Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Tiroide e gravidanza

La gravidanza è una delle fasi più difficili nella vita di una donna. Nonostante il fatto che la maternità sia la gioia più grande, questo periodo non sempre va come vorremmo. Durante il parto, il corpo è completamente ricostruito: il flusso sanguigno cambia, il centro dei cambiamenti di innervazione, i cambiamenti ormonali. La più grave ristrutturazione durante la gravidanza si verifica nella ghiandola tiroidea: la struttura interna dell'organo endocrino cambia, così come il rapporto degli ormoni che secerne nel sangue.

Tuttavia, la patologia della tiroide durante la gravidanza non è così pericolosa come molti potrebbero pensare. La medicina moderna ti permette di fare e dare alla luce un bambino sano, anche con malattie di questo organo.

Ghiandola tiroide

La ghiandola tiroidea è uno degli organi del sistema endocrino umano. Il ferro è normalmente localizzato sulla superficie anteriore del collo, e in forma molti possono assomigliare a una farfalla, dal momento che ha due poli, l '"ala" e un istmo tra di loro. La ghiandola consiste in un parenchima e stroma.

Le cellule principali sono chiamate thyriociti. Svolgono la funzione principale della ghiandola - la produzione degli ormoni tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). Questi sono uno degli ormoni più importanti del corpo, in quanto sono in grado di regolare tutti i tipi di metabolismo, accelerandoli o rallentandoli, così come quasi tutti i processi di crescita e maturazione delle cellule, dei tessuti e degli organi che avvengono nel corpo.

Gli ormoni tiroidei contengono iodio. Questo indica un'altra importante funzione: l'accumulo e lo stoccaggio di iodio nel corpo. È incluso in un'enorme quantità di enzimi e sostanze chimiche sintetizzate nel corpo umano.

Oltre ai thyriociti, la ghiandola contiene cellule C appartenenti al sistema endocrino diffuso e produce calcitonina, che regola lo scambio di calcio nel corpo.

Gli ormoni tiroidei durante la gravidanza sono di grande importanza per il normale sviluppo del feto. T3 e T4 sono coinvolti in tutti i processi di crescita e maturazione di cellule e tessuti. Il corpo del feto non fa eccezione.

Lo sviluppo normale del sistema nervoso, cardiovascolare, genitale, urinario e di tutti gli altri sistemi del bambino è possibile solo con una concentrazione sufficiente di questi ormoni nel sangue della futura gestante.

Nei primi tre anni dopo la nascita di un bambino, gli ormoni derivati ​​dal corpo della madre diventano importanti per il normale sviluppo del cervello, la formazione e il mantenimento dell'intelligenza, poiché la propria ghiandola tiroidea nei neonati non è ancora funzionante.

Funzione tiroidea durante la gravidanza

La ghiandola tiroidea subisce alcuni cambiamenti durante la gravidanza. C'è un aumento fisiologico e una crescita del parenchima. Quindi, una maggiore quantità di ormoni viene prodotta dal 30-50%.

È piuttosto interessante che nell'antico Egitto sia stato notato il fatto che la ghiandola tiroidea si è ingrandita durante la gravidanza. Qui è stato utilizzato un test piuttosto insolito. Le donne egiziane portavano un sottile filo di seta intorno al collo. Se il filo è stato strappato, è stata considerata una conferma di gravidanza.

Il processo di deposizione e differenziazione della tiroide nel feto inizia già dalla 12a settimana di gravidanza. La formazione finale ha luogo entro la settimana 17.

Da questo punto in poi, la tiroide fetale è in grado di sintetizzare in modo indipendente gli ormoni. Tuttavia, la fonte di iodio sono gli ormoni della tiroide materna. Inoltre, la massa della ghiandola tiroidea nel feto è di circa 1,5-2 grammi, cioè non è in grado di fornire completamente il corpo del bambino.

Dai dati di cui sopra, possiamo trarre diverse conclusioni:

  1. Un adeguato funzionamento e produzione di una quantità sufficiente di ormoni tiroidei è essenziale sia per l'organismo materno che per il feto. Lo sviluppo di tutti gli organi e sistemi senza eccezione si verifica solo con la partecipazione dell'organismo materno T3 e T4. Questa situazione persiste fino alla fine del primo trimestre. Dopo questo, il feto ha già differenziato la sua ghiandola tiroide, che tuttavia "prende" lo iodio dal corpo della madre, poiché il corpo non ha altre fonti di questo microelemento. In condizioni normali, il fabbisogno giornaliero di iodio è di 150 mcg, ma durante la gravidanza questa necessità aumenta fino a 200-250 mcg. Al ricevimento di una minore quantità di iodio, si sviluppa una malattia chiamata ipotiroidismo.
  2. Un'eccessiva produzione di ormoni può causare numerosi problemi alla madre e al feto. Molto spesso, tale intossicazione si osserva nel primo trimestre di gravidanza, poiché l'effetto della ghiandola tiroidea sulla gravidanza in questo trimestre è massimo. Quindi, la malattia si sviluppa - ipertiroidismo. Nella maggior parte dei casi, una tale reazione durante la gravidanza è ancora considerata una variante della norma, non richiede trattamento ed è in grado di passare da sola dopo un po '. Pertanto, questo tipo di iperfunzione tiroidea è chiamato tireotossicosi transitoria o temporanea della gravidanza. Ma la tireotossicosi e l'iperfunzione non sono sempre buone, in alcuni casi si sviluppa una malattia chiamata Graves o malattia di Basedow, che richiede un intervento terapeutico immediato e un trattamento.

Lo spostamento della ghiandola tiroidea in una direzione o nell'altra, è irto di complicazioni e funzioni compromesse. Ma ci sono metodi moderni di compensazione e stabilizzazione in ogni singolo stato.

ipotiroidismo

L'ipotiroidismo è una malattia caratterizzata dalla mancanza di iodio nel corpo e, di conseguenza, dalla mancanza di ormoni. Ma in alcuni casi, l'assunzione di iodio nel corpo non può essere ridotta.

I reclami per l'ipotiroidismo possono essere i seguenti:

  • debolezza, affaticamento, aumento di peso sopra gli indicatori standard, sensazione di freddezza,
  • perdita di appetito, letargia, apatia, costante sonnolenza, diminuzione della concentrazione e attenzione,
  • pelle secca, peeling, perdita di capelli, unghie fragili,
  • la comparsa di edema, specialmente nell'area del viso e della caviglia,
  • dispnea, diminuzione della pressione sanguigna,
  • la raucedine si verifica spesso.

Dovrebbe essere compreso che una mancanza di iodio nel corpo e una diminuzione della funzione tiroidea possono verificarsi anche prima della gravidanza. Pertanto, è estremamente importante condurre uno studio sugli ormoni tiroidei durante la pianificazione e la consultazione con un endocrinologo è obbligatoria. Maggiori informazioni sulla pianificazione della gravidanza →

Il medico, sulla base dei risultati dello studio, prescrive la terapia sostitutiva con i farmaci ormoni tiroidei - cioè, T3 e T4 nel corpo saranno ricevuti dall'esterno.

Quindi, il livello dell'ormone viene corretto e dopo di ciò è possibile pianificare in modo sicuro il concepimento. Nella maggior parte dei casi, nell'ipotiroidismo della tiroide, la terapia ormonale sostitutiva continua durante la gravidanza.

Quando l'ipotiroidismo aumenta significativamente il rischio di aborti spontanei, parto prematuro, morte infantile in utero, soprattutto nelle prime fasi.

Con una significativa diminuzione della concentrazione di ormoni tiroidei durante la gravidanza può portare alla nascita di un bambino con difetti dello sviluppo: ritardo mentale, sordità, strabismo, ecc.

Per evitare tutti questi problemi, è necessario visitare un endocrinologo quando si pianifica una gravidanza, o già direttamente nelle fasi iniziali.

Non trascurare i complessi vitaminici prescritti dal medico curante.

