Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Vaccino contro l'epatite B per i neonati

Per i neonati e i bambini piccoli, l'epatite B è particolarmente pericolosa perché il sistema immunitario si sta formando, la difesa del corpo è imperfetta. L'infezione nei neonati in 9 casi su 10 diventa cronica, in 4 casi porta alla morte del bambino. La vaccinazione tempestiva protegge i bambini, anche alla nascita da una madre che ha l'epatite B. Considerare come si forma l'immunità, i tempi e le possibili reazioni al vaccino.

Compiti e principi di immunizzazione

La malattia infettiva si manifesta con lo sviluppo di ittero, dolore alle articolazioni, malessere, nausea, vomito e febbre. Come risultato della completa cura dell'epatite B virale, si forma l'immunità permanente. Lo stesso processo avviene nel corpo dopo l'introduzione di un vaccino speciale.

È importante! Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, 5 su 100 adulti infetti sviluppano una forma cronica di epatite B, che può portare a danni al fegato. In uno dei 100 casi si verifica un'epatite fulminante fatale.

Il trattamento della forma cronica deve essere continuato per tutta la vita. La terapia antivirale rallenta la progressione della necrosi tissutale, riduce il rischio di oncologia.

Maggiore è la probabilità di epatite cronica nei neonati infetti (fino al 90%), così come nei bambini che sono ammalati prima dei 6 anni di età (30-50%). La vaccinazione è la migliore prevenzione e protezione contro il virus. L'età in cui i bambini iniziano a vaccinare non è la stessa in paesi diversi.

  1. Immunizzazione di tutti i neonati, i bambini e gli adolescenti dall'epatite B.
  2. Vaccinazione fatta prima della pubertà, non più tardi di 18 anni.
  3. Il vaccino, che viene somministrato ai bambini, è diviso in diverse dosi.
  4. Lo schema più comune al mondo: dopo 9 settimane di vita - dopo 12 settimane, la terza dose - dopo 16 anni.
  5. L'ultima vaccinazione dovrebbe essere somministrata a un bambino circa un anno.
  6. La vaccinazione è ritardata se il bambino è gravemente malato o ha altri problemi di salute che gli permettono di essere incluso nel gruppo a rischio.

L'immunizzazione sin dal suo inizio è considerata il mezzo principale per prevenire così tante malattie infettive.

In Russia e in alcuni paesi della CSI, i tempi del primo vaccino differiscono da quelli accettati a livello internazionale. Quindi, questa vaccinazione nei nostri ospedali è fatta per i neonati durante i primi giorni di vita.

Selezione di vaccini

In Russia vengono utilizzati vaccini nazionali ed esteri, ma solo ufficialmente registrati nel paese (Figura 1). Di solito le vaccinazioni vengono fornite gratuitamente ai bambini con i farmaci disponibili. Nelle cliniche private e nei centri medici, la gamma di vaccini è più ampia, è possibile scegliere in base alle raccomandazioni degli esperti.

Figura 1. Elenco dei vaccini disponibili per i russi

L'idrossido di alluminio nel farmaco è un agente che migliora la risposta immunitaria del corpo. L'aggiunta di questo componente aumenta il livello di produzione di anticorpi senza introdurre più antigene.

Vaccini conservati per non più di 3 anni in un luogo fresco a una temperatura compresa tra 2 e 8 ° C, senza congelamento. Per determinare se il farmaco è in ritardo, è necessario confrontarlo con la descrizione nelle istruzioni. Un cambiamento di colore, l'aspetto di grandi fiocchi sono segni di un cambiamento nelle proprietà. I vaccini adatti possono essere divisi in due strati, per precipitare. Questa funzione dovrebbe riflettersi nelle istruzioni.

Fai attenzione! I vaccini utilizzati in Russia e nella maggior parte dei paesi della CSI sono intercambiabili. Sono sicuri ed efficaci, prodotti da tecnologie simili.

È possibile iniziare un ciclo di vaccinazione con l'uso di un farmaco e completare l'altro. Tuttavia, è preferibile utilizzare prodotti prodotti dalla stessa azienda. La cosa principale che il farmaco è stato registrato nel paese di residenza.

Elenco dei vaccini combinati disponibili in Russia

La completa protezione contro HB virale fornisce un ciclo completo di vaccinazione. Gli anticorpi all'agente causativo della malattia persistono nel corpo per 20 anni. Potrebbe essere necessaria la rivaccinazione nei bambini o in seguito.

Esecuzione della procedura

Ogni paese ha il suo programma per l'immunizzazione. Questo è un documento che guida gli operatori sanitari nel determinare i tempi della vaccinazione.

La prima procedura è mostrata all'età di due mesi. L'indicazione principale è la riduzione della probabilità che un bambino ottenga l'HBV.

Programma di vaccinazione dell'OMS

Una restrizione specifica per la vaccinazione può essere un'allergia al lievito di birra, altri componenti utilizzati nella produzione di un vaccino. La manipolazione non viene eseguita su neonati prematuri con peso ridotto. Controindicazioni comuni per l'immunizzazione sono febbri, esacerbazioni di malattie croniche.

Fai attenzione! La vaccinazione viene ritardata se il bambino non si sente bene, ha febbre, vomito, feci molli, tosse o altri sintomi di una malattia infettiva. Dopo la scomparsa dei sintomi può essere fatto.

Fondamentalmente, è necessaria una preparazione psicologica per i bambini che non sono vaccinati durante l'infanzia. Se il bambino comprende già il discorso indirizzato a lui, allora dovrebbe essere spiegato che l'iniezione è una necessità, e il disagio passerà rapidamente.

Durante la vaccinazione, i bambini sono seduti sulle ginocchia di un adulto, tenuti senza usare la forza bruta. I bambini più grandi possono stare accanto a un adulto seduto su una sedia. Parla con il bambino dovrebbe essere amichevole, calmo.

I vaccini contro l'epatite B contengono idrossido di alluminio. Tali farmaci sono somministrati per via intramuscolare. La somministrazione sottocutanea è meno efficace perché il vaccino è parzialmente depositato nel tessuto adiposo. L'antigene è frazionario, a causa di ciò che il sistema immunitario non riceve un segnale abbastanza forte per la produzione attiva di anticorpi.

A un neonato viene fatta un'iniezione in ospedale per la maternità. Il vaccino viene iniettato nel terzo superiore della coscia, dove lo strato muscolare è ben sviluppato. I bambini di età superiore a 1 mese ricevono un'iniezione intramuscolare nel terzo superiore della coscia o della spalla. Il vaccino non viene iniettato nel gluteo, perché lo strato grasso in quest'area del corpo riduce l'efficacia del vaccino. Inoltre, un maggior rischio di danni alla nave o al nervo, la formazione di noduli dolorosi.

Programma e possibili deviazioni da esso

I materiali di vaccinazione vengono introdotti dagli operatori sanitari nei bambini che hanno raggiunto una certa età e non hanno controindicazioni alla vaccinazione. Vaccinazioni ripetute (rivaccinazione) - un modo per prolungare l'immunità del corpo a un particolare tipo di infezione. Nell'elaborare il programma di immunizzazione di bambini e adulti, viene preso in considerazione un complesso di fattori che influenzano la formazione dell'immunità.

Se una persona ha l'epatite B, allora nel suo corpo il sistema immunitario nelle prime settimane inizia a produrre anticorpi contro il virus. Il vaccino contro l'epatite B non contiene le particelle virali stesse, ma solo l'antigene. La creazione di un meccanismo protettivo è possibile grazie a diverse iniezioni del farmaco.

Schema generale

È necessario considerare in dettaglio lo schema di immunizzazione di bambini di età diverse, inclusi e non inclusi nel gruppo a rischio (Figura 2).

