Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Cos'è pericoloso semplice rosolia? E ho bisogno di essere vaccinato contro di esso

Una delle infezioni più comuni di eziologia virale è la rosolia. Questa malattia di solito si presenta in forma lieve, raramente accompagnata da complicanze. D'altra parte, l'infezione di una donna incinta rappresenta una seria minaccia per la salute del nascituro. In alcuni casi, la malattia diventa la causa di malformazioni nel feto e la sua morte fetale.

Descrizione della malattia

La rosolia è un'infezione di eziologia virale, caratterizzata dalla comparsa di eruzioni cutanee e lieve intossicazione. Per la prima volta, la malattia ricevette una descrizione completa di F. Hofman nel 1740. Solo 140 anni dopo, fu presa una decisione unanime per isolare la patologia come gruppo nosologico separato.

Oggi la prevalenza della malattia è diminuita in modo significativo. Tali risultati sono stati raggiunti grazie alla politica di vaccinazione della popolazione. Nonostante questo, circa 100 mila nuovi casi di infezione sono registrati ogni anno. Ogni 3-4 anni, il tasso di incidenza aumenta, per poi andare in declino.

Fonti di infezione e metodi di trasmissione

La rosolia è una malattia dell'eziologia virale. Il più spesso è diagnosticato in bambini. Nel ruolo del suo agente patogeno è un virus genomico RNA con attività teratogena. È comodo per lui esistere solo nel corpo umano. Nell'ambiente, muore rapidamente sotto l'influenza delle radiazioni ultraviolette, a causa di umidità insufficiente o cambiamenti di pressione. In condizioni di basse temperature, il virus vive per un tempo molto lungo e può mantenere la sua capacità di riprodursi.

La fonte di infezione è solitamente una persona con segni pronunciati (raramente cancellati) di rosolia. Una settimana prima dell'eruzione e per altri cinque giorni dopo che il rubivirus è stato rilasciato nell'ambiente esterno. In termini epidemiologici, i bambini con una variante congenita della malattia sono considerati i più pericolosi. In questo caso, l'agente patogeno entra nell'ambiente insieme a feci, saliva o urina per diversi mesi. Le condizioni favorevoli per l'infezione sono gruppi organizzati (scuola materna, scuola). Pertanto, i pazienti vengono isolati immediatamente dopo la conferma della diagnosi di rosolia.

Come viene trasmessa l'infezione? In totale ci sono due modi di trasmissione della malattia: dispersi nell'aria e transplacentari. Il meccanismo di sviluppo di questa malattia non è stato studiato in dettaglio. Il virus della rosolia entra nel corpo umano attraverso le mucose delle vie respiratorie. Quindi inizia la sua attività, stabilendosi sulle cellule della pelle e sui linfonodi. Il corpo reagisce all'introduzione di agenti mediante la formazione di anticorpi specifici. Durante la malattia, i loro volumi nel sangue sono in costante aumento. Dopo il recupero, una persona rimane immunità contro il virus per tutta la vita.

Che aspetto ha la rosolia?

La durata del periodo di incubazione è di circa 15 giorni. Il periodo catarrale successivo è di 3 giorni. Nei pazienti giovani, i sintomi di lesioni delle membrane mucose delle prime vie respiratorie sono molto rari. Gli adulti di solito si lamentano di fotofobia, forti mal di testa, naso che cola, tosse e mancanza di appetito. Il primo giorno di malattia, il 90% dei pazienti sviluppa un'eruzione cutanea sullo sfondo del prurito. Sembrano piccole macchie rosa di forma regolare che si ergono sopra la superficie della pelle.

Un rash di rosolia appare inizialmente nella faccia, dietro le orecchie e sul collo. Durante il giorno si diffonde rapidamente in altre parti del corpo. Va notato che l'esantema non appare mai sulla pianta e sui palmi delle mani. A volte macchie singole si trovano sulla mucosa della bocca. Nel 30% dei casi, l'eruzione cutanea è assente, il che complica in modo significativo la diagnosi. Tra gli altri sintomi di questa malattia, si può notare una leggera febbre. Raramente, i pazienti lamentano dolori muscolari, una violazione del tratto gastrointestinale.

Tipi di rosolia

A seconda della via di infezione, è consuetudine distinguere due tipi di questa malattia:

  • Rubella acquisita. Questa forma della malattia è accompagnata da molteplici eruzioni cutanee su tutto il corpo, ma può avere un quadro clinico atipico. Nel 30% dei casi i sintomi sono completamente assenti, il che complica la diagnosi e contribuisce alla diffusione dell'epidemia. La malattia di solito procede in forma lieve, gli infetti sono trattati a casa. Il ricovero è indicato solo se si sviluppano complicanze.
  • Rosolia congenita. Questa è una forma molto pericolosa della malattia. Nella maggior parte dei casi, è caratterizzato da un corso complicato. Tra le probabili conseguenze si possono notare interruzioni del sistema nervoso centrale, organi dell'udito e visione.

Dati i fatti di cui sopra, è necessario fare un'osservazione significativa. La rosolia negli adulti è raramente diagnosticata. La stragrande maggioranza delle persone incontra questa malattia durante l'infanzia e l'immunità risultante dura per il resto della loro vita. Attualmente, circa l'85% delle donne è immune a questa infezione dal momento in cui inizia l'età riproduttiva.

Visita medica del paziente

La conferma della diagnosi di solito non è difficile. Inizialmente, il medico effettua un esame fisico e richiama l'attenzione su sintomi specifici (appena sopra, abbiamo già detto come si presenta la rosolia). La fase successiva del sondaggio è test di laboratorio:

  • Analisi del sangue generale
  • Valutazione della concentrazione di immunoglobuline.
  • Esame sierologico del muco dalla cavità nasale.

È obbligatorio condurre una diagnosi differenziale con morbillo, infezione da enterovirus, scarlattina.

I principi di base del trattamento

Una persona che si è già ammalata con la rosolia non ha bisogno di ricovero di emergenza. I farmaci speciali contro questa malattia non sono sviluppati, solo la terapia sintomatica è usata. È importante che il paziente aderisca al riposo a letto, mangi bene e beva più acqua. Nella maggior parte dei casi, l'eruzione della rosolia dura solo pochi giorni. Dopo il recupero, l'immunità viene mantenuta per tutta la vita. A volte la malattia ritorna. Gli esperti spiegano questo fenomeno dalle caratteristiche individuali del sistema immunitario.

Solo in caso di complicanze è indicato il trattamento in ospedale. La terapia immunostimolante è prescritta ai pazienti (Interferone, Viferon). Per prevenire lo sviluppo di edema cerebrale, vengono utilizzati agenti emostatici, diuretici e corticosteroidi. Nella fase di recupero, i pazienti sono invitati a prendere farmaci nootropici per migliorare le funzioni cognitive.

Cos'è la rosolia pericolosa?

Le complicazioni di questa malattia sono estremamente rare. Di regola, compaiono se si unisce un'infezione batterica. La rosolia in questo caso è complicata da polmonite secondaria, angina o otite. Nei pazienti adulti, le lesioni del SNC non sono escluse. Questa malattia rappresenta la più grande minaccia per le donne nel periodo della gravidanza. Questo sarà discusso più avanti nell'articolo.

Gravidanza e rosolia

Le conseguenze di questa malattia durante il trasporto di un bambino possono influire sulla sua salute. Il virus penetra nel feto attraverso la placenta, interessando l'endocardio e i capillari. Quindi il patogeno si diffonde a tutti gli organi del bambino, dove inizia a moltiplicarsi rapidamente. Tra le complicazioni più comuni della rosolia nelle donne in gravidanza sono: morte fetale intrauterina, nati morti e aborti spontanei.

Se il bambino è ancora nato, può sviluppare i seguenti disturbi nel tempo:

  • difetti cardiaci,
  • eruzioni cutanee,
  • sottopeso,
  • ittero,
  • miocardite,
  • encefalite,
  • ritardo mentale
  • la distrofia.

Tali complicazioni portano a morte prematura del bambino nel 30% dei casi. Nel primo anno di vita, circa il 70% dei bambini muoiono. Le manifestazioni separate della malattia si fanno sentire solo alla pubertà. Si tratta di tiroidite autoimmune, diabete e deficit dell'ormone della crescita. Nel sangue di un bambino infetto, l'agente patogeno della rosolia può rimanere attivo per diversi anni. La medicina moderna non può offrire alcun trattamento specifico per questa malattia.

Prevenzione delle malattie

Le misure preventive generali nei focolai di infezione sono inefficaci. È quasi impossibile determinare la presenza di un virus nel corpo fino alla comparsa dei primi sintomi. Tuttavia, una persona malata viene isolata per 5-7 giorni dall'esordio dell'eruzione.

Prevenzione specifica comporta la vaccinazione contro tre malattie allo stesso tempo: morbillo, rosolia e parotite. La vaccinazione a 6 anni viene eseguita una seconda volta e la prima all'età di un anno. Tra le controindicazioni alla vaccinazione ci sono le seguenti:

  • neoplasie maligne,
  • la gravidanza,
  • una reazione negativa al vaccino,
  • esacerbazione di eziologia infettiva.

La vaccinazione contro la rosolia può essere combinata con altre vaccinazioni obbligatorie (per la pertosse, l'epatite B, la poliomielite, la difterite e il tetano). È vietato mescolare vari farmaci con una siringa. Inoltre, l'iniezione è auspicabile per mettere in luoghi diversi. L'unica eccezione è il vaccino complesso (morbillo-parotite-parotite). All'età di 6 anni, molti bambini lo fanno di nuovo. Tale rivaccinazione contribuisce allo sviluppo dell'immunità a tre malattie contemporaneamente. Dopo che può essere osservato gonfiore della pelle e il suo leggero arrossamento. Le reazioni avverse dal corpo sono ingrossamento dei linfonodi, nausea, naso che cola, malessere generale. Nell'adolescenza dopo la vaccinazione non è escluso lo sviluppo di artralgia e polineurite, che alla fine passano indipendentemente.

Malattia lieve

La rosolia è causata da un virus che viene trasmesso da persona a persona con goccioline di saliva che fuoriescono durante una conversazione. Un bambino che ha preso questa malattia inizia a isolare i virus se stesso una settimana prima che gli altri capiscano che è malato, e un'altra settimana o due dopo che tutti i segni della malattia sono scomparsi. Quindi quarantena: una misura inefficace per combattere questa malattia.

La malattia inizia con il naso che cola e il rossore degli occhi (congiuntivite) a temperatura bassa o normale. Tutti i sintomi in un primo momento assomigliano a ARVI. E solo quando un'eruzione compare in un giorno o tre, diventa chiaro che questo non è solo un raffreddore. L'eruzione della rosolia è rosa, appare prima sul viso, si diffonde rapidamente su tutto il corpo e questo lo distingue dal morbillo, che striscia attraverso il corpo in soli 3 giorni. L'eruzione cutanea e passa rapidamente: quando si alza sulle gambe, la sua faccia è sparita. Anche il paziente ha ingrossamento dei linfonodi sulla parte posteriore della testa, dietro le orecchie e sul collo, ma dopo una settimana tornano alla normalità. Questa è l'intera malattia. Lei non richiede alcun trattamento.