Il sale o il latte iodato è adatto anche alla profilassi, tuttavia, non dimenticare che mangiare cibo troppo salato è carico di conseguenze per una donna incinta. Molti medici raccomandano di diversificare i frutti di mare nella loro dieta.

Nei pesci marini, i calamari, i gamberi e le cozze contengono un'enorme quantità di iodio, come nei latticini e nella carne. In nessun caso non può essere portato via dal vegetarismo durante la gravidanza. Un altro prodotto contenente una grande quantità di iodio è fichi secchi.

Inoltre, è importante notare tutte le modifiche che si verificano nel corpo. Sonnolenza, apatia, capelli fragili, unghie, pelle secca - questi sono segni anormali che accompagnano la gravidanza.

Sopportare un bambino non è affatto una malattia, quindi, richiamando l'attenzione su tali sintomi, si consiglia di contattare uno specialista per condurre uno studio dettagliato e scoprire i motivi.

Gozzo nodulare

Il gozzo nodulare è un intero gruppo di malattie della tiroide che si verificano con lo sviluppo di grandi noduli. L'eziologia della malattia è la più diversificata. Nei casi di formazione di un gozzo di grandi dimensioni, è anche possibile un difetto estetico. La gravidanza e la ghiandola tiroidea non si escludono a vicenda.

I nodi non sono pericolosi con la corretta correzione della concentrazione di ormoni nel sangue. La gravidanza, se ci sono nodi nella tiroide, deve essere effettuata sotto lo stretto controllo dell'endocrinologo. Se i nodi sono più grandi di 4 cm, allora la chirurgia è necessaria, ma non durante la gravidanza. Le operazioni durante la gestazione vengono eseguite solo in caso di compressione tracheale.

I sintomi di ipertiroidismo

L'aumento dei livelli ematici di ormoni tiroidei può portare a:

  • affaticamento, perdita di peso, febbre, febbre,
  • aumento dell'eccitabilità nervosa, irritabilità, senso irrazionale della paura, insonnia,
  • aumento della funzione cardiovascolare, aumento della frequenza cardiaca, pressione sanguigna,
  • debolezza muscolare, tremore alle mani,
  • possibili disturbi dell'apparato digerente: alterazione dell'appetito, perdita di feci, dolore,
  • l'espansione della fessura palpebrale e la comparsa di lucentezza negli occhi.

La difficoltà nella diagnosi dell'ipertiroidismo sta nel fatto che è piuttosto difficile distinguere la norma fisiologica di migliorare il lavoro di un organo dall'attività patologica. Pertanto, tali sintomi: stato del subfebbrile, sensazione di calore, perdita di peso e vomito all'inizio della gravidanza dovrebbero essere considerati come possibili manifestazioni di ipertiroidismo e attentamente esaminati.

Un aumento della frequenza cardiaca superiore a 100 battiti al minuto, una grande differenza tra i valori numerici della pressione sistolica e diastolica nella maggior parte dei casi indica la presenza di ipertiroidismo. L'importanza cruciale nella diagnosi appartiene alla determinazione del livello di ormoni nel sangue e agli ultrasuoni della tiroide durante la gravidanza.

L'ipertiroidismo può causare una serie di complicazioni:

Il rilevamento della malattia deve essere effettuato nelle fasi iniziali, quindi le probabilità di avere un bambino sano e forte aumenteranno in modo significativo.

La terapia dell'ipertiroidismo ha lo scopo di sopprimere la funzione della ghiandola. Qui è dove sorge la difficoltà, dal momento che in nessun caso si può toccare la ghiandola tiroidea. Pertanto, il trattamento utilizza solo le concentrazioni minime di quei fondi che non possiedono permeabilità attraverso la barriera placentare.

Molto raramente vi è la necessità di rimuovere una parte della ghiandola tiroidea. Questa operazione può essere eseguita solo nel secondo trimestre di gravidanza, se il rischio di complicanze supera il rischio di intervento chirurgico.

Processi autoimmuni nella ghiandola

Le malattie autoimmuni sono malattie che sorgono a seguito della produzione di anticorpi contro le proprie cellule, cioè il sistema immunitario distrugge le cellule del proprio organismo. Spesso queste malattie sono ereditarie o dovute a mutazioni.

Questa patologia è la più difficile dal punto di vista della gestione della gravidanza, poiché la terapia dei processi autoimmuni si basa sull'uso di grandi dosi di steroidi e di farmaci citotossici, che sono controindicati nel trasportare un feto.

Malattia complicata e il fatto che non vi sia sovrapproduzione di ormoni tiroidei, così necessaria per il normale sviluppo del feto. Il trattamento può essere conservativo o operativo.

Il conservatore deve prevenire lo sviluppo di ipotiroidismo iniettando ormoni per via orale. Chirurgico - la resezione della tiroide è nominata solo quando la minaccia alla vita della madre.

tireotossicosi

Thyrotoxicosis - una malattia accompagnata da un aumento della produzione di ormoni tiroidei. La principale differenza dall'ipertiroidismo è che non vi è alcun aumento della ghiandola stessa. La tireotossicosi durante la gravidanza è molto rara. I sintomi e il trattamento sono gli stessi dell'ipertiroidismo.

Tumori alla tiroide

Il cancro della tiroide non è affatto un'indicazione per interrompere una gravidanza. Con il giusto approccio, è possibile sopportare e dare alla luce un bambino sano in quasi tutti i raggi.

Il trattamento è rapido. Anche la rimozione del cancro alla tiroide e la gravidanza non sono controindicati l'uno con l'altro. Tuttavia, il più delle volte l'operazione viene posticipata per il periodo successivo al parto. Se questo non può essere fatto, allora viene effettuato nel secondo trimestre, fino a 24 settimane, poiché il rischio di effetti negativi sul feto è minimo.

Diagnosi di malattie

Le malattie della ghiandola tiroidea durante la gravidanza sono complicate dal fatto che molti tipi di diagnostica possono danneggiare il feto, quindi la ricerca deve essere fatta con molta attenzione. Il metodo diagnostico più comune che dà risultati al 100% ed è assolutamente sicuro per il feto è l'ecografia. Questo studio è auspicabile per condurre al minimo sospetto di una violazione del corpo.

Ultrasuoni e un esame del sangue per gli ormoni - questi sono 2 studi indispensabili che aiuteranno a fare una diagnosi accurata in quasi tutti i casi.

Gravidanza dopo rimozione chirurgica della ghiandola

La gravidanza dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola tiroidea è possibile, ma non prima di due anni. Questo periodo è necessario per la completa riabilitazione e il ripristino dell'equilibrio ormonale del corpo femminile.

Dopo la rimozione della ghiandola tiroidea, una donna sarà costretta a sottoporsi a terapia ormonale sostitutiva per tutta la vita, anche durante la gravidanza. Pertanto, quando si pianifica, la consultazione con l'endocrinologo-ginecologo, che guiderà la gravidanza fino al parto, è imperativa.

La gravidanza e le malattie della tiroide sono strettamente correlate. Un medico curante competente è l'unica cosa necessaria nella situazione del rilevamento della patologia tiroidea durante la gestazione.

La patologia dell'organo endocrino può seriamente compromettere la salute della madre e del bambino. Forse anche più di una volta durante l'intera gravidanza, si presenterà la domanda sulla necessità di un'interruzione.

Ma solo grazie all'umore psicologico della madre e al trattamento adeguato puoi ottenere risultati incredibili.

Autore: Zuleta Hapsirokov,
specificamente per Mama66.ru

Funzionalità della ghiandola tiroidea funzionante gravida

È molto importante per una donna incinta essere interessata allo stato della sua ghiandola tiroidea, poiché questo organo, se il suo funzionamento non è disturbato, non danneggia, e il suo ingrandimento può passare inosservato per un lungo periodo.