Figura 2. Lo schema di vaccinazione dei bambini contro l'epatite B

Sono ammesse deviazioni dai termini di vaccinazione. La causa potrebbe essere la malattia di un bambino, anche un freddo banale. È possibile condurre una vaccinazione primaria un mese dopo la nascita del bambino. Per la seconda vaccinazione, la deviazione massima dal programma è di quattro mesi, per il terzo - un anno e mezzo.

Spesso, le vaccinazioni diverse fanno in un giorno. Questo è permesso se tale ordine è previsto dal programma di immunizzazione. Il personale medico deve utilizzare siringhe diverse per la somministrazione del farmaco. Iniezioni diverse non si trovano nella stessa area del corpo.

Vaccinazione di emergenza e rifiuto

Succede che il bambino non viene vaccinato in modo tempestivo. Con la probabilità di infezione da epatite B, la prevenzione di emergenza è effettuata. Il periodo di tempo in cui il vaccino ha il tempo di agire è di 1-2 settimane dal momento del contatto con il paziente o portatore del virus.

Se esiste il rischio di infezione da epatite, vengono somministrati vaccino e anticorpi finiti (immunoglobuline). La vaccinazione viene effettuata il giorno del trattamento dal medico, la seconda iniezione - 7 giorni dopo il primo, il terzo - dopo 3 settimane. Dopo 6-12 mesi, viene somministrata un'altra dose di vaccino.

Fai attenzione! Il sito di vaccinazione non è raccomandato per bagnare nei primi giorni dopo la vaccinazione, in modo da non infettare l'infezione.

Non dovresti fare il bagno al bambino se ha la febbre entro 1-3 giorni dopo l'iniezione. Le stesse raccomandazioni valgono per camminare con un bambino. Quando la temperatura aumenta, puoi dare al bambino uno sciroppo con paracetamolo o ibuprofene, l'antistaminico Fenistil (dopo 6 mesi - Zyrtec).

Vaccinazioni di minori con il consenso dei genitori. Il rifiuto della vaccinazione dovrebbe essere correttamente emesso. La futura madre dovrebbe scrivere in anticipo la corrispondente domanda in duplice copia e portarla all'ospedale. È necessario avvertire i medici per via orale sul rifiuto di vaccinazioni. Pre-pesare i pro e i contro. Le vaccinazioni possono essere posticipate se la madre è sana, non ci sono pazienti e persone con epatite B in famiglia e tra parenti.

Complicazioni ed efficacia

I vaccini contro l'epatite B, come qualsiasi altro farmaco, possono avere un effetto indesiderato sul corpo. Ci sono reazioni tipiche dopo la vaccinazione, si verificano in quasi tutti, non portano una seria minaccia alla salute, passano rapidamente. Questo gruppo comprende lo sviluppo dell'infiammazione nel sito di iniezione: la comparsa di compattazione, arrossamento e un piccolo rigonfiamento dei tessuti fino a 8 cm di diametro, reazione all'idossido di alluminio, che dovrebbe causare l'infiammazione per migliorare la risposta immunitaria. Il sito di iniezione di striscio non è necessario, il rossore e il gonfiore passeranno da soli.

Meno comunemente, i bambini sperimentano una reazione allergica sotto forma di un'eruzione di ortica.

È importante! Gravi complicazioni - angioedema e shock anafilattico. Nel primo caso, il bambino aumenta le dimensioni di una parte del corpo: labbra, lingua, palpebra, orecchie, arti. La situazione più difficile è l'edema laringeo, che causa il soffocamento. Lo shock anafilattico è una condizione mortale. È necessario chiamare un'emergenza.

Le complicanze dopo la vaccinazione comprendono la febbre fino a 39 ° C, l'infiammazione del tratto respiratorio superiore, la bronchite. Raramente, convulsioni febbrili si verificano nei neonati e nei bambini (1 caso per ogni 10.000 vaccinati).

Dopo le vaccinazioni secondo lo schema di immunizzazione generalmente accettato, il 90-95% dei neonati e dei bambini di altre fasce d'età forma il livello richiesto di anticorpi specifici. La protezione contro l'epatite virale B dura per 20 anni, probabilmente per un periodo di tempo più lungo. Le vaccinazioni hanno ridotto l'incidenza dell'epatite di 30 volte. 20 volte meno rischio di ammalarsi nei bambini nati da madri infette.

Dopo la vaccinazione dei bambini, effettuata secondo il programma di immunizzazione, non viene effettuato un esame speciale. Tuttavia, appare la necessità di determinare l'efficacia della vaccinazione, se il piccolo paziente ha problemi con l'immunità. Si fa anche se il paziente viene sottoposto ad emodialisi o se la madre del bambino vaccinato è infetto.

L'esame consiste nel determinare il titolo di anticorpi antiepatite B, che vengono prodotti nell'organismo 1 o 2 mesi dopo la somministrazione della terza dose di vaccino. La protezione è considerata affidabile quando il titolo degli anticorpi anti-HBsAg non è inferiore a 10 mU / ml.

Pro e contro delle vaccinazioni

Dalle opinioni dei medici specialisti e dei pazienti sui vaccini contro l'epatite B, si può capire che l'atteggiamento è ambiguo. Il problema non risiede solo nelle reazioni post-vaccinazione, anche se molti genitori temono reazioni allergiche ai farmaci.

Gli esperti rilasciano tali dati: i vaccini contro l'epatite B vengono accuratamente puliti, il 95% del loro volume viene prelevato da un antigene. Negli ultimi anni, i produttori sono stati in grado di liberare la preparazione di tracce di sostanze che più spesso hanno causato reazioni allergiche. Tali vaccini sono facilmente tollerabili, considerati "morbidi".

I genitori che si rifiutano di vaccinare i bambini danno le loro ragioni in una recensione. I vaccini sono realizzati con metodi di ingegneria genetica. Non c'è ancora alcuna prova convincente dell'effetto negativo degli oggetti geneticamente modificati sul corpo umano. Tuttavia, non ci sono risultati che dimostrino la totale sicurezza degli OGM.

I periodi di vaccinazione precoce sono un fattore di stress per i bambini, un'altra ragione per l'ansia dei genitori. In molti paesi, le vaccinazioni non si fanno nei primi giorni di vita di un bambino. Tra i pediatri stranieri esiste un'opinione secondo cui è pericoloso per i bambini al di sotto dei 5 anni somministrare vaccini, l'immunità si sta formando solo durante questo periodo.

Fai attenzione! I fautori della vaccinazione precoce ritengono che la vaccinazione sia la protezione più affidabile contro l'epatite virale B.

Solo in questo caso, puoi essere sicuro che il bambino non è a rischio di contrarre un'infezione pericolosa. L'immunità formata dura per 10-20 anni, spesso rimane una vita.

Il problema - se vaccinare i bambini per l'epatite B - è davvero molto serio. Ma non è privato, ma comune. Ci sono infezioni sconfitte, la necessità di vaccinare bambini e adulti da loro è scomparsa da tempo (vaiolo, peste, lebbra, poliomielite). La vittoria sulla tubercolosi, il morbillo e la rosolia non sono lontani grazie al vaccino economico e all'immunizzazione di massa.

Per quanto riguarda l'epatite B, si crea una pericolosa illusione che si diffonde le onde dell'infezione. Infatti, il virus può trovarsi nel corpo in stato di sonno e viene attivato quando l'immunità diminuisce. Molti genitori lo capiscono, sulla questione delle vaccinazioni, non sostengono un rifiuto completo, ma chiedono solo una revisione dei tempi della vaccinazione. Le vaccinazioni subito dopo la nascita e nei primi anni di vita sono molto stressanti per il bambino e un grande rischio per la salute del bambino.

