Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Ipertiroidismo: sintomi, trattamento, cause di sviluppo e prevenzione

Il sistema endocrino include le ghiandole endocrine, che producono continuamente ormoni. Con l'aiuto del sangue, si diffondono attraverso il corpo umano. Ogni ormone svolge una funzione specifica, regolando in tal modo il lavoro degli organi e garantendo la loro interconnessione.

Le ghiandole endocrine sono interconnesse e il sistema nervoso centrale in modo tale che ciascun ormone viene sintetizzato a una certa ora del giorno e nei volumi necessari. Grazie a un sistema così ben funzionante, l'organismo funziona in conformità con tutti i cambiamenti dell'ambiente esterno e interno.

Se almeno una ghiandola inizia a sintetizzare una quantità insufficiente o eccessiva di ormoni, si verifica un errore. La ghiandola tiroide produce diversi ormoni, i principali sono: T3 (triiodotironina) e T4 (tiroxina). Una delle condizioni per il lavoro completo della ghiandola è l'assunzione di almeno 150 microgrammi di iodio al giorno.

Cos'è l'ipertiroidismo?

Appartiene alla categoria delle sindromi endocrine, il cui sviluppo è causato dall'iperfunzione della ghiandola tiroidea. Le cellule di questo organo iniziano a produrre ormoni tiroidei (tiroxina, triiodotironina) in quantità eccessive, che influenzano i processi metabolici nel corpo, molte volte accelera il loro decorso.

L'ipertiroidismo non è una malattia, come molti pensano. Questo è un intero complesso di sintomi, che caratterizza il malfunzionamento della ghiandola. Di solito questa patologia è un segno di malattie associate (cancro, tiroidite, gozzo tossico diffuso).

Cause di ipertiroidismo

Un terzo della popolazione del nostro pianeta soffre di disturbi nella ghiandola tiroidea. La maggior parte delle patologie si verificano nell'ipertiroidismo. Nelle donne, i sintomi e i segni della patologia influenzano immediatamente l'aspetto. Poiché la ghiandola tiroidea è il principale produttore di ormoni, ha un impatto diretto su tutti i processi nel corpo. L'aumento della produzione di tiroxina e triiodotironina influenza il peso, le prestazioni e l'umore del paziente. Tuttavia, molte persone preferiscono non cercare un aiuto qualificato da un medico, cancellando i sintomi primari del disturbo dell'eredità o dell'affaticamento banale.

Cosa può causare ipertiroidismo? Tra le sue principali cause dovrebbero essere distinti vari disturbi della ghiandola tiroidea. Questi includono: gozzo tossico diffuso, malattia di Plummer.

L'uso incontrollato di farmaci ormonali porta allo sviluppo dell'ipertiroidismo artificiale. Inoltre, la malattia può essere causata da un'eccessiva assunzione di iodio insieme al cibo. Questo elemento ha un impatto diretto sulla sintesi degli ormoni tiroidei.

Le cause più rare di ipertiroidismo sono le seguenti:

  • tumori ovarici,
  • effetti collaterali dei farmaci,
  • tumori ipofisari

Le patologie possono essere precedute da stress ed esperienze, varie malattie (reumatismi, tubercolosi) e gravidanza. In rari casi, il funzionamento della ghiandola è compromessa a causa dell'eziologia infettiva della malattia.

In che modo l'ipertiroidismo influisce sul corpo di una donna?

I sintomi di ipertiroidismo della tiroide nelle donne indicano un malfunzionamento del sistema nervoso centrale e un disordine metabolico. Gli ammalati eccessivamente emotivi possono avvertire un aumento del pianto, un sonno povero e sbalzi d'umore. Tra gli altri segni di questa patologia nelle donne si possono distinguere il deterioramento dell'apparenza: perdita e capelli fragili, un fascio di unghie. Tuttavia, il sintomo più caratteristico è un aumento delle dimensioni della ghiandola. Anche un leggero gonfiore dovrebbe essere la ragione della visita al dottore. Considerare come la patologia si manifesta dai vari sistemi d'organo.

  1. Disturbo del sistema nervoso centrale Insonnia, irritabilità, attacchi di panico, scarsa coordinazione del processo di pensiero - tutto ciò rende possibile sospettare l'ipertiroidismo.
  2. I sintomi nelle donne dal sistema cardiaco si manifestano tachicardia sinusale persistente, polso rapido, aumento della pressione sanguigna.
  3. La patologia della visione è caratterizzata da una mobilità limitata del bulbo oculare e dal suo spostamento simultaneo in avanti. I pazienti si lamentano di oggetti doppi, lacrimazione costante.
  4. Disturbi nei processi metabolici. C'è una forte diminuzione del peso corporeo sullo sfondo di appetito eccellente. Le donne mostrano anche segni di eccessiva sudorazione.
  5. Debolezza muscolare I pazienti sembrano esausti, diventa difficile camminare. Disagio e debolezza nei muscoli rendono difficile eseguire movimenti di base.
  6. Il sistema riproduttivo e ipertiroidismo. Nelle donne, i sintomi della patologia iniziano spesso a manifestarsi con irregolarità mestruali. Non possono rimanere incinte per molto tempo e ogni concezione di successo finisce di solito in un aborto spontaneo. Mestruazioni scarse, accompagnate da gonfiore e forte dolore.

In quale altro modo si manifesta l'ipertiroidismo? I sintomi nelle donne in menopausa praticamente non differiscono dal quadro clinico nelle ragazze giovani. Vampate di calore, intolleranza al calore, tachicardia, battito cardiaco accelerato - tutti questi segni di solito accompagnano la malattia.

L'ipertiroidismo può portare al diabete secondario. Il paziente mostra gradualmente segni caratteristici di iperglicemia: sete, bocca secca e abbondante minzione. Il trattamento di questa patologia viene effettuato con l'aiuto di una dieta e medicine rigorose. La somministrazione di insulina di solito non è richiesta.

Ipertiroidismo subclinico

I sintomi nelle donne con questa forma di patologia sono assenti, quindi è difficile da identificare nelle fasi iniziali dello sviluppo. Particolarmente spesso l'ipertiroidismo subclinico viene diagnosticato nelle donne in età avanzata che hanno sofferto per molto tempo di gozzo multinodulare. A volte la malattia si verifica nelle persone con tireotossicosi che hanno subito una terapia complessa. Manifestazioni cliniche di patologia sono assenti e vengono conservati i cambiamenti a livello ormonale.

Ipertiroidismo e gravidanza

I medici avvertono che la gravidanza in combinazione con iperfunzione della ghiandola tiroidea può essere pericolosa. Le donne con questa diagnosi di solito sviluppano una forte tossicosi, e con essa aumenta la probabilità di aborto spontaneo e l'insorgenza di malformazioni congenite nel bambino. Ecco perché, anche in fase di progettazione, ogni donna deve superare un esame completo, prestando particolare attenzione alle condizioni della tiroide. Con la progressione della patologia durante la gravidanza, la capacità dei medici di eliminarla è molto limitata. La maggior parte dei regimi terapeutici utilizzati comporta l'uso di farmaci pericolosi per il feto.

Visita medica

Se si sospetta l'ipertiroidismo, i sintomi nelle donne svolgono un ruolo importante nella diagnosi. Nelle fasi iniziali, la patologia procede senza segni evidenti, pertanto i pazienti non hanno fretta di consultare un medico.

Il verdetto finale è determinato dal medico in base ai reclami del paziente e ai risultati dell'esame. Quando si effettua una diagnosi, viene valutato il contenuto degli ormoni tiroidei nel sangue. Per determinare la dimensione della tiroide mediante ultrasuoni. La localizzazione dei noduli può essere determinata utilizzando la tomografia computerizzata. Se necessario, una biopsia addizionale della ghiandola è prescritta ai fini dell'esame citologico.

Metodi di trattamento

Se si sospetta l'ipertiroidismo, i sintomi e il trattamento nelle donne devono essere identificati il ​​prima possibile. La mancanza di una terapia adeguata può portare a complicazioni potenzialmente letali.

In totale, ci sono tre opzioni di trattamento: terapia conservativa, chirurgica, radioiodinica. In ogni caso, può essere usato come uno di essi e una combinazione. La scelta dell'opzione finale dipende dal medico. Lo specialista deve tener conto di diversi fattori contemporaneamente. Prima di tutto, è l'età del paziente, la presenza di altre malattie, le caratteristiche individuali dell'organismo.

Scegliendo un'opzione di trattamento conservativa, al paziente vengono prescritti farmaci tireostatici (Metamizol, Propyl Thiouracil). I farmaci prevengono l'accumulo di iodio nel corpo, riducono la produzione di ormoni tiroidei.