La tiroide incinta ha un doppio carico, perché ora lavora su due organismi contemporaneamente. La deposizione della ghiandola tiroide del bambino avviene alla 4 ° -5 ° settimana di sviluppo intrauterino, dalla 12 ° settimana inizia a funzionare (accumula iodio e sintetizza gli ormoni), e dal 16 ° al 17 ° è già completamente formato e attivamente funzionante. Inoltre, l'unica fonte di iodio per la tiroide formata del bambino è lo iodio che circola nel sangue della madre. Se c'è una quantità inadeguata di iodio nella dieta di una donna, allora la ghiandola tiroidea riduce drasticamente la produzione di ormoni. E questo è pericoloso per lo svantaggio dello sviluppo del bambino: anche se è nato fisicamente sano, le sue capacità mentali possono essere inferiori ai suoi pari. Pertanto, concludiamo: la dieta di una donna incinta dovrebbe essere completa ed equilibrata. Un sacco di iodio si trova nei frutti di mare: pesce, cavolo marino. Inoltre ricco di iodio, kiwi, cachi, feijoa.

Malattia della tiroide

Tra i principali disturbi della tiroide si distinguono ipertiroidismo e ipotiroidismo. Entrambe le condizioni hanno un effetto negativo sul feto e sull'esito della gravidanza.

Ipertiroidismo (tireotossicosi) - aumento dell'attività della ghiandola tiroidea. Durante la gravidanza, questa condizione è pericolosa per l'insorgenza di insufficienza cardiovascolare e di altre complicazioni in una donna, per l'alterazione del parto e per il rischio di malattia congenita della tiroide in un bambino.

Come influisce la concezione sulla ghiandola tiroidea

Posso rimanere incinta di una malattia della tiroide, come influenza il concepimento di un bambino? Gli ormoni tiroidei sono responsabili dei processi metabolici nel corpo, del lavoro dei sistemi cardiovascolare, digestivo, nervoso e urogenitale. Se i disturbi ormonali sono disturbati, il ciclo mestruale fallisce, la maturazione del follicolo nelle ovaie.

La mancanza di ovulazione porta alla sterilità. Pertanto, la gravidanza nelle malattie della tiroide si verifica molto raramente. Se si verifica il concepimento, allora nella maggior parte dei casi si verifica un aborto spontaneo nelle prime fasi. La grande influenza della ghiandola tiroidea sul concepimento è osservata nella tiroidite autoimmune. Pertanto, si raccomanda alle donne di sottoporsi ad ecografia, screening neonatale in fase di pianificazione familiare. I farmaci efficaci contro questa malattia non sono ancora stati sviluppati.

La tireotossicosi (produzione eccessiva di ormoni tiroidei) è spesso accompagnata da ovaie policistiche, mastopatia fibrocistica. Ciò riduce notevolmente le possibilità di concepimento.

Come cambia la ghiandola tiroidea durante la gravidanza

Увеличение щитовидки при беременности происходит в результате усиленной секреции тиреоидных гормонов, вызванной высокой концентрацией ХЧГ в крови. La gonadotropina corionica umana stimola la produzione di tireotropina nella ghiandola pituitaria, che a sua volta può aumentare la produzione di T4 e T3 liberi.

La tiroxina e la triiodotironina sono coinvolte nella formazione del sistema nervoso, cardiovascolare, riproduttivo e del cervello di un bambino. Pertanto, qualsiasi interruzione nel lavoro dell'organo endocrino della madre può causare un ritardo nello sviluppo fisico e intellettuale del futuro bambino.

La formazione della ghiandola tiroide dell'embrione inizia la 5a settimana di sviluppo intrauterino e termina entro 3 mesi. Fino a quel momento, il bambino fornisce ormoni, ferro iodio alla madre, che inizia a produrre tiroxina 2 volte più del solito. Ciò porta ad un aumento del volume del tessuto ghiandolare. Questa condizione non è considerata una patologia e passa dopo il parto.

Ipotiroidismo nelle donne in gravidanza

La tiroide e la gravidanza sono correlate. Con una diminuzione della funzione organica, si sviluppa ipotiroidismo, tiroxina e triiodotironina sono prodotte in quantità insufficiente. La causa della patologia è più spesso carenza di iodio acuta. Le anomalie congenite, i tumori, l'infiammazione della ghiandola tiroidea possono anche interessare l'organo.

Nell'ipotiroidismo, l'aborto spontaneo può verificarsi nelle fasi iniziali, aborto spontaneo, morte fetale, è difficile per una donna dare alla luce, complicazioni si verificano dopo il parto. I bambini nascono con ipotiroidismo congenito, compromissione dello sviluppo mentale e fisico.

Il benessere di una donna con ipotiroidismo sta peggiorando, lei è preoccupata per:

  • debolezza generale, stanchezza,
  • palpitazioni cardiache, tachicardia, abbassamento della pressione sanguigna,
  • violazione della sedia,
  • brividi, temperatura corporea più bassa,
  • emicrania, dolore alle articolazioni e ai muscoli,

  • gonfiore del corpo,
  • convulsioni,
  • perdita di capelli, unghie fragili,
  • pelle secca, mucose,
  • irritabilità, sbalzi d'umore frequenti.

L'ipotiroidismo durante la gravidanza è abbastanza raro, poiché le donne che soffrono di questa malattia da molto tempo non riescono a concepire un bambino a causa delle mestruazioni irregolari e della mancanza di ovulazione.

Metodi di trattamento per AIT in donne in gravidanza

I pazienti con malattia tiroidea di eziologia autoimmune sono prescritti terapia sostitutiva con gli analoghi della tiroxina. Il trattamento viene effettuato sotto il costante controllo dei livelli di ormone tiroideo. I farmaci vengono assunti fino al II trimestre, dopodiché si forma la ghiandola tiroide del bambino stesso. In alcuni casi, la terapia viene eseguita fino alla nascita.

L'intervento chirurgico è indicato con un aumento significativo della ghiandola tiroidea durante la gravidanza, la spremitura della laringe, disturbi del linguaggio e difficoltà nel deglutire il cibo.

Gozzo nodulare

Se la ghiandola tiroidea è ingrandita e la gravidanza non ha luogo, questo è considerato normale. Ma in alcuni casi, i sigilli di varie dimensioni si trovano nei tessuti della ghiandola. Questo è un gozzo nodulare. La malattia è confermata se i nodi hanno più di 1 cm di diametro. Circa il 5% delle donne soffre di questa malattia.

Il gozzo durante la gravidanza nella maggior parte dei casi non disturba la ghiandola e non compromette il benessere della futura gestante. Le eccezioni sono siti oncologici di natura maligna, cisti.

La gravidanza e il gozzo nodulare non sono una condizione pericolosa per una donna. Nell'80% dei pazienti si riscontrano foche di natura benigna che non interrompono il funzionamento dell'organo endocrino e non interferiscono con il parto di un bambino sano.

Trattamento gozzo

Se a una donna viene diagnosticato un gozzo, viene presa la decisione di condurre una terapia. I metodi di trattamento sono selezionati individualmente per ciascun paziente, tenendo conto della gravità e della causa della malattia.

Per determinare l'eziologia della neoplasia, vengono eseguite una biopsia di aspirazione con ago sottile del nodo e l'ecografia della ghiandola tiroidea durante la gravidanza. Sulla base dei risultati del test, viene determinato un ulteriore regime di trattamento. Se vengono rilevate cellule tumorali, la chirurgia viene posticipata per il periodo postpartum. La chirurgia urgente viene eseguita solo se il gozzo durante la gravidanza stringe la trachea. Il momento migliore per il trattamento è il secondo trimestre.

In altri casi, la monoterapia è prescritta con iodio, L-tiroxina o una combinazione di questi.

È possibile rimanere incinta senza una ghiandola tiroidea

La gravidanza dopo la rimozione della ghiandola tiroidea è possibile. Dopo l'operazione, le donne assumono farmaci che sostituiscono gli ormoni tiroidei. Dopo l'intervento, deve trascorrere almeno un anno di riabilitazione per ripristinare il normale funzionamento del corpo. Quindi puoi pianificare una gravidanza.

