiore. Budino di riso
  • Prima cena Gamberetti tritati in salsa di panna acida. Purè di patate di grano saraceno. Tè con cracker bianchi.
  • Seconda cena Purea di carote Latte o gelatina di frutta senza frutta.
  • Prima colazione Porridge di zucca Soufflé di carne magra.
  • Seconda colazione polpette di pesce.
  • Pranzo. Zuppa di riso in un debole brodo di pollo e con l'aggiunta di carne macinata. Purè di pasta con latte
  • Ora del tè Farina d'avena.
  • Prima cena Patè di manzo magro con burro. Purè di patate
  • Seconda cena Porridge di zucca e carote. Tè con pochi cracker bianchi

domenica

  • Prima colazione Pasta di cagliata con panna acida. Omelette.
  • Seconda colazione Squash under cheese "coat". Tè con latte e cracker bianchi
  • Pranzo. Zuppa di grano saraceno in brodo di manzo diluito con purea di manzo bollito. Soufflé al vapore di petto di tacchino.
  • Ora del tè Purea di farina d'avena.
  • Prima cena Purè di patate Cotolette di pollo
  • Seconda cena Riso al budino cagliato.

Dieta per pancreatite richiede di escludere dalla dieta tutti i pasticcini e muffin, tra cui cioccolato e cacao. È necessario limitare l'assunzione di grassi, acidi alimentari e fibre. Inoltre, non mangiare pane fresco. Sotto il divieto di miglio, grano, mais. Questi cereali non possono essere schiacciati, anche con un frullatore. Anche tutti i legumi, compresi i semi di soia, vengono cancellati. Sono ricchi di proteine ​​vegetali, per cui sono apprezzati dai vegetariani. Ma sono "colpevoli" di aumento della formazione di gas, un aumento dell'acidità gastrica, che è estremamente indesiderabile nel periodo acuto.

Significato e malattie del pancreas

Il pancreas svolge due funzioni principali nel corpo:

  • produce ormoni insulina, lipocaina e glucagone,
  • secerne il succo pancreatico, coinvolto nella digestione del cibo.

Le lesioni del pancreas sono diverse. Può essere avvelenato con tossine, ostruzione (congenita o acquisita) del dotto pancreatico, varie lesioni, anche durante interventi chirurgici, malattie della cistifellea e dei dotti biliari, esposizione a farmaci, malattie della natura infettiva, parassiti.

Uno qualsiasi dei fattori può portare all'infiammazione dell'organo. Ci sono corso acuto e cronico della malattia. La pancreatite acuta si sviluppa come conseguenza dell'auto-digestione enzimatica. Nei casi gravi e avanzati, questo porta alla morte di tessuti ghiandolari e persino di organi adiacenti. Spesso, la pancreatite acuta si sviluppa sullo sfondo dell'uso di determinati farmaci, malattie gastrointestinali, abuso di alcool. Il decorso cronico della malattia è di lunga durata (a volte permanente), con esacerbazioni occasionali, spesso progressive.

Sintomi e caratteristiche della dieta per pancreatite

Il sintomo principale è il dolore addominale di varia intensità e posizione. C'è eruttazione, nausea, una sensazione di bocca secca, a volte c'è un aumento della temperatura. Nei casi più gravi, il dolore è l'herpes zoster, si osservano sintomi di intossicazione, si sviluppa l'ittero.

Un ruolo importante nel trattamento della pancreatite di diverse forme del flusso è la dieta. Nei casi più gravi, condurre la terapia di infusione, la nutrizione è fatta attraverso una sonda con miscele speciali. Allo stesso tempo, passo dopo passo, una transizione graduale dal digiuno a una dieta terapeutica, e in seguito - una buona alimentazione, è importante.

Nella pancreatite acuta, la dieta mira ad eliminare la stagnazione nei dotti. Quando si diagnostica la pancreatite cronica, la nutrizione è finalizzata al ripristino delle funzioni pancreatiche e alla prevenzione delle ricadute.

Nutrizione per pancreatite acuta

La forma acuta è accompagnata da un intenso dolore e un aumento del livello degli enzimi pancreatici nel sangue. Una dieta per pancreatite è progettata per ridurre o interrompere la produzione di succo pancreatico. Questo si ottiene mediante il digiuno, cioè il rifiuto totale di qualsiasi cibo. In questo caso, una condizione importante è l'osservanza del riposo a letto.