Il trattamento chirurgico prevede l'escissione di parte della ghiandola, che è caratterizzata da un aumento della secrezione. Se è necessario rimuovere l'intero organo, al paziente viene prescritta una terapia ormonale sostitutiva fino alla fine della vita.

Molto spesso, l'iodio radioattivo è combinato con un'opzione di trattamento conservativa. Al paziente viene prescritta una singola dose di una capsula con iodio radioattivo. Il farmaco è controindicato nelle donne in gravidanza e in allattamento. Come risultato di questo trattamento, il ferro si riduce di dimensioni, la secrezione di ormoni è ridotta.

I metodi conservativi e chirurgici di trattamento possono curare l'ipertiroidismo. I sintomi nelle donne diventano meno pronunciati se usano il metodo di radioiodio per trattare la malattia.

prevenzione

Per prevenire l'ipertiroidismo, i medici raccomandano di seguire semplici regole:

  1. Effettuare regolarmente un esame ecografico della ghiandola tiroidea, eseguire esami del sangue per determinare il livello degli ormoni.
  2. Mangia La dieta dovrebbe essere equilibrata. La preferenza dovrebbe essere data ai prodotti che sono ricchi di iodio.
  3. Rifiutarsi di visitare il solarium, e stare al sole dovrebbe essere dosato.

Ora sai cos'è l'ipertiroidismo. I sintomi e il trattamento nelle donne di questa patologia sono due problemi correlati che richiedono l'aiuto qualificato di un medico. Se vengono adottate le misure necessarie in tempo utile per eliminare questo problema, è possibile evitare lo sviluppo di complicazioni pericolose.

Classificazione dell'ipertiroidismo

A seconda del livello del disturbo, si distinguono ipertiroidismo primario (causato da patologia tiroidea), secondario (causato da patologia ipofisaria) e terziario (causato da patologia ipotalamica). Esistono diverse forme di ipertiroidismo primario:

  • subclinico (il livello T4 è normale, il TSH è basso, asintomatico),
  • manifest o overt (il livello di T4 è elevato, il TSH è significativamente ridotto, i sintomi caratteristici sono osservati),
  • complicata (fibrillazione atriale, insufficienza cardiaca o surrenale, distrofia degli organi parenchimatosi, psicosi, grave carenza di massa, ecc.).

I sintomi di ipertiroidismo

Manifestazioni di ipertiroidismo in varie lesioni della ghiandola tiroidea sono simili, anche se ogni patologia, accompagnata da un alto livello di ormoni tiroidei, ha le sue caratteristiche. I sintomi dipendono dalla durata e dalla gravità della malattia, dal grado di danno a un particolare sistema, organo o tessuto.

Nell'ipertiroidismo si sviluppano disturbi pronunciati del sistema nervoso centrale e attività mentale: nervosismo e irritabilità, instabilità emotiva (irritabilità e pianto), paura e ansia, aumento dei processi mentali e del linguaggio rapido, difficoltà nella concentrazione dei pensieri, coerenza, insonnia, piccolo tremore.

I disturbi cardiovascolari nell'ipertiroidismo sono caratterizzati da disturbi del ritmo cardiaco (tachicardia sinusale persistente, scarso trattamento, sfarfallio e flutter atriale), aumento della pressione sistolica (superiore) e diastolica (inferiore), aumento della frequenza cardiaca, aumento della velocità del flusso sanguigno lineare e volumetrico, sviluppo del cuore, sviluppo del cuore. fallimento.

Disturbi oftalmici (oftalmopatia di Graves) nell'ipertiroidismo si riscontrano in più del 45% dei pazienti. Si manifesta con un aumento della fessura palpebrale, spostamento (protrusione) del bulbo oculare in avanti (esoftalmo) e restrizione della sua mobilità, lampi rari, raddoppiamento di oggetti ed edema palpebrale. C'è aridità, erosione della cornea, dolore agli occhi, lacrimazione e cecità a causa della compressione e dei cambiamenti distrofici del nervo ottico.

L'ipertiroidismo è caratterizzato da un cambiamento del metabolismo e dell'accelerazione del metabolismo basale: perdita di peso con aumento dell'appetito, sviluppo del diabete della tiroide, aumento della produzione di calore (sudorazione, febbre, intolleranza al calore), insufficienza surrenalica come conseguenza della rapida disintegrazione del cortisolo sotto l'influenza degli ormoni tiroidei. Nell'ipertiroidismo, si verificano i cambiamenti della pelle - diventa sottile, calda e umida, i capelli diventano più sottili e diventano grigi presto, si sviluppa unghie, gonfiore dei tessuti molli della parte inferiore della gamba.

Come risultato di edema e congestione, si sviluppano dispnea e diminuzione della capacità polmonare. Si osservano disturbi gastrici: aumento dell'appetito, indigestione e formazione di bile, feci instabili (frequente diarrea), attacchi di dolore addominale, ingrossamento del fegato (ittero nei casi gravi). I pazienti anziani possono manifestare una diminuzione dell'appetito fino all'anoressia.

Nell'ipertiroidismo, ci sono segni di miopatia tireotossica: ipotiroidismo muscolare, affaticamento muscolare, debolezza e tremori costanti nel corpo, arti, sviluppo dell'osteoporosi e ridotta attività motoria. I pazienti hanno difficoltà a camminare a lungo, salendo le scale o trasportando pesi. A volte si sviluppa una "paralisi muscolare tireotossica" reversibile.

La violazione del metabolismo dell'acqua si manifesta con una forte sete, una minzione frequente e abbondante (poliuria). La disgregazione delle funzioni della sfera sessuale nell'ipertiroidismo si sviluppa come conseguenza di una violazione della secrezione di gonadotropine maschili e femminili e può causare infertilità. Nelle donne ci sono violazioni del ciclo mestruale (irregolarità e dolore, scariche scariche), debolezza generale, mal di testa e svenimento, negli uomini - ginecomastia e diminuzione della potenza.

Complicazioni di ipertiroidismo

Con un decorso sfavorevole di ipertiroidismo può svilupparsi una crisi tireotossica. Può provocare malattie infettive, stress, grande sforzo fisico. La crisi manifesta una brusca esacerbazione di tutti i sintomi dell'ipertiroidismo: febbre, grave tachicardia, segni di insufficienza cardiaca, delusioni, progressione della crisi in stato comatoso e morte. È possibile una versione "apatica" della crisi: apatia, completa indifferenza, cachessia. La crisi tireotossica si verifica solo nelle donne.

Diagnosi di ipertiroidismo

L'ipertiroidismo viene diagnosticato in base a manifestazioni cliniche caratteristiche (l'aspetto e i reclami del paziente), così come i risultati della ricerca. Nell'ipertiroidismo, è utile determinare il contenuto di ormoni TSH nel sangue (il contenuto è ridotto), T 3 e T 4 (il contenuto è aumentato).

Un'ecografia della ghiandola tiroidea determina le sue dimensioni e la presenza di noduli in essa, utilizzando una tomografia computerizzata per determinare il sito di formazione dei nodi. Un ECG registra la presenza di anomalie nel lavoro del sistema cardiovascolare. La scintigrafia radioisotopica della tiroide viene effettuata per valutare l'attività funzionale della ghiandola, per determinare i noduli. Se necessario, condurre una biopsia della tiroide.

Trattamento dell'ipertiroidismo

L'endocrinologia moderna ha diversi metodi di trattamento dell'ipertiroidismo, che possono essere usati da soli o in combinazione l'uno con l'altro. Tali metodi includono:

  1. Terapia conservativa (farmaco).
  2. Rimozione chirurgica di una parte o di tutta la ghiandola tiroidea.
  3. Terapia con radioiodio

È inequivocabilmente impossibile determinare il metodo migliore che sarebbe assolutamente adatto a tutti i pazienti con ipertiroidismo. La scelta di un metodo di trattamento che sia ottimale per un particolare paziente con ipertiroidismo è fatto dall'endocrinologo tenendo conto di molti fattori: l'età del paziente, la malattia che ha causato l'ipertiroidismo e la sua gravità, le allergie ai farmaci, la presenza di malattie concomitanti, le caratteristiche individuali del corpo.

Trattamento conservativo dell'ipertiroidismo

Il trattamento farmacologico dell'ipertiroidismo ha lo scopo di sopprimere l'attività secretoria della ghiandola tiroidea e ridurre la produzione di produzione eccessiva di ormoni tiroidei. Vengono utilizzati preparati tireo-ematici (antitiroidei): metimazolo o propiltiouracile, che impediscono l'accumulo di iodio, necessario per la secrezione di ormoni nella ghiandola tiroidea.