Se l'assenza della ghiandola tiroidea è causata da un tumore maligno. Che dopo l'intervento chirurgico, viene eseguita la chemioterapia, a supporto del trattamento. Il corpo della donna si indebolisce e il concepimento si verifica solo in casi isolati.

La gravidanza senza ghiandola tiroidea deve avvenire sotto la supervisione di un medico e sotto il controllo costante del livello di ormoni nel sangue. Il ginecologo e l'endocrinologo prescrivono il dosaggio necessario dei farmaci e controllano lo sviluppo fetale del feto.

Diagnosi della ghiandola tiroidea durante la gravidanza

Nella fase di pianificazione familiare, le donne sono sottoposte a un esame completo. L'ecografia diagnostica della ghiandola tiroidea durante la gravidanza è indicata per le malattie già esistenti di questo organo, la presenza di patologie nella storia del parente più prossimo e se vi sono sintomi caratteristici di indisposizione.

In base ai risultati degli ultrasuoni, è possibile stimare il volume, la struttura dell'organo, la presenza di nodi, il processo infiammatorio. Normalmente, la ghiandola tiroidea è leggermente ingrandita, ma non deve superare i 18 cm³ con un peso corporeo di 50-60 kg. A rivelazione di consolidazioni l'esecuzione di una biopsia punktsionny è mostrata. Questa analisi aiuta a determinare la natura del sito.

Gli ormoni tiroidei durante la gravidanza dovrebbero essere entro i seguenti limiti:

  • TSH nel primo trimestre - 0,1-0,4 UI / ml,
  • Il tasso di TSH nel secondo trimestre è di 0,3-2,6 UI / ml,
  • Nel terzo trimestre, il livello di TSH può aumentare a 0,4-3,5 UI / ml,
  • La presenza di AT a TPO parla di tiroidite autoimmune.

Piccole deviazioni dalla norma non sono un sintomo allarmante, poiché il corpo di ogni donna è individuale. Il motivo di preoccupazione è considerato un eccesso o una riduzione significativa dei confini degli indicatori.

Gli ormoni tiroidei sono testati da donne con segni di interruzione del sistema endocrino, se esiste una storia di malattie diagnosticate e di trattamento a lungo termine dell'infertilità.

Le donne con malattia della tiroide hanno poche possibilità di concepire un bambino, un aumentato rischio di aborto all'inizio della gravidanza e difficoltà durante la gestazione, il parto. La violazione dello sfondo ormonale influisce negativamente sullo sviluppo fetale del feto, può causare anomalie congenite.

Cos'è una ghiandola tiroidea?

La tiroide, nonostante le sue piccole dimensioni, è un organo di secrezione interna estremamente importante (organo ormonale). La ghiandola tiroidea è costituita da due lobi e un istmo, situato sulla superficie anteriore del collo. Le funzioni della ghiandola tiroidea comprendono la sintesi e la secrezione di ormoni.

Ormoni tiroidei: tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). L'ormone che regola la produzione di questi ormoni viene sintetizzato in una parte speciale del cervello (pituitaria) ed è chiamato TSH (ormone stimolante la tiroide).

Gli ormoni tiroidei sono coinvolti in quasi tutti i tipi di metabolismo (il metabolismo delle proteine ​​e dell'energia sono particolarmente evidenti), la sintesi delle vitamine (vitamina A nel fegato) e partecipano anche alla regolazione della produzione di altri ormoni. Tutti gli ormoni tiroidei contengono atomi di iodio, quindi lo iodio compare in molti medicinali usati per il trattamento (somministrazione profilattica di preparazioni di ioduro di potassio, iodio radioattivo per il trattamento dei tumori della tiroide).

Impatto della gravidanza sulla ghiandola tiroidea

La ghiandola tiroidea durante la gravidanza aumenta di dimensioni e migliora la sua funzione. La tiroxina è prodotta dal 30-50% in più rispetto al livello iniziale. La funzione fisiologica della ghiandola tiroide inizia nei primissimi periodi, poiché un livello sufficiente di ormoni tiroidei influenza drasticamente la crescita e lo sviluppo del feto (diremo di più sull'effetto degli ormoni tiroidei sullo sviluppo del bambino di seguito) e la posa di tutti i sistemi vitali avviene nelle prime 12 settimane. Pertanto, è molto importante affrontare la gravidanza con una ghiandola sana o una condizione compensata, se c'è qualche malattia.

Nelle aree endemiche per gozzo e ipotiroidismo, è necessario ricevere la profilassi di iodio in preparazione per la gravidanza, e quindi l'intero periodo di gestazione e allattamento. Un'area endemica è un'area in cui predominano determinate malattie, la presenza di malattie non è associata alla migrazione della popolazione o alla deriva della malattia dall'esterno. Ad esempio, nel nostro caso, aree endemiche saranno: Territorio di Krasnoyarsk, Repubblica di Sakha, Buriazia, Tyva, Perm e Regioni di Orenburg, Altai, Transbaikalia (la carenza di iodio è rilevata nell'80% della popolazione).

L'ingrossamento della ghiandola tiroidea è dovuto all'aumento dell'afflusso di sangue, necessario per garantire una maggiore funzionalità. Nell'antico Egitto, sul collo di una ragazza, appena sposata, legò un sottile filo di seta e osservò. Quando il filo è stato strappato, è stato considerato un segno di gravidanza.

Le malattie della ghiandola tiroidea si dividono in quelle che si verificano con una diminuzione della funzione e, al contrario, con un'eccessiva produzione di ormoni. Il cancro della ghiandola tiroidea è preso separatamente in considerazione, è un cancro e le cisti della ghiandola tiroidea.

Ipotiroidismo e il suo effetto sul feto.

Ipotiroidismo si verifica in circa ogni 10 donne in gravidanza, ma solo in uno manifesta sintomi chiari. Ma l'effetto di una mancanza di ormoni tiroidei sul feto si manifesta in quelli e in altri.

1. Influenza sullo sviluppo del sistema nervoso centrale del feto (SNC). Nel primo trimestre la ghiandola tiroide fetale non è ancora funzionante e lo sviluppo del sistema nervoso avviene sotto l'influenza degli ormoni materni. Con la loro mancanza di conseguenze sarà molto triste: difetti del sistema nervoso e altri difetti, cretinismo.

2. Il rischio di morte fetale. Particolarmente importante è il primo trimestre, mentre la tiroide fetale non funziona. Senza gli ormoni tiroidei, l'intero spettro del metabolismo viene disturbato e lo sviluppo dell'embrione diventa impossibile.

3. Ipossia cronica intrauterina. La mancanza di ossigeno influisce negativamente su tutti i processi di sviluppo fetale e aumenta il rischio di morte del feto, la nascita di neonati con basso peso alla nascita, il lavoro prematuro e disordinato.

4. Violazione della protezione immunitaria. I bambini con carenza di ormoni tiroidei nella madre sono nati con una ridotta funzione immunitaria e resistono poco alle infezioni.

5. Ipotiroidismo congenito nel feto. In presenza della malattia nella madre e compensazione incompleta, il feto ha un alto rischio di ipotiroidismo congenito. Le conseguenze dell'ipotiroidismo nei neonati sono molto diverse e devi sapere che se non trattate diventano irreversibili. Caratteristico: lento sviluppo fisico e psicomotorio, fino allo sviluppo del cretinismo. Con la diagnosi precoce e l'inizio tempestivo del trattamento, la prognosi per il bambino è favorevole.