La nutrizione di un paziente con pancreatite è effettuata iniettando le sostanze necessarie endovenosamente attraverso un IV. Il pasto viene eseguito immediatamente dopo la rimozione del dolore, in quanto il paziente ha bisogno di ricevere una proteina a tutti gli effetti. I prodotti vengono introdotti gradualmente nella dieta e aumentano gradualmente il volume e il contenuto calorico dei piatti.

I primi giorni vengono prescritte acqua minerale alcalina (Borjomi, ad esempio), decotti di rosa canina, tè debole e non zuccherato. La durata del periodo "affamato" è, di regola, 2-3 giorni.

Dieta dopo acuta ed esacerbazione della pancreatite cronica

Questa versione della dieta è prescritta dopo il digiuno, il suo obiettivo è eliminare il dolore e creare la pace del pancreas. Le porzioni sono piccole, solo fino a 100 grammi, il numero di pasti è aumentato a 8. I primi 4 giorni, vengono utilizzati alimenti ipocalorici, dopo la stabilizzazione delle condizioni del paziente, il contenuto calorico aumenta gradualmente.

La dieta consiste principalmente di consistenza semi-liquida e liquida, in 6-7 giorni di trattamento, è possibile passare a cibi viscosi. I carboidrati sono preferiti perché stimolano meno la produzione di succo pancreatico.

Descrizione della malattia

La pancreatite è un processo infiammatorio in cui il tessuto pancreatico, gli organi interni e le funzioni escretorie sono gravemente danneggiati. Il pancreas si trova dietro lo stomaco nella cavità addominale ed è adiacente al duodeno.

La funzione principale del pancreas è di sviluppare il succo pancreatico, che è attivamente coinvolto nel processo digestivo.

Durante l'attesa per l'assunzione di cibo e il suo ingresso nello stomaco, enzimi e succhi iniziano a passare dal pancreas attraverso il dotto nell'intestino tenue, che aiuta a ripristinare i processi metabolici nel corpo e ad assicurare l'assorbimento dei componenti alimentari attraverso le pareti dell'intestino tenue. Il liquido pancreatico rimuove l'ambiente acido del succo gastrico nell'intestino stesso, dove gli enzimi digestivi vengono attivati ​​e iniziano a svolgere le loro funzioni di divisione e trasformazione dei componenti.

I principali enzimi digestivi prodotti dalla ghiandola comprendono:

  • amilasi, che aiuta normalmente a trattare l'amido,
  • lipasi - un enzima che fornisce la ripartizione dei grassi accelerata,
  • tripsina, chimotripsina - enzimi che sono attivamente coinvolti nel processo di disgregazione proteica,
  • insulina, glucagone.

Le cause della malattia

La ragione principale per lo sviluppo della malattia include una violazione del deflusso del succo pancreatico dal pancreas al duodeno. Lingering all'interno della ghiandola con sovrapposizione totale o parziale dei dotti, così come l'abbandono del contenuto degli intestini, gli enzimi entrano nel lavoro molto prima, provocano l'elaborazione, così come la digestione dei tessuti vicini.

Il ritardo del succo e degli enzimi che si verificano durante l'infiammazione del pancreas influisce negativamente sullo stato dei tessuti pancreatici, ma con l'esposizione prolungata, gli enzimi del pancreas e del pancreas accumulati accumulati iniziano a passare attivamente ai tessuti di altri organi e vasi sanguigni.

Le cellule deformate provocano una maggiore attività degli enzimi digestivi, coinvolgendo in questo processo tutte le grandi aree. In situazioni particolarmente gravi, con necrosi del pancreas, la pancreatite può addirittura portare alla morte del paziente.

Una grande quantità di succo digestivo ed enzimi è necessaria per il trattamento degli alimenti a base di carboidrati. Quando si mangiano quantità eccessive di cibi grassi e piccanti, che contengono molte spezie, e quando si assumono bevande alcoliche, gli enzimi indugiano nel pancreas. Le ragioni del ritardo degli enzimi e dei succhi digestivi possono essere altri fattori negativi.

Come dovrei mangiare per la pancreatite?