Un ruolo importante nel trattamento e nella riabilitazione dei pazienti con ipertiroidismo è svolto con metodi non farmacologici: dietoterapia, idroterapia. I pazienti con ipertiroidismo sono raccomandati per il trattamento di sanatorio con particolare attenzione alle malattie cardiovascolari (1 volta in mezzo anno).

La dieta dovrebbe includere un contenuto sufficiente di proteine, grassi e carboidrati, vitamine e sali minerali, gli alimenti che eccitano il sistema nervoso centrale (caffè, tè forte, cioccolato, spezie) dovrebbero essere limitati.

Trattamento chirurgico dell'ipertiroidismo

Prima di prendere una decisione responsabile sulla chirurgia, tutti i metodi di trattamento alternativi sono discussi con il paziente, così come il tipo e la quantità di intervento chirurgico possibile. L'operazione è indicata per alcuni pazienti con ipertiroidismo ed è per rimuovere parte della ghiandola tiroidea. Показаниями к операции является одиночный узел или разрастание отдельного участка (бугра) щитовидной железы с повышенной секрецией. Оставшаяся после операции часть щитовидной железы выполняет нормальную функцию. При удалении большей части органа (субтотальная резекция), возможно развитие гипотиреоза, и пациенту необходимо получать заместительную терапию в течение всей жизни.Dopo la rimozione di una parte significativa della ghiandola tiroidea, il rischio di recidiva di tireotossicosi è significativamente ridotto.

Altri trattamenti per ipotiroidismo

Nel trattamento dell'ipertiroidismo, i ß-bloccanti possono essere usati per bloccare l'effetto degli ormoni tiroidei sul corpo. Il paziente può sentirsi meglio entro poche ore, nonostante gli eccessivi livelli di ormoni tiroidei nel sangue. I bloccanti ß-adrenergici includono farmaci: atenololo, metoprololo, nadololo, propranololo, che hanno un effetto duraturo. Ad eccezione dell'ipertiroidismo causato dalla tiroidite, questi farmaci non possono essere utilizzati come trattamento esclusivo. I ß-bloccanti possono essere usati in combinazione con altri metodi di cura delle malattie della tiroide.

Prognosi e prevenzione dell'ipertiroidismo

I pazienti con ipertiroidismo devono essere sotto la supervisione di un endocrinologo. Un trattamento tempestivo e adeguatamente selezionato consente di ripristinare rapidamente una buona salute e prevenire lo sviluppo di complicanze. È necessario iniziare il trattamento immediatamente dopo la diagnosi e assolutamente non automedicare.

La prevenzione dello sviluppo dell'ipertiroidismo consiste nella corretta alimentazione, uso di prodotti contenenti iodio, trattamento tempestivo della patologia esistente della tiroide.

Gruppo di rischio

Il gruppo di rischio per la malattia è principalmente donne, di età compresa tra 30 e 50 anni, a causa della più stretta connessione tra il sistema endocrino e nervoso del corpo rispetto agli uomini. Secondo le statistiche, le donne soffrono di ipertiroidismo 10 volte più spesso degli uomini. Le emozioni negative, lo stress, le esperienze costanti, i traumi mentali sono un buon terreno per lo sviluppo dell'ipertiroidismo.

Cause di ipertiroidismo

  • Il più delle volte, l'ipertiroidismo inizia ad apparire a causa di altre malattie della ghiandola tiroidea. La causa più comune di ipertiroidismo è la presenza di gozzo tossico diffuso (malattia di Basedow) - una ghiandola tiroidea ingrossata. In presenza di gozzo tossico, il ferro secerne costantemente gli ormoni tiroidei in eccesso, il che porta allo sviluppo dell'ipertiroidismo.
  • Le lesioni infiammatorie e virali della tiroide contribuiscono allo sviluppo della distruzione delle cellule follicolari. Allo stesso tempo, una grande quantità di ormoni tiroidei entra nel sangue e procede ipertiroidismo in una forma lieve e dura fino a 2-3 mesi.
  • L'assunzione incontrollata di una grande quantità di ormoni tiroidei o l'immunità dell'ipofisi a loro contribuisce allo sviluppo della malattia.
  • La presenza di gozzo nodulare può anche causare ipertiroidismo. I sigilli locali che appaiono nella ghiandola tiroidea influenzano l'aumento della sua attività e la produzione di grandi quantità di ormoni.
  • La malattia può verificarsi a causa della formazione di vari tipi di tumori, adenomi tossici.
  • Anche le donne in famiglia che hanno parenti con malattie tiroidee corrono il rischio di sviluppare ipertiroidismo.

I principali segni di ipertiroidismo

I seguenti sono sintomi di ipertiroidismo, a seconda della gravità della malattia, del livello di danno al sistema e degli organi:

  • Una ghiandola tiroidea ingrossata che si proietta come un gonfiore alla base del collo.
  • Uno dei principali sintomi dell'ipertiroidismo è una violazione dell'attività del sistema nervoso centrale, che si manifesta nei seguenti disturbi:
    • iperattività (aumento dell'eccitabilità, irritabilità, irrequietezza, in violazione dell'attenzione e della memoria),
    • instabilità emotiva,
    • mani e dita tremanti
    • discorso veloce
    • paura e ansia
    • insonnia o difficoltà ad addormentarsi.
  • Nel sistema cardiovascolare manifestano anche vari disturbi. Il paziente ha tachicardia, aritmia. Quando si misura la pressione si può notare l'abbassamento del diastolico e l'aumento dei parametri sistolici. L'impulso aumenta a 100 e più battiti al minuto.
  • Quasi la metà dei pazienti con ipertiroidismo manifestano disturbi oftalmici. Tra questi ci sono:
    • lampeggio raro
    • aumento della fessura palpebrale,
    • sporgenza del bulbo oculare,
    • biforcazione di oggetti
    • limitata mobilità oculare
    • edema palpebrale
    • cornea secca.
  • Quando l'ipertiroidismo è marcato metabolismo accelerato. Ma, con l'appetito in continua crescita, il peso del paziente diminuisce gradualmente. Il diabete tiroideo si sviluppa, si manifesta ipersensibilità al calore, si osservano sudorazione eccessiva e temperatura corporea elevata. A causa della produzione di una grande quantità di ormoni secreti dalla tiroide, l'insufficienza surrenalica può svilupparsi.
  • I cambiamenti nel tratto gastrointestinale sono caratterizzati da:
    • aumento dell'appetito (negli anziani, al contrario, c'è una forte diminuzione dell'appetito),
    • violazione del processo digestivo,
    • violazione della formazione della bile,
    • aumento dell'appetito
    • sgabelli frequenti e sciolti,
    • fegato ingrossato (raramente - fino a segni di ittero),
    • dolore all'addome.
  • La capacità polmonare richiesta diminuisce e si può verificare dispnea.
  • In un paziente con ipertiroidismo, la pelle diventa sottile e umida. I capelli cominciano a diventare grigi, diventano fragili, perdono lucentezza. I tessuti molli della parte inferiore della gamba si gonfiano, le unghie diventano sottili, facilmente infranti.
  • Lo scambio d'acqua è disturbato. Il paziente ha minzione frequente, c'è una forte sete.
  • C'è una costante sensazione di stanchezza, debolezza. Diventa difficile per il paziente salire le scale, si stanca rapidamente durante la solita camminata e quando trasporta oggetti non indispensabili, la fatica appare rapidamente.
  • Quando ipertiroidismo a volte manifestano violazioni nel sistema riproduttivo. Gli uomini possono osservare una diminuzione della libido, l'impotenza. Nelle donne, il ciclo mestruale è interrotto, il che si manifesta in irregolarità e scarsità di dimissione, debolezza e svenimento.

Come trattare l'ipertiroidismo

Poiché l'ipertiroidismo è una malattia del sistema endocrino del corpo, il trattamento dell'ipertiroidismo viene eseguito dall'endocrinologo. Gli obiettivi del trattamento sono:

  • ripristino dei normali livelli di produzione di ormoni con farmaci,
  • trattamento dei sintomi dell'ipertiroidismo, che comporta il ripristino del lavoro di tutti i sistemi e organi,
  • chirurgia, che comporta la rimozione di tumori, gozzo, adenomi.
  • eliminazione dei processi patologici che influenzano lo sviluppo dell'ipertiroidismo. A seconda delle condizioni del paziente, i farmaci vengono prescritti per diversi mesi, anni o per tutta la vita.

Trattamento farmacologico

Vari farmaci antitiroidei sono usati per trattare l'ipertiroidismo. Sono usati principalmente se il paziente ha un basso grado di malattia della tiroide. Nei casi avanzati di malattia (ghiandola tiroidea notevolmente ingrandita), vengono assunte medicine per preparare il corpo alla chirurgia.

