Bambini piccoli

Psicologia infantile dalla A alla Z.

Pin
Send
Share
Send
Send


Si ritiene che i bambini siano ottimisti per natura: curiosi, attivi, alla ricerca di nuove scoperte e risultati. Ma in realtà, i bambini, come gli adulti, sono ottimisti e pessimisti. È solo che è più facile e più conveniente comunicare con i primi adulti, ma i secondi sono poco studiati. La psicologa esperta "O!" Anna Skavitina in un dialogo aperto con un'immagine collettiva della madre di un bambino-pessimista ha risposto alle domande più interessanti su questo argomento.

- Vorrei che mio figlio fosse un ottimista, che tutto fosse facile per lui, che vedesse il bene in ogni cosa, e che soffrisse continuamente e che ci rendesse tutti privati. È possibile riqualificarlo o è solo necessario vivere con un pessimista?

- Sei sicuro che essere un pessimista sia decisamente negativo?

- Ad esempio, è emerso che i bambini con punteggi alti nei test di ottimismo hanno meno probabilità di andare all'università.

- Succede? Probabilmente, sperano a caso, giusto?

- Sì, per esempio. Per molte persone è più facile comunicare con gli ottimisti, gli stessi ottimisti credono che "il bene trionfa sempre sul male" e sembra ispirare questa credenza negli altri. In questo senso, comunque, Leibniz ha inserito il termine "ottimismo" nel XVIII secolo, inventando il nome di un certo tipo di pensiero. Ma la parola "pessimista" apparve circa 100 anni dopo da Schopenhauer, e significava che per una persona che soffre, la tristezza e la tristezza prevalgono sul piacere e sulla felicità. Cioè, un ottimista parla di pensare, e il pessimismo riguarda l'aspetto emotivo. Si scopre che ottimismo e pessimismo non sono contrari, come molti credono comunemente. E puoi anche essere pessimista e ottimista allo stesso tempo. O in alcune aree un ottimista e in altri un pessimista. Molti psicologi di ricerca aderiscono al concetto che ottimismo e pessimismo non sono in bianco e nero o giorno e notte, ma diverse caratteristiche umane.

- Cioè, non abbiamo bisogno di cambiare nulla nella vita del bambino, ma dobbiamo abituarci?

- Non esattamente. Negli ultimi decenni il tema dell'ottimismo e degli aspetti positivi della vita umana sta diventando sempre più rilevante: come sentirsi felici, come raggiungere il successo, l'autorealizzazione, la crescita personale. Molti genitori vogliono convertire i loro bambini in ottimisti, l'immagine letteraria di Polianna è diventata un simbolo di felici ostacoli che superano. Nella psicologia americana, c'era anche un'area separata di "psicologia positiva", il cui fondatore era M. Saligman, che dedicò tutta la sua vita allo studio dell'ottimismo. Con l'aiuto di rieducare tutte le persone verso gli ottimisti, si potrebbe provare a risolvere il problema della prevenzione della depressione, dello stress, dello sviluppo della motivazione, della perseveranza e del successo negli sport.

L'antropologo Tiger, nel suo libro Optimism: A Biology of Hope, crede che l'ottimismo sia una delle nostre caratteristiche più adattive acquisite attraverso la selezione naturale. L'ottimismo o il pessimismo si verificano quando le persone iniziano ad anticipare, pensano al futuro. Ma le persone possono immaginare eventi terribili in futuro, inclusa la propria morte. Evolutivamente, dovrebbe essere sorto un meccanismo che non permette alla paura di paralizzare una persona, e questo meccanismo, secondo L. Tiger, è l'ottimismo. Si scopre che l'ottimismo è una caratteristica ereditaria congenita inerente a tutte le persone in un modo o nell'altro. Questo è il nostro modo di sopravvivere, di far fronte agli incubi del mondo.