Necessità di vaccinazione

La vaccinazione contro l'epatite B nei neonati viene effettuata per prevenire l'infezione o per alleviare la patologia. A volte i genitori dubitano se inoculare, perché, a loro avviso, saranno in grado di proteggere i loro figli dalle infezioni. Tuttavia, prima di presentare una rinuncia, è meglio riflettere più volte sulla tua decisione. I medici identificano diversi buoni motivi per vaccinare i neonati:

  • L'epatite B è un'infezione comune che spesso diventa epidemica. La vaccinazione è un metodo affidabile per proteggere un bambino dall'infezione.
  • La malattia ha conseguenze pericolose: cirrosi, cancro della ghiandola, ecc. Queste patologie possono provocare disabilità e morte dei bambini.
  • La patologia diventa spesso cronica.
  • Anche se il bambino si ammala di epatite dopo l'immunizzazione, l'infezione sarà molto più facile e senza gravi complicazioni.

Alcuni genitori sono dell'opinione che i loro figli non abbiano bisogno del vaccino contro l'epatite B, poiché crescono in una famiglia decente, non usano droghe narcotiche. Tuttavia, questa opinione è dubbia. I giovani pazienti dalla nascita sono a rischio di infezione, ad esempio durante il contatto con una portatrice di HBV in istituti medici, asili, ecc. Questa probabilità aumenta quando l'infermiera dimentica di cambiare i guanti durante il prelievo di sangue per l'analisi, quando il bambino prende una siringa per strada e t. d.

Tempi di immunizzazione

Come già accennato, l'epatite B è una malattia grave che si sta diffondendo rapidamente. Per questo motivo, i medici hanno compilato 3 programmi di immunizzazione per diversi casi di vita:

  • Layout standard Secondo questo programma, la prima vaccinazione contro l'epatite viene somministrata nell'ospedale di maternità, la seconda - quando il bambino raggiunge 1 mese e l'ultima - dopo aver raggiunto i sei mesi di età. Questo schema di vaccinazione è considerato il più efficace.
  • Veloce. La prima vaccinazione viene effettuata per 24 ore dopo la nascita, quindi deve essere vaccinata contro l'epatite in 1 mese, poi in 2 mesi e 1 anno. Questo grafico garantisce l'immunità immediata, quindi è usato per i pazienti a rischio.
  • Immunizzazione di emergenza La prima volta che il farmaco viene somministrato al bambino durante il giorno dopo la nascita, il secondo dopo 1 settimana, il terzo dopo 3 settimane, il quarto dopo 1 anno. Di norma, tale schema di immunizzazione viene utilizzato prima dell'intervento chirurgico d'urgenza. Aiuta a sviluppare rapidamente l'immunità specifica all'HBV.

I genitori sono interessati alla domanda su quale programma rispettare se non hanno fatto l'iniezione dopo la nascita. Quindi il pediatra ed i genitori scelgono ogni periodo di vaccinazione per ogni bambino individualmente, dopo di che è necessario scegliere uno dei suddetti schemi. Se ti sei perso la seconda fase dell'immunizzazione e non hai effettuato la successiva iniezione nel corso di 5 mesi, il programma ricomincia. Se hai perso la terza iniezione, usa lo schema 0 - 2.

L'immunità è temporanea dopo la prima iniezione. Per formare un'immunità a lungo termine, l'iniezione deve essere posta 3 volte.

La questione di quanto tempo è mantenuta l'immunità dopo la vaccinazione è abbastanza rilevante. Se tutte le iniezioni sono state stabilite in base al programma, il paziente è stato protetto dall'epatite per 22 anni.

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

Indicazioni per l'immunizzazione

Il programma per la vaccinazione contro l'epatite dipende da quanto velocemente è necessario sviluppare una protezione specifica. Se è predisposto a un'infezione, allora i medici usano un regime di emergenza:

  • Прививка от гепатита Б новорожденным проводится, если мать является носителем ВГВ.
  • Если мать заразилась гепатитом с 24 по 36 неделю вынашивания плода, то иммунизация тоже необходима.
  • Se la madre non è stata esaminata per la presenza di epatite, anche il bambino ha bisogno di protezione.
  • Se una donna incinta e il suo coniuge iniettano droghe.
  • L'immunizzazione è necessaria se l'HBV si trova nel corpo di parenti stretti della madre.

In tutti i casi di cui sopra, è necessaria la vaccinazione dei bambini, altrimenti aumenta il rischio di infezione.

I genitori spesso rifiutano le vaccinazioni perché si preoccupano delle condizioni del bambino durante il periodo post-vaccinazione. Tuttavia, i medici assicurano che non c'è nulla di cui aver paura, dal momento che i neonati normalmente tollerano i preparati immunobiologici. Inoltre, le loro condizioni sono monitorate da medici professionisti.

Effetti collaterali

Di norma, i bambini tollerano normalmente la vaccinazione e, dopo un'iniezione, può verificarsi solo una reazione locale. Molto raramente, la vaccinazione contro l'epatite B nei bambini provoca i seguenti fenomeni negativi:

  • La pelle nel sito di iniezione (spalla o anca) diventa rossa, si verifica gonfiore. Questo è il modo in cui il corpo reagisce all'idrossido di alluminio nel 20% dei bambini. Spesso queste reazioni avverse si verificano se il sito di iniezione viene bagnato con acqua.
  • Nel 2 - 5% dei pazienti la temperatura aumenta leggermente. Per fermare questo sintomo, utilizzare farmaci antipiretici, che consigliano il pediatra.
  • C'è debolezza, sonnolenza.
  • Alcuni bambini hanno mal di testa.
  • Sullo sfondo di un aumento della temperatura, appare una sudorazione eccessiva.
  • Feci frequenti o sciolti.
  • Reazione allergica sotto forma di prurito, grave arrossamento della pelle. Per eliminare il prurito con farmaci anti-allergia.

Tutte le reazioni di cui sopra sono considerate normali e non causano grave disagio nei bambini. Inoltre, i fenomeni negativi scompaiono per due giorni da soli. Disturbi gravi dopo la vaccinazione sono estremamente rari, ma per proteggere il bambino si raccomanda di rimanere sotto controllo medico per mezz'ora dopo l'iniezione.

Complicazioni dopo l'immunizzazione

La vaccinazione provoca complicanze in 1 paziente su 100.000.

Il vaccino contro l'epatite B può causare le seguenti reazioni negative:

  • febbre di ortica,
  • eruzione cutanea sulla pelle,
  • eritema nodoso,
  • anafilassi (gonfiore, asfissia, spasmo muscolare e dolore severo).

Molto spesso, le complicazioni provocano componenti aggiuntivi del farmaco. I moderni vaccini contengono pochi conservanti, quindi i bambini hanno meno probabilità di avere effetti collaterali.

Il vaccino contro l'epatite B contiene 3 sostanze principali:

  • Antigene australiano (componenti del mantello proteico HBV purificato)
  • idrossido di alluminio,
  • mertiolato (conservante, preservando l'attività del farmaco).

Secondo la ricerca medica, una preparazione immunobiologica per la protezione contro l'HBV non provoca disturbi neurologici. Pertanto, non credere ai miti sugli effetti pericolosi di questo vaccino e rifiutarsi di immunizzare. Le complicanze si verificano solo se il paziente ha controindicazioni, ma i medici controllano la presenza del paziente prima della vaccinazione.

A chi è vietato essere vaccinato contro l'epatite B?

La vaccinazione contro l'epatite B è proibita in questi casi:

  • Intolleranza al lievito. Se un bambino ha un'allergia dopo aver bevuto birra, kvas, prodotti a base di pasta di lievito, allora la vaccinazione viene cancellata o eseguita sotto la supervisione di medici in un ospedale.
  • Eccessiva reazione all'iniezione precedente.
  • Diatesi. Il farmaco viene somministrato solo dopo la scomparsa dell'eruzione cutanea.
  • SARS, influenza o altre infezioni acute. La vaccinazione viene somministrata solo quando il paziente si riprende completamente.
  • La meningite è un'infiammazione delle membrane del cervello e del midollo spinale. L'immunizzazione viene effettuata solo dopo sei mesi.
  • Malattie autoimmuni (reazioni immunitarie ai tessuti del corpo): sclerosi multipla, lupus eritematoso, ecc.