È importante ricordare che esistono prodotti proibiti e autorizzati per la pancreatite. Elaborare una dieta corretta per i problemi con il lavoro del pancreas si verifica soggetto alle seguenti regole:

  1. Il cibo viene elaborato meccanicamente. Tutti i cibi solidi devono essere ben cotti, strofinati e schiacciati.
  2. Il cibo è preparato cucinando, in bilico o in una pentola a cottura lenta. È vietato friggere, fumare, salare e conservare cibi.
  3. Non puoi mangiare troppo. Lo stomaco dovrebbe ricevere piccole porzioni di cibo, ma spesso. La dieta migliore verrà consumata ogni 3-4 ore, e poche ore prima di andare a dormire ti verrà permesso di bere solo un bicchiere d'acqua o una tisana.
  4. Tutti i cibi devono rimanere freschi, specialmente in frutta e verdura. Carne preferibilmente raffreddata, non congelata. Durata normale del latte.
  5. Tutti i piatti prima dell'uso devono essere riscaldati - non più alti di 50 gradi Celsius, ma non meno di 20 gradi. È vietato mangiare cibo troppo caldo.

Inoltre, gli esperti raccomandano di eliminare le cattive abitudini. In questo caso, si parla non solo dell'uso della nicotina e delle bevande alcoliche, ma anche della tendenza allo spuntino in fuga, di notte. È anche importante considerare cibi proibiti per pancreatite e calcoli biliari.

Elenco esteso di prodotti vietati

Per il corpo, in cui l'infiammazione si sta sviluppando attivamente, è importante dare il tempo per un corretto riposo e recupero. Cosa è vietato usare durante la pancreatite al pancreas? L'elenco dei prodotti è abbastanza ampio:

  • bevande alcoliche
  • cibi grassi,
  • lardo, anatra, oca, frattaglie e agnello,
  • pesce grasso,
  • cibi in scatola e marinata,
  • uova sode,
  • piatti principali fritti, comprese uova strapazzate al mattino,
  • funghi,
  • spinaci e acetosa,
  • dolci, pasticcini,
  • prodotti a base di farina, dolci e prodotti da forno,
  • bevande gassate, caffè e cacao,
  • salse piccanti e condimenti
  • fast food
  • cipolle crude, peperoni, ravanelli e aglio,
  • dai frutti proibiti includono mirtilli rossi, uva, melograni, fichi e datteri.

Alcuni alimenti possono portare allo stesso tempo benefici e danni. Ad esempio, la ricotta a basso contenuto di grassi o l'1% di kefir è il migliore, come potrebbe sembrare, il cibo durante la dieta. Ma con la gastrite, i prodotti caseari ad alta acidità possono danneggiare gravemente l'organismo. Quali prodotti sono proibiti nella pancreatite? Puoi o non puoi usare prodotti specifici, nella maggior parte dei casi dipende dal periodo della malattia (remissione, decorso cronico, esacerbazione, attacco) o malattie associate.

Ma è importante ricordare che esiste una lista di prodotti vietati per la pancreatite cronica. Questi includono:

  • qualsiasi confetteria, dolce, gelato, latte condensato, fichi, albicocche secche e noci,
  • tutti i fagioli,
  • E 'vietato mangiare piatti ricchi - zuppa, sottaceti, zuppa a base di funghi. Sono anche vietate alcune zuppe fredde - okroshka o barbabietole rosse,
  • carne, pollame e pesce grassi dovrebbero essere esclusi dalla dieta, in particolare agnello e maiale,
  • è importante escludere tutti i cibi in scatola, le salsicce, le carni affumicate e il pesce essiccato,
  • anche quando la pancreatite non può mangiare uova sode fritte o bollite,
  • se parliamo di latticini, allora dovresti escludere latte grasso, ricotta, margarina e burro,
  • è vietato cucinare i porridge da orzo e miglio,
  • le verdure non dovrebbero essere usate cavolo, peperoni, cipolle, aglio e ravanelli.

Certo, non puoi mangiare cibi fast food e piccanti, caffè, bibite, succo d'uva.