Con l'aiuto di farmaci, il trattamento dell'ipertiroidismo è volto a ridurre la produzione di ormoni che la ghiandola tiroidea produce. Attualmente, gli endocrinologi prescrivono spesso farmaci antitiroidei che aiutano a ridurre la produzione di ormoni tiroidei: Propiltiouracile, Tiamazolo, Tirosolo, Metiltiouracile, Perclorato di Potassio e altri.

Caratteristiche dell'uso di farmaci che combattono la produzione di ormoni tiroidei:

  • Il trattamento dell'ipertiroidismo di solito inizia con l'assunzione di farmaci. Il regime dura fino a quando la ghiandola tiroidea ritorna normale. È possibile verificare come i farmaci agiscono sulla produzione di ormoni tiroidei utilizzando un esame del sangue che rivelerà la quantità di ormoni tiroidei nel sangue della tiroide.
  • Se non ci sono complicazioni, quindi dopo l'uso di alte dosi di farmaci volte a normalizzare il lavoro della ghiandola tiroidea, vale a dire la produzione di ormoni, le condizioni del paziente si osservano già dopo 4-5 settimane. Il numero di dosi di farmaci assunti viene gradualmente ridotto di 2-3 volte per mantenere il trattamento.
  • Il trattamento dell'ipertiroidismo, finalizzato a preservare l'effetto raggiunto, dura circa un anno. La terza parte dei pazienti con ipertiroidismo annota il fatto della remissione della malattia. Per mantenere la remissione, Levotiroxina viene assunto con farmaci antitiroidei. In alcuni pazienti durante il trattamento con farmaci antitiroidei possono comparire effetti collaterali: il livello dei leucociti e delle piastrine diminuisce nel sangue, si verificano reazioni allergiche (angioedema, dermatite, orticaria).

Per eliminare le gravi manifestazioni della malattia, Carbimazolo è ampiamente usato. Questo farmaco è a lunga durata d'azione e quindi molto importante nel trattamento dell'ipertiroidismo. Oltre al fatto che il carbimazolo influisce sulla produzione di ormoni tiroidei, stimola anche la conversione dell'ormone T4 (tiroxina) in T3 (triiodotironina). Pertanto, l'uso del farmaco durante il trattamento ha un effetto positivo sulla ghiandola tiroidea.

Oltre all'uso di droghe, è importante seguire una dieta. I pazienti con ipertiroidismo dovrebbero ricevere una quantità sufficiente di proteine, grassi, carboidrati, vitamine e oligoelementi. Non è desiderabile usare caffè, tè, cioccolata e altri prodotti che possano eccitare il sistema nervoso centrale. I medici raccomandano il trattamento di sanatorio una volta all'anno ai pazienti.

Trattamento con iodio radioattivo

Il trattamento di ipertiroidismo è effettuato con l'uso di iodio radioattivo, i pazienti prendono una volta sotto forma di una capsula o una soluzione speciale. Quando entra nel sangue, lo iodio entra nelle cellule della ghiandola, persiste e distrugge le cellule in eccesso.

Lo iodio radioattivo è prescritto in combinazione con i principali farmaci che contribuiscono al trattamento dell'ipertiroidismo. Uno dei vantaggi del trattamento dell'ipertiroidismo con iodio radioattivo è che la remissione si verifica nel 90% dei pazienti.

Trattamento dell'ipertiroidismo con metodi di medicina orientale

Nell'est, si ritiene che l'interruzione della ghiandola tiroidea inizi a causa del mantenimento di uno stile di vita sbagliato. Dieta inappropriata, inattività, frequente esposizione al freddo e all'umidità, emozioni negative, stress - tutto questo può influenzare lo sviluppo dell'ipertiroidismo.

La medicina orientale comporta un trattamento senza farmaci.

In primo luogo, il medico stabilisce le cause della comparsa della patologia, apprende le caratteristiche del paziente, il suo carattere, il temperamento. Sulla base delle informazioni ricevute, il medico prescrive le procedure e i rimedi a base di erbe necessari.

La medicina di erbe si basa sulla ricezione di varie erbe e decotti. L'obiettivo della fitoterapia è di ripristinare i processi metabolici del corpo, purificare il sangue, ridurre l'infiammazione. Con l'aiuto di fitopreparati, l'eccesso di muco dal corpo viene rilasciato dal corpo.

Grazie alla stimolazione dei singoli punti sul corpo del paziente, il lavoro della ghiandola tiroidea viene normalizzato. Questa tecnica per il trattamento di varie malattie fu usata in Oriente molte migliaia di anni fa.

I metodi della medicina orientale hanno un effetto positivo non solo sul lavoro della ghiandola. Anche il funzionamento del sistema nervoso del paziente è normalizzato. È molto importante notare che il trattamento senza l'uso di farmaci è più benigno e sostituisce la terapia farmacologica praticata oggi dalla medicina occidentale.

Un ruolo importante nel trattamento è la dieta. Data la carnagione del corpo del paziente, il medico della medicina orientale corregge la sua dieta. È inoltre necessario osservare la corretta modalità del giorno impostata dal medico. Un importante vantaggio della medicina orientale nel trattamento dell'ipertirosi è il reperimento e l'eliminazione della causa principale della malattia, mentre la medicina occidentale ha lo scopo di alleviare i sintomi della malattia.

L'elenco delle procedure per il trattamento dell'ipertiroidismo comprende:

  • pietre riscaldanti
  • riscaldamento di alcuni punti di bastoncini di assenzio (moxotherapy),
  • sfregamento,
  • agopuntura,
  • massaggio orientale,
  • massaggio sottovuoto
  • trattamento con le sanguisughe (hirudotherapy),
  • medicina di erbe,
  • stimolazione dei punti nei padiglioni auricolari,
  • terapia dietetica.

A causa del complesso delle procedure sopra descritte, viene ripristinato il normale funzionamento della ghiandola tiroidea e di altri sistemi del corpo.

Sviluppo della patologia (patogenesi)

Quando la ghiandola tiroide degli ormoni tiroidei T3 e T4 sono eccessivamente prodotte dalla ghiandola tiroidea, si osservano i seguenti cambiamenti nel corpo:

  • I tessuti aumentano il consumo di ossigeno, che aumenta il metabolismo energetico e la quantità di calore prodotto,
  • L'ipertiroidismo negli uomini a causa di un aumento degli ormoni androgeni agli estrogeni, così come un aumento della globulina circolante, può portare allo sviluppo negli uomini di ginecomastia, caratterizzata da un aumento delle ghiandole mammarie e, di conseguenza, del seno,
  • I tessuti diventano più sensibili alla stimolazione simpatica e alle catecolamine (neurotrasmettitori - adrenalina, dopamina e altri),
  • Il tasso di distruzione del cortisolo aumenta, il che può portare allo sviluppo di insufficienza surrenalica.

Ipotiroidismo e ipertiroidismo

Gli ormoni tiroidei T3 (triiodotironina) e T4 (tiroxina, tetraiodotironina) sono le sostanze più attive prodotte dalla ghiandola tiroidea.

L'ipotiroidismo differisce dall'ipertiroidismo (tireotossicosi) in quanto nel primo caso vi è una produzione insufficiente di ormoni tiroidei T3 e T4, mentre nell'ipertiroidismo il loro numero, al contrario, aumenta.

Il normale funzionamento della ghiandola tiroidea, quando si verifica la produzione ormonale al livello appropriato, è chiamato - eutiroidismo.

statistica

Secondo le statistiche mediche, la metà femminile della popolazione della Terra è più spesso registrata con ipertiroidismo, specialmente le giovani donne del sesso leale spesso girano. Prima di tutto, è associato a frequenti cambiamenti ormonali nel corpo femminile - periodi di mestruazioni, gravidanza, parto, allattamento, menopausa e altre condizioni. Per prevenire lo sviluppo di tireotossicosi con eventi successivi, i medici raccomandano alle donne di visitare un endocrinologo ogni 3-5 anni e di essere esaminate, e dopo 45 anni dovrebbero farlo ogni anno.