Cause dell'ingrossamento della tiroide

Nonostante il fatto che durante la gravidanza, un aumento della tiroide in alcuni casi sia considerato normale, ci sono anche altri motivi per cui questo problema può apparire e avere un carattere patologico:

    carenza di iodio nel corpo a causa di un'alimentazione squilibrata,

insufficienza ormonale nel corpo,

stare in un'area con un ambiente inquinato o esposizione a radiazioni,

malfunzionamento della tiroide a seguito di operazioni in quest'area,

assenza totale o parziale di ghiandola tiroidea (anomalie congenite o intervento chirurgico),

  • tumori maligni e benigni.

  • Trattamento e prevenzione di una ghiandola tiroidea ingrossata

    Spesso le donne incinte pensano che qualsiasi disagio nelle loro condizioni sia normale, compresa una tiroide ingrossata. Sono convinti che vale la pena riposare un po 'e prendersi cura di te stesso e tutto passerà. Sfortunatamente, questa è un'opinione molto errata, perché durante la gravidanza è necessario monitorare attentamente la salute in modo particolare.

    Se il medico sospetta di avere un problema con una tiroide ingrossata, allora è obbligato a inviarti per un ulteriore esame al fine di confermare la diagnosi. Anche in questo caso è necessaria la consultazione dell'endocrinologo. La diagnosi della ghiandola tiroidea viene eseguita mediante esami del sangue ed ecografia. C'è anche un modo più semplice per verificare se hai un problema alla tiroide, cioè se c'è carenza di iodio nel corpo. Questo metodo diagnostico è sicuro e può essere fatto facilmente a casa. È necessario immergere un tampone di cotone nello iodio e sulla curva del gomito o sul polso per disegnare 2-3 strisce. Se durante il giorno queste strisce scompaiono - questo è un chiaro segno di una mancanza di iodio nel corpo. Altri disturbi nel funzionamento della ghiandola tiroidea devono essere diagnosticati in un istituto medico sotto la supervisione di medici.

    Dopo che la diagnosi è stata confermata, il trattamento della donna incinta deve essere effettuato sotto la stretta supervisione dei medici dell'ospedale. Se si osserva una carenza di iodio con una tiroide ingrossata, al paziente vengono prescritti farmaci con contenuto di iodio e il menu della donna incinta deve essere corretto. La dieta dovrebbe contenere alimenti ricchi di iodio, ad esempio frutti di mare, alghe, frutta e verdura (in particolare pomodori, melanzane e patate).

    Aderendo a tutte le raccomandazioni, è anche necessario sostituire l'acqua ordinaria con iodato. Ed è necessario preparare piatti solo con l'aggiunta di sale iodato. Ma è importante ricordare che il cibo molto salato è dannoso per le donne in gravidanza. Pertanto, è importante osservare una certa dose, poiché un eccesso di iodio nel corpo della futura madre può causare ipertiroidismo.

    Se una donna ha questa patologia, quindi con la diagnosi tempestiva di questo problema, la gravidanza può essere mantenuta. Al fine di sopprimere la produzione attiva di ormoni, vengono prescritti farmaci speciali con una minima minaccia per il feto. Nel caso in cui tale trattamento fallisca, possono eseguire un'operazione per rimuovere una porzione del tessuto tiroideo. Ma questo tipo di chirurgia è possibile solo nel secondo trimestre di gravidanza.

    Conseguenze dell'ingrossamento della tiroide durante la gravidanza

    Se monitorate le condizioni della ghiandola tiroide durante tutta la gravidanza, allora la gestante e il bambino avranno un esito completamente favorevole. Sfortunatamente, spesso le donne in attesa del bambino non sospettano nemmeno che un allargamento della ghiandola tiroidea possa essere patologico e causare fenomeni come:

    • esfoliazione della placenta e, di conseguenza, un parto prematuro,
    • mancato aborto e aborto,
    • feto nato morto
    • emorragia intrauterina o postpartum,
    • insufficienza cardiaca in un bambino
    • aumento della pressione sanguigna e ipertensione nella madre,
    • nascita di un bambino con disabilità mentali o fisiche.

    Oltre ai problemi di cui sopra, ci si può aspettare una donna incinta e altri problemi sono provocati da una tiroide ingrossata, tra cui l'ipertiroidismo e l'ipotiroidismo.

    L'ipertiroidismo è un'attività eccessiva della ghiandola tiroidea, a causa della quale esiste un alto rischio di compromissione, sia nella salute della futura mamma che nello sviluppo del feto. Abbastanza spesso ci sono casi in cui un bambino nasce con varie malattie della ghiandola tiroidea.

    Con questa diagnosi nelle condizioni di una donna, possono verificarsi tali cambiamenti: anomalie nel lavoro del cuore, riduzione della pressione sanguigna, debolezza generale, dolore allo stomaco, insonnia, perdita di peso e grave perdita di capelli.

    L'ipotiroidismo è un disordine nella ghiandola tiroidea, che produce una quantità insufficiente di ormoni tiroxina e triiodotironina. Con questa diagnosi, le donne incinte possono spesso avere aborti spontanei, parto prematuro o parto prematuro. Inoltre, i bambini nascono con disabilità mentali o fisiche.

    Con tali disturbi, la donna incinta si sente debole, dolori alle articolazioni e ai muscoli, problemi alla pelle, nonché frequenti costipazione e nausea.

    A differenza dell'ipertiroidismo, questa diagnosi può essere regolata con l'aiuto di farmaci, poiché la carenza di iodio è più facile da eliminare rispetto al suo eccesso. Per questo, il medico curante prescrive preparazioni speciali per le donne incinte che contengono ioduro di potassio.

    Se il trattamento ha avuto esito positivo e la gravidanza e il parto si sono conclusi favorevolmente sia per la madre che per il bambino, purtroppo questa potrebbe non essere la fine. Spesso, dopo la dimissione, può verificarsi un fenomeno così spiacevole, che si chiama "tiroide postpartum". Nel processo di recupero dopo il parto, il sistema immunitario non può far fronte e iniziare a produrre anticorpi che, a loro volta, possono distruggere le cellule della ghiandola tiroidea. C'è un leggero allargamento della ghiandola tiroidea, che in genere non è pericolosa per la madre e il bambino. Di regola, un tale stato per 4-6 mesi passa da solo senza trattamento. Тем не менее, даже после родов очень важно регулярно обследоваться в эндокринолога, что во время поможет устранить проблему. Ведь любые нарушения в функционировании щитовидной железы внутреннее никак не проявляются, где есть опасность запустить болезнь.Inoltre, attenersi sempre ad una corretta alimentazione, che conterrà tutti gli ingredienti necessari per la salute.

    Come potete vedere, sia l'insufficienza di iodio che l'eccesso di iodio sono molto pericolosi per il corpo, specialmente quando si tratta di gravidanza. Pertanto, non appena vedi due strisce su un test di gravidanza, dovresti essere immediatamente esaminato da un medico. Dopotutto, prima trovi qualche disturbo, maggiore è la probabilità che tu e il tuo bambino siate sani. E ancora meglio, almeno una volta all'anno, per sottoporti a un esame medico obbligatorio di specialisti chiave, perché se ti prendi cura di te prima della gravidanza, non avrai problemi di salute!

    Maggiori informazioni sui cambiamenti delle dimensioni della tiroide durante la gravidanza, vedi qui:

    Conseguenze dell'ipotiroidismo per la madre

    L'ipotiroidismo manifestato rispetto a quello subclinico ha le stesse complicanze, ma molto più spesso.

    1. Preeclampsia. La preeclampsia è una condizione patologica caratteristica solo per le donne in gravidanza, manifestata da una triade di sintomi di edema - ipertensione - la presenza di proteine ​​nelle urine (leggi di più nel nostro articolo "Preeclampsia").

    2. Distacco della placenta. Il distacco prematuro di una placenta normalmente localizzata si verifica a causa dell'insufficienza placentare cronica. Questa è una complicanza molto terribile della gravidanza con elevata mortalità materna e perinatale.