Ci sono delle complicazioni dopo la rosolia? Molto raramente, circa 1 su 3 mila pazienti sviluppano un sanguinamento purpureo dovuto a una diminuzione del numero di piastrine, 1 su 6.000 ha l'encefalite. Ma nella maggior parte dei casi vengono trattati senza conseguenze per la salute. A volte le adolescenti dopo la rosolia feriscono le articolazioni, ma anche questo problema scompare senza lasciare traccia.

Gravi complicazioni

E allo stesso tempo, la rosolia - una malattia insidiosa. Colpisce il posto dove meno è atteso. Se una donna incinta viene infettata da questa infezione, il virus penetra facilmente nel tessuto fetale e li danneggia gravemente. Nei primi tre mesi di gravidanza, l'infezione si conclude con un aborto spontaneo o la nascita di un bambino con gravi difetti, come cecità, sordità e difetti cardiaci. Nei successivi mesi di gravidanza, il virus può causare tali lesioni che non sono immediatamente visibili nel neonato, ma successivamente manifestare problemi di udito, visione, ritardo mentale.

"Vaccinazione" all'asilo

Negli Stati Uniti nel 1964-1965. l'epidemia di rosolia ha causato 12 milioni di casi di malattia e la nascita di 20 mila bambini con gravi disabilità dello sviluppo. Tale danno era dovuto al fatto che nei paesi sviluppati, i bambini piccoli sono allevati principalmente a casa, fino a quando non sono in contatto con un gran numero di pari, compresi i malati, così crescono senza avere l'immunità per questa malattia. Per vaccinare tutti i bambini dalla rosolia negli Stati Uniti sono diventati dal 1969. Ed ecco il risultato: in 20 anni, ci sono stati solo 4 casi di nascita di bambini con difetti causati dalla malattia delle donne in gravidanza con rosolia.

In Russia, la situazione era diversa. Dal momento che tutti i bambini andavano in asili e asili nido, la maggior parte di loro soffriva di rosolia durante la prima infanzia e ne era diventata immune per il resto della vita. Negli anni '70, più del 95% delle donne in gravidanza aveva anticorpi contro la rosolia e l'infezione non era pericolosa per loro.

Ora, quando molti bambini vengono portati a scuola a casa, i bambini soffrono meno rosolia, così tante ragazze crescono e diventano madri, pur mantenendo la suscettibilità a questa infezione. La percentuale di giovani donne che non hanno avuto la rosolia durante l'infanzia è ora del 30-50% in molte regioni. Studi speciali hanno dimostrato che la rosolia congenita oggi causa il 40% di tutte le gravidanze con esito negativo - aborti spontanei, parto prematuro e malformazioni congenite. Nella regione di Sverdlovsk nel 1999-2000. durante un focolaio di rosolia, il numero di neonati con difetti cardiaci congeniti è raddoppiato. Ecco perché i medici stanno insistentemente parlando della necessità di vaccinazioni contro questa infezione.

Chi dovrebbe essere vaccinato?

All'inizio c'erano speranze che se tutti i bambini di un anno venissero vaccinati, si sarebbero concluse massicce epidemie di rosolia. Ma la pratica ha dimostrato che le epidemie si diffondono poi ai bambini più grandi.

In Inghilterra, lo hanno fatto in modo diverso: le ragazze adolescenti sono state vaccinate lì, che in pochi anni potrebbero diventare madri. Ma a quel tempo, le donne adulte erano infette da rosolia di bambini malati, tra cui non venivano somministrate vaccinazioni.

Alla fine, ha elaborato uno schema efficace: l'OMS raccomanda l'inoculazione di bambini e adolescenti di un anno e di sei anni. E quest'ultimo - solo nei prossimi anni, fino a quando non crescerà, ci sarà una grande popolazione di bambini vaccinati.

In Russia, il vaccino contro la rosolia è stato introdotto per la prima volta nel programma di vaccinazione nel 1998. Ma poi la vaccinazione di massa non ha funzionato: non abbastanza soldi. Ora, i bambini di un anno, i bambini di 6 anni e le ragazze di 13 anni ricevono le vaccinazioni, ma se tua figlia ha più di tredici anni e non ha ricevuto la vaccinazione, guadagna denaro. L'acquisto di un vaccino, infatti, non è diverso dall'acquisto di farmaci, perché ogni famiglia spende i propri soldi su di loro.

Il vaccino contro la rosolia è vivo, a differenza del morbillo e della parotite, non contiene proteine ​​dell'uovo di pollo, quindi può essere vaccinato in bambini con allergie. Il vaccino non causa quasi nessuna reazione, non ha controindicazioni, ma è importante vaccinare una donna adulta non meno di 2 mesi prima dell'inizio della gravidanza: sebbene il danno al feto da parte di un virus vaccinale non sia ancora stato descritto, è meglio osservare la prudenza. Se un vaccino è stato somministrato a una donna che non sapeva della sua gravidanza, non è necessario interromperla.

Cos'è la rosolia?

Per la prima volta su questa infezione in medicina fu menzionata nel XVI secolo, ma lo studio del virus fu molto lento. Solo due secoli dopo, lo scienziato austriaco Wagner descrisse chiaramente le differenze di questa infezione da morbillo e scarlattina. Poco prima dell'inizio della seconda guerra mondiale nel 1938 in Giappone, gli scienziati hanno dimostrato la natura virale della malattia. E nel 1961, l'agente patogeno della rosolia fu isolato.

La malattia non ha dato il riposo a tutti i pediatri. Alcuni decenni fa, l'infezione si classificò al terzo posto nella classifica delle malattie che causano eruzioni cutanee nei bambini. Era diffuso ovunque ed era considerato la norma durante l'infanzia. E dal momento che nessun trattamento completo è stato inventato finora, sono state osservate complicanze in quasi tutti i bambini malati.

A metà del 20 ° secolo, è stato dimostrato che il virus della rosolia interrompe il corretto sviluppo dei bambini quando la madre è infetta durante la gravidanza.

Ma nel secolo scorso, dall'invenzione del vaccino contro la malattia, i dottori tirarono un sospiro di sollievo. Nei paesi in cui il 100% della popolazione è vaccinato, la malattia è stata quasi dimenticata e i medici stanno studiando la rosolia nella letteratura medica.

Cause e metodi di infezione

La rosolia non può essere infettata dagli animali, non muta a causa loro. Il serbatoio del virus è solo una persona malata. L'infezione è tra gli antroponotici, cioè, che si sviluppano solo nel corpo umano. Come viene trasmessa la rosolia? Principalmente da goccioline trasportate dall'aria. Un'altra via di trasmissione è transplacentare, quando il virus arriva al bambino attraverso la placenta da una madre infetta. Questa è la causa della rosolia congenita.

Il microrganismo è instabile nell'ambiente esterno. Esistono diverse caratteristiche del virus e della malattia per le quali la rosolia è una delle infezioni relativamente lievi.

  1. Il virus si diffonde quando starnutisce, in una conversazione attiva, mentre piange o urla se la persona tossisce. Cioè, puoi arrivare quasi ovunque. Ma questo non sempre accade. Perché? Ci vuole molto tempo prima che il virus della rosolia entri nel corpo. A volte devi parlare per ore con una persona per raccogliere la malattia.
  2. Нельзя заболеть при дотрагивании до предметов, с которыми контактировал больной человек, даже если это личная вещь. Просто вирус краснухи неустойчив во внешней среде. Достаточно помыть пол, проветрить помещение, сполоснуть посуду и микроорганизм погибает. Он неустойчив, с ним легко справиться с помощью моющих средств, ультрафиолета, инактивируется он при кипячении. Anche se il congelamento è mantenuto per anni.
  3. I bambini al di sotto di un anno sono raramente malati, poiché nella maggior parte dei casi hanno un'immunità passiva al virus ereditato dalla madre.

In questo caso, la malattia assomiglia a una bomba a tempo. Cos'è la rosolia pericolosa? - Le sue complicanze sono spesso molto più gravi dell'infezione più acuta. La rosolia congenita e le complicazioni del sistema nervoso per il decorso, la manifestazione e le conseguenze sono superiori a molte malattie infettive.

Esposizione al virus della rosolia ed effetti sul corpo

Membrane mucose - questa è la prima barriera all'ingresso del virus nel corpo. Arrivando sulla mucosa, il virus della rosolia viene assorbito e si precipita ai linfonodi, quindi uno dei primi segni di rosolia in un bambino è un aumento dei linfonodi.

Nella fase successiva, il virus entra nel sangue e nella pelle. Le seguenti rosolia note e frequenti sono eruzioni cutanee e prurito. Il microrganismo ha un atteggiamento speciale nei confronti dei tessuti embrionali - cioè, quando una donna incinta è infetta, il virus penetra nella barriera placentare e colpisce molti sistemi del nascituro. In molti casi, una malattia congenita è considerata come un'infezione a flusso lento, perché non è raro che un bambino dopo la nascita sopprima lo sviluppo dei sistemi di organi.

Così come il virus altera il sistema immunitario e colpisce il sistema nervoso.

Come si manifesta la rosolia? Durante il periodo di incubazione, la malattia non si manifesta affatto e dura, forse, a volte per circa tre settimane e anche di più. I casi in medicina sono descritti quando questa fase dello sviluppo della malattia è stata di 24 giorni.

Quindi i sintomi dipendono dal periodo della rosolia:

  • il periodo di incubazione della rosolia nei bambini dura da 11 a 24 giorni,
  • periodo prodromico - circa tre giorni,
  • periodo di eruzione cutanea,
  • periodo di autorizzazione
  • conseguenze dell'infezione.

mal di testa, vertigini

I sintomi della rosolia cambiano gradualmente.

  1. Debolezza, mal di testa e vertigini.
  2. I primi sintomi della rosolia nei bambini comprendono indisposizione, sbalzi d'umore, perdita di appetito.
  3. A volte ci sono dolori muscolari alle articolazioni - più spesso sono disturbati da polso e caviglia.
  4. In rari casi, il bambino è preoccupato per la congestione nasale.
  5. È possibile un aumento della temperatura corporea per diversi giorni, ma non supera i 37,5 ° C.
  6. In questo momento, il bambino si lamenta di un mal di gola.
  7. La rosolia si manifesta con un leggero arrossamento degli occhi.
  8. Come scoprire che cosa inizia la rosolia nei bambini? Linfonodi cervicali ingranditi. I linfonodi cervicali occipitali e posteriori diventano più visibili.

Tutto ciò si manifesta entro 1-3 giorni. Il primo stadio della malattia si verifica, come molte altre infezioni. In questo momento, è difficile sospettare la presenza di virus della rosolia nel corpo. E solo le informazioni sui contatti aiutano a formulare una diagnosi, cosa che accade molto raramente.

Manifestazioni cliniche nel mezzo della malattia

Che aspetto ha la tipica rosolia nei bambini? La malattia si manifesta più attivamente durante il terzo periodo, quando compare un'eruzione cutanea. Quali sintomi accompagnano ancora questo periodo di infezione?