I principali sintomi dell'ipertiroidismo

  • Ghiandola tiroidea ingrandita
  • Da parte del sistema nervoso - aumentata irritabilità, nervosismo, pianto, ansia, paura, insonnia, compromissione della concentrazione e attività mentale, rapido parlare, appare periodicamente un piccolo tremore.
  • Da parte del tratto gastrointestinale - aumento e diminuzione dell'appetito, rapida perdita di peso o set con la stessa dieta, fallimento nei processi di digestione e formazione di bile, dolore ricorrente nell'addome, diarrea (diarrea), attacchi di vomito, aumento delle dimensioni del fegato.
  • Da parte del sistema cardiovascolare - tachicardia, atriale e altri tipi di aritmia, polso rapido, aumento della pressione sanguigna superiore e inferiore, accelerazione della circolazione sanguigna, iperglicemia reversibile, formazione di insufficienza cardiaca.
  • Da parte degli organi visivi - l'oftalmopatia di Graves, che è caratterizzata da esoftalmo (quando il bulbo oculare si sposta e si gonfia in avanti), un aumento della fessura palpebrale, un raro ammiccamento per secoli e gonfiore, raddoppio dell'immagine, che causa secchezza ed erosione corneale, degenerazione del nervo ottico con un finale fase - la possibilità di sviluppare la cecità.

Altri segni di ipertiroidismo:

  • metabolismo accelerato
  • sete costante di acqua e frequente frequente minzione (poliuria),
  • sudorazione eccessiva
  • aumento della temperatura corporea
  • forte tolleranza al calore
  • insufficienza surrenalica,
  • assottigliamento della pelle,
  • capelli grigi accelerati
  • mancanza di respiro
  • debolezza e tremori in tutte le parti del corpo, debolezza nei muscoli, aumento della fatica,
  • violazione dell'attività motoria - durante il lavoro fisico prolungato o la deambulazione, il paziente manca di forza fisica.

Ipertiroidismo nelle donne è anche caratterizzato da un fallimento delle mestruazioni (irregolarità, scariche scariche, dolore), mal di testa, svenimento, debolezza.

Ipertiroidismo maschile è anche caratterizzato da una diminuzione della potenza e dallo sviluppo della ginecomastia (a causa di un aumento degli ormoni femminili a livello del maschio, la ghiandola mammaria aumenta, a causa della quale il seno dell'uomo inizia ad aumentare).

Altre cause di ipertiroidismo

  • Somministrazione incontrollata di farmaci a base di ormoni tiroidei,
  • Malattie autoimmuni del corpo,
  • Lesione della tiroide o pituitaria,
  • Ovaia di Struma,
  • Overdose del corpo con iodio.
  • Fattori avversi per lo sviluppo della crisi tireotossica
  • La presenza di malattie infettive
  • stress,
  • Grande stress fisico sul corpo.

Forme di ipertiroidismo primario

  • Subclinico - caratterizzato da livelli normali di tiroxina (T4), bassi livelli di ormone stimolante la tiroide (TSH) e decorso asintomatico.
  • Manifesto - caratterizzato da livelli elevati di tiroxina (T4) e manifestazioni cliniche caratteristiche della tireotossicosi.
  • Complicato - caratterizzato da atriale e altri tipi di aritmie, psicosi, perdita di peso drastica, insufficienza surrenalica e altre complicanze della patologia.

Crisi tireotossica

Crisi tireotossica - una forma acuta di ipertiroidismo, che si verifica sullo sfondo di una grave malattia, principalmente a causa di gozzo tossico diffuso o gozzo tossico multinodulare. Характеризуется резким усилением клинических проявлений тиреотоксикоза, в виде – лихорадки, эмоциональной нестабильностью, психозом, сильным упадком сил, атрофией мышц, тошнотой, приступами рвоты, диареей, пожелтением кожи и слизистых, нарушением сознания и другими. Тиреотоксический криз может вызвать сердечно-сосудистый коллапс, кому и привести к летальному исходу.

1.2. β-адреноблокаторы

Бета-адреноблокарторы - Un gruppo di farmaci che hanno la capacità di bloccare i beta-adrenorecettori nel corpo. Vengono principalmente utilizzati in presenza di tali sintomi di ipertiroidismo, quali tachicardia e altre aritmie, tremore, disturbi del sistema nervoso e mentale, disturbi del tratto gastrointestinale, sudorazione, intolleranza al calore e altri segni di tireotossicosi dovuti alla stimolazione adrenergica.

I beta-bloccanti più popolari usati per trattare l'ipertiroidismo sono Atenololo, Propranololo, Metoprololo.

Nei casi di tachicardia e altre aritmie, mentre il paziente ha controindicazioni per l'assunzione di β-bloccanti, il medico può prescrivere bloccanti dei canali del calcio - Verapamil, Diltiazem e altri.

Agente di contrasto contenente iodio ("Yogeksol", "Ipodat sodium", "Acido yopanoico") - lo iodio organico, ha la proprietà di inibire la conversione degli ormoni T4 in T3, così come il rilascio di iodio inorganico da esso e, di conseguenza, una diminuzione della sintesi di T4 e T3 dalla ghiandola tiroidea. È usato principalmente nel trattamento della crisi tireotossica.

"Ioduro di potassio" - Iodio inorganico, aiuta a ridurre la sintesi degli ormoni tiroidei. È usato per la crisi tireotossica, così come in preparazione per l'operazione. Controindicato alla tireotossicosi, a causa dell'aumento dei livelli di iodio nel corpo, nonché del trattamento pianificato con iodio radioattivo. È usato sotto forma di una soluzione di Lugol (8 mg in 1 goccia) o una soluzione satura di ioduro di potassio (50 mg in 1 goccia). È usato brevemente, in particolare, per controindicazioni all'uso della tireostatica.

1.4. Altri farmaci

Glucocorticosteroidi (GK - desametasone, idrocortisone) - ormoni che inibiscono la conversione di T4 in T3, che vengono utilizzati nei casi in cui è necessario ridurre rapidamente la concentrazione di ormoni tiroidei nel più breve tempo possibile. L'efficienza aumenta con l'uso simultaneo di HA con tireostatica e iodio inorganico.

Perclorato di sodio - ha la capacità di inibire il trasporto di iodio nella ghiandola tiroidea. Viene usato brevemente (fino a 3-4 settimane), spesso con tireotossicosi indotta da iodio, da allora Ha molti effetti collaterali, il più grave dei quali è il danno al midollo osseo.

Carbonato di litio - ha la proprietà di inibire la proteolisi della tireoglobulina, riducendo così la secrezione di ormoni tiroidei.

antibiotici - usato quando un'infezione batterica è presente nel corpo. In attesa dei risultati di bakposev, un antibiotico è prescritto empiricamente.

Compresse, paracetamolo e altri FANS sono utilizzati per ridurre la temperatura corporea. I salicilati sono rigorosamente controindicati.

Il medico può prescrivere farmaci sedativi o anticonvulsivi per alleviare il disturbo del sistema nervoso.

2. Terapia con radioiodio

In alcuni grandi paesi, come gli Stati Uniti, il trattamento dell'ipertiroidismo con ioduro di sodio radioattivo (131 I, radio-iodio) sta diventando sempre più popolare. Questo trattamento è adatto sia per la malattia di Graves (gozzo tossico diffuso) che per il gozzo angoloso tossico. Controindicazioni all'uso di radioiodio sono - gravidanza, periodo di allattamento al seno, cancro alla tiroide con ipertiroidismo, oftalmopatia moderata o grave. Alcuni esperti parlano di un aumento dell'incidenza di cancro alla tiroide, di tumori maligni in altri organi, di leucemia e di altre forme di cancro, mentre altri considerano tali informazioni non provate.

Il dosaggio standard della terapia con radioiodio è di 8-15 mCi. Tuttavia, molti medici calcolano il dosaggio in base alle dimensioni della ghiandola tiroidea e alla quantità di 131 I assorbita da essa in 24 ore.

In molti casi, dopo il trattamento della tireotossicosi con radioiodio dopo diversi mesi o anni, appare l'ipotiroidismo (una quantità insufficiente di ormoni T3 e T4 nel corpo), che di solito viene trattato con terapia sostitutiva, il che implica l'assunzione per tutta la vita di ormoni tiroidei.

La terapia con radioiodio è il paziente che accetta una capsula o una soluzione acquosa con 131 I, che non ha né sapore né odore, dopo di che l'iodio radioattivo, con il flusso di sangue nelle cellule della tiroide iperattiva e l'accumulo, inizia a distruggerli. La radioterapia viene effettuata in combinazione con una terapia conservativa. In assenza dell'effetto desiderato, il corso del trattamento 131 può essere ripetuto.

131 Emetto radiazione β- e γ, con una lunghezza d'onda di circa 2 mm, mentre le cellule della ghiandola tiroidea sono irreversibilmente danneggiate. Il resto del radioide viene espulso abbastanza rapidamente, con l'urina.

Caratteristiche della dieta:

  • Il cibo dovrebbe essere ricco di proteine ​​(40% di piante e 60% di animali) e di grassi facilmente digeribili,
  • È necessario prevenire la perdita di calcio e fosforo,
  • Concentrati sull'uso di prodotti arricchiti con vitamine e minerali.