    3. Anemia di donne in gravidanza. L'anemia nelle donne in gravidanza è estremamente prevalente nella popolazione, ma nelle donne con ipotiroidismo, la clinica di anemia (sonnolenza, stanchezza, letargia, manifestazioni cutanee e stato ipossico del feto) si sovrappone alle stesse manifestazioni di ipotiroidismo, che aumenta l'effetto negativo.

    4. Gravidanza renale. Sullo sfondo dell'ipotiroidismo, vengono violati vari tipi di metabolismo, compresa l'energia, che può portare a una tendenza alla sovra-gravidanza. La gravidanza per più di 41 settimane e 3 giorni è considerata usurata.

    5. Complicato durante il parto. Per la stessa ragione, il parto può essere complicato dalla debolezza delle forze lavorative e dalla dissonanza.

    6. Sanguinamento nel periodo postpartum. Il rischio di emorragia ipotonica e atonica nella placenta e nel primo periodo postparto è aumentato, poiché il metabolismo generale viene rallentato e la reattività dei vasi si riduce. Il sanguinamento complica in modo significativo il periodo postpartum ed è al 1 ° posto tra le cause di mortalità materna.

    7. Il rischio di complicanze purulente - settiche nel periodo postpartum è aumentato a causa della ridotta immunità.

    8. Ipogalassia. La diminuzione della produzione di latte materno nel periodo postpartum può anche essere dovuta al deficit di ormone tiroideo.

    L'unico metodo di trattamento scientificamente basato è la terapia ormonale sostitutiva. I pazienti con ipotiroidismo vengono sottoposti a trattamento per tutta la vita con L-tiroxina (levotiroxina) in dose singola. La dose del farmaco viene calcolata sulla base del quadro clinico, del peso del paziente, della durata della gravidanza (nelle fasi iniziali il dosaggio dell'ormone è maggiore e quindi diminuisce). Il farmaco (nomi commerciali "L-tiroxina", "L-thyroxin Berlin Chemie", "Eutiroks", "Tireotom"), indipendentemente dal dosaggio, viene assunto al mattino a stomaco vuoto, almeno 30 minuti prima di un pasto.

    Prevenzione:

    Nelle aree endemiche, la profilassi di iodio viene mostrata a vita in vari modi (con interruzioni).

    Durante la gravidanza, i preparati di iodio sono indicati per tutte le donne in gravidanza ad una dose non inferiore a 150 mcg, per esempio, come parte di vitamine complesse per le donne in gravidanza (fembion natalkea I, vitrum prenatale).

    Si noti che la popolare droga Elevit pronatal non contiene iodio nella sua composizione, pertanto sono prescritti anche i preparati di ioduro di potassio (iodomina, iodio attivo, 9 mesi di ioduro di potassio, equilibrio di iodio).

    Il dosaggio di preparazioni di iodio inizia con 200 microgrammi, di regola, questo è sufficiente per la prevenzione.

    Il ricevimento dei preparati di iodio inizia 3 mesi prima della gravidanza prevista (con la certezza che la tiroide è sana e solo la prevenzione è necessaria) e continua l'intero periodo di gestazione e allattamento.

    Gravidanza con ipertiroidismo

    L'ipertiroidismo (tireotossicosi) è una malattia della tiroide, accompagnata da un aumento della produzione di ormoni tiroidei.

    Gli ormoni tiroidei sono catabolici, cioè accelerano il metabolismo. Quando sono abbondanti, il metabolismo viene accelerato molte volte, le calorie dei carboidrati e dei grassi vengono bruciate con grande velocità, e poi si verifica la rottura delle proteine, il corpo lavora al limite e "si consuma" molto più velocemente.Il decadimento delle proteine ​​muscolari porta alla distrofia muscolare e ai muscoli scheletrici, è disturbato conduttività delle fibre nervose e assorbimento dei nutrienti nell'intestino. Praticamente tutte le complicanze della tireotossicosi per la madre e il feto sono associate ad un maggiore effetto catabolico.

    La tireotossicosi durante la gravidanza è molto meno comune rispetto all'ipotiroidismo. La frequenza di occorrenza è di circa 1-2 casi ogni 1000 donne in gravidanza, tuttavia questa è una condizione più formidabile e ci sono difficoltà nella selezione dei farmaci.

    1. Gozzo tossico diffuso (o malattia di Graves-Basedow, ovvero che il corpo produce autoanticorpi verso i recettori per il TSH, quindi i recettori diventano insensibili agli effetti regolatori della ghiandola pituitaria e la produzione di ormoni diventa incontrollata).

    2. Gozzo nodulare (i nodi sono formati nella ghiandola tiroidea che forniscono iperproduzione di ormoni tiroidei).

    3. Tumori (adenoma tiroideo, tumori ipofisari secernenti il ​​TSH, lo stroma ovarico è un tumore dell'ovaio, che consiste in cellule simili alle cellule tiroidee e produce ormoni)

    4. Overdose di ormoni tiroidei.

    Le cause specifiche della tireotossicosi in una donna incinta sono:

    - aumento transitorio del livello degli ormoni tiroidei, che è fisiologicamente determinato (in base al livello di hCG). Di norma, questa condizione è temporanea, non accompagnata da una clinica e non richiede trattamento. Ma a volte la gravidanza può essere il punto di partenza della malattia della tiroide, che si è formata gradualmente, ma si è manifestata solo in condizioni di maggiore stress.

    - Un eccessivo vomito di donne in gravidanza (tossicosi precoce di grado grave) può provocare iperfunzione della tiroide.

    - Bubble skid (crescita tumorale dei villi corionici, mentre la gravidanza è arrivata, ma non si sviluppa). La condizione viene rilevata alla prima età gestazionale.

    classificazione

    1. Ipertiroidismo subclinico (livello T4 è normale, TSH è abbassato, non ci sono sintomi caratteristici).

    2. Ipertiroidismo manifesto o ovvio (livello T4 è elevato, TSH è significativamente ridotto, c'è un quadro clinico caratteristico).

    3. Ipertiroidismo complicato (aritmia per tipo di fibrillazione atriale e / o flutter, insufficienza cardiaca o surrenale, ovvi sintomi psiconevrotici, distrofia organica, grave carenza di massa e alcune altre condizioni).

    1. Labilità emotiva, ansia senza fondo, ansia, paura, irritabilità e conflitto (è apparso in un breve periodo di tempo).

    2. Disturbi del sonno (insonnia, frequenti risvegli notturni).

    3. Tremore (mani tremanti e, a volte, tremore generale).

    4. Secchezza e assottigliamento della pelle.

    5. Aumento del polso, che viene osservato costantemente, il ritmo non è ridotto a riposo e durante il sonno, disturbi del ritmo di fibrillazione atriale e flutter atriale (contrazione disconnessa degli atri e dei ventricoli del cuore, la frequenza del ritmo a volte supera i 200 battiti al minuto).

    6. Dispnea, diminuzione della tolleranza all'esercizio, affaticamento (derivante da insufficienza cardiaca).

    7. Raro batter d'occhi, cornea secca, lacrimazione, nei casi clinicamente avanzati, protrusione del bulbo oculare, riduzione della vista a causa della distrofia del nervo ottico.

    8. Aumento dell'appetito ("lupo"), dolore coliconico all'addome senza motivo apparente, periodiche perdite di materiale.

    9. Perdita di peso sullo sfondo di aumento dell'appetito.

    10. Minzione frequente e abbondante.

    Conseguenze dell'ipertiroidismo per il feto

    - aborto spontaneo,
    - lavoro pretermine,
    - ritardo nella crescita e sviluppo del feto,
    - nascita di bambini di peso ridotto,
    - patologie congenite dello sviluppo fetale,
    - morte prenatale del feto,
    - sviluppo della tireotossicosi in utero o immediatamente dopo la nascita del bambino.