Siamo tutti innati ottimisti, perché non ci occupiamo la testa ogni secondo con pensieri sugli orrori di questa vita. Ma uno sguardo sull'ottimismo, come panacea per tutte le disgrazie, che si diffonde negli articoli psicologici popolari, specialmente americani, porta a aspettative non realistiche e, in seguito, a delusioni ancora maggiori, così come alla soppressione di esperienze negative, alla restrizione dell'espressione di idee negative, e anche al danno a molte persone che si sentono in qualche modo "in errore" a causa dei loro sentimenti "sbagliati". Emozioni e pensieri negativi hanno il diritto di esistere, un professore di psicologia americano Barbara Held ha persino pubblicato un libro intitolato "Smettila di sorridere, inizia a brontolare!"

Nel mondo odierno orientato alla realizzazione, si presume che una persona ottimista si stia muovendo fiduciosamente verso il suo obiettivo, e un pessimista dubita che possa ottenere qualcosa. C'è molta verità in questo. Cioè, parlando di ottimismo o pessimismo, stiamo parlando dell'autosufficienza, del valore di un obiettivo per questa persona. Gli ottimisti, affrontando ostacoli, sfondano, e i pessimisti si arrendono spesso sotto vari pretesti: non posso farcela, non voglio davvero, non è affatto mio.

- Cioè, è possibile dire che i pessimisti non sono persone sicure di sé?

- Sì, può essere così. Nello studio americano, Princeton Pen, hanno studiato l'influenza dell'ottimismo e del pessimismo sul successo delle attività educative. In primo luogo, hanno scoperto che la scarsa performance del bambino è spesso associata alla depressione, ei principali fattori di rischio sono lo stile pessimistico di spiegare cosa sta accadendo e gli eventi avversi della vita, come costanti scandali familiari, divorzi, instabilità nella vita. È difficile per i bambini uscire dal cerchio: depressione, stile pessimistico di spiegare cosa sta succedendo, deterioramento a scuola, aumento della depressione. Cioè, i bambini spesso costantemente pessimisti sono bambini in circostanze di vita avverse e / o con depressione.
Pensi che il pessimismo di tuo figlio influisca sullo studio?

- Sì, influisce, in che altro modo! È difficile per lui fare molto, perché non è sicuro che ce la farà.

- Qui, vediamo già una difficoltà con cui è del tutto possibile fare qualcosa, giusto?

- Probabilmente. Ma ancora il bambino è in condizioni avverse, come tu lo chiami, perché litighiamo costantemente con lui, e due anni fa c'era un divorzio da suo padre. Ma mi sembrava che ciò non avesse alcun effetto su di lui.

- Sì, è difficile ammettere l'influenza del divorzio o degli scandali familiari sul bambino, perché poi dobbiamo affrontare le loro spiacevoli esperienze.

- Tutti i pessimisti sono figli di depressione o difficoltà di vita?

- No, non tutti. Si scopre che le persone con ansia aumentata hanno un "pessimismo difensivo" - una strategia di difesa psicologica. Riducono inconsapevolmente le loro aspettative dagli eventi futuri per essere meno delusi in seguito a un fallimento, sebbene in passato abbiano avuto un'esperienza di successo e risultati normali. E questa strategia è vincente per loro! Non sono peggiori degli ottimisti che fanno fronte a tutti i tipi di compiti, non rinunciare ai tentativi di raggiungere il successo, cercano di iniziare di volta in volta in caso di fallimento. Le persone ansiose che non usano questa strategia affrontano problemi diversi.

"Oh, il pessimismo difensivo riguarda me!" Ho capito, mi occupo così tanto della mia ansia!

- Considerando ottimisti e pessimisti, è importante per noi pensare ai punti di forza e di debolezza delle loro capacità: gli ottimisti sono più persistenti, affrontano più facilmente i fallimenti, ma spesso sottovalutano i fattori di rischio e sovrastimano la loro forza.

I pessimisti sono prudenti, analitici, attenti ai dettagli. Sono efficaci nelle professioni in cui è necessario valutare tutti i fattori di rischio. In alcune specialità, le persone con uno stile pessimistico di spiegare gli eventi risultano più efficaci e richieste, ad esempio tra avvocati, direttori finanziari e contabili. Pertanto, ottimisti e pessimisti possono essere efficaci nella loro area di competenza.

- Dimmi, e se qualcuno è così fortunato che il bambino è un ottimista, puoi rilassarti e non istruirlo più?