Inoltre, la vaccinazione contro l'epatite B non viene somministrata a bambini di peso inferiore a 2 kg.

Vaccini efficaci

Per la vaccinazione usando farmaci sviluppati dall'ingegneria genetica. Dal genoma dell'HBV viene estratto il gene responsabile della formazione della proteina HbsAg. Viene quindi inserito nel genotipo della cellula del lievito.

Successivamente, la cellula del lievito produce simultaneamente le sue proteine ​​e HbsAg (antigene australiano). Dopo la propagazione di quest'ultimo, il substrato per la sua crescita viene rimosso e la sua proteina viene purificata.

Il componente purificato del virus è applicato all'idrossido di alluminio, che è il suo vettore. Questo crea un vaccino. Quest'ultima sostanza non si dissolve in acqua e dopo la penetrazione nel corpo, HbsAg inizia a essere rilasciato in porzioni. Dopo di che il paziente sviluppa l'immunità alle infezioni. Oltre ai componenti di cui sopra, la soluzione immunobiologica contiene conservanti.

Il dosaggio del preparato immunobiologico per i pazienti di età inferiore ai 18 anni è di 10 μg, e le persone di età superiore ai 19 anni ricevono 20 μg di preparato. Se si è allergici ai componenti della dose del vaccino è ridotta.

Le seguenti soluzioni immunobiologiche sono utilizzate per la vaccinazione in Russia:

  • Vaccino per il lievito ricombinante dell'epatite B
  • Eberbiovak.
  • Regevak V.
  • Engerix-B.
  • H-B-VAX II.
  • Sci-B-Vac.

Di norma, in Russia, Regevak B è utilizzato per l'immunizzazione, questa preparazione fa parte dei vaccini sopra elencati, così come le soluzioni immunobiologiche combinate Bubo-Kok, Bubo-M.

Questi farmaci possono essere sostituiti l'uno dall'altro, hanno una composizione simile. Pertanto, se Regavaq è stato usato per la prima volta per la vaccinazione, allora, se necessario, è possibile utilizzare qualsiasi altro vaccino. Ma è meglio essere vaccinati con lo stesso farmaco.

Recensioni di vaccinazione neonatale

I genitori preoccupati hanno diversi atteggiamenti nei confronti della vaccinazione. Alcuni di questi sono categoricamente contrari all'immunizzazione precoce, poiché ritengono che il vaccino danneggi il neonato e il rischio di infezione sia minimo. Tuttavia, questa visione è errata, in quanto è possibile ottenere l'epatite non solo durante i rapporti sessuali o l'iniezione di droghe. Questa possibilità esiste durante una visita dal dentista, sangue per analisi o all'asilo.

I genitori più informati sono consapevoli dell'importanza della vaccinazione e accettano questa procedura dopo aver esaminato il bambino. Capiscono che gli effetti collaterali minori non sono così pericolosi come le complicazioni dopo l'epatite.

Sulla base di quanto precede, si può concludere che il vaccino contro l'epatite B è una procedura necessaria che protegge da una pericolosa infezione. Vaccinate i vostri bambini, poiché l'epatite è diventata di recente un'epidemia. Se sei molto preoccupato per le conseguenze, contatta gli specialisti competenti, che effettueranno tutti gli studi necessari prima della vaccinazione e ti aiuteranno a scegliere il prodotto di migliore qualità.

Informazioni generali

L'epatite B è una malattia virale che si sviluppa quando l'agente patogeno entra nel sangue del paziente.

Una volta nel corpo, le cellule virali iniziano a proliferare attivamente, influenzando negativamente la condizione del paziente nel suo insieme.

Allo stesso tempo le cellule del fegato sono più suscettibili alla distruzione. Come risultato di tale lesione, il tessuto normale dell'organo viene sostituito da fibroso.

Le cellule del tessuto fibroso non portano alcun carico funzionale, quindi, più di loro, peggio il fegato svolge le sue funzioni. Di conseguenza, il processo di formazione del sangue, la digestione del cibo è disturbato, intossicazione del corpo.

L'infezione avviene attraverso il percorso mentale, cioè attraverso il sangue. Allo stesso tempo, le cellule del virus sono contenute non solo nel sangue di una persona infetta, ma anche nei suoi altri fluidi biologici (saliva, urina).

Affinché un virus entri nel corpo umano, è sufficiente una goccia di tale liquido su un'area lesionata della pelle.

Il virus dell'epatite B ha molto penetrantequindi, può penetrare nell'organismo di una persona sana anche attraverso un microcrack, invisibile ad occhio nudo.

Come puoi essere infettato:

  1. Durante l'intervento, anche il più elementare.
  2. Nei saloni di bellezza nel processo di manicure, piercing, quando si tatuano.
  3. Alla reception dal dentista.
  4. A casa, quando si usano gli effetti personali di una persona malata.
  5. Con trasfusione di sangue, i suoi componenti.
  6. Quando si usa una siringa comune quando si usano droghe narcotiche.
  7. Quando si baciano, rapporti sessuali non protetti.

È noto che le cellule del virus dell'epatite B sono estremamente vitali, possono mantenere la loro attività in condizioni ambientali per diversi mesi.

Con questo esposizione a basse temperature non influisce sulla vitalità dei microrganismi (durante il congelamento e il successivo scongelamento, il virus mantiene la sua attività).

Probabilità di infezione e gruppi a rischio

il gruppo di rischio Essi sono:

  • bambini appena nati
  • lavoratori di laboratorio medico,
  • persone che soffrono di malattie del sangue, dei reni, che hanno bisogno di emodialisi e trasfusioni di sangue,
  • i bambini le cui madri sono infettate dal virus,
  • familiari dei malati
  • le persone costrette a visitare spesso paesi con situazione epidemiologica sfavorevole,
  • persone vittime di abusi sessuali,
  • bambini che vivono in famiglie disfunzionali, collegi.

Quelli a rischio hanno possibilità molto alta di essere infettati l'epatite B, la vaccinazione tempestiva riduce questa minaccia.

Quindi, dopo la vaccinazione primaria, il tasso di incidenza diminuisce al 50%, con vaccinazione secondaria - fino al 25%, la terza vaccinazione contribuisce allo sviluppo di un'immunità resistente al virus, in questo caso è impossibile ammalarsi.

Consiglio editoriale

Ci sono una serie di conclusioni sui pericoli dei cosmetici detergenti. Sfortunatamente, non tutte le mamme appena costruite li ascoltano. Nel 97% degli shampoo per bambini viene utilizzata la sostanza pericolosa Sodium Lauryl Sulfate (SLS) o i suoi analoghi. Molti articoli sono stati scritti sugli effetti di questa chimica sulla salute di bambini e adulti. Su richiesta dei nostri lettori, abbiamo testato i marchi più popolari. I risultati sono stati deludenti: le aziende più pubblicizzate hanno mostrato la presenza di quei componenti più pericolosi. Per non violare i diritti legali dei produttori, non possiamo nominare marchi specifici. La società Mulsan Cosmetic, l'unica a superare tutti i test, ha ottenuto con successo 10 punti su 10. Ogni prodotto è costituito da ingredienti naturali, completamente sicuri e ipoallergenici. Sicuramente consiglio il negozio online ufficiale mulsan.ru. Se dubiti della naturalezza dei tuoi cosmetici, controlla la data di scadenza, non dovrebbe superare i 10 mesi. Vieni con attenzione alla scelta dei cosmetici, è importante per te e il tuo bambino.

Da che tipo di epatite viene immunizzata?

Ci sono molte varietà di epatite. Le più comuni sono le seguenti forme:

  • L'epatite A è considerata la più sicura, ma solo con un trattamento tempestivo iniziato. Con successo e rapidamente guarito, raramente segue un corso cronico. La vaccinazione contro l'epatite A non viene data ai neonati in Russia.
  • L'epatite B è difficile e a lungo guarita completamente. In caso di terapia inadeguata porta alla distruzione del fegato. Spesso entra nello stadio cronico e causa cirrosi e cancro al fegato. Vaccinazione profilattica contro l'epatite B nei neonati messi nel primo giorno di vita.
  • L'epatite C nella fase acuta è asintomatica. Non esiste un vaccino per questa forma di malattia.