Cosa puoi mangiare con ipertiroidismo: latticini, carni magre e pesce d'acqua dolce (pollo, manzo, lucioperca, orata, luccio), minestre e brodi a basso contenuto di grassi, pane e pasticcini (senza creme), verdura e frutta (eccetto quelli che aumentano la flatulenza, causano stitichezza o diarrea), uova, bevande (tè verde o nero debolmente fermentato, gelatine, composta, decotto di frutta secca), è meglio usare il miele come dolcificante.

Cosa non puoi mangiare con ipertiroidismo - prodotti che eccitano i recettori dell'apparato digerente, cardiovascolare e nervoso: caffè, tè forte, cioccolato, alcool, soda, kvas, koumiss, cibi salati, speziati, affumicati, sottaceti, carne grassa, pesce di mare, cipolle, aglio, spinaci , acetosa cruda, ravanelli, ravanelli, rafano, barbabietole, funghi, albicocche, prugne, fichi, ananas, uva spina, ribes, mirtilli rossi.

4. Trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico dell'ipertiroidismo è usato in casi estremi per ragioni speciali:

  • quando le terapie conservative e altre non hanno portato al risultato desiderato,
  • in presenza di controindicazioni ai principali metodi e farmaci per il trattamento farmacologico,
  • in presenza di tumori,
  • con la crescita di una sezione separata della ghiandola con aumento della secrezione di ormoni,
  • con gozzo molto grande.

L'operazione sulla ghiandola tiroidea è chiamata - tiroidectomia.

La percentuale di recidive dopo il trattamento chirurgico è del 2-16%.

Cos'è?

L'ipertiroidismo è una condizione clinica caratterizzata da un aumento dell'attività della ghiandola tiroidea nella produzione degli ormoni T3 (tiroxina) e T4 (triiodotironina). Queste sostanze entrano in tutti i tessuti del corpo e accelerano i processi metabolici in esse molte volte. Lo squilibrio degli ormoni nell'ipertiroidismo influisce negativamente sulle condizioni del paziente, può portare ad alterazioni del metabolismo energetico e del calore, nonché danni alle ghiandole surrenali.

Il ruolo della ghiandola tiroidea nel corpo

La tiroide è la più grande ghiandola del corpo umano, situata nella regione anteriore inferiore della laringe. L'organo endocrino è responsabile della sintesi degli ormoni tiroidei contenenti atomi di iodio. Lo iodio è estremamente necessario per il corpo di ogni persona, poiché questa sostanza è direttamente coinvolta nella regolazione dei processi metabolici, nella termoregolazione, influenza il sistema nervoso e la psiche.

La sintesi e la secrezione degli ormoni tiroidei si verifica nei follicoli di un organo in più fasi. In primo luogo, insieme con lo iodio alimentare entra nel corpo, che entra nel sangue in una forma inorganica. Le cellule della ghiandola tiroidea lo catturano e lo convertono in iodio organico. Dopo l'ossidazione, la molecola di iodio si lega all'amminoacido sostituibile tirosina e si formano composti come monoiodotirosina e diiodotirosina. Quindi si verifica la condensazione e la formazione degli ormoni T3 e T4, che vengono rilasciati nel flusso sanguigno. Il sangue saturo di ormoni porta queste sostanze a tutti i tessuti del corpo, il che porta ad un'accelerazione dei processi metabolici in quasi tutti gli organi umani.

Inoltre, l'ipertiroidismo sviluppa cambiamenti ormonali causati dalla conversione degli androgeni (ormoni sessuali maschili) in estrogeni (ormoni sessuali femminili) e l'accumulo di questi nel sangue. La sensibilità dei tessuti agli effetti del sistema nervoso simpatico aumenta notevolmente: l'ipotalamo e la ghiandola pituitaria svolgono il ruolo principale nella regolazione della funzione della ghiandola tiroidea.

cause di

Tra le cause più frequenti che contribuiscono allo sviluppo di questa malattia sono:

  1. La malattia di Basedow o gozzo tossico diffuso è considerata la causa principale di questa malattia. È un gozzo tossico che contribuisce allo sviluppo dell'ipertiroidismo nell'80% dei casi. Di regola, questa patologia si verifica nelle donne. La malattia di Basedow è considerata una patologia autoimmune e, a causa dello sviluppo di questa malattia, il sistema immunitario umano inizia a sintetizzare speciali anticorpi, che a loro volta contribuiscono a migliorare il lavoro della ghiandola tiroidea. Molto spesso, nei pazienti con gozzo tossico, si notano altre patologie autoimmuni come la gastrite, l'epatite autoimmune o la glomerulonefrite. I segni evidenti della malattia grave includono i sintomi dell'ipertiroidismo e del gozzo.
  2. Tiroidite. Con lo sviluppo di questa patologia ha marcato l'infiammazione nella ghiandola tiroidea. Nella maggior parte dei casi, la tiroidite si verifica sullo sfondo delle malattie infettive virali.
  3. Accettazione di quantità eccessive di ormoni tiroidei sotto forma di alcuni agenti farmaceutici.
  4. Adenoma della ghiandola tiroidea o gozzo nodulare, in cui vi è un marcato aumento del funzionamento di una o di un'altra sezione del tessuto tiroideo. In medicina, questo tipo di aree sono chiamate "nodi caldi".

Nella maggior parte dei casi, la malattia è osservata nei rappresentanti della metà debole dell'umanità. Secondo le statistiche, nelle donne questa patologia è osservata in diciassette - venti casi su mille, ma negli uomini solo in due casi su mille. Molto spesso, questa malattia è esposta a una popolazione lavorabile di età compresa tra i venti ei cinquanta anni.

Sintomi di ipertiroidismo

Nelle donne, i sintomi dell'ipertiroidismo sono causati dall'accelerazione di tutti i processi nel corpo e si manifestano con il lavoro potenziato dei sistemi e degli organi umani. La manifestazione dei sintomi dell'ipertiroidismo dipende dalla gravità e dalla durata della malattia, nonché dal grado di affettività di organi, sistemi o tessuti.

Gli ormoni in eccesso prodotti dalla ghiandola tiroide, colpiscono il corpo umano come segue:

  1. Sistema cardiovascolare Aritmie cardiache - tachicardia sinusale persistente e poco curabile, fibrillazione atriale e flutter. L'aumento del divario tra i valori delle letture della pressione superiore e inferiore a causa di un aumento della pressione sistolica e simultanea della pressione arteriosa diastolica. Aumento dell'impulso, aumento del volume e velocità lineare della circolazione sanguigna. Insufficienza cardiaca.
  2. Sistema nervoso centrale Aumentata irritabilità, instabilità emotiva, irritabilità, ansia senza causa, paura, discorso veloce, disturbi del sonno, stretta di mano.
  3. Tratto gastrointestinale. Aumento o diminuzione dell'appetito, nei pazienti anziani, fino al completo rifiuto del cibo. Disturbi della digestione e formazione di bile, dolore addominale parossistico, perdita di feci.
  4. Oftalmologia. I sintomi oftalmologici consistono nella manifestazione precedentemente annotata, che è esoftalmo (in cui il bulbo oculare subisce una protrusione quando viene spostato in avanti e con un aumento della fessura palpebrale). Inoltre, c'è un gonfiore delle palpebre, oggetti doppi nel campo visivo e un lampo raro. Va sottolineato che a causa della compressione caratteristica in questo caso, sullo sfondo del quale si sviluppa anche la distrofia del nervo ottico, non si esclude la possibilità di perdita assoluta della vista da parte dei pazienti. Inoltre, tra gli attuali sintomi oftalmologici possono essere identificati occhi secchi pronunciati e dolore agli occhi, aumento della lacrimazione, sviluppo dell'erosione della cornea, borse sotto gli occhi, incapacità di concentrare lo sguardo su un particolare soggetto, ecc.
  5. le vie respiratorie. La capacità polmonare diminuisce a causa della stagnazione e dell'edema, si forma una persistente mancanza di respiro.
  6. Sistema muscolo-scheletrico. La miopatia tireotossica si sviluppa, in cui la debolezza cronica e l'affaticamento muscolare, l'ipotrofia muscolare (una condizione muscolare causata da una mancanza di nutrienti nel corpo o da una carenza di assorbimento) diventano segni caratteristici. C'è anche il tremito degli arti e del corpo nel suo insieme, l'osteoporosi (malattia progressiva cronica o sindrome clinica (in questo caso), caratterizzata da una diminuzione della densità caratteristica delle ossa con disturbo simultaneo della microarchitettura e con la loro maggiore fragilità, che è rilevante a causa di numerosi processi dannosi). Sullo sfondo dei sintomi di cui sopra, ci sono difficoltà notate durante la lunga camminata (specialmente quando si salgono le scale), così come quando si trasportano pesi. Non esclude la possibilità dello sviluppo della paralisi muscolare, che in questo caso è reversibile.
  7. Metabolismo. Accelerazione del metabolismo - perdita di peso, nonostante l'aumento dell'appetito, lo sviluppo del diabete della tiroide, aumento della produzione di calore (febbre, sudorazione). Come risultato del decadimento accelerato del cortisolo - insufficienza surrenalica. Fegato ingrossato, nei casi gravi di ipertiroidismo - ittero. Grande sete, minzione frequente e abbondante (poliuria) a causa di alterazioni del metabolismo dell'acqua. Assottigliamento di pelle, capelli, unghie, capelli grigi precocemente forti, gonfiore dei tessuti molli.
  8. Il sistema riproduttivo. Cambiamenti caratteristici sono anche noti in quest'area. Quindi, sullo sfondo della violazione dei processi di secrezione delle gonadotropine, l'infertilità può svilupparsi. Come già descritto in precedenza, negli uomini, la ginecomastia può svilupparsi, la potenza diminuisce. Per quanto riguarda l'impatto sui processi del corpo femminile rilevanti per la malattia, in particolare, ci sono fallimenti del ciclo mestruale. La manifestazione delle mestruazioni è caratterizzata da dolore e irregolarità, la scarica è scarsa in natura, gravi segni di debolezza (che possono raggiungere lo svenimento) e forti mal di testa sono segni associati. Nella manifestazione estrema dei fallimenti del ciclo mestruale, l'amenorrea, cioè la completa assenza di mestruazioni, raggiunge.