- Se tuo figlio è un ottimista, allora, ovviamente, devi prestare maggiore attenzione all'insegnamento di errori di calcolo del rischio, pensieri sui calcoli, considerando le diverse conseguenze degli eventi.

- E se il bambino è un pessimista? Posso renderlo un po 'più ottimista? Di cosa hai bisogno per controllare la depressione, per lavorare con uno psicologo e per l'adozione e il cambiamento della nostra situazione di vita, ho già capito. Esistono metodi speciali che influenzano il modo di pensare pessimista?

- Sì, certo. M. Seligman ha scritto un intero libro, How to Learn Optimism. Puoi provare a padroneggiarlo da solo e poi insegnare a tuo figlio le strategie di NMPOA: H - problemi, M - opinione, P - conseguenza, O-discussione, A - attivazione. Applicando prima questa strategia:

identifichiamo il problema che causa esperienze negative,

cerchiamo opinioni connesse con esso e discutiamo le conseguenze a cui queste opinioni conducono.

Realizzando questi elementi, iniziamo una discussione dei problemi con noi stessi, volti a sostituire le nostre opinioni negative con altre più positive che corrispondono allo stile di spiegazione ottimistico.

dopo che le opinioni positive possono essere aggiunte alle opinioni negative, una persona dovrebbe diventare più attiva, sostenendo i suoi nuovi modi di spiegare. Cioè, puoi fare qualcosa di piccolo che risolverà questo modo di pensare.

Un altro metodo per sviluppare l'ottimismo è l'allenamento personale di auto-efficacia. Lo scopo di questa procedura è lo sviluppo di capacità e abilità individuali, la formazione di tipi di competenza privati ​​(ad esempio, formazione perseveranza o abilità comunicative). Lo psicologo dà a una persona l'opportunità di provare l'esperienza di superare con successo le difficoltà, sulla base delle quali forma un livello positivo di ottimismo. Ma spesso come risultato, c'è anche un miglioramento nelle relazioni a scuola, con insegnanti e bambini, nella famiglia.

- Dimmi, per favore, la genetica non influisce davvero sulla nascita di pessimisti e ottimisti?

- Colpisce, e come! Negli studi gemelli (questo è quando i gemelli, a causa delle circostanze, vengono educati insieme o separatamente e osservano come diversi fattori li hanno influenzati), è dimostrato che i punteggi di ottimismo elevato vengono trasmessi insieme al temperamento. Ma con l'età, l'ottimismo può sia diminuire che aumentare, il che significa che possiamo almeno parzialmente influenzare le caratteristiche geneticamente definite dei nostri figli.

- Capisco, c'è qualcosa su cui lavorare.

Leggi altri articoli di Anna Skavitina su "Oh!"

Popolarmente sulla psicologia per mamme e papà

Cara mamme!
Voglio sapere per il confronto e le linee guida morali - come fai a far fronte ai piccoli piagnoni e ai malinconici, che qualsiasi sciocchezza può commuovere fino alle lacrime, che sono sicuri in anticipo che tutto andrà male?
Capisco che il pessimismo deve confutare con un sorriso costante e insistere sul fatto che tutto andrà bene, e quindi prestare attenzione ai successi e ai vantaggi, ma qui ci sono lacrime costanti per qualsiasi motivo e piagnisteo - come si fa a gestire questo?

A volte personalmente non ho la forza e dico che finché piagnucola, non giocherò né parlerò con lui. Posso solo girarmi e andare in un'altra stanza, spiegandone il motivo. In risposta, un ragazzo (4 anni) sta cercando di trattenere le lacrime e le guardie - non piango più. Da un lato, sta superando se stessi, e dall'altro, schiaccia, spinge in se stesso, quale potrebbe essere il percorso verso la nevrosi. Cosa fare? E sono già stanco di me stesso, e mio marito si lamenta, e temo che sarà difficile per il ragazzo comunicare con altre persone se non impara a trattenersi ed è lo stesso piagnucolio.
Ha abbastanza emozioni positive nella vita, nell'amore, nell'incoraggiamento e nella carezza. solo un personaggio come quello Come ti comporti se hai lo stesso bambino?

Guarda il video: Bisogni infantili e relazioni di coppia (Agosto 2022).

Pin
Send
Share
Send
Send