    Thyrotoxicosis nel neonato

    Implicazioni per la madre

    - Crisi tireotossica (un brusco aumento degli ormoni tiroidei, accompagnato da un'eccitazione pronunciata, fino alla psicosi, aumento della frequenza cardiaca, aumento della temperatura corporea a 40-41 ° C, nausea, vomito, ittero, nei casi gravi, coma si sviluppa).
    - L'anemia è incinta.
    - Distacco prematuro di una placenta normalmente localizzata.
    - Sviluppo e progressione dello scompenso cardiaco, che diventa irreversibile durante la corsa.
    - Ipertensione arteriosa.
    - Pre-eclampsia.

    Il trattamento viene effettuato con due tipi di preparati tireostatici, derivati ​​dell'imidazolico (tiamazolo, mercazolo) o propiltiouracile (propitsil). Il propiltiouracile è il farmaco di scelta durante la gravidanza, poiché penetra in misura minore nella barriera placentare e colpisce il feto.

    La dose del farmaco viene scelta in modo tale da mantenere il livello degli ormoni tiroidei al limite superiore del normale o leggermente al di sopra di esso, poiché in dosi elevate che causano T4 a valori normali, questi farmaci penetrano nella placenta e possono portare alla depressione della ghiandola tiroidea e alla formazione del gozzo al feto.

    Se una donna incinta ottiene la tireostatica, allora l'allattamento al seno è proibito, dal momento che il farmaco penetra nel latte e avrà un effetto tossico sul feto.

    L'unica indicazione per il trattamento chirurgico (rimozione della ghiandola tiroide) è l'intolleranza al tireostatismo. Il trattamento chirurgico nel primo trimestre è controindicato, secondo l'indicazione vitale, l'operazione viene eseguita a partire dal secondo trimestre. Dopo l'operazione, la terapia ormonale sostitutiva con levotiroxina viene somministrata al paziente per tutta la vita.

    Come terapia concomitante, i beta-bloccanti (betalok-ZOK) vengono spesso prescritti con la selezione di una dose individuale. Questo farmaco rallenta il battito cardiaco bloccando i recettori per l'adrenalina, e quindi riduce il carico sul cuore e impedisce lo sviluppo di insufficienza cardiaca e ipertensione arteriosa.

    Le donne incinte con patologia cardiaca sviluppate sullo sfondo di tireotossicosi sono soggette a gestione congiunta da un ostetrico-ginecologo, un endocrinologo e un cardiologo.

    Malattie tumorali della tiroide

    La rilevazione primaria dei tumori della tiroide durante la gravidanza è una rarità. In termini di diagnosi, non cambia nulla, è necessario determinare il livello degli ormoni tiroidei, eseguire un'ecografia.

    La diagnosi differenziale tra cisti della ghiandola e tumori maligni viene eseguita utilizzando l'educazione della puntura sotto controllo ecografico. Sulla base dei risultati dell'esame citologico, verrà stabilita una diagnosi.

    Le cisti tiroidee con un livello normale di ormoni e un risultato di foratura negativo (cioè non sono state trovate cellule tumorali) sono soggette all'osservazione.

    I tumori tiroidei sono soggetti a monitoraggio e trattamento da parte di un oncologo. La possibilità di prolungamento della gravidanza sullo sfondo di una neoplasia maligna della ghiandola tiroidea viene decisa in seguito a una consultazione, tuttavia, il paziente prende sempre la decisione finale.

    Ipotiroidismo e tireotossicosi non ti privano dell'opportunità di dare la vita al bambino desiderato, ma richiedono solo che tu sia molto più disciplinato in relazione alla tua salute. Le malattie della ghiandola tiroidea non sono una controindicazione definitiva all'autoconsumo. Vertite in anticipo la vostra gravidanza Avvicinatela con fiducia alla vostra salute o a uno stato compensato di malattie croniche, non perdetevi le visite al vostro ostetrico-ginecologo, endocrinologo e altri specialisti medici e seguite le loro raccomandazioni. Abbi cura di te e sii sano!

    Come la tiroide influisce sul concepimento e sulla gravidanza

    Gli ormoni tiroidei influenzano i processi metabolici e il funzionamento degli organi del tratto gastrointestinale, del sistema nervoso, cardiovascolare e urogenitale. Quando cambia lo sfondo endocrino, il ciclo mensile viene perso. Questo porta a un disturbo della maturazione delle uova.

    Senza l'ovulazione, la gravidanza è impossibile: si verifica infertilità. Con le anomalie della tiroide, la concezione si verifica in rari casi. Se succede, la gestazione viene interrotta nelle prime fasi.

    L'alto contenuto di gonadotropina corionica umana attiva la produzione di tireotropina da parte della ghiandola pituitaria. Ciò porta ad un aumento della produzione di T3 e T4 gratuiti. Il ferro aumenta di volume e il suo lavoro è compromesso.

    L'eccessiva formazione di ormoni tiroidei porta a ovaie policistiche, mastopatia fibrocistica. Questa condizione riduce significativamente la capacità di concepire un bambino.

    Quando una donna rimane incinta, il medico curante controlla gli indicatori ormonali della tiroide. Con deviazioni del loro contenuto nella futura madre sviluppa conseguenze: tossicosi precoce, preeclampsia, ipossia cronica del bambino all'interno dell'utero, ripartizione delle attività lavorative.

    Le sostanze formano il sistema cardiovascolare, nervoso, nervoso centrale e sessuale del bambino. La patologia provoca anomalie mentali e fisiche nello sviluppo delle briciole.

    Tassi di ormoni tiroidei:

    Caratteristiche della tiroide durante la gravidanza

    Fin dai primi tempi, l'organo endocrino inizia a funzionare vigorosamente. Normalmente, la produzione di sostanze aumenta del 30-50%, quando tutti gli organi vengono depositati e formati. Gli ormoni tiroidei femminili forniscono l'embriogenesi.

    La gonadotropina corionica umana è lo stimolatore della ghiandola più forte. L'HCG è sintetizzato dalla placenta ed è simile nelle proprietà al TSH. La sostanza viene intensivamente formata nella madre sin dalle prime settimane di gravidanza, pertanto la concentrazione di ormoni stimolanti la tiroide diminuisce.

    Se una donna aspetta gemelli o terzine, la gonadotropina corionica umana diventa così tanto che la produzione di TSH viene soppressa. A 10-12 settimane, il contenuto di hCG diminuisce e aumenta la quantità di ormone stimolante la tiroide. Nel primo trimestre, gli indici TSH sono abbassati e questa non è una deviazione.

    Aumento della produzione di estrogeni - stimolazione aggiuntiva della ghiandola tiroidea. Provocano la formazione di TSH nel fegato. Globulin lega gli ormoni tiroidei, rendendoli inattivi.

    Le donne incinte hanno aumentato le frazioni totali T3 e T4. I medici prescrivono ricerche specifiche sulle forme libere di sostanze.

    Con l'inizio del periodo gestazionale, la circolazione renale aumenta. Lo iodio viene rimosso con l'urina, che provoca la produzione di sostanze dalla ghiandola tiroidea.

    Se l'organo funziona normalmente, le concentrazioni di T3 e T4 aumentano. Ipotiroxinemia non minaccia le conseguenze per la non incinta. Tuttavia, quando trasporta un bambino, la condizione è irta di pericoli per il feto e la futura mamma.

    Ipoofunzione tiroidea

    Abbastanza frequente violazione. È caratterizzato da un contenuto insufficiente di iodio nel corpo, seguito da una carenza di ormoni.

    La condizione a volte si verifica prima della gravidanza. Assicurati di passare attraverso un esame completo durante la pianificazione di un bambino.

    Quali denunce appaiono:

    • aumento della fatica
    • significativamente aumentato peso
    • disturbi dell'appetito,
    • pelle secca
    • unghie e capelli fragili,
    • gonfiore principalmente nella faccia e nelle gambe
    • mancanza di respiro
    • raucedine.

    Se i sintomi vengono rilevati, il medico esegue una diagnostica aggiuntiva. Se la diagnosi è confermata, sarà necessario sottoporsi a un trattamento.