I sintomi di ipertiroidismo in sua presenza possono essere assenti nelle persone anziane - il cosiddetto ipertiroidismo mascherato o nascosto. Depressione frequente, letargia, sonnolenza, debolezza - una tipica reazione del corpo degli anziani a un eccesso di ormoni tiroidei. La disgregazione del sistema cardiovascolare negli anziani con ipertiroidismo è osservata molto più spesso che tra i giovani.

Crisi tireotossica (ipertiroidismo)

Questa complicazione si manifesta come conseguenza dell'assenza di trattamento per tireotossicosi o quando si prescrive un trattamento che non corrisponde in realtà alle misure necessarie. Le manipolazioni meccaniche possono anche provocare una crisi durante l'esame di un paziente o durante un intervento chirurgico che influisce in qualche modo sulla ghiandola tiroidea. Non escludere la possibilità di una crisi e lo sfondo degli effetti dello stress.

  1. In generale, la crisi di ipertiroidismo si manifesta con il raggiungimento di un picco da parte dei segni caratteristici dell'ipertiroidismo. Inizia acutamente, il suo corso è lampo in natura. I pazienti hanno un'eccitazione mentale pronunciata e spesso è accompagnata da allucinazioni e delusioni. Aumenta la stretta di mano, inoltre, il tremore si diffonde agli arti inferiori e in tutto il corpo. La pressione sanguigna cala bruscamente, la debolezza muscolare appare con l'inibizione generale del paziente. Il vomito si manifesta in una forma indomabile, accompagnata da febbre (segni che indicano la rilevanza dell'infezione, in questo caso sono assenti), diarrea, palpitazioni (raggiungendo 200 battiti / min.). Quando si urina nelle urine, è possibile determinare l'odore caratteristico dell'acetone. La temperatura aumenta (fino a 41 gradi), la pressione.
  2. In alcuni casi, si sviluppa l'ittero, che si manifesta come conseguenza della forma acuta di degenerazione grassa rilevante per il fegato e può anche insorgere un'insufficienza surrenalica.

È importante notare che la mancanza di assistenza tempestiva può causare la morte del paziente a causa della transizione della crisi in un coma. La morte può verificarsi a causa della forma acuta della manifestazione di degenerazione grassa del fegato o dovuta all'insufficienza surrenalica.

Iodio radioattivo

Il trattamento con iodio radioattivo (radioiodio terapia) è che al paziente viene prescritto di assumere iodio radioattivo in una soluzione o capsula acquosa. Dopo che la sostanza entra nelle cellule della ghiandola tiroidea, andando lì e inizia ad agire, porta alla loro distruzione. Di conseguenza, la ghiandola tiroidea diventa più piccola, la composizione e la secrezione di ormoni nel sangue diminuiscono.

La terapia con radioiodio viene effettuata insieme a cure mediche. Окончательного выздоровления не происходит у пациентов, гипертиреоз остается, но не сильно выраженный, поэтому появляется необходимость в повторном курсе лечения. В большинстве случаев после радиойодотерапии наблюдается гипотиреоз на протяжении месяце или лет, поэтому проводят терапию, при которой пациент принимает тиреоидные гормоны всю жизнь.

Al fine di prendere una decisione sulla procedura chirurgica, al paziente vengono offerti diversi tipi di trattamento, ed è anche necessario decidere il volume e il tipo di intervento chirurgico se è necessario un intervento.

La necessità di un intervento chirurgico non è mostrata a tutti i pazienti e consiste nella rimozione parziale della ghiandola tiroidea. L'operazione è necessaria per i pazienti nei quali un singolo nodo o una porzione eccessiva della ghiandola tiroidea ha una secrezione aumentata. Dopo l'intervento, la parte restante della ghiandola tiroide funzionerà normalmente.

A differenza degli Stati Uniti, in Russia, il trattamento chirurgico dell'ipertiroidismo è ampiamente utilizzato. Le operazioni sono mostrate, in particolare, a causa della vigilanza oncologica nei pazienti con gozzo tossico nodulare o diffuso, così come nel caso di gozzo tossico diffuso non curato con prodotti antitiroidei per 4-6 mesi. La frequenza dei tumori maligni della tiroide è aumentata in modo significativo dal disastro di Chernobyl: i tumori sono stati riscontrati nell'8-10% dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico sulla ghiandola tiroidea.

Rimedi popolari

Il trattamento di erbe di ipertiroidismo è possibile, ma solo in consultazione con il dottore e come mezzi supplementari alla terapia conservatrice principale.

Le erbe medicinali sono mescolate. Nelle forme più lievi di ipertiroidismo, 1 cucchiaio di miscela viene preparato in una ciotola di smalto con 200 grammi di acqua calda (600) e infuso per 2 ore, quindi filtrato e preso in tre dosi in uguali dosi 10 minuti prima dei pasti. Per le forme gravi, si consiglia l'infusione di una miscela di 3 cucchiai.

A questo scopo, puoi fare un infuso di erbe:

  • ordinario assenzio, o Chernobyl, usato per i disturbi nervosi come sedativo - 2 cucchiai,
  • rizoma del pione dell'evasore, o radice di Marin, che calma il sistema nervoso, riduce il mal di testa e ha anche un effetto anti-infiammatorio - 1 cucchiaio da tavola,
  • Zyuznik europeo, che ha azione anti-infiammatoria e pronunciato effetto sedativo, superiore a motherwort e radice di valeriana - 3 cucchiai,
  • radice di feltro a base di bardana tritata, progettata per ridurre gli effetti dell'intossicazione - 1 cucchiaio,
  • cardo riccio, ha un lieve effetto sedativo e anti-infiammatorio - 2 cucchiai.

Tuttavia, va sempre ricordato che in presenza di ipertiroidismo, il trattamento con i rimedi popolari è diretto solo a normalizzare (in una certa misura) la funzione del sistema nervoso e migliorare il sonno, ma non a curare la malattia stessa. L'uso di piante medicinali è possibile solo dopo le raccomandazioni dell'endocrinologo!

Manifestazioni cliniche - sintomi di tireotossicosi

I sintomi principali includono:

  • La sensazione di mancanza d'aria, vampate di calore al viso e alla testa, calore eccessivo.
  • Aumento della frequenza della minzione e del volume delle urine.
  • Un aumento della superficie anteriore del collo è possibile con un aumento della ghiandola tiroidea.
  • Diminuzione della prestazione sessuale

Nelle donne, l'ipertiroidismo può manifestarsi in una ridotta fertilità (infertilità). Negli uomini, a volte si manifesta anche una diminuzione della potenza, inibizione della spermatogenesi (infertilità).

La perdita di peso può essere sullo sfondo di un aumento, insaziabile appetito e aumento del consumo di cibo, ma i giovani potrebbero ingrassare sullo sfondo di un aumento dell'appetito. Nei casi gravi della malattia, al contrario, l'appetito è ridotto, fino all'anoressia (specialmente nelle persone anziane), la frequenza dei movimenti intestinali aumenta, ma la diarrea appare raramente.