  1. Da questo punto in poi, la temperatura corporea sale a 38,5 ° C, ma più spesso rimane entro 37-38 ° C.
  2. Questo è un periodo di sviluppo attivo di fenomeni catarrale - arrossamento della gola, tonsille ingrossate, rinite.
  3. Spesso il bambino è preoccupato per la tosse.
  4. Un'eruzione cutanea nei bambini con rosolia sotto forma di piccole macchie rosse, di dimensioni abbondanti da 2 a 4 mm, non incline a fondersi, a differenza di altre infezioni, appare immediatamente sul viso e sul collo, e quindi molto rapidamente senza una sequenza specifica si verifica su tutto il corpo. La maggior parte delle macchie sono sulla schiena e sulle natiche, sul retro delle braccia e delle gambe, ma i palmi e i piedi rimangono assolutamente puliti.
  5. La linfoadenite (infiammazione dei linfonodi), che persiste fino alla completa risoluzione della malattia, è più attivamente espressa durante questo periodo della malattia.

È una rosolia? - sì, un lieve prurito persiste. Dopo soli tre giorni, l'eruzione scompare senza lasciare traccia, mentre non vi è alcuna pigmentazione, cicatrici e altri cambiamenti sulla pelle del bambino. Ma secondo i medici, il tipico sintomo della rosolia non sono le macchie, ma un aumento dei linfonodi. In quasi il 30% dei casi, le macchie potrebbero non essere presenti e la linfoadenite è sempre presente.

Con l'infezione intrauterina del bambino dopo la nascita, si sviluppano varie malformazioni. Nel primo trimestre, il numero di complicanze dopo una malattia posticipata è maggiore e raggiunge il 60%.

Complicazioni di rosolia

Idealmente, la rosolia passa senza lasciare traccia. Ma in effetti, nessuno può prevedere l'ulteriore decorso della malattia. Lei, anche dopo diversi mesi, può dare molte sorprese.

Qui ci sono le complicazioni più frequenti e gravi.

  1. Le conseguenze della rosolia congenita includono danni all'organo della vista. Cataratta bilaterale o unilaterale, glaucoma, annebbiamento della cornea. Una delle manifestazioni remote è la microftalmia o riduzione delle dimensioni del bulbo oculare, che si verifica gradualmente in un bambino.
  2. Malformazioni cardiache: schisi dei condotti, stenosi delle arterie, danni alle valvole del cuore, possibili difetti del setto tra atri o ventricoli.
  3. La malformazione congenita più comune è la sordità, che si verifica nella metà dei neonati. Un altro 30% dei bambini che hanno avuto la rosolia in utero, la perdita dell'udito si verifica in seguito.
  4. La rosolia nei bambini più grandi si manifesta con la polmonite.
  5. Un'altra complicazione dell'infezione virale è l'epatite.
  6. Gli effetti della rosolia nei ragazzi più grandi sono l'infiammazione delle articolazioni (artrite).
  7. Un'altra grave complicanza dell'infezione è il danno al sistema nervoso o alla pan- trafalite progressiva della rosolia (PCE). Il più delle volte si sviluppa in ragazzi e giovani da 8 a 19 anni. Dopo aver sperimentato la rosolia, l'intelletto diminuisce, appaiono disturbi del movimento, il linguaggio rallenta, il malato non sopporta, la condizione peggiora gradualmente, la demenza progredisce e, negli ultimi stadi della malattia, il bambino spesso perde conoscenza. La panencefalite progressiva della rosolia si presenta lentamente ed è fatale.
  8. Gli effetti congeniti dell'infezione comprendono anemia, infiammazione dell'orecchio medio o otite, microcefalia.

Diagnosi di rosolia

La diagnosi è a volte difficile, perché circa un terzo dei casi di malattia nei bambini dopo un anno è lento o privo dei soliti segni, come un'eruzione cutanea sul corpo.

Cosa aiuta nella corretta diagnosi?

  1. Diagnosticare la rosolia inizia con l'anamnesi e devi scoprire se ci sono stati contatti con persone malate. Durante un focolaio di una malattia, informazioni di contatto dettagliate aiutano a fare una diagnosi corretta più velocemente.
  2. Quando si esamina un bambino, i linfonodi ingrossati si trovano più spesso nel collo, che persistono nel corso della malattia. Un rash è un sintomo minore, ma non per questo meno significativo.
  3. Durante lo sviluppo della malattia è necessario fare un esame generale e analisi del sangue per la rosolia. La rilevazione di immunoglobuline di classe M nel sangue indica lo sviluppo della malattia.
  4. La base della diagnosi è un test immunologico.
  5. Per la diagnosi di malattia congenita utilizzando metodi speciali RSK e rtga, immunoglobuline di classe M e G (IgM, IgG). La presenza di quest'ultimo nel sangue indica l'infezione del bambino.
  6. Se non esiste un quadro clinico tipico della malattia, il bambino sarà sottoposto a test per gli anticorpi contro la rosolia. L'analisi è più indicativa nel caso in cui si riscontra un aumento di 4 volte del titolo o di anticorpi nel test del sangue ripetuto.
  7. L'emocromo completo chiarisce leggermente l'immagine, questo è solo un ulteriore metodo diagnostico, attraverso il quale è possibile determinare la presenza del processo infiammatorio nel corpo e lo stadio della malattia.
  8. Fino alla comparsa di un'eruzione cutanea in caso di sospetta rosolia, il virus può essere rilevato dallo scarico del nasofaringe e nel sangue mediante semina, ma a volte occorrono diversi giorni per attendere i risultati.
  9. In caso di infezione congenita, il virus viene rilevato a lungo nelle urine e nelle feci del bambino.

Nella maggior parte dei casi, vengono raramente utilizzati metodi speciali di ricerca, poiché molti di essi sono costosi o richiedono molto tempo per la crescita dell'agente patogeno. Se viene trovato un sito di infezione, la rosolia viene testata per gli anticorpi che usano rtga (reazione di inibizione dell'emoagglutinazione), il titolo protettivo minimo deve essere 1:20, altrimenti il ​​bambino deve essere vaccinato.

Malattie simili alla rosolia

Oltre all'aumento dei linfonodi periferici e alla comparsa di un'eruzione cutanea, non vi sono chiari segni esterni dello sviluppo della rosolia, in base ai quali è possibile diagnosticare con certezza. Un'infezione lieve o ridotta confonde persino i medici esperti. Pertanto, è importante conoscere le malattie che sono un po 'come la rosolia.

papule con pseudorasnuha

La prima malattia che deve essere ricordata è pseudorassiana. Ci sono diversi nomi per questa malattia: roseola pediatrica, sesta malattia e sottotitolo dell'esantema. Non c'è nulla in comune con la normale rosolia in questa infezione. I virus che causano queste due malattie appartengono a famiglie diverse. Il motivo dello sviluppo di pseudorasnuha è il virus dell'herpes di tipo 6 e 7. Negli adulti, questo microrganismo provoca la sindrome da stanchezza cronica e nei bambini, il rosale. A differenza della rosolia, la temperatura corporea può salire a 40 ° C, le manifestazioni catarrali sono completamente assenti e l'eruzione cutanea, nonostante si diffonda, ha l'aspetto di papule (piccoli elementi, con liquido all'interno). Il picco della comparsa della falsa rosolia nei bambini è la fine della primavera, l'inizio dell'estate, che coincide con la rosolia classica. Distinguere le malattie aiuta l'analisi della presenza di virus dell'herpes nel corpo.

Cos'altro ti serve per la diagnosi differenziale della rosolia:

  • con reazioni allergiche ai farmaci,
  • con il morbillo,
  • mononucleosi infettiva,
  • infezione da adenovirus.

È possibile confondersi nella diagnosi solo in caso di corso atipico o asintomatico di queste malattie.

Trattamento alla rosolia

Il trattamento della rosolia non complicata nei bambini inizia con le linee guida generali.

    Ci sono alcune restrizioni nel cibo sin dall'inizio della malattia: il bambino non sempre vuole mangiare - non c'è bisogno di costringerlo, molta bevanda calda, e la dieta dovrebbe contenere pasti facilmente digeribili, non ci dovrebbe essere un cibo speziato ed estrattivo, in modo che il prurito non aumenti eruzioni cutanee.

Il riposo a letto è un prerequisito durante l'intossicazione, quando il bambino ha un mal di testa e una grave debolezza, il corpo dovrebbe riposare di più.

  • La stanza in cui si trova il bambino malato deve essere frequentemente in onda. Non ci dovrebbe essere aria viziata, questa è una delle condizioni per la prevenzione delle complicanze.
  • Come trattare la rosolia nei bambini a casa? Fondamentalmente, le misure di cui sopra sono sufficienti, l'infezione non richiede sempre effetti terapeutici specifici. Qualche volta la terapia è ridotta solo all'appuntamento di medicine sintomatiche.

    Trattamento sintomatico della rosolia

    Quali farmaci sono prescritti per la rosolia?

    1. Antipiretico se la temperatura corporea sale di oltre 2 gradi da 38,5 ºC. In altri casi, il corpo è in grado di far fronte a cambiamenti temporanei.
    2. La terapia antinfiammatoria è prescritta in caso di dolorabilità dei linfonodi cervicali, con forti mal di testa e forti dolori articolari.
    3. Non esiste una cura specifica per la rosolia, anche i normali farmaci antivirali non sono sempre efficaci, in rari casi è necessario ricorrere alla nomina di farmaci immunostimolanti e inoltre prescrivere vitamine.
    4. Quando si verifica dolore alla gola, ai bambini più grandi vengono somministrate pastiglie riassorbibili o vengono trattati con spray antinfiammatori e analgesici.
    5. Le cariche di espettorante trattano la tosse, prescrivono pillole per una migliore espettorato dell'espettorato.
    6. Gli antibiotici per la rosolia non sono prescritti. I farmaci antibatterici non funzionano sui virus, ma in caso di complicazioni come la polmonite, la bronchite con uno scarico di escreato giallo-verde viscoso, l'otite, vengono usati antibiotici.
    7. Il prurito pronunciato della pelle viene rimosso con preparazioni antiallergiche, ma non è necessario elaborare gli elementi dell'eruzione stessa - passano rapidamente e senza lasciare traccia.

    Una grave malattia o lo sviluppo di gravi complicazioni, come la panencefalite, sono un'indicazione per il ricovero nel reparto di malattie infettive o rianimazione. In questi casi, non dovresti aspettare un dottore, devi chiamare un'ambulanza, perché il numero di esiti letali con l'encefalite rubeolare raggiunge il 30%. Ma nella maggior parte dei casi, la prognosi per la rosolia è favorevole.

    Interventi anti-epidemici di rosolia

    Nonostante la vaccinazione universale, che è ancora la misura preventiva più efficace, i focolai della malattia si verificano ogni 10 anni in varie regioni.

    Quali sono le misure antiepidemiche per la rosolia?