Durata della dieta

La durata del rifiuto degli alimenti proibiti per adulti e bambini dipenderà direttamente dal tipo di malattia in via di sviluppo. Le misure terapeutiche per la forma acuta della malattia sono importanti da eseguire in modo permanente, in presenza di esacerbazione della fase cronica, a livello ambulatoriale. La durata del trattamento della malattia varierà da 2 a 3 settimane. La dieta dopo aver eliminato i principali sintomi della lesione deve essere seguita per sei mesi.

Un attento trattamento del pancreas aiuta a prevenire l'esacerbazione della malattia e protegge il paziente dallo sviluppo del diabete. Se il processo infiammatorio si svolge in forma cronica, è importante che una persona segua una dieta appropriata per tutta la sua vita ed elimini tutti gli alimenti proibiti dalla dieta. После того как заболевание перейдет в устойчивую стадию ремиссии, нужно продолжать следить за своим питанием, так как полное выздоровление при таком состоянии еще не наступает.

Разрешенные продукты питания

Существуют разрешенные и запрещенные продукты при панкреатите. К разрешенным специалисты относят:

  • prodotti di farina: pane di ieri (è meglio scegliere segale, frumento e cereali integrali), cracker, cotto a casa, essiccazione, pane.
  • durante la remissione della malattia è permesso mangiare tagliatelle e spaghetti (non più di 170 grammi alla volta),
  • cereali: grano saraceno, riso, semola e fiocchi d'avena,
  • verdure fresche e verdure: è meglio dare la preferenza a carote, barbabietole, zucche, melanzane, zucchine, è possibile aggiungere 1 cucchiaio di prezzemolo tritato, aneto e sedano ogni giorno,
  • pesce: è permesso mangiare la polpa di varietà di pesce magro (merluzzo, lucioperca e nasello), bollite o cotte in pentola a cottura lenta,
  • brodi e polpette fatte in casa favoriranno la digestione,
  • frutti di mare: kale di mare,
  • carne nel cibo: per cucinare cotolette di vapore, brodo e polpette è meglio usare pollo, coniglio, tacchino e carne di vitello magra,
  • latticini: ricotta a basso contenuto di grassi, formaggio con acidità normale o elevata,
  • una frittata di quaglie e uova di gallina,
  • semi di lino raffinati, zucca e olio d'oliva. Con la remissione stabile, è consentita la crema, ma non più di 30 grammi al giorno,
  • banane e mele cotte,
  • prodotti delle api: latte di api, propoli,
  • varie spezie e integratori alimentari: cumino, curcuma, chiodi di garofano e finocchio.

pasticceria

I dolci sono inclusi nella lista degli alimenti proibiti per il pancreas pancreatico. Una quantità sufficiente di saccarosio naturale per il risarcimento può essere trovata in bacche e frutti. Il permesso include composte, decotti, budini, pasticci e varie gelatine.

Ai denti dolci con pancreatite è consentito l'uso in quantità moderate di prodotti a base di api e miele. Non sono solo dolci nel gusto, ma hanno anche un effetto benefico sullo stato del tratto gastrointestinale.

Tè e kefir possono essere integrati con essiccatori o biscotti galetny. È importante sceglierli nei reparti dietetici del supermercato, oltre a studiare attentamente la composizione sulla confezione prima dell'acquisto.

Quando la remissione della malattia, i nutrizionisti sono autorizzati a utilizzare bize. Ma sarebbe meglio cucinarlo da solo, battendo la proteina con un sostituto dello zucchero e asciugandola nel forno a bassa temperatura.

Alimenti proibiti per pancreatite del pancreas: gelato, fichi, cioccolato, cottura al forno, latte condensato e altro. Poiché tali prodotti contengono una grande quantità di zuccheri e grassi, non fanno altro che esacerbare la malattia.

Dieta gastrite

Per gastrite e pancreatite, i cibi proibiti includono bevande gassate, tonico e alcoliche, tè forte, caffè, latte intero, muffin, formaggio e pane fresco, ravanello, agrumi, funghi - tutti questi prodotti sono molto poco assorbiti dall'organismo e possono provocare irritazione della mucosa gastrointestinale. tratto intestinale.

Consigli di cucina

Ci sono un gran numero di prodotti vietati per pancreatite e colecistite. È importante ricordare che i pasti giornalieri non dovrebbero essere piatti complessi, che sono molti componenti. Sarà molto più utile usare semplici purè di patate e pezzi di carne o di pesce.