    Per riempire il livello di T3 e T4, il medico effettua la terapia sostitutiva. Viene eseguita nel periodo di gravidanza, perché l'ipotiroidismo aumenta il rischio di aborto spontaneo, parto prematuro e morte intrauterina del bambino. Un calo significativo dei livelli di ormone tiroideo porta a ritardo mentale, sordità, strabismo.

    Nel seguente video, l'endocrinologo risponde dettagliatamente alle domande relative all'ipotiroidismo:

    Iperfunzione tiroidea

    Il livello T3 e T4 è troppo alto. La condizione è di natura fisiologica per soddisfare i bisogni del feto. In una serie di situazioni, i medici riconoscono il lavoro eccessivo dell'organo come una deviazione.

    Il gozzo nodulare è la manifestazione più frequente di iperfunzione della tiroide. La malattia è accompagnata dalla formazione di grandi nodi. La principale differenza tra ipertiroidismo e tireotossicosi è un aumento del volume corporeo.

    La gravidanza in patologia non è esclusa. Per evitare effetti nocivi sulla mollica, il medico esegue la correzione di T3 e T4 nel sangue.

    L'intero periodo di gravidanza è strettamente controllato da un endocrinologo. Non preoccuparti: nelle future mamme, la chirurgia non viene eseguita, anche se il nodo supera i 4 cm. L'operazione è indicata quando la formazione schiaccia la trachea, interrompendo la normale respirazione.

    Quali sintomi dovrebbero avvisarti:

    1. Stanchezza aumentata
    2. Perdita di peso improvvisa.
    3. Aumento della temperatura corporea.
    4. Irritabilità e paura gratuita.
    5. Insonnia.
    6. Aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.
    7. Tremando di mani e debolezza muscolare.
    8. L'espansione della fessura palpebrale.
    9. Iperplasia della ghiandola.

    Le conseguenze dell'ipertiroidismo sono pericolose gestosi tardive, parto prematuro, sviluppo anormale del feto, basso peso alla nascita del bambino. Se la malattia viene rilevata in modo tempestivo, la probabilità di nascita di un bambino sano è elevata.

    Это пограничное состояние, характеризующееся разрастанием ткани щитовидной железы в виде диффузного увеличения или узлов при нормальном содержании тиреоидных гормонов. Нарушение считается временным. Di solito, sullo sfondo dell'eutiroidismo, si verificano importanti cambiamenti, accompagnati da ipo o iperfunzione endocrina.

    Le principali manifestazioni della patologia:

    • insonnia,
    • dolore al collo di natura oppressiva
    • sensazione di coma in gola con una violazione della deglutizione,
    • stress emotivo
    • un aumento visibile della dimensione della tiroide,
    • affaticamento.

    Per superare la malattia, il medico prescrive i preparati di iodio. Con l'inefficacia della terapia conservativa e l'aspetto di grandi nodi o cisti, l'intervento chirurgico viene eseguito con l'esecuzione di una biopsia.

    Cancro alla tiroide

    Una neoplasia maligna non è considerata un'indicazione per l'aborto. Nelle future mamme, l'adenocarcinoma papillare era il più frequente.

    Le donne vengono testate per la funzione tumorale e la biopsia. La puntura è particolarmente importante quando la dimensione è superiore a 2 cm.

    Le raccomandazioni cliniche affermano che l'operazione per rimuovere una neoplasia viene eseguita nel 2 ° trimestre. Se viene rilevato un tumore nel 3 ° trimestre, il trattamento viene ritardato fino alla consegna. Le forme di cancro in rapida crescita vengono rimosse indipendentemente dal periodo di gestazione. Dopo la resezione, dovranno essere assunte dosi soppressive di ormone tiroideo.

    Tiroidite autoimmune cronica

    Questa malattia sorge a causa della formazione di anticorpi alle proprie cellule. Il sistema immunitario distrugge la ghiandola tiroidea. La patologia è ereditata dai genitori o causata da mutazioni.

    La tiroidite autoimmune influisce negativamente sul corpo della futura gestante. Se una donna non riceve un trattamento, si verifica un aborto spontaneo o parto prematuro.

    Le principali manifestazioni di AIT:

    1. Ipoplasia della tiroide.
    2. Rilevamento durante la fase di palpazione delle foche indolori.
    3. Minore perdita di peso
    4. Tachicardia.
    5. Irritabilità aumentata
    6. Eutiroideo.

    Per diagnosticare la malattia, è necessario effettuare un'analisi per gli anticorpi contro la tireoglobulina e la tireoperossidasi. Quando le immunoglobuline vengono rilevate per entrambe le sostanze, i medici ritengono che questo sia un brutto segno. La tiroidite autoimmune si è già sviluppata nel corpo o apparirà a breve.

    Per sopprimere l'infiammazione cronica del corpo, viene prescritta la terapia sostitutiva. Compensa la mancanza di ormoni tiroidei e previene l'ipotiroidismo.

    È possibile eseguire un'ecografia della tiroide incinta

    Qualsiasi ricerca durante la "situazione interessante" dovrebbe essere giustificata. Di solito assegnato a quelle procedure, senza le quali non può fare.

    La diagnosi ecografica della ghiandola tiroidea viene eseguita solo quando indicato. La procedura è semplice, non richiede un addestramento speciale.

    Quali sintomi fanno gli ultrasuoni:

    • sonnolenza costante,
    • irritabilità e aggressività irragionevole,
    • fluttuazioni significative del peso
    • la comparsa di attacchi d'asma
    • determinazione di foche o tumori nella ghiandola tiroidea durante l'esame della palpazione.

    Le violazioni precedenti sono rivelate, le meno manifestazioni della malattia influenzano il corso della gravidanza e il feto. Se il tuo medico ti consiglia uno studio, non aver paura di subirlo. La diagnosi ecografica non danneggia il bambino.

    Come evitare la malattia della tiroide - misure preventive

    Al fine di prevenire possibili patologie, la futura mamma ha bisogno di ripristinare il sistema endocrino. È auspicabile normalizzare la funzione della ghiandola anche prima della gravidanza - in fase di progettazione. Passare attraverso una visita medica completa per escludere patologia.

    La prevenzione complessa include l'assunzione di farmaci contenenti iodio. Dovranno bere dalle prime settimane di gestazione fino alla consegna. L'assunzione di iodio aggiuntiva riduce la minaccia del gozzo e ripristina la produzione di ormoni.

    Aggiungi sale e pane iodato alla tua dieta.

    Sostituire l'acqua del rubinetto con una speciale acqua minerale, che includerà gli oligoelementi necessari.

    Inoltre nel menu dovrebbe essere presente pesce di mare, alghe, calamari, cozze, gamberetti, carne magra, latte. Evitare cibi grassi, fritti e piccanti, bevande alcoliche, caffè e fast food.

    Un'importante regola di prevenzione è la conservazione del peso normale. Non permettere sovrappeso. Ciò ha un effetto negativo sulla ghiandola: durante il periodo gestazionale, lavora sodo.

    Cerca di non rimanere a lungo al sole e in nessun caso visitare il solarium. Si consiglia di camminare al mattino e alla sera.

    conclusione

    La tiroide e la gravidanza sono strettamente correlate. Nel periodo della gravidanza, l'organo endocrino assicura sia il pieno sviluppo del feto che la salute della futura gestante. Gli ormoni tiroidei contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso centrale, cardiovascolare, muscolo-scheletrico del bambino.

    Durante l'intera gravidanza, il medico curante supervisiona il funzionamento della ghiandola tiroidea. Per eventuali anomalie, esegue esami del sangue per gli ormoni e la diagnostica ecografica. Durante il trattamento possono prescrivere farmaci contenenti iodio, terapia sostitutiva o addirittura un intervento chirurgico.

    Guarda il video: Tiroide e gravidanza (Gennaio 2020).

    Loading...