    1. Le misure generali nei focolai di infezione sono inefficaci, poiché il periodo di incubazione della malattia è lungo e ci sono forme nascoste della malattia.
    2. Secondo alcune fonti, il bambino diventa contagioso una settimana prima che compaia l'eruzione e 1-2 settimane dopo. Nella maggior parte dei casi, il quinto giorno dopo l'inizio dell'eruzione, il virus non viene rilasciato nell'ambiente. Inoltre, per essere infetto, hai bisogno di un contatto a lungo termine con il malato. Pertanto, il bambino è isolato solo fino al quinto giorno dopo il rilevamento delle eruzioni cutanee.
    3. La quarantena non è dichiarata.
    4. È possibile camminare con la rosolia? Fino al quinto giorno compreso dall'apparizione dell'eruzione cutanea, è meglio escludere le passeggiate per non infettare gli altri. In questo momento, conduci frequenti arieggiamenti nella stanza in cui si trova il paziente. Se il bambino vive nel settore privato o è malato durante la sua permanenza nella dacia, le passeggiate sono consentite all'interno dell'area designata.
    5. È possibile fare il bagno a un bambino con la rosolia? Se la malattia è mite, non ci sono complicazioni e prurito severo - si può nuotare, ma è indesiderabile che un bambino rimanga nell'acqua per lungo tempo. Nuotare per 5-10 minuti o una doccia calda è il miglior esercizio serale. Ci sono spesso impurità nell'acqua che esacerbano alcuni sintomi. Durante il periodo di malattia, è impossibile nuotare nei bacini artificiali fino al completo recupero.

    Prevenzione della rosolia

    Oggi, l'unico modo efficace per prevenire la rosolia è la vaccinazione. Quasi dai primi giorni di sviluppo del vaccino, è entrata nel calendario nazionale di vaccinazione. Nei paesi in cui vi è un alto livello di immunizzazione della popolazione contro la rosolia, la malattia si verifica solo quando il virus viene importato da altre regioni.

    Oggi, per la prevenzione delle infezioni, vengono utilizzati vaccini morti e vivi attenuati. Secondo il programma di vaccinazione, la prima iniezione di anticorpi contro la rosolia protettiva per i bambini viene effettuata all'età di 12 mesi. La rivaccinazione avviene in 6 anni. In alcuni casi, sulla base delle prove o su richiesta dei genitori, le ragazze di 12-14 anni vengono vaccinate per proteggere l'organismo dalle infezioni. Ciò è necessario se le ragazze in età avanzata pianificano una gravidanza, quindi diminuisce la probabilità di rosolia congenita nei bambini.

    Oggigiorno, i vaccini a tre componenti vengono utilizzati principalmente quando il bambino viene vaccinato secondo il calendario in 12 mesi con vaccinazione simultanea contro parotite e morbillo. Vengono inoltre introdotti preparati monocomponenti per proteggere specificamente dalla rosolia.

    Un bambino vaccinato può prendere la rosolia? Tali casi sono possibili se sono trascorsi più di 10 anni dall'ultima vaccinazione (sebbene secondo alcune fonti il ​​vaccino protegga fino a 20 anni) o sia stato somministrato un solo vaccino contro la rosolia, quindi la protezione non è ancora funzionante al 100%. Se la vaccinazione è stata effettuata con un vaccino di scarsa qualità, la protezione potrebbe non funzionare neanche.

    Domande frequenti sulla rosolia

    1. È possibile ottenere di nuovo la rosolia? Questo non dovrebbe essere, dopo un'infezione posticipata, un'immunità permanente persistente. Ma tuttavia in medicina sono descritti rari casi di infezione ripetuta. Forse il bambino in quel momento aveva un'immunità molto debole e aveva avuto contatti con il virus. O il bambino non ha sofferto di rosolia, ma un'altra malattia simile, e non è stata effettuata una diagnosi speciale.
    2. Quali sono i modi di trasmissione della rosolia? Ce ne sono solo due. Il principale è in volo. Ma è più facile essere infettati in gruppi affollati con convivenza a lungo termine di bambini: negli orfanotrofi, negli asili nido con una permanenza di 24 ore su 24, nelle scuole, poiché l'infezione non si sta diffondendo rapidamente. Il più delle volte, i bambini malati di rosolia da 3 a 6 anni. La seconda via è verticale o transplacentare dalla madre malata al bambino.
    3. Quanti hanno la rosolia? Normalmente, la malattia dura circa un mese (se contate dal momento in cui il virus entra nel corpo del bambino). Il periodo di incubazione è in media di tre settimane. Inoltre, il periodo prodromico è di soli tre giorni e la fase di rash procede approssimativamente alla stessa quantità. Gli elementi dell'eruzione passano rapidamente senza conseguenze. Se escludiamo il periodo di incubazione - circa due settimane.
    4. Quanto dura una rash di rosolia? L'eruzione è piuttosto rapida, in soli due o tre giorni non ce ne sarà traccia, apparirà rapidamente e scomparirà anche in fretta.
    5. Cosa è pericoloso per la rosolia delle ragazze? La rosolia è ugualmente pericolosa per tutte le sue conseguenze. Una delle sue complicazioni indesiderabili è la rosolia panencefalite, che è più comune nei ragazzi. А вот для девочек старшего возраста в случае беременности инфекция может привести к выкидышу.
    6. Какая может быть расшифровка анализа крови на краснуху? Если исследуют анализ крови на антитела к вирусу краснухе — то значимым является титр 1:20. При меньшем значении ребёнок подлежит вакцинации, так как в организме недостаточно клеток защиты от инфекции. Что касается общего анализа крови во время инфекции, то здесь тоже появляются некоторые изменения. Nel periodo prodromico, il numero di leucociti è normale o leggermente aumentato. Durante il periodo di rash, diminuiscono gli indicatori come i leucociti e i neutrofili e aumentano i linfociti e i monociti. Le cellule del plasma compaiono nell'analisi generale.

    La rosolia non è una malattia pericolosa e può essere sconfitta non al momento dell'infezione, ma molto tempo prima. Aiuterà a far fronte alla malattia e alle sue conseguenze, misure di prevenzione elementare. Il lavaggio delle mani e la pulizia tempestiva delle camere giocano un ruolo importante in questo. Ma la funzione principale nella lotta contro la rosolia appartiene all'immunizzazione con l'aiuto delle vaccinazioni.

    Che tipo di malattia?

    La rosolia (rosolia) o il morbillo tedesco hanno una natura virale. Il bambino provoca una bassa temperatura seguita da un'eruzione cutanea sul corpo.

    Trasmesso da goccioline trasportate dall'aria. Cioè, quando si tossisce o si starnutisce, la saliva del paziente trasmette la malattia a una persona sana.

    La mollica è contagiosa 5 giorni prima che compaia l'eruzione e poi altri 2-3 giorni prima della completa cessazione dell'eruzione.

    I segni tipici sono i linfonodi ingrossati nel collo e un caratteristico rossore rosa. Se il medico non è sicuro della diagnosi e la persona ha un decorso grave della malattia, si consiglia di fare una diagnosi di rosolia. Il processo è abbastanza semplice, tutti i dettagli che puoi leggere nel mio articolo "Metodi per la diagnosi della rosolia".

    Il momento più attivo per un virus è la fine dell'inverno, l'inizio della primavera. Inoltre, le epidemie si verificano ad intervalli di 6-7 anni.

    Linfonodi ingrossati dopo l'infezione da rosolia in un bambino

    Molto spesso, il bambino può sperimentare un aumento dei linfonodi nel collo, dietro le orecchie e nella parte posteriore della testa. Al tatto puoi sentire i densi tubercoli, le dimensioni di un fagiolo o anche di più. Quando fai clic su di loro, senti dolore.

    Questa è la complicazione più innocua della rosolia. Dopotutto, non appena il recupero si verifica entro una o due settimane, la dimensione dei linfonodi viene normalizzata.

    Dolore alle articolazioni

    Nei bambini piccoli, questi problemi sono più spesso non osservati. Ma le ragazze adolescenti possono lamentarsi del dolore alle ginocchia quando si cammina, l'infiammazione delle articolazioni delle dita. Sono possibili anche gonfiore e arrossamento. Più la ragazza è anziana, più spesso sorgono problemi.

    Questa è una condizione temporanea che si normalizza anche circa due settimane dopo la fine della malattia. I medici raccomandano di bere i farmaci anti-infiammatori a base di ibuprofene, ad esempio Nurofen.

    Congiuntivite in un bambino con rosolia

    Si verifica prima che compaia l'eruzione. Tutto inizia con il rossore degli occhi, e poi con una debole immunità si unisce un'infezione batterica. Possibile scarico purulento dagli occhi, attaccare ciglia. I medici prescrivono gocce o unguenti a base di antibiotici.

    Problemi del sistema nervoso

    Una delle complicanze più rare, 1 su 5000 pazienti con infezione da rosolia. È espresso dall'encefalite, che si sviluppa in pochi giorni (3-5) dopo l'inizio dei primi sintomi della malattia. È caratterizzato da un raro deterioramento della condizione generale: un aumento della temperatura a valori elevati, un disturbo della coscienza, convulsioni. Il trattamento è effettuato solo in un ospedale.

    Porpora trombocitopenica con rosolia

    Appare più spesso nelle ragazze. È caratterizzato da diatesi emorragica (piccole emorragie sulla pelle), gengive sanguinanti. Inizia alcuni giorni dopo l'ultima eruzione sul corpo. Il recupero completo è possibile nel 75% dei casi.

    La vaccinazione aiuta a evitare problemi

    Per proteggersi ed evitare problemi, è sufficiente vaccinarsi durante l'infanzia. Il vaccino stesso è una combinazione e contiene virus indeboliti di morbillo, rosolia e parotite. Protegge nel 97% dei casi di malattia.

    Se non ricordi o non sai se hai avuto la rosolia o no, se sei stato vaccinato o meno, si raccomanda di ottenere una diagnosi per la presenza di anticorpi nel corpo e quindi proteggeresti te stesso e la tua famiglia.

    Virus Zika: tutte le donne incinte devono saperlo

    Ciao cari lettori del mio blog. Oggi, l'argomento della nostra conversazione è il virus Zika. Tutti i canali TV, i giornali e le riviste mettono in guardia le donne incinte sul pericolo che li attende. Dopotutto, il virus Zika può minacciare la salute del tuo bambino non ancora nato. Vediamo nell'articolo di oggi che è così

    Le vernici per le dita sono un altro modo per sviluppare le capacità motorie di un bambino. Impara a usarli e cucinare a casa da soli.

    Ciao a tutti, con voi Ekaterina Chesnakova! Torniamo di nuovo al tema della creatività dei bambini, senza la quale il pieno sviluppo del bambino è impossibile. Un grande ruolo nello sviluppo è giocato dalla capacità di disegnare, di sentire l'armonia del colore. E mentre il bambino ancora non sa come tenere in mano un pennello o una matita,

    Questo blog è letto da 10875 mamme, ciao
    giocare con i loro figli.

    Agente patogeno della rosolia


    L'agente patogeno della rosolia è un virus che contiene RNA (una molecola di acido ribonucleico, che include tutti i geni del patogeno), appartenente secondo la classificazione alla famiglia Togavirus, genere Rubivirus.