La composizione del vaccino contro l'epatite B destinato ai bambini piccoli è assolutamente sicura. Dalle vaccinazioni non può prendere la malattia.

È richiesta la vaccinazione?

La vaccinazione contro l'epatite B nei neonati viene programmata secondo il calendario nazionale. Ogni genitore firma in anticipo il suo consenso. La vaccinazione non è obbligatoria, quindi puoi rifiutarla. Ma è necessario prendere in considerazione alcuni punti che si sviluppano in caso di infezione con la malattia:

  • la malattia è abbastanza comune, quindi puoi difenderti solo con una vaccinazione tempestiva,
  • la malattia, specialmente nei piccoli, è difficile da trattare e spesso diventa cronica,
  • l'infezione può essere fatale.

La vaccinazione non protegge il bambino al 100%, ma il rischio di infezione è minimo. Quando un bambino vaccinato è infetto, la malattia è lieve, la guarigione è più rapida e non vi sono conseguenze.

Secondo lo schema di vaccinazione contro l'epatite B, il primo vaccino viene somministrato nell'ospedale per la maternità, il prossimo in un mese e mezzo anno. Se il bambino è a rischio, il programma di vaccinazione è leggermente diverso. La seconda vaccinazione è effettuata tra due mesi e il terzo - in un anno.

Vaccinazione dei neonati in ospedale

Nella maternità, i bambini vengono vaccinati contro l'epatite B. È da questo virus che è necessario proteggere il bambino nel primo anno di vita, poiché c'è un alto rischio di infezione e la comparsa di complicazioni. Il sistema immunitario dei bambini è sottosviluppato e non può in alcun modo resistere a una malattia virale come l'epatite.

In molti paesi, secondo il programma, sono in corso le vaccinazioni per l'epatite B nell'ospedale di maternità, ma la madre deve prima scrivere il consenso. Se è stata presa una decisione per condurre una vaccinazione, il neonatologo esamina il bambino. Vengono valutati i risultati del test del sangue, viene esaminata la pelle del bambino, viene controllata la presenza di riflessi.

Un bambino non viene vaccinato se c'è un'allergia grave o è nato prematuro. Un bambino di peso superiore a 2 kg è autorizzato per la vaccinazione.

Vaccino secondo l'epatite B

In 1 mese viene effettuata la vaccinazione nella clinica. Il secondo vaccino contro l'epatite viene posto solo se non vi è stata alcuna reazione acuta dopo il primo. In questo caso, la vaccinazione passerà senza conseguenze.

Idealmente, lo schema di vaccinazione prevede la vaccinazione il primo giorno dopo la nascita, poi un mese e sei mesi dopo il primo, viene eseguita la vaccinazione.

Succede che lo schema è violato, ad esempio, a causa della malattia del bambino o della mancanza di vaccinazioni in clinica. La cosa principale è che il tempo di attesa non superi i tre mesi. Se sono trascorsi tre mesi dall'introduzione del vaccino, il programma di vaccinazione riprenderà di nuovo.

Per i bambini a rischio di infezione da epatite, applicare uno schema diverso: la seconda vaccinazione viene eseguita in 2 mesi e la terza in un anno.

Il terzo schema di vaccinazione è applicato ai bambini nati da madri malate. Hanno messo non tre, ma quattro vaccinazioni. Le prime tre vaccinazioni vengono somministrate ad intervalli di un mese e l'ultimo vaccino viene somministrato un anno dopo il primo.

Vaccinazione durante la gravidanza e l'allattamento

L'epatite B influisce negativamente sul corso della gravidanza. Pertanto, è meglio pianificare la concezione di un bambino: consegnare tutte le vaccinazioni pianificate, per curare le malattie esistenti. Molti bambini infetti durante la gravidanza diventano portatori della forma cronica della malattia.

Vi è un programma speciale di vaccinazioni durante la gravidanza, che consente di calcolare la tempistica della vaccinazione settimana per settimana. Durante questo periodo sono consentite solo le vaccinazioni antinfluenzali e DPT, ma solo dopo 27 settimane.

Il primo vaccino viene somministrato un anno prima del concepimento. L'intero periodo è sufficiente per passare l'intero schema di vaccinazione e lasciare un po 'di tempo dopo l'ultimo vaccino. Idealmente, dopo l'ultima vaccinazione, dovrebbe passare almeno un anno prima del concepimento. In questo caso, puoi essere sicuro che il sistema immunitario è stato attivato contro l'epatite.

Il Ministero della Sanità russo non include la gravidanza nell'elenco delle controindicazioni, ma non è consigliabile iniettare il vaccino, poiché vi sono rischi di un impatto negativo sullo sviluppo del feto. Se una malattia è stata identificata durante la gravidanza, può essere presa una decisione sulla somministrazione di immunoglobulina contro l'epatite.

Il trattamento dell'epatite durante la gravidanza non può essere effettuato con farmaci antivirali, poiché portano a patologie intrauterine. Puoi bere solo epatoprotettori, che riducono il carico sul fegato.

Devo essere vaccinato contro l'epatite B dopo il parto? Se la vaccinazione non è stata effettuata prima della gravidanza, è meglio prenderla dopo la nascita del bambino. Questo aiuterà a proteggere il corpo dalla malattia durante la prossima gravidanza.

L'allattamento al seno non è una controindicazione alla vaccinazione. Questa procedura non arrecherà danno al bambino, al contrario, alcuni degli anticorpi entrano nel corpo del bambino insieme al latte materno.

Quanto è valido?

Se la vaccinazione è iniziata nell'infanzia, l'immunità dopo la vaccinazione contro l'epatite B nei bambini rimane attiva nei prossimi due decenni.

In rari casi, l'immunità di un bambino può essere attiva solo per 7 anni. Ma il più delle volte ciò si verifica a seguito di un avvio tardivo della vaccinazione.

Si raccomanda di vaccinare gli individui con un aumentato rischio di infezione da epatite ogni cinque anni.

Composizione e produzione di vaccini

In 5 ml del farmaco che protegge contro l'infezione da epatite B (dose singola per pazienti sotto i 19 anni) contengono:

  • antigeni (il corpo in risposta a loro inizia a produrre anticorpi, si forma una reazione immunitaria),
  • idrossido di alluminio (componente necessario per migliorare la produzione di anticorpi),
  • conservanti.

Nella Federazione Russa usa sia domestici, sia i vaccini di altri paesi. Ognuno di loro può essere sostituito da un altro. Se la vaccinazione è stata iniziata con un farmaco e non è comparso la volta successiva, è possibile sostituirlo con un altro farmaco simile.

I seguenti tipi di vaccini sono comuni in Russia: Regevak B, lievito ricombinante, Eberbiovac, Endzheriks. L'effetto di qualsiasi vaccino è efficace e duraturo, quindi uno può essere sostituito da un altro.

La rivaccinazione contro l'epatite B è finalizzata a mantenere l'immunità e viene effettuata per un certo periodo di tempo dopo la vaccinazione. Se le vaccinazioni sono state avviate dalla nascita, l'immunità all'epatite persiste per 22 anni.La rivaccinazione viene eseguita con tale intervallo.

Dove viene iniettato il vaccino?

L'iniezione viene eseguita per via intramuscolare, che consente agli antigeni di entrare più velocemente nel sangue e attivare il sistema immunitario. Neonati e bambini fino a tre anni ricevono un'iniezione nella coscia. Dopo tre anni, il farmaco viene iniettato nella spalla. In caso di contatto con il farmaco sotto la pelle, la sua efficacia diminuisce e si verifica un ispessimento.