Anche la stessa composizione del cibo produce un diverso effetto sullo stato della mucosa gastrica e sul pancreas, se vengono preparati con metodi diversi. Ad esempio, con la gastrite e una forma complicata di pancreatite, anche l'insalata di verdure può essere più utile per il corpo se non viene cucinata con prodotti freschi, ma cucinata e aggiunta di olio di lino ad essa, piuttosto che panna acida. Lo stesso vale per altri piatti.

Per una sana pancreatite, le minestre da alimenti sani che si adattano alla dieta sono meglio cotte in brodi vegetali. Allo stesso tempo, i pasti pronti dovrebbero essere ben tagliati e montati con un frullatore. Tale zuppa di cottura è considerata obbligatoria all'inizio del trattamento della malattia.

I cereali che vengono utilizzati come piatto o contorno separato per pesce e carne devono anche essere cotti allo stato di porridge con consistenza semi-viscosa, e quindi battere a fondo con un frullatore. È anche permesso aggiungere una piccola quantità di olio di oliva e semi di lino.

Carne e pesce si cucinano meglio sotto forma di polpette o braciole. È importante assicurarsi che non si imbattano in particelle di pelle, tendini e cartilagine. La cottura deve essere cotta al vapore e utilizzata insieme a purè di patate o contorno di cereali.

Il caffè e il tè vanno sciolti in modo approssimativo, non aggiungere zucchero e i suoi sostituti, a volte è possibile aggiungere latte. La migliore acqua potabile è sostituita al meglio con decotto di rosa canina o acqua minerale senza gas.

Includere nuovi prodotti nei pasti di tutti i giorni, cioè, rendere il menu più, dovrebbe essere solo dopo la completa eliminazione dei segni della malattia. Allo stesso tempo, è importante monitorare le condizioni generali del corpo e, quando compaiono eventuali sintomi di problemi nel sistema digestivo, limitarsi di nuovo alla dieta.

Cosa succede se non rispetti un'alimentazione corretta?

Se non si limita l'uso di prodotti nocivi, la pancreatite può raggiungere molto rapidamente la forma di un'ulcera gastrica, poiché si possono verificare gravi emorragie nella mucosa danneggiata. A causa dei problemi di deflusso biliare, c'è il rischio che l'epatite possa iniziare nel corpo, e questo è già molto pericoloso per l'uomo.

La mancata osservanza della corretta alimentazione può causare varie complicazioni e malattie associate:

  • ostruzione duodenale,
  • gastrite,
  • colecistite,
  • malattia di calcoli biliari
  • trombosi delle vene spleniche,
  • la formazione nel corpo di cisti e tumori di forma maligna.

Inoltre, il diabete mellito è considerato una malattia concomitante regolare in caso di pancreatite. Il pancreas è responsabile della produzione di enzimi coinvolti nella riproduzione di insulina e nel sistema digestivo. L'elenco degli alimenti vietati per la pancreatite è piuttosto ampio, il passaggio a tale dieta prevede una revisione piuttosto seria delle abitudini alimentari, ma va ricordato che solo seguendo una dieta rigorosa ed evitando il cibo spazzatura contribuirà a prevenire lo sviluppo patologico della pancreatite e ripristinare la salute del paziente.

Al fine di determinare le condizioni dell'organo e prevenire lo sviluppo di complicanze, è importante recarsi in tempo all'appuntamento del medico, che effettuerà un esame diagnostico completo e prescriverà un trattamento efficace della lesione. Solo un medico può fare una dieta sicura e corretta per la pancreatite.

Prodotti vietati

  • Grassi puri Burro, olio vegetale e strutto, pesce grasso, carne e pollame.
  • Condimenti piccanti e speziati
  • Tutta la frutta fresca, verdura, bacche e verdure.
  • E 'vietato mangiare verdure e frutta, anche dopo la cottura. Questo vale in particolare per cavolo bianco, ravanello, aglio, limone e acetosa.
  • Mais e legumi
  • Millet.
  • Zucchero.
  • Pasticcini freschi: budino e ricco.
  • Prodotti con una grande quantità di zuccheri naturali: bacche, frutta dolce e miele.
  • Alcol.
  • Funghi.
  • Salt.
  • Cibo in scatola, marinate, carni affumicate.