    Il virus della rosolia ha una dimensione di 60 - 70 nm, è ricoperto da un rivestimento proteico, sul quale è presente una parvenza di villi - con l'aiuto di questi il ​​patogeno è attaccato alle cellule.

    Le principali caratteristiche di questo patogeno sono la capacità di distruggere e incollare insieme i globuli rossi. Per questo, ha speciali enzimi proteici. Include anche l'enzima neuraminidasi, che colpisce il tessuto nervoso.

    Nell'ambiente esterno, il virus della rosolia sta rapidamente peggiorando.

    Fattori che uccidono il virus della rosolia:

    • essiccazione,
    • l'azione di acidi e alcali (il virus viene distrutto con una diminuzione del pH inferiore a 6,8 e un aumento di oltre 8,0),
    • radiazioni ultraviolette,
    • azione degli esteri,
    • azione formalina,
    • disinfettanti d'azione.

    morbosità

    Per la rosolia è caratterizzata da epidemie che si verificano ogni 6 - 9 anni. Molto spesso, si verificano epidemie tra aprile e giugno. Allo stesso tempo, non solo i bambini, ma anche gli adulti, specialmente quelli che sono costantemente in una grande squadra, iniziano a ammalarsi.

    Una volta che i vaccini sono stati massicciamente utilizzati, l'incidenza della rosolia dall'epidemia all'epidemia è in costante diminuzione. Per fare un confronto: nel 1964 negli Stati Uniti furono rilevati 1,8 milioni di casi di malattia e nel 1984 solo 745 casi.

    Meccanismo di sviluppo della malattia

    Una volta nel tratto respiratorio, il virus inizia a penetrare nelle cellule della mucosa e di esse nel sangue. Con il flusso sanguigno, si diffonde in tutto il corpo, causando i disturbi più pronunciati nei linfonodi e nella pelle.

    Il corpo reagisce all'introduzione del virus attraverso la formazione di anticorpi specifici. Il loro numero nel flusso sanguigno è in costante aumento durante la malattia e possono essere identificati se vengono eseguiti test di laboratorio.

    Dopo il recupero, l'immunità di una persona contro il virus della rosolia rimane a vita.

    Il virus della rosolia ha un effetto citopatico: può danneggiare i cromosomi nelle cellule embrionali, causando mutazioni e malformazioni congenite. Pertanto, l'infezione di una donna incinta rappresenta un alto rischio per il feto. Quando viene infettato durante la gravidanza, il virus entra nel flusso sanguigno e viene trasferito alla placenta - l'organo con cui il cordone ombelicale si attacca alla parete dell'utero, che prevede l'ossigenazione e il nutrimento del sangue del feto. Nella placenta, il virus si accumula in grandi quantità, dopo di che entra nel sangue del feto.

    Sintomi di rosolia


    Dal momento dell'infezione da rosolia fino alla comparsa dei primi sintomi, il periodo di incubazione dura 11-24 giorni (per la maggior parte dei pazienti, 16-20 giorni). In questo momento, il virus entra nelle cellule della mucosa degli organi respiratori e da lì nel flusso sanguigno, si diffonde attraverso il flusso sanguigno in tutto il corpo, si moltiplica e si accumula.

    Durante il periodo di incubazione, i pazienti di solito non si preoccupano di nulla, non fanno alcun reclamo.

    I sintomi che possono verificarsi durante il periodo di incubazione della rosolia:

    • Debolezza, malessere, stanchezza, un leggero aumento della temperatura corporea (non più di 38 ° C). Ciò è dovuto al fatto che il virus si accumula nel sangue e provoca intossicazione (avvelenamento da tossine virali), con un effetto specifico sul sistema nervoso.
    • Rossore della mucosa faringea. Rilevato durante un esame della gola da un medico. Associato con l'infiammazione, che provoca il virus, penetrando nelle cellule della mucosa.
    • Naso che cola, congestione nasale e scarico. Questi sintomi sono causati dall'infiammazione a seguito dell'introduzione del virus.
    • Rossore dell'occhio - si verifica quando il virus entra nella congiuntiva.
    • Linfonodi ingrossati - si sentono in diversi punti sottocutanei. Il virus li entra con il flusso sanguigno, si accumula in loro e causa un processo infiammatorio.

    Il periodo di incubazione termina con un'eruzione cutanea sul corpo del paziente. Una settimana prima, il paziente inizia a essere contagioso.

    Sintomi comuni

    Con la rosolia lieve e moderata, altri sintomi tranne l'eruzione cutanea sono praticamente assenti. La persona si sente soddisfacente. La temperatura non sale o non supera i 37 ° C.

    Un'eruzione compare sulla pelle del viso e poi si diffonde in tutto il corpo. Consiste di macchie di colore rosso, avendo un diametro di 5 - 7 mm e situato su pelle liscia, invariata. I punti non si alzano sopra la pelle. Se si preme sul posto o si allunga la pelle, scompare e quindi riappare. Ciò è dovuto al fatto che le macchie sono causate da una forte espansione dei capillari sottocutanei. Mantengono sempre le loro dimensioni originali e non si fondono l'una con l'altra.

    Varietà insolite di rosoliache si verificano in singoli casi:

    • punti grandiche hanno dimensioni di 10 mm o più,
    • papule - un'eminenza sulla pelle causata da edema infiammatorio
    • grandi macchie con bordi smerlati - formato a causa del fatto che in alcuni pazienti piccoli punti aumentano di dimensioni e si fondono l'uno con l'altro.
    Un rash di rosolia è meglio visibile sul corpo che sul viso. Particolarmente bene è visibile nel gomito e nelle fosse poplitee, sui glutei, nella parte superiore della schiena, nella parte bassa della schiena. Di solito l'eruzione dura 2 - 3 giorni, e poi scompare.

    Se l'eruzione è pallida e non molto evidente, viene rilevata usando il "metodo cuff". Un bracciale di un tonometro (misuratore di pressione sanguigna) viene messo sulla mano del paziente e pompato verso l'alto. Il polsino stringe le vene, di conseguenza, il sangue ristagna nella mano, i capillari sotto la pelle si espandono ancora di più, l'eruzione aumenta e può essere facilmente identificata.

    Alcuni pazienti lamentano di soffrire di prurito alla pelle.

    Severa rosolia

    La diagnosi di rosolia grave è stabilita in presenza di almeno una complicazione:

    • Eruzione emorragica - Molte piccole emorragie (lividi) sulla pelle.
    • Sanguinamento uterino, periodi troppo pesanti e lunghi.
    • Impurità nel sangue nelle urine.
    • Gengive sanguinanti aumentate, sapore di sangue in bocca.

    Rosolia congenita

    La rosolia congenita si sviluppa se il virus entra nel corpo del bambino da una donna incinta attraverso la placenta.

    I sintomi della rosolia congenita:

    • Difetti cardiaci congeniti: aperto dotto arterioso (comunicazione tra i vasi, che è presente nel feto, ma deve essere chiuso nel neonato), un'apertura nel setto interventricolare, un restringimento dell'arteria polmonare.
    • Difetti agli occhi congeniti: opacità corneale, corioretinite (infiammazione della retina), cataratta congenita (opacità del cristallino), microftalmia (riduzione significativa delle dimensioni del bulbo oculare).
    • microcefalia - riduzione patologica del cranio, che non consente al cervello di crescere e svilupparsi.
    • Ritardo mentale.
    • Malformazioni congenite dell'organo dell'udito: Sordità.

    La frequenza delle malformazioni nella rosolia congenita, a seconda della durata della gravidanza alla quale l'infezione si è verificata nelle donne:
    • 3 - 4 settimane di gravidanza - i difetti sono rilevati nel 60% dei neonati,
    • 9 - 12 settimane di gravidanza - 15% dei neonati,
    • 13 - 16 settimane - 7% di neonati.

    Sindrome di rosolia congenita avanzata (complicazioni che si verificano in alcuni bambini):

    • porpora trombocitopenica - violazione della coagulazione del sangue e comparsa sulla pelle di un'eruzione cutanea sotto forma di numerose piccole emorragie,
    • sindrome epatolienale - un forte aumento delle dimensioni del fegato e della milza,
    • ritardo della crescita intrauterina - una violazione generale della maturazione di tutti gli organi e sistemi,
    • polmonite - polmonite causata dal virus della rosolia,
    • miocardite - infiammazione del muscolo cardiaco,
    • necrosi del miocardio - la morte del muscolo cardiaco,
    • danno alle ossa nell'area di crescita - alla fine, la crescita delle ossa è gravemente compromessa o impossibile,
    • immunità ridotta,
    • diabete mellito,
    • encefalite - danno cerebrale infiammatorio.

    Cos'è la rosolia del morbillo?

    Molte persone credono che la rosolia del morbillo sia un virus mutante derivante dalla combinazione di due virus, il morbillo e la rosolia, vale a dire il vaccino contro il morbillo, la rosolia e la parotite che risulta dalla vaccinazione. Ma non è assolutamente così, tutto è molto più semplice e non ha nulla a che fare con le vaccinazioni.

    Morbillo rosolia - Questo è un altro nome per la rosolia. Tale termine è stato preservato per questa malattia a causa del fatto che in precedenza la rosolia era considerata una delle varietà di morbillo. E solo nel 1881, fu riconosciuto come una patologia separata, con il deposito dello scienziato austriaco I. Wagner, che studiò le differenze nel morbillo, nella scarlattina e nella rosolia del morbillo. Il virus stesso fu isolato solo nel 1961.

    Nella letteratura può essere trovato anche il nome di una rosolia "Morbillo tedesco"e così fu chiamato per il fatto che erano i medici tedeschi che nel XVI secolo descrissero i sintomi della malattia con un'eruzione rossa.

    In effetti, i sintomi del morbillo e della rosolia sono in qualche modo simili, solo la rosolia è molto più facile, ma per le donne in gravidanza il virus della rosolia è molto più pericoloso del virus del morbillo. Sì, e gli agenti causali di queste due malattie sono completamente diversi, sono uniti solo dal loro atteggiamento nei confronti dei virus contenenti RNA, ma appartengono a specie, generi e famiglie diversi.

    Viene anche chiamata la rosolia rosolia (dal latino rosolia - rosso), l'agente causale della malattia ha lo stesso nome - virus della rosolia (rosoliavirus).

    Anche nella letteratura si può trovare il nome di rosolia "La terza malattia"ciò è dovuto al fatto che gli scienziati hanno compilato un elenco di tutte le malattie, che erano accompagnate da eruzioni cutanee sul corpo, e la rosolia si trovava al terzo numero.

    Perché i bambini e gli adulti soffrono di rosolia, nonostante la massiccia vaccinazione (vaccinazione)?