L'epatite può essere vaccinata lo stesso giorno di altri vaccini diversi dalla BCG. Allo stesso tempo puoi inserire agenti antiallergici. Condensa, gonfiore e arrossamento possono verificarsi nel sito di iniezione.

Controindicazioni

Prima della vaccinazione contro l'epatite virale, il medico esamina il bambino, dà la direzione di un esame del sangue e delle urine. Il sondaggio impedisce lo sviluppo di possibili complicazioni.

Le controindicazioni per il vaccino contro l'epatite B sono le seguenti:

  • allergia al lievito di birra,
  • qualsiasi eruzione cutanea,
  • meningite recentemente trasferita,
  • il vaccino precedente che era difficile da trasportare,
  • corso acuto di qualsiasi malattia
  • oncologia,
  • patologia autoimmune.

L'epatite si riferisce al numero di malattie che vengono trasmesse dal contatto con qualsiasi fluido di una persona malata (ad esempio, attraverso il sangue, la saliva).

Sigillo dopo la vaccinazione

Dopo l'introduzione della vaccinazione nel sito di iniezione si può osservare arrossamento e leggera compattazione. Toccare un luogo può causare dolore e disagio. La condizione indica l'aspetto di un'allergia all'idrossido di alluminio. Una reazione simile può svilupparsi quando l'umidità arriva sulla ferita.

Possibili complicazioni possono essere determinate dalle dimensioni del sigillo e dal rossore. Normalmente, la compattazione può raggiungere fino a 6 cm, e arrossamento fino a 8 cm Nel caso in cui l'area infiammata è più di 8 cm, è necessario contattare un pediatra.

Cambiamento della temperatura corporea

Con il rafforzamento del sistema immunitario in risposta all'introduzione di particelle estranee, la temperatura corporea di solito aumenta in 6-7 ore. Normalmente, non dovrebbe superare i 38,5 gradi e durare più di due giorni.

Lo sviluppo di complicazioni può essere detto se la temperatura corporea sale a 39 gradi, il bambino sembra assonnato, capriccioso, si rifiuta di mangiare, spesso rutta, la sedia è rotta. In questi casi, una necessità urgente di consultare un medico.

L'efficacia della vaccinazione può essere determinata dalla presenza di anticorpi contro l'epatite B nel sangue.Se il numero di marcatori è superiore a 100 mMe / ml, questo indica che il vaccino ha raggiunto i suoi limiti protettivi massimi.

Fare il bagno dopo la vaccinazione

Quanti giorni non possono fare il bagno al bambino dopo la vaccinazione contro l'epatite B? Gli esperti raccomandano di astenersi dalle procedure idriche per 2-3 giorni dopo la vaccinazione. Questo è necessario per evitare l'infezione nella ferita. Si raccomanda il lavaggio di posticipare anche nel caso in cui la temperatura corporea si sia alzata.

L'umidità nel sito di iniezione porta ad un aumento delle reazioni locali. Pertanto, è necessario asciugare l'umidità con un asciugamano, ma non è possibile strofinare il sito di iniezione.

Quando vaccinato

È semplice: vaccinarsi e vaccinare i bambini. Ora questo è uno strumento unico per proteggere tutti. La dose iniziale del vaccino è raccomandata per ottenere di più nella maternità. Spesso le madri si chiedono: perché così presto? Perché condurre una vita attiva e visitare un dentista, fare una manicure e andare da un parrucchiere, c'è una possibilità potenziale di essere infettato. E durante la gravidanza, il sangue prelevato per la ricerca non mostrerà nulla, dal momento che è stato preso durante il periodo di incubazione, che dura quasi la metà della gravidanza.

Inoltre, chiunque, anche il test più avanzato potrebbe essere sbagliato.

Oggi ci sono opzioni: puoi essere vaccinato contro l'epatite B e l'epatite A. E se l'infezione da epatite A può verificarsi attraverso le mani non lavate, l'epatite B entrerà nel corpo attraverso il sangue. E non sono necessariamente tossicodipendenti. È solo una goccia di sangue catturata da un'abrasione o da una membrana mucosa e la lotteria della malattia inizia il suo gioco, il principale premio in cui si eliminerà il cancro al fegato o la cirrosi. Possibilità di vincere 50/50.
Nell'ospedale di maternità l'organizzazione ottimale della prima vaccinazione. Perché dopo la scarica ci sono una varietà di ostacoli sotto forma di quarantene, Sars, sgabelli sciolti e storie dell'orrore da un vicino (beh, finora senza di loro). Ritardare la soluzione della domanda può essere lungo. Fino al momento in cui la vaccinazione è già inutile

Come viene trasmessa l'infezione?

Il vaccino contro l'epatite B è attualmente in corso sul programma nazionale di vaccinazione. Decidi tu stesso se metterlo o meno, e i genitori sono responsabili per decidere se mettere un vaccino contro l'epatite B su un neonato.

  • Un bambino può contrarre una malattia da una madre già infetta.
  • Se ci sono circostanze che richiedono trasfusione di sangue, il rischio aumenta.
  • Il dentista è anche carico di alcuni rischi, anche se è necessario essere onesti - piccoli.
  • Tra i parenti stretti di un bambino ci possono essere persone infette da epatite B che non ne sono consapevoli. E attraverso il banale taglio delle unghie può anche essere infettato.

I bambini di età diverse possono contrarre la malattia in modi diversi. Un neonato spesso passa il percorso "verticale" dalla madre durante il processo di nascita. Certo, puoi minimizzare i rischi, ma è così se gli esperti sono fiduciosi che la futura madre ha il virus. E se solo fosse entrato nel corpo, ma ancora nel periodo di incubazione? Questo è come viene trasmesso al bambino.

Forse se c'è conflitto con Rh o anemia o qualsiasi altro problema relativo al sangue - e è necessaria la trasfusione. Si ritiene inoltre che in 3-5 anni il bambino avrà sicuramente la malattia da un membro della famiglia infetto, MA! Solo se non è stato vaccinato.

Per i bambini che sono più di un anno, aumentano i rischi associati a varie procedure mediche o sulla base di relazioni interne. Gli adolescenti di età compresa tra 13 e 18 anni attaccano inoltre i rischi di contrarre la malattia sessualmente o attraverso un ago.

Ma ricorda: l'epatite B non viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria, attraverso l'acqua o il cibo. E mettendo un vaccino a un neonato ti sentirai molto più calmo.

Schema di vaccinazione per bambini

Il vaccino contro l'epatite B viene di solito somministrato a un neonato in tre fasi. Il farmaco somministrato ai lattanti è inattivato e non trasporta un virus vivo, ma solo un antigene. Con la prossima vaccinazione, il bambino riceve una porzione leggermente più grande del vaccino. E non è spaventoso.

Questo programma si concentra sul fatto che il corpo del bambino è stato in grado di creare la quantità di anticorpi contro l'epatite, in modo che potessero proteggerlo dalla malattia per molto tempo. Inoltre, se la madre è portatrice di epatite B, è richiesta la vaccinazione. E qui non quattro, ma quattro iniezioni sono già state messe - uno schema speciale di vaccinazione di bambini dal gruppo di rischio.
Negli ospedali per la maternità russi, non appena il bambino è nato, ti verrà chiesto di firmare un consenso al vaccino, compresa l'epatite B. E in caso di risposta positiva, lo faranno nelle prossime ore.

Il secondo schema (bambini del gruppo a rischio) "0-1-2-12"

  • No. 1 subito dopo la nascita il primo giorno di vita.
  • № 2, 3, 4 - in 1, 2, 12 mesi.
Ovviamente, sono possibili deviazioni dai tipici schemi di somministrazione dei farmaci, e ovviamente non è il benvenuto. Ma le circostanze possono essere diverse: il bambino subito dopo la nascita avrà domande sulla salute e rimanderà il vaccino per un po 'di tempo. Per la prima dose, il periodo di somministrazione ottimale è di un mese. Per la seconda parte - il periodo più desiderabile - fino a quattro mesi. Il numero tre deve essere inserito in un periodo da 4 a 18 mesi.