Tremore - uno dei primi sintomi iniziali della tireotossicosi, il tremore delle mani può essere sia durante il movimento che a riposo, le esplosioni emotive provocano la sua gravità. Mani, lingua, palpebre possono rabbrividire, meno spesso tutto il corpo.

Sudorazione e umidità, arrossamento del viso, aumento della temperatura corporea (fino a 37,5 0), che è associato ad un aumento del metabolismo (vedere le cause di eccessiva sudorazione negli uomini e nelle donne). Nella tiroidite acuta, la temperatura corporea può salire a valori elevati. Le palme con tireotossicosi sono rosse, calde e umide, in contrasto con il freddo, la colorazione normale e le palme umide con disturbi vegetativi (con nevrosi).

  • Si verificano sintomi di natura nevrastenica.

Come temperamento caldo, pignoleria, umore instabile (rapido cambiamento dall'agitazione alla depressione), pianto, ansia immotivata, paura, irritabilità, disturbi del sonno, paure ossessive, eccessiva attività motoria. Spesso c'è una fobia sociale, cardiofobia, claustrofobia. La reazione allo stress o allo sforzo fisico può manifestarsi con un aumento della pressione sanguigna, un aumento del battito cardiaco, pallore della pelle, tremore della punta delle dita, paura della morte, bocca secca (causa).

  • Sistema cardio-vascolare

Questi includono - una sensazione di aumento del battito cardiaco, sbiadimento nel cuore, un aumento della frequenza delle contrazioni del cuore a 100 in 1 minuto con lieve e fino a 140 e più spesso con forme moderate e gravi, aritmie cardiache, aumento della pressione sanguigna sistolica con normale o leggermente ridotta diastolico (160 - 180 e 70 - 60 mm. Hg. Art.). A causa dell'aumento del metabolismo e dell'aumento del bisogno del miocardio (muscolo cardiaco) per l'ossigeno, si sviluppa la sua distrofia e, di conseguenza, l'insufficienza cardiaca, il dolore nell'area del cuore. Se un paziente ha una malattia cardiaca, malattia coronarica o ipertensione, l'ipertiroidismo accelera la comparsa di aritmie. Una caratteristica della tachicardia sinusale è che anche con un piccolo sforzo fisico il battito cardiaco aumenta drammaticamente, e anche che è presente anche nel sonno.

  • Debolezza muscolare e affaticamento

I pazienti sembrano stanchi, i dolori muscolari e la debolezza muscolare rendono difficile per una persona salire le scale, sollevare pesi, persino alzarsi dalle ginocchia o camminare. Alti livelli di ormoni tiroidei comportano uno scarso assorbimento del calcio e la sua perdita contribuisce allo sviluppo dell'osteoporosi diffusa.

Opzionali ma caratteristici sono i sintomi oculari, i principali sono:

  • gonfiore e pigmentazione leggermente aumentata delle palpebre,
  • esoftalmo (protrusione dei bulbi oculari) e allargamento della fessura palpebrale, per cui gli occhi sono spalancati, il viso diventa un'espressione di paura, paura o sorpresa,
  • rari lampeggi e limitazione della mobilità dei bulbi oculari,
  • violazione della convergenza - difficoltà di convertire gli occhi al centro quando si esaminano oggetti a distanza ravvicinata a causa della predominanza del tono di un gruppo di muscoli oculari rispetto a un altro,
  • fotofobia, aumento della lacrimazione o, al contrario, della congiuntiva secca, che spesso porta a congiuntivite, cheratite (infiammazione corneale), panoftalmite (infiammazione di tutte le membrane oculari).

I sintomi oculari si verificano nell'ipertiroidismo nel 45% dei casi.

Le manifestazioni di ipertiroidismo nelle donne sono le stesse degli uomini. Inoltre, nelle donne, questa malattia può causare violazioni del ciclo mestruale-ovarico, infertilità, aborto spontaneo e parto prematuro. Le mestruazioni sono scarse, accompagnate da dolore e gonfiore, vomito, svenimento, febbre.

La più grave complicazione della tireotossicosi è la crisi tireotossica, quando tutti i sintomi dell'ipertiroidismo si aggravano, i provocatori di cui sono:

  • mancanza di terapia per molto tempo
  • associati a processi infettivi e infiammatori
  • grave stress o pesante sforzo fisico
  • qualsiasi intervento chirurgico
  • trattamento chirurgico dell'ipertiroidismo o trattamento con iodio radioattivo, se non precedentemente raggiunto stato eutiroideo

Trattamento di iodio radioisotopico

Per la prima volta, isotopi radioattivi di iodio furono ottenuti nel 1934 da Enrico Fermi. Nella medicina pratica, hanno trovato applicazione negli anni quaranta del 20 ° secolo. Per il trattamento del gozzo tossico diffuso, l'isotopo fu applicato nel gennaio 1941 da Saul Hertz. E nel marzo 1943, Samuel Seidlin usò lo iodio radioattivo nel trattamento del carcinoma tiroideo differenziato con metastasi. In Russia, tutto iniziò nel 1982 a Obninsk presso l'Istituto di Radiologia medica dell'Accademia delle scienze mediche dell'URSS.

Chi ha più di 28 anni può essere trattato per ipertiroidismo con iodio radioattivo. È un metodo chirurgico alternativo. Una singola applicazione di iodio radioattivo all'interno di un liquido o in una capsula porta al suo accumulo nelle cellule della ghiandola tiroidea e al loro successivo danno. Il farmaco è controindicato nelle donne in gravidanza e in allattamento. Questo metodo non garantisce la cura dopo la prima dose del farmaco. A volte richiede un uso ripetuto.

Il trattamento chirurgico consiste nella rimozione del nodo (se è solo), ma, di norma, nella resezione subtotale (80-90%) o nella rimozione totale (completa) della tiroide (il metodo di scelta per la malattia di Graves). Prima dell'intervento chirurgico, la normalizzazione dei livelli ormonali viene raggiunta tramite la tireostatica.

Graves Disease

Tutto inizia con una terapia conservativa con tireostatica prima della terapia con radioiodio o chirurgia. A volte limitato alla tireostatica per sei mesi o un anno, che può portare alla remissione. L'efficacia della terapia tireostatica riduce il sesso maschile, il fumo, la giovane età.

Il tirazolo è il farmaco preferito da tutte le donne incinte nel primo trimestre. Il suo uso limita l'intolleranza individuale. Inoltre, il farmaco è controindicato sullo sfondo della crisi tireotossica.

La monotheraia è una piccola dose di tireostatica sotto controllo ormonale mensile. Lo schema "blocca e sostituisce" è un dosaggio alto tireostatico e piccole dosi di L-tiroxina. Il paziente deve essere consapevole dei possibili effetti collaterali della tireostatica, con lo sviluppo del quale è necessario consultare un medico. Questo è l'ittero, l'apparizione di feci leggere, urine scure, dolore alle articolazioni o all'addome, prurito della pelle.

Tireotossicosi subclinica

Quando c'è ipertiroidismo, ma non ci sono manifestazioni cliniche visibili di tireotossicosi, la gestione del paziente è determinata dalla malattia, che ha portato a un aumento del rilascio di ormoni tiroidei. La tattica più semplice è quella di prendere in considerazione l'età del paziente (giovane, di mezza età) e il livello di riduzione dell'ormone stimolante la tiroide. Oggi è consuetudine distinguere tra due gravità della tireotossicosi subclinica:

  • 1 ° - TTG 0,1-0,39 mU d l,
  • 2 ° - TTG 0) e infuso 2 ore, dopo di che viene filtrato e assunto in tre dosi in uguali dosi 10 minuti prima dei pasti. Per le forme gravi, si consiglia l'infusione di una miscela di 3 cucchiai.

Tuttavia, va sempre ricordato che in presenza di ipertiroidismo, il trattamento con i rimedi popolari è diretto solo a normalizzare (in una certa misura) la funzione del sistema nervoso e migliorare il sonno, ma non a curare la malattia stessa. L'uso di piante medicinali è possibile solo dopo le raccomandazioni dell'endocrinologo!

Con un adeguato trattamento tempestivo della malattia, la prognosi è favorevole. Forse lo sviluppo di una ridotta funzionalità tiroidea o la sua completa assenza dopo l'applicazione della terapia con iodio radioattivo o dopo il trattamento chirurgico. Questo viene successivamente compensato dall'assunzione costante di tiroxina in compresse, un ormone della ghiandola.

Guarda il video: Noduli della Tiroide (Gennaio 2020).

Loading...