    Fare riferimento a Rubella infezioni infantili. E precedentemente credeva che gli adulti con questa malattia raramente si ammalassero. Infatti, prima dell'introduzione della vaccinazione di massa contro la rosolia (fino al 1969-1971), anche durante le pandemie di questa infezione, i bambini e gli adolescenti, così come le giovani donne incinte, erano per lo più malate. E questo è dovuto al fatto che quasi tutte le persone hanno avuto la rosolia durante l'infanzia, ma non tutti hanno mostrato sintomi di questa malattia, perché più della metà dei bambini ha asintomatico durante questa infezione o procede così facilmente da non dover andare dai medici. E dopo aver sofferto la rosolia, il 99% delle persone forma un'immunità per tutta la vita, cioè queste persone non otterranno più la rosolia. Pertanto, negli adulti, la rosolia era rara e solo coloro che, per le loro caratteristiche individuali, non erano suscettibili all'infezione durante l'infanzia o erano bambini "domestici" (avevano pochi contatti con altri bambini), si ammalavano.

    Con l'introduzione della vaccinazione di rosolia di massa, i bambini hanno praticamente cessato di avere la rosolia e hanno anche cessato di essere registrati. pandemia di rosolia (infezione massiccia di quasi tutta la popolazione).

    Da questa vaccinazione di massa si prevede la completa cessazione della circolazione del virus in natura, perché collassa rapidamente nell'ambiente.

    Tuttavia, questo non è accaduto, perché ci sono sempre persone che non hanno l'immunità post-vaccinazione contro la rosolia, quindi I bambini continuano a soffrire la rosolia, nonostante le vaccinazioni massicce, per vari motivi:

    • rifiuto di vaccinare, rilevante soprattutto negli ultimi anni,
    • la presenza di controindicazioni alla vaccinazione (immunodeficienze, tra cui HIV, patologie tumorali, intolleranza alle vaccinazioni sotto forma di shock anafilattico, angioedema e altre reazioni potenzialmente letali),
    • immunità individuale al vaccino - mancanza di formazione di anticorpi contro i ceppi vaccinali contro la rosolia,
    • violazione della conservazione e della somministrazione del vaccino, mentre la vaccinazione può essere considerata non valida,
    • si forma l'immunità al ceppo vaccinale patogeno (virus della rosolia attenuato), ma a volte lui manca quando si incontra il ceppo selvaggio (l'agente causale della malattia), quindi anche le persone vaccinate in casi isolati possono ottenere la rosolia, ma l'infezione è lieve e senza complicazioni, anche negli adulti.

    Ma molti anni dopo l'inizio della vaccinazione di massa, gli epidemiologi si trovano ad affrontare un altro problema, l'immunità dopo la vaccinazione non è resistente al 100%, come dopo una malattia, e raramente chi ha una persistenza permanente, svanisce dopo 5, 8, 10, 15, 20 e più anni (individualmente). Quindi un adulto a 20-30 anni ha lasciato senza immunità anti-perniciosa, quindi, nel nostro tempo, le infezioni dei bambini rilevanti tra gli adulti. Questo è rosolia "invecchiata" e in una certa misura cessa di essere una malattia puramente infantile.

    Медики стараются решить и эту проблему, поэтому в 13-14 лет подросткам рекомендуется пройти обследование на наличие антител к краснухе, и при их отсутствии дополнительно прививают. Так в частности девочек 14 лет и молодых женщин, планирующих семью, готовят к будущей беременности. Ma, sfortunatamente, questa vaccinazione è solo una piccola parte del soggetto, quindi, nel nostro tempo ci sono patologie ruvide di neonati dovuti alla rosolia durante la gravidanza, e i casi di malattia tra gli adulti stanno diventando più frequenti.

    Ancora nessuna vaccinazione in alcun modo, ma deve essere eseguita correttamente.

    Perché gli adulti che soffrono di rosolia sono difficili, a differenza dei bambini?

    Gli adulti fanno molto più duro della rosolia rispetto ai bambini.

    Definiamo cosa caratteristiche della rosolia negli adulti:

    1.Sindrome da intossicazione più pronunciata (temperatura corporea elevata, malessere, debolezza, mal di testa e così via).
    2.Le eruzioni cutanee sono grandioseintensità e prevalenza.
    3.Complicazioni frequenti:

    • artrite (infiammazione delle articolazioni),
    • riduzione della conta piastrinica
    • danno cerebrale (encefalite, meningoencefalite).

    Le complicazioni negli adulti sono molto più comuni che nei bambini. Tutte queste condizioni, così come il danno al feto nelle donne in gravidanza, sono manifestazioni di un'infezione cronica.
    4. La metà degli adulti, come i bambini, soffre di rosolia asintomatico o malosintomatico, che spiega la mancanza di una diagnosi tempestiva.

    Il fatto che gli adulti siano difficili da sopportare le infezioni infantili, confermate da osservazioni di molti decenni, e il motivo per cui ciò accade, gli scienziati non possono rispondere esattamente, perché la patogenesi (meccanismo di sviluppo) non è stata ancora pienamente compresa.

    ma identificare una serie di fattori che presumibilmente contribuiscono a un decorso più grave nelle infezioni nell'infanzia dell'adulto:

    • la presenza di alcune malattie croniche dal tratto gastrointestinale, dai sistemi cardiovascolari, respiratori e così via,
    • avere cattive abitudini (fumo, abuso di alcol o droghe),
    • carico di immunità altre infezioni croniche (herpes, citomegalovirus, virus di Epstein-Bar, clamidia, tubercolosi, sifilide, ecc.),
    • prevalenza immunodeficienza, malattie oncologiche, HIV e altro patologie immunitarie.

    Rosolia durante la gravidanza, come proteggersi?

    Come già descritto nell'articolo, la rosolia si verifica più facilmente, più facilmente di altre infezioni infantili, ma è particolarmente pericolosa durante la gravidanza. Questo virus agisce sul tessuto embrionale, causando grave rosolia cronica e patologie congenite del bambino dal sistema nervoso, organi del tatto e dell'udito, cuore, ecc. (Altro nell'articolo "La rosolia congenita").

    Ma oltre a danneggiare il bambino, sono possibili anche complicanze della rosolia materna:

    • aborti spontanei, parto prematuro,
    • natimortalità, morte fetale,
    • encefalite, meningoencefalite,
    • sanguinamento uterino,
    • distacco di placenta,
    • debole attività lavorativa
    • Sindrome DIC (coagulazione intravascolare disseminata, una condizione che minaccia la vita di una donna e richiede una rianimazione urgente) e altre patologie della gravidanza e del parto.

    L'urgenza del problema è chiara, non esiste un trattamento specifico per la rosolia durante la gravidanza, che elimina il rischio di sviluppare una patologia fetale. Pertanto, tutte le ragazze e le donne che pianificano una famiglia dovrebbero essere escluse dalla rosolia.

    L'unico metodo di prevenzione è la vaccinazione, ma quando e come eseguirlo, cercherò di spiegare.

    Quali donne sono a rischio di sviluppare la rosolia in gravidanza?

    • Le donne che non hanno avuto la rosolia prima
    • ragazze che non hanno ricevuto un vaccino contro la rosolia all'età di 1 anno e 6 anni, e anche all'età di 14 anni, in assenza di immunità anti-felina (immunoglobuline negative G alla rosolia),
    • con risultati negativi sulle immunoglobuline G (Ig G) alla rosolia o una piccola quantità nel sangue (meno di 10 U / ml) *,
    • donne con infezione da HIV e altri stati di immunità carenti (compresi alcuni tipi di tossicodipendenza e alcolismo), indipendentemente dalla vaccinazione e dalla rosolia precedentemente sofferte,
    • donne che, per la natura delle loro attività, sono in stretto contatto con gruppi di bambini (insegnanti, educatori, madri di molti bambini, pediatri e altri).

    *Prima di pianificare una famiglia, si raccomanda a qualsiasi coppia di sottoporsi a un esame approfondito da un ginecologo, un urologo, un medico generico, un dentista e altri medici, ma la cosa più importante è sottoporsi ad un esame di laboratorio per malattie trasmesse sessualmente eTORCIA-infezione, quest'ultima include la rosolia.

    Quando puoi rimanere incinta dopo la rosolia?

    Non è possibile iniziare una gravidanza immediatamente dopo aver sofferto di rosolia, la concezione del bambino deve essere posticipata non prima di dopo 3 mesi, ma meglio dopo 6 mesiquando il corpo rimuove completamente l'infezione dal corpo e sviluppa una forte immunità ad esso. La gravidanza fino a 3 mesi dopo la rosolia può portare alla rosolia cronica nel feto, con tutte le conseguenze che ne conseguono. Pertanto, si raccomanda di proteggere da una gravidanza non pianificata per questo periodo. Se la gravidanza si è verificata durante la malattia o poco dopo, i medici, dopo un esame approfondito, forniscono raccomandazioni su come preservare o interrompere la gravidanza, naturalmente l'ultima parola è per la donna stessa.

    Posso essere vaccinato durante la gravidanza?

    La gravidanza è una controindicazione assoluta per la vaccinazione contro la rosolia.
    Anche all'inizio dell'uso di tale vaccino, sono state condotte molte ricerche sull'effetto del ceppo vaccinale sul feto. Esaminare anche i casi di vaccinazione accidentale di donne in gravidanza per molti anni. È stato dimostrato che il rischio di sviluppare la patologia di un bambino è molto più basso rispetto alla rosolia di una donna selvaggia, ma c'è ancora. Pertanto, la vaccinazione in tale posizione non è raccomandata, perché sono in gioco la vita e la salute dei bambini.

    Qual è il periodo pre-gravidanza per la vaccinazione contro la rosolia?

    Si raccomanda di vaccinare la rosolia per pianificare per 3 mesi prima di concepire un bambino, questo periodo deve essere protetto, altrimenti c'è il rischio di sviluppare difetti congeniti in un bambino, aborti spontanei e così via. La pianificazione familiare deve essere trattata in modo responsabile, attento e paziente, perché ti stai preparando a dare vita a una persona che deve essere completa e assolutamente sana.

    Quale vaccino viene usato per la vaccinazione prima della gravidanza, come viene tollerato?

    Le donne che pianificano una gravidanza sono generalmente vaccinate. monovaccines(una vaccinazione contro una infezione):

    • Rudivax (prodotto in Francia),
    • Urvivaks (prodotto nel Regno Unito)
    • Vaccino contro la rosolia (prodotto in India),
    • Vaccino contro la rosolia (prodotto in Croazia) e altri tipi di vaccino.

    Anche se le donne che non hanno ancora avuto parotite e morbillo possono essere vaccinate con Polyvaccine Priorix (prodotto in Belgio) o MMR (prodotto negli Stati Uniti) contro il morbillo, la rosolia e la parotite.


    Il vaccino contro la rosolia può essere somministrato dopo il parto?

    Alcune madri che, durante la gravidanza, hanno imparato che non hanno l'immunità contro la rosolia, quando pianificano la prossima gravidanza, pensano alla vaccinazione contro la rosolia dopo il parto. Ma molti studi hanno dimostrato che alcuni bambini allattati al seno durante la vaccinazione della madre presentavano disturbi mentali sotto forma di autismo in futuro e, dopo la vaccinazione di questi bambini di età compresa tra 12 e 18 mesi, presentavano sintomi della rosolia.

    Da questoLa vaccinazione contro la rosolia è controindicata nelle madri che allattano.

    I bambini dopo la vaccinazione contro la rosolia possono infettare una donna incinta?