Allora la barriera dalla malattia sarà completamente formata. Ma arretrato a causa di malattia e periodi di debolezza del bambino non è anche fatale. Le vaccinazioni già fatte sono prese in considerazione e quelle successive sono fatte ad intervalli raccomandati dal calendario di vaccinazione, nonostante ciò che è mancato. Potrebbe essere meglio fare un'analisi della presenza e della quantità di anticorpi formati. La rivaccinazione dopo un ciclo di vaccinazione per i bambini non è più necessaria.

Il paese utilizza i seguenti farmaci:

  • Vaccino contro l'epatite B, ricombinante, lievito (Russia)
  • Regevak V (Russia)
  • Eberbiovac (Cuba)
  • Evuks V (Corea del Sud)
  • Engerix V (Belgio)
  • Nv-Vax Iinbsp (USA)? Shanwak (India)
  • Biovac (India)
  • Siero Institute (India)

Dopo la vaccinazione

Ovviamente, il vaccino contro l'epatite B presenta limitazioni importanti da ricordare. E capire che ci sono reazioni naturali al vaccino e agli effetti collaterali e non mescolare l'uno con l'altro, cosa che spesso accade con i genitori irrequieti. accettabile- arrossamento o gonfiore (infiammazione) appariranno sul sito di puntura - questo è normale quando la dimensione non supera gli 80 mm.

Categoricamente non puoi affrettarti a fare lozioni e comprime o spalmare con le creme. Tutto va da solo. Probabilmente un cambiamento nella temperatura corporea a 37,3 gradi.

Forse il bambino sta annaspando, malato, forse un vomito di una volta o manifestazioni neurologiche - non del tutto il fatto che queste siano le conseguenze della vaccinazione. Il corpo che viene indebolito dopo la somministrazione del vaccino è necessario un po 'per prendere il virus. Ma consultare immediatamente un medico !!

Perché non trascurare la vaccinazione?

L'epatite di tipo B è una malattia complessa con danni alle cellule del fegato, che si verifica dapprima in forma acuta e quindi cronica. Questa malattia è accompagnata da un numero enorme di complicazioni e può provocare lo sviluppo di condizioni potenzialmente letali, tumori oncologici e insufficienza epatica. La principale modalità di trasmissione è l'infezione trasmissibile, cioè la penetrazione del virus nel sangue. Questo succede nei seguenti casi:

  • fare sesso con una persona malata
  • quando il feto passa attraverso il canale del parto di una madre infetta,
  • quando si trasfondono sangue contaminato,
  • durante le procedure dentistiche con strumenti scarsamente sterilizzati.

La fase acuta della patologia nella maggior parte dei casi è asintomatica o camuffata da una banale ARVI. Dura da due a sei settimane. In rari casi, la condizione si trasforma in una variante cronica del decorso della malattia e nel verificarsi di numerose complicanze. I più alti rischi di cronicizzazione dell'epatite virale acuta sono determinati nei bambini del periodo dei bambini. Pertanto, la vaccinazione contro l'epatite B viene eseguita un paio d'ore dopo la nascita del bambino.

Tra i segni evidenti di epatite B in pazienti di diverse età, i medici distinguono:

  • ingiallimento della pelle e ekterichnost sclera,
  • disagio e pesantezza nell'area di proiezione del fegato,
  • dolore nell'ipocondrio destro,
  • flatulenza e disturbi digestivi,
  • malessere e peggioramento dell'umore
  • diminuzione dell'attività fisica.

Una certa percentuale di malati viene curata con successo dalla malattia. Alla fine della malattia, sviluppano una protezione permanente. Ma in alcuni casi, i medici devono affrontare forme gravi di patologia che portano all'oncologia, alla cirrosi della ghiandola e alla morte.

Gli immunologi chiedono alla popolazione di vaccinare contro l'epatite B, collegando i loro argomenti con un aumentato rischio di complicanze della patologia. Ciò è giustificato, poiché aiuta artificialmente a creare una protezione immunitaria contro i patogeni della patologia virale.

Cos'è una vaccinazione?

Nel nostro paese, per la vaccinazione contro l'epatite B si usano vaccini domestici, così come le droghe di fabbricazione straniera. Tutte queste soluzioni possono essere sostituite l'una dall'altra, poiché sono sufficientemente efficaci dal virus.

Il vaccino contro l'epatite B ha la seguente composizione:

  • frammenti proteici di involucri virali privi di virulenza ma in grado di innescare meccanismi immunitari per la produzione di anticorpi anti-epatite (10 μg e 20 μg),
  • adiuvante è un composto acquoso di ossido di alluminio (stimola la sintesi di immunocomplessi),
  • mertiolato (conservante),
  • proteine ​​del lievito in quantità minime.

Il vaccino domestico è prodotto in fiale da 0,5 e 1,0 ml. La maggior parte dei vaccini importati ha dosaggi simili. I produttori stranieri nel processo di sviluppo dei loro farmaci evitano l'uso di conservanti. Ciò crea le condizioni per la produzione di medicinali più sicuri senza effetti collaterali classici.

La vaccinazione contro l'epatite B è stata somministrata per via intramuscolare. Un luogo tipico per la somministrazione di vaccini nei bambini e negli adulti adolescenti è il muscolo deltoide. Mentre la medicina dei neonati viene iniettata nella regione anterolaterale della coscia. La vaccinazione è indicata per i pazienti di tutte le età, indipendentemente dal sesso e dalle caratteristiche costituzionali. L'immunizzazione non è stata effettuata per le persone che hanno avuto l'epatite B in passato: i loro corpi hanno già formato una difesa contro l'epatite B in modo naturale.

Libero nel nostro paese può essere vaccinato solo le medicine nazionali. I pazienti dovranno pagare i fondi di importazione con denaro personale.

Schema di immunizzazione

Il vaccino contro l'epatite B è stato prescritto di routine per diversi decenni ed è un'iniezione obbligatoria. Secondo lo schema di vaccinazione, il vaccino viene somministrato in tre fasi:

  1. La prima iniezione viene effettuata al neonato nelle pareti della struttura di maternità entro 72 ore dalla nascita.
  2. La seconda dose viene somministrata dopo 30 giorni all'età di un mese.
  3. La terza vaccinazione avviene dopo sei mesi.

Se per qualche motivo il paziente dovesse deviare dal programma di vaccinazione standard, allora dovrebbe essere immunizzato secondo un programma individuale. La cosa principale in questo programma - mantenere gli intervalli tra le iniezioni. Cioè, è necessario vaccinare una seconda volta non prima di quattro settimane dopo la procedura di maternità e la terza iniezione sei mesi dopo.

Pertanto, un totale di tre volte la somministrazione della soluzione di inoculo consente di formare una protezione immunitaria stabile nell'epatite virale nei neonati. Un tale schema per la vaccinazione contro l'epatite B non si applica ai bambini in gruppi a rischio potenziale. Questi sono bambini nati da madri infette. Viene assegnato un programma di vaccinazione diverso, composto da quattro iniezioni:

  • il primo giorno di vita
  • 30 giorni dopo la vaccinazione nella maternità,
  • 8-10 settimane dopo la consegna,
  • all'età di un anno.

Tale programma di vaccinazioni consente di creare rapidamente una risposta immunitaria in un neonato la cui madre è malata o che è stato in contatto con individui infetti.

Funzionalità nei bambini dei primi giorni di vita

Essere vaccinati contro l'epatite B oggi portati a destra in ospedale. L'iniezione viene eseguita solo se la madre del bambino ha dato il suo consenso scritto. Il vaccino non ha un effetto aggiuntivo sul fegato, quindi è somministrato anche ai neonati con ittero.