Inoltre, i prodotti vietati contenenti elementi nocivi artificiali.

Prodotti vietati durante la remissione della pancreatite cronica

Solo 10 anni fa, gli scienziati hanno consigliato un periodo di remissione con pancreatite per seguire una dieta a 5 "P", che consisteva in pochi prodotti. L'espansione della dieta al di fuori dei periodi di riacutizzazione è stata effettuata più spesso con vari metodi di lavorazione dei piatti: stufatura o cottura.

Attualmente, la maggior parte dei gastroenterologi esprime un punto di vista più morbido. Si ritiene che per l'intero corso del periodo di recupero della pancreatite, il cibo dovrebbe essere sano e gustoso, e la dieta dovrebbe essere scelta individualmente e ci sono determinati alimenti consentiti.

È importante che la dieta tenga in considerazione la gravità dell'infiammazione con pancreatite, il grado di danno al pancreas, la sicurezza della sua funzione endocrina (produzione di insulina) ed escretoria (produzione di enzimi digestivi).

Se hai il diabete e hai intenzione di provare un nuovo prodotto o un nuovo piatto, è molto importante controllare come reagisce il tuo corpo! Si consiglia di misurare i livelli di zucchero nel sangue prima e dopo i pasti. È comodo farlo con il misuratore OneTouch Select® Plus con puntali colorati. Ha intervalli target prima e dopo i pasti (se necessario, possono essere personalizzati individualmente). Un suggerimento e una freccia sullo schermo diranno immediatamente se il risultato è normale o se l'esperimento con il cibo non ha avuto successo.

Inoltre, dovresti considerare e conoscere la reazione individuale a tutti gli alimenti proibiti. Inoltre, molta attenzione è prestata all'autocontrollo del paziente, egli deve:

  1. stato generale sistematico e responsabile
  2. riconoscere le "prime campane" - segni di deterioramento della salute
  3. regola la tua dieta in accordo con la situazione attuale.

Una dieta basata sui principi sopra descritti può variare notevolmente per i pazienti. Ad esempio, in pazienti con una forma grave della malattia e frequenti recidive, anche durante la remissione, l'elenco dei prodotti proibiti rimane lo stesso della fase acuta e può essere solo ciò che è permesso.

C'è anche una dieta per la necrosi pancreatica, ma questo è già un corso complicato di pancreatite, e questa dieta è sempre estremamente severa.

Prodotti con remissione persistente

Per altri pazienti con remissione stabile e normale conservazione delle funzioni pancreatiche, quasi tutti i prodotti sono consumati.

Tuttavia, anche con remissione a lungo termine, i pazienti con pancreatite sconsigliano di mangiare i seguenti prodotti:

  • Qualsiasi fungo,
  • Marinate e carni affumicate
  • Condimenti piccanti e spezie

Inoltre, puoi eliminare completamente l'alcol.

Gli alimenti con un'alta percentuale di grassi, frutta e verdura piccanti e pasticcini dolci sono completamente esclusi. Inoltre, gli alimenti elencati sono indesiderabili da usare anche per le persone con una salute superficiale degli organi digestivi.

Inoltre, tutti i pazienti con pancreatite devono utilizzare solo metodi delicati di trasformazione dei prodotti alimentari:

  • cottura a vapore
  • decotto
  • cottura al forno
  • estinzione.

I cibi fritti sono completamente esclusi dalla pancreatite.

Inserisci nuovi prodotti dall'elenco di quelli precedentemente proibiti, dovrebbe essere con estrema cautela. Per la prima volta, un nuovo prodotto può essere consumato in una quantità di soli 5-10 grammi.

Se non ci sono manifestazioni allarmanti dal pancreas, allora è possibile aumentare gradualmente la porzione, ma è comunque necessario fare attenzione. Le manifestazioni negative includono:

È importante sapere che la portabilità del cibo dipende direttamente non solo dalla composizione, ma anche dal volume. Le singole porzioni devono essere medie, non è consigliabile utilizzare cibi e pasti potenzialmente pericolosi.

I sintomi spiacevoli minimi che sono comparsi dopo aver mangiato un nuovo cibo segnalano la sua sostituzione.

In nessun caso il pancreas infiammato può essere in grado di trattare alimenti che hanno molto ferro.

Loading...