    Vaccino contro la rosolia (virus attenuato) entrare nel corpo umano non viene ulteriormente trasmesso, cioè la persona dopo la vaccinazione non è contagiosa per gli altri. Sebbene dopo la vaccinazione per 3-4 settimane, un virus attenuato viene isolato dal nasofaringe umano, ma non è pericoloso per gli altri. Vengono descritti solo casi isolati di trasmissione della rosolia da un bambino vaccinato a donne in stato di gravidanza, ma non ci sono prove che la donna sia stata infettata da questo particolare virus e non un ceppo selvaggio da un'altra persona malata.

    Pertanto, non c'è nulla di cui aver paura di una mamma incinta, è necessario vaccinare i bambini più grandi, perché i bambini vaccinati per lei non portano alcuna minaccia, e non i membri della famiglia vaccinati che possono essere infettati e portare la vera rosolia in casa sono pericolosi.

    La rosolia nei neonati (bambini al di sotto di 1 anno), quali sono le caratteristiche, i sintomi e il trattamento?

    Nei bambini al di sotto di 1 anno, la rosolia acquisita (senza contare congenita) è rara. Ciò è dovuto al fatto che la madre durante la gravidanza e l'allattamento invia al suo bambino anticorpi contro questa infezione (nel caso della presenza di anticorpi contro la rosolia a causa di vaccinazione o malattia). Quindi, finché il bambino mangia il delizioso latte della mamma, il rischio di ammalarsi da lui è piccolo. Inoltre, i bambini fino a 1 anno di età non sono così spesso in contatto con altre persone e, di conseguenza, si trovano raramente con il virus della rosolia, a meno che uno dei membri della famiglia non lo porti.

    D'altro canto, un bambino di meno di 1 anno non viene vaccinato contro la rosolia e, se la madre non allatta al seno o non ha anticorpi contro la rosolia, aumenta la possibilità di ammalarsi dal bambino. Quindi non è per niente che il latte materno è così apprezzato, perché non una singola miscela, anche la più adatta e costosa, trasmetterà le immunoglobuline contro molte infezioni a un bambino.

    Bene, se il bambino è ancora infetto da rosolia, allora la malattia potrebbe essere più grave che nei bambini più grandi. Ciò è dovuto a immunità imperfetta nei bambini sotto i 2 anni di età. La malattia è particolarmente pericolosa per i bambini fino a 3 mesi e per i bambini con HIV o immunodeficienze. In essi, il virus può penetrare nel sistema nervoso centrale e causare l'encefalite da rosolia o portare in futuro a disturbi psico-emotivi, come l'autismo o ritardi nello sviluppo.

    Caratteristiche dei sintomi della rosolia nei bambini al di sotto di 1 anno:

    1.Sindrome da intossicazione grave:

    • un aumento della temperatura a numeri elevati in pochi giorni,
    • debolezza
    • rifiuto di mangiare
    • attività infantile ridotta
    • ansia, pianto,
    • vomito, diarrea e così via.
    2. più eruzione cutanea comune (eruzione cutanea) in tutto il corpo, nei bambini fino a un anno, viene spesso rilevata un'eruzione sulla mucosa orale (enantema).
    3.Periodo Prodromico (naso che cola, tosse, arrossamento della gola, ecc.) nei bambini è spesso assente.
    4.Spesso c'è una variante del flusso con la presenza di singoli elementi di un'eruzione cutanea con sintomi gravi di intossicazione, o viceversa, un'eruzione pronunciata senza un aumento della temperatura corporea.
    5. Senza la fornitura di assistenza specializzata è disponibilealto rischio di complicanze.
    6. Per quanto riguarda periodo di incubazione, periodo di infettività, durata della malattia, sono gli stessi dei bambini più grandi.

    Principi di trattamento della rosolia nei bambini di età inferiore a 1 anno:

    • solo trattamento nella condizione di reparto di infezione per tutto il periodo di eruzione cutanea e infettività, per osservazione continua del bambino da parte del personale medico,
    • in alcuni casi raccomandato terapia di disintossicazione assegnando contagocce con diverse soluzioni di infusione,
    • antistaminici nominato in tutti i casi
    • droghe sintomatiche (contro temperatura, vomito, altri farmaci con lo sviluppo di segni di complicazioni),
    • vitamine, specialmente C e A,
    • dieta corretta

    Le complicazioni più frequenti della rosolia nei bambini di età inferiore a 1 anno:

    • porpora trombocitopenica (diminuzione della conta piastrinica),
    • encefalite da rosolia.

    La rosolia acquisita nei neonati deve essere distinta dalla rosolia congenita. La rosolia congenita si verifica nei bambini le cui madri hanno avuto questo virus durante qualsiasi periodo di gravidanza e tutti i sintomi compaiono immediatamente dopo la nascita del bambino. Puoi leggere i sintomi della rosolia congenita nella sezione "Rosolia congenita".

    Interessante!I bambini con rosolia congenita sono contagiosi per altri 1,5-2 anni, poiché hanno un decorso cronico della malattia e il virus sulle membrane mucose persiste per così tanto tempo. Pertanto, se c'è un bambino nel reparto infantile con una diagnosi non riconosciuta di rosolia congenita, allora tra gli altri bambini ci sarà un focolaio di rosolia acquisita.

    E 'possibile vaccinare un bambino 1 anno dopo aver sofferto di rosolia?
    È possibile, ma non necessario. Il bambino che era stato malato ha già formato un'immunità permanente persistente contro la rosolia, quindi non reagirà al vaccino contro questo virus. Ma nel nostro paese, per la prevenzione della rosolia all'età di 1, usano la polivaccina per il morbillo, la rosolia e la parotite, quindi alcuni bambini malati devono essere vaccinati contro la rosolia. Non succederà nulla di brutto.

    Test della rosolia, cosa significano gli anticorpi contro la rosolia di classe G positivi?

    Cosa significano le immunoglobulineG?

    Immunoglobuline di classeG - anticorpi specifici che vengono prodotti dopo l'infezione in memoria di lei. Quando il paziente contatta nuovamente l'infezione, questi anticorpi combattono l'agente infettivo. Le immunoglobuline sono una delle parti più importanti del sistema immunitario ("immunità superiore"). Gli anticorpi sono sotto forma di recettori specifici sulle cellule immunitarie - linfociti B.

    Interessante!Le immunoglobuline hanno una natura proteica, quindi ogni persona dovrebbe ricevere una quantità sufficiente di proteine, che è un materiale da costruzione non solo per i muscoli, ma anche per l'immunità..


    Esistono diversi tipi di immunoglobuline:

    • Immunoglobuline di classe A - Questi sono anticorpi responsabili dell'immunità locale, che si trovano in grandi quantità nel latte materno. Nella diagnosi di varie malattie è usato raramente.
    • Immunoglobuline di classe M - la produzione di questi anticorpi è un segno di un processo acuto di una malattia infettiva, compaiono il primo giorno della malattia, il loro numero diminuisce con un aumento del livello di immunoglobuline G.
    • Immunoglobuline di classeG - anticorpi della malattia, compreso il processo di infezione cronica. L'aspetto di questi anticorpi indica l'inizio del recupero, la patologia del passato o la presenza di immunità post-vaccinale.
    • Immunoglobuline di classeD - anticorpi dell'immunità locale e processi autoimmuni.
    • Immunoglobuline di classe E - anticorpi reazioni allergiche.

    Per la diagnosi di rosolia utilizzando reazioni sierologiche per la presenza di classe immunoglobulinicaG, M e A.

    Quando viene prescritto un test anticorpale per la rosolia?

    • Conferma della diagnosi di rosolia, per questa analisi è prescritto dopo un rash e dopo 3 settimane,
    • Diagnosi differenziale della rosolia con altre infezioni infantili
    • sondaggio di persone di contatto
    • la domanda sulla necessità di vaccinazione all'età di 14 anni,
    • pianificazione della gravidanza,
    • la gravidanza,
    • aborto nelle prime fasi o morte in utero,
    • sospetta rosolia congenita nei bambini.

    Che cos'è un risultato negativo alla rosolia?

    Risultato negativo alla rosolia - questa è l'assenza di immunoglobulina G e M nella rosolia nel siero o il loro livello è inferiore a 5 U / ml, il che indica che la persona che viene esaminata non ha immunità alla rosolia in generale e il paziente non è malato al momento dell'esame. Il medico raccomanderà la vaccinazione a tale persona (ad eccezione delle donne in gravidanza). Particolarmente rilevante è il vaccino per le donne che pianificano una gravidanza e i bambini di 14 anni (specialmente le ragazze) al fine di evitare lo sviluppo di infezioni durante la gravidanza.


    Qual è il tasso di immunoglobulineG alla rosolia?

    L'opzione migliore è la presenza di immunoglobuline G, in assenza di immunoglobuline M. Ciò significa che una persona ha anticorpi contro la rosolia a seguito di una precedente malattia o vaccinazione. Con tali risultati, al paziente non viene mostrato un vaccino contro la rosolia e le donne possono rimanere incinte con un'anima calma.

    La concentrazione di immunoglobuline nel siero in rosolia *.

    * Alcuni laboratori presentano i loro valori di riferimento, dipende dall'attrezzatura e dalle unità di misura. Come interpretare i risultati è solitamente indicato nei risultati emessi.

    Decodifica dell'analisi della rosolia:

    • Mancanza di immunoglobulineG e M alla rosolia - non vi è immunità alla rosolia, se tale risultato si ottiene durante la gravidanza e il paziente è stato a contatto con la rosolia, quindi ripetere lo studio due volte di più con un intervallo di 2 settimane. Se non ci fosse un contatto ovvio, si consiglia alla donna incinta di astenersi dal visitare luoghi pubblici e contattare gruppi di bambini.
    • Presenza di immunoglobulineG in assenza di immunoglobuline M - La presenza di immunità alla rosolia.
    • Definizione di un risultato positivo per immunoglobulineG e M caratteristica dell'altezza della rosolia. Se tale risultato è ottenuto da una donna incinta, si raccomanda di porre fine alla gravidanza.
    • La presenza di immunoglobulina M in assenza di immunoglobulinesol - possibile infezione, il periodo prima della comparsa dei sintomi, per l'affidabilità del risultato, è necessario ripetere l'analisi dopo 14-21 giorni.

    Avidità per la rosolia, che cos'è e quando viene prescritto questo esame?

    Avidità alle immunoglobulineG - Questo è un indice speciale che determina il rapporto tra nuove e vecchie immunoglobuline G. Con questa analisi può essere assunto quando una persona ha subito una rosolia. Questa analisi è rilevante per le donne in gravidanza con un alto livello di immunoglobulina G (più di 100 U / ml), in questo caso non è chiaro se la donna abbia avuto la rosolia molto prima della gravidanza o direttamente durante o prima della gravidanza.

    Interpretazione dei risultati:

    • Avidità per immunoglobulina G oltre il 70% - una persona ha sofferto di rosolia per un lungo periodo, più di 6 mesi,
    • avidità dal 50 al 70% - risultato inaffidabile, è necessario riprendere in 2 settimane,
    • avidità meno del 50% - l'infezione è stata trasferita di recente, meno di 3 mesi fa.