L'elenco delle principali controindicazioni all'immunizzazione subito dopo la nascita include:

  • prematurità infantile profonda,
  • peso del bambino inferiore a 2 kg
  • il bambino è allergico ai componenti della sospensione,
  • risultati insufficienti del test del sangue,
  • eruzioni cutanee.

Prima della vaccinazione, un neonatologo deve ispezionare il bambino e diagnosticare la possibilità o l'impossibilità dell'immunizzazione.

Immunizzazione in 1 mese

A questa età, i genitori devono portare il bambino in clinica per la vaccinazione. La vaccinazione contro l'epatite B è prescritta da un pediatra, sulla base dei risultati dell'esame del suo paziente ed escludendo controindicazioni alla sua iniezione. Il periodo ideale per l'immunizzazione è considerato l'intervallo di tempo da 30 a 40 giorni dopo la prima vaccinazione. Se si perde questa volta e si ritarda con una visita alla clinica, è necessario riavviare l'intera procedura.

Questo periodo è il momento ottimale per la fase finale dell'immunizzazione. L'immunità a lungo termine compare già 10 giorni dopo la vaccinazione e viene mantenuta per diversi anni.

In caso di deviazioni dal programma, è importante ricordare che deve essere mantenuto un intervallo di tempo di mezzo anno tra l'iniezione iniziale e quella finale. In precedenza, l'inserimento delle iniezioni non è pratico. E se questo tempo è prolungato, il medico può decidere di ripetere l'intera procedura.

La molteplicità della vaccinazione e la durata del farmaco

Gli sviluppatori di vaccini contro l'epatite sostengono che l'immunità dopo una sospensione specifica è valida nel corpo umano per non più di sette anni. Ma gli studi moderni hanno confermato il contrario. La protezione antivirale può persistere per più di 25 anni, impedendo in modo affidabile l'ingresso nel corpo di agenti patogeni patogeni.

Nonostante la probabile durata dell'immunità, gli immunologi raccomandano di non rischiare la salute. I medici consigliano vivamente l'immunizzazione ogni cinque anni. Questo vale per gli operatori sanitari, le tate, i pazienti che necessitano di trasfusioni di sangue periodiche e simili.

Violazione dei termini di vaccinazione. Come essere in un caso simile?

Tutte le date raccomandate per una vaccinazione adeguata sono presentate nel calendario nazionale delle vaccinazioni, regolato a livello statale. Bene, se i genitori hanno fatto tutto secondo il programma. Ma che dire di quelli che, per qualsiasi ragione, hanno dovuto saltare un'iniezione programmata. In tali casi, gli esperti offrono alcune opzioni, a seconda della durata della pausa:

  • quando si salta la prima iniezione della sospensione del vaccino (l'assenza della stessa nella maternità), l'immunizzazione inizia in qualsiasi età opportuna, e quindi agisce secondo lo schema stabilito,
  • mancanza di ri-vaccinazione all'età di un mese - l'indicazione per l'inizio dell'immunizzazione dell'immunità dal primo stadio (a volte il medico può estendere lo schema già esistente, se non ci sono più di 4 mesi tra le iniezioni)
  • делать прививку в 3 раз нужно до 18 месяцев, а если этот срок пропущен, тогда изучать количество в крови антител к инфекции (при отсутствии иммунных компонентов нужна повторная, полноценная иммунизация).

Бывают ли побочные эффекты?

Как следствие такой прививки у пациентов может возникать патологическая реакция на введение лекарства. Le complicazioni possono essere scatenate sia dal vaccino domestico che da quello importato. Tra l'elenco delle più frequenti reazioni atipiche alle soluzioni vaccinali dell'epatite sono:

  • aumento della temperatura a 38 0 С,
  • iperemia nel sito di iniezione,
  • grumo compatto dopo l'iniezione, che passa in modo indipendente dopo un po '
  • debolezza generale e perdita di appetito in un bambino il giorno dell'iniezione,
  • molto raramente nausea o diarrea.

In casi eccezionali, la vaccinazione contro l'epatite B porta allo sviluppo di complicanze. Questo è il caso in un paziente per 100.000 persone vaccinate. Tra le conseguenze più frequenti della vaccinazione non riuscita sono:

  • l'emergenza o esacerbazione di allergie alimentari e altre cose
  • il verificarsi di eritema nodoso,
  • reazione allergica del tipo di orticaria.

Secondo una ricerca, un vaccino contro l'epatite B non è in grado di causare una sindrome da morte improvvisa infantile, sindrome convulsiva, autismo o ritardo di sviluppo di un bambino. Il vaccino è un farmaco inattivato, quindi il bambino non ha alcuna possibilità di ammalarsi con l'epatite B dopo la vaccinazione.

Effetti del trattamento

Nel periodo successivo la manipolazione della vaccinazione per il bambino è importante per un'adeguata cura e controllo dello stato di salute. È meglio cercare aiuto dalle farmacie. Elimineranno gli effetti indesiderati dell'immunizzazione.

Le principali azioni dei genitori, se il loro bambino ha avuto reazioni complicate:

  1. Se vi sono segni di allergia, al bambino deve essere somministrato un antistaminico (i medici consigliano di non attendere gli effetti dell'iniezione e usano un trattamento antiallergico con un corso che inizia due giorni prima della procedura).
  2. Un aumento dei valori di temperatura che vanno da 37 a 38 0 С non richiede una correzione medica. I farmaci antipiretici sono necessari per un bambino con una febbre di circa 38,5 ° C e oltre. Quando il calore è superiore a 39 0 С, quando la temperatura non si avverte in modo antipiretico, dovresti chiamare un'ambulanza.
  3. La comparsa di sigilli locali e l'arrossamento del sito di esposizione è una reazione abbastanza frequente a un'iniezione protettiva. La formazione può essere eliminata applicando l'unguento di Troxivazina o qualsiasi altro mezzo con azione assorbente. È importante assicurarsi che il sigillo non si trasformi in una infiltrazione sottocutanea o in un ascesso.
  4. I genitori che hanno notato che il loro bambino ha un mal di gambe, i medici suggeriscono di dare al bambino un anestetico.

Quando ci sono sospetti sul possibile sviluppo di gravi complicanze, i genitori non dovrebbero perdere tempo in attesa di miglioramenti. È necessario cercare immediatamente assistenza medica qualificata.

Un elenco di raccomandazioni aiuterà a ridurre il rischio di reazioni avverse:

  • prima della vaccinazione è meglio passare l'analisi e assicurarsi che non vi sia alcun processo infiammatorio nel corpo,
  • un paio di giorni prima della manipolazione, non si dovrebbe visitare i luoghi affollati o la piscina con il bambino, sottoporlo a intensi sforzi fisici, usare cibo che può provocare allergie,
  • dopo il bagno, è necessario bagnare il bambino in acqua alla temperatura ottimale, ed è meglio solo fare una doccia,
  • è vietato in questo momento di introdurre nella dieta del bambino nuovi prodotti,
  • limitare in misura ragionevole il soggiorno del bambino all'aria aperta,
  • ascolta attentamente tutte le lamentele delle briciole che si riferiscono alle sue condizioni e sensazioni (chiedi se il suo stomaco fa male o come si sente),
  • Nel periodo di mezz'ora dopo l'iniezione, è necessario stare sotto la supervisione dello staff medico per controllare i cambiamenti iniziali nelle condizioni del bambino.

Per riassumere ed evidenziare alcuni punti chiave perché l'immunizzazione anti-epatite non può essere abbandonata:

  • la vaccinazione è l'unico modo sicuro per proteggere te e tuo figlio dalla probabile penetrazione di microrganismi patogeni con successiva infezione e lo sviluppo di una patologia complessa e incurabile,
  • le soluzioni consentono di creare una risposta immunitaria per molti anni,
  • tutti i vaccini sono di alta qualità e non sono in grado di avere un effetto distruttivo sul corpo,
  • a seguito dell'immunizzazione, non vi è alcun rischio di sviluppare un'epatite indotta da vaccino.

Loading...