    Avidità inferiore al 50% во время беременности указывает на высокий риск поражения краснухой плода, в таком случае рекомендовано прерывание беременности, но последнее слово остается за будущими родителями.

    Quando viene eseguita la PCR per la rosolia?

    PCR - un metodo di diagnostica di laboratorio volto a identificare il materiale genetico di un agente patogeno infettivo. Questo tipo di ricerca fornisce un risultato affidabile di oltre il 95%. Come materiale di prova si può usare assolutamente qualsiasi fluido biologico (sangue, saliva, urina, liquido cerebrospinale, ecc.).

    Questo metodo è utilizzato per qualsiasi risultato discutibile di ELISA (rilevamento di immunoglobuline). Soprattutto nelle situazioni in cui si decide di interrompere la gravidanza desiderata.

    Un risultato positivo indica la presenza di un virus nel corpo.

    Complicanze e reazioni dopo la vaccinazione contro morbillo, rosolia e parotite (CCP), possono verificarsi rosolia dopo la vaccinazione?

    In tutto il mondo, per la prevenzione della rosolia, usano il vaccino contro il morbillo, la rosolia e la parotite nei bambini di 1-1,5 anni e 6 anni (PDA, Priorix,MMR).

    Pertanto, molti genitori hanno paura di possibili complicazioni, perché tre vaccini in un'unica iniezione, e tutti vivono.

    Come abbiamo già scoperto, la rosolia monovaccina è ben tollerata e molto raramente causa complicanze e reazioni avverse. Proviamo a capire come viene trasferita una polivaccina contro morbillo, rosolia e parotite.

    Cosa c'è nel vaccino?

    Il vaccino CCP contiene ceppi speciali (colture) attenuati di virus del morbillo, della rosolia e della parotite. Cioè, questo vaccino è vivo, al contrario delle vaccinazioni uccise (per esempio, DTP) non contiene anticorpi o antigeni (tossine) di agenti patogeni pronti, ma l'infezione stessa, che non causa la malattia, ma contribuisce allo sviluppo delle proprie immunoglobuline (anticorpi). Questi anticorpi, di fronte a virus, proteggono la persona vaccinata da una possibile malattia.

    Qual è l'efficacia del vaccino contro il morbillo, la rosolia e la parotite?

    L'immunità dopo la vaccinazione è molto più debole dell'infezione dopo l'infanzia, ma il vaccino riduce il rischio di malattia al minimo, o queste malattie nei bambini lievi passano in misura lieve. Dopo la prima vaccinazione, l'immunità viene mantenuta per 5 anni (in media), con ogni successiva vaccinazione, la durata degli aumenti di immunità. La somministrazione contemporanea di tre vaccini non influisce sull'efficacia e non aumenta il rischio di complicanze.

    Come e dove vengono fatti i vaccini contro il morbillo, la rosolia e la parotite?

    Vaccino in polvere secca diluito con acqua per preparazioni iniettabili. Molti vaccini CCP sono già confezionati in siringhe o fiale in una singola dose (per persona).

    Una dose è 0,5 ml del vaccino finito.

    Inoculazione somministrata per via sottocutanea nella zona della spalla o della coscia, pelle pre-trattata con alcool al 70%.

    Quali sono le possibili reazioni all'introduzione del vaccino contro il morbillo, la rosolia e la parotite (effetti collaterali)?

    1.Reazioni al sito di iniezione:

    • arrossamento,
    • edema,
    • indolenzimento.
    Questi sono gli effetti indesiderati più comuni (10 casi su 100), con questa reazione, i farmaci antiallergici (gruppo antistaminico), come Suprastin, Tavegil, Loratadin, Desloratadine e altri, sono raccomandati per il bambino. Si possono usare unguenti antiallergici, gel (unguento all'idrocortisone, gel di Psilobalm, Fenistil e altri). Tipicamente, tali reazioni passano dopo 3 giorni e non minacciano la vita e la salute del bambino.

    2.febbre (trovato in ogni decimo caso di vaccinazione):

    • solitamente la temperatura sale a 38 ° C, meno frequentemente a 39 ° C,
    • questo sintomo si verifica dopo 7-14 giorni, meno spesso dopo 21 giorni,
    • la temperatura può durare per 2-3 giorni,
    • potrebbe non essere accompagnato da altri sintomi.
    La temperatura può allontanarsi in modo indipendente, ma in violazione dello stato generale di salute del bambino, si raccomandano farmaci antipiretici (Paracetamolo, Ibuprofene, Aspirina e altri).

    3.Dagli organi ENT (anche frequente reazione):

    • naso che cola
    • arrossamento e mal di gola,
    • tosse
    • mal d'orecchi (otite) o arrossamento e prurito agli occhi (congiuntivite) sono rari.
    Questi sintomi si verificano dopo 7-14 giorni, nella maggior parte dei casi non richiedono un trattamento speciale e vanno via da soli entro pochi giorni.

    4.Reazioni allergiche (raramente in 1 su 10.000 casi):

    • shock anafilattico,
    • Quincke gonfiore,
    • orticaria e altro
    Tali allergie si verificano immediatamente dopo la somministrazione anche nella camera di vaccinazione o dopo 30 minuti. Curato dall'introduzione di Prednisolone o altri glucocorticoidi, antistaminici (Tavegil, Suprastin), e poi a questo bambino viene somministrata la terapia di disintossicazione nelle condizioni di rianimazione o reparto pediatrico dell'ospedale.
    L'allergia alla vaccinazione di solito si verifica quando c'è una grave allergia all'antibiotico Neomicina (un gruppo aminoglicosidico) o uova di gallina, poiché questi componenti sono contenuti in piccole dosi in un vaccino.

    5.Eruzione della pelle (frequenti complicazioni):

    • bassa intensità di eruzione cutanea,
    • eruzione cutanea come il morbillo o la rosolia (rosso maculato),
    • piccole aree di lesioni cutanee.
    Questa reazione si verifica anche dopo 7-14 giorni, l'eritema passa rapidamente da solo, non richiede un trattamento speciale. Ciò indica che il bambino ha sviluppato un decorso lieve della malattia, da cui il bambino attecchisce (morbillo o rosolia).

    6.Complicazioni rare (1 caso per 10.000 e meno):

    • linfonodi ingrossati
    • infiammazione delle ghiandole parotidi (come nella parotite)
    • vomito, diarrea,
    • rifiuto di mangiare
    • disturbo del sonno, ansia, irritabilità,
    • convulsioni sullo sfondo di aumento della temperatura corporea,
    • bronchite, polmonite,
    • riduzione del livello piastrinico (porpora trombocitopenica),
    • infiammazione articolare (artrite),
    • encefalite (estremamente raro, meno di 1 caso per 10.000.000 di vaccinazioni).

    Tutte queste complicazioni sono trattate in ospedale, è più facile delle complicazioni di morbillo, rosolia e parotite.

    Controindicazioni per la vaccinazione PPC:

    • gravi allergie a precedenti vaccini, neomicina e uova di gallina,
    • la gravidanza,
    • malattie infettive acute o esacerbazioni di infezioni croniche, la vaccinazione è possibile immediatamente dopo il recupero,
    • periodo acuto di manifestazioni allergiche e 3 giorni dopo la scomparsa dei sintomi,
    • L'HIV, l'AIDS non è raccomandato, ma in alcuni casi viene effettuato se l'immunità è più o meno preservata.

    Il bambino è contagioso dopo la vaccinazione contro il morbillo, la rosolia e la parotite?

    No, il bambino non ha alcuna minaccia epidemica: solo un bambino non vaccinato è pericoloso dopo il possibile contatto con morbillo, rosolia e parotite.

    Come si può combinare un PDA con altre vaccinazioni?

    • La KPC può essere eseguita lo stesso giorno della poliomielite e di altri vaccini, ma l'introduzione di KPC e BCG (per la tubercolosi) non è raccomandata,
    • se in un giorno il vaccino non è stato combinato con qualcosa, allora il resto delle vaccinazioni viene effettuato non prima di un mese, e viceversa - dopo le precedenti vaccinazioni, il PDA viene eseguito non prima di 1 mese,
    • Il test di Mantoux è consigliato solo prima del CPC (dopo aver valutato i risultati) o un mese dopo.

    È possibile camminare e nuotare nel giorno della vaccinazione del PCC?

    Si sconsiglia di surriscaldarsi e fare il bagno in bagno il giorno della vaccinazione. Possibile breve doccia non calda.

    Puoi camminare, ma solo senza contatto con altre persone che possono infettare un bambino con varie infezioni. Inoltre durante la camminata non è possibile surriscaldare e surriscaldare.

    La rosolia e altre infezioni infantili possono causare infertilità negli uomini e nelle donne?

    Infezioni infantili e infertilità negli uomini.

    Molti, dopo aver visto i periodici e aver ascoltato molte storie di vita, pensano che tutte le infezioni infantili negli uomini conducano alla sterilità. Ma in realtà solo la parotite o la parotite possono portare alla sterilità maschile. La rosolia e altre infezioni non portano tali complicazioni, almeno non ci sono fatti.

    Sì, e la parotite, non tutti i ragazzi portano alla sterilità, Ci sono fattori di rischio per l'infertilità dopo la sofferenza della parotite:

    • la parotite viene trasferita all'età della pubertà di un ragazzo (10-17 anni), meno spesso negli uomini adulti,
    • c'è un corso complicato di infezione con danno testicolare (orchite),
    • malattia grave

    Come possiamo vedere, non tutti i ragazzi con la parotite cadono sotto questi rischi, quindi È possibile dissipare il mito che la parotite maschile e maschile = infertilità per la vita.

    E l'infertilità come risultato della parotite non è nemmeno una frase, ci sono metodi di trattamento, e questi uomini possono anche avere i propri figli.

    Infezioni infantili e infertilità nelle donne.

    La rosolia e altre infezioni infantili per la salute riproduttiva delle donne non rappresentano una minaccia, almeno direttamente.

    La rosolia è pericolosa durante la gravidanza, può portare a aborti spontanei, richiede la sospensione della gravidanza, anche in periodi tardivi, porta al parto complicato. Sono gli aborti spontanei e medici dovuti alla rosolia che possono causare infertilità secondaria nelle donne e non l'infezione stessa.

    Foto, che aspetto ha la rosolia, i suoi primi segni e sintomi?


    Sembra eruzioni cutanee fresche di rosolia negli adulti L'eruzione di solito si diffonde rapidamente sul corpo (entro poche ore o un giorno).


    La rosolia congenita può portare alla cecità in un bambino.


    E così può sembrare un bambino con deformità e anomalie congenite multiple (malformazioni dell'intestino, sistema riproduttivo, ossa del cranio, organi visivi e altre gravi anomalie) a seguito della rosolia sofferta dalla madre durante la gravidanza.


    Rosolia.

    Come possiamo vedere, le eruzioni della rosolia e del morbillo sono molto simili. Queste malattie differiscono nel modo in cui gli elementi dell'eruzione compaiono e scompaiono.

    Tabella. Come distinguere la rosolia dal morbillo?

    Loading...