Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Sanguinamento all'inizio della gravidanza: normale o causa di preoccupazione?

Durante il suo sviluppo prenatale, il feto ha un sistema di flusso sanguigno comune con la madre. Questa caratteristica è prevista dalla natura. Nei primi mesi del suo sviluppo, il bambino non ha ancora i suoi vasi sanguigni, che fornirebbero al suo corpo i nutrienti e l'ossigeno necessari. Appariranno più tardi.

All'inizio della gravidanza avviene un processo molto importante nell'embrione, che i medici chiamano organogenesi. Durante questo, il bambino inizia a deporre tutti gli organi e i sistemi vitali. In questo periodo anche impatti minori possono avere conseguenze molto pericolose. per la sua ulteriore crescita e sviluppo.

Nel corso normale della gravidanza, il sanguinamento dal tratto genitale di una donna non dovrebbe essere. L'aspetto del sangue sulla biancheria intima è un segnale di avvertimento. In alcuni casi, può indicare lo sviluppo di patologie pericolose che possono minacciare lo sviluppo dell'embrione.

Nelle prime settimane

La comparsa di spotting durante 4-5 settimane di sviluppo intrauterino del feto potrebbe indicare il suo successo con l'impianto alla parete uterina. Di solito in questo momento la donna può apparire goccioline di sangue rosso sulla biancheria. Questo sintomo per molte donne incinte diventa veramente spaventoso, poiché non sono consapevoli del loro nuovo status.

6-7 settimane di gravidanza è solitamente il momento della prima visita dal medico. Durante questo periodo, le donne interrompono le mestruazioni, il che la porta a consultare uno specialista. Dopo l'esame ginecologico, la futura mamma potrebbe sperimentare un leggero sanguinamento o singoli coaguli di sangue. Non dovresti aver paura di ciò. Questo sintomo scomparirà da solo in un paio di giorni. In questo caso, solo i medici consiglia di limitare l'esercizio e il riposo.

Dopo il rapporto

L'aspetto del sangue a 7-8 e successive settimane di gravidanza può essere dopo il rapporto sessuale. In questo caso, si verifica un danno alla mucosa vaginale, che porta alla comparsa di una piccola quantità di sangue sul bucato. Molte mamme hanno paura di questo sintomo. Non dovresti aver paura di lui. Durante la gravidanza, dovresti solo scegliere pose più parsimoniose usate durante il rapporto sessuale.

Dopo l'ecografia transvaginale

Alle 10-12 settimane di gravidanza, di solito viene eseguita la prima ecografia transvaginale. È necessario identificare patologie sia nel bambino in via di sviluppo che in sua madre. Questo studio è condotto su appuntamento di un ostetrico-ginecologo che osserva una donna durante l'intero periodo della sua gravidanza.

Dopo questa procedura, alcune donne possono anche apparire sanguinanti dal tratto genitale. Di solito è trascurabile e scompare da solo in poche ore. In determinate situazioni, l'ecografia può essere eseguita prima - a 9-10 settimane di gravidanza.

La comparsa di gocce di sangue nella biancheria intima dopo l'ecografia transvaginale è spesso un sintomo indipendente. Di solito, questa condizione procede senza dolore. La donna può solo avere un leggero disagio nel tratto genitale dopo l'esame. Scompare anche abbastanza rapidamente in pochi giorni.

Gravidanza ectopica

La gravidanza ectopica è una patologia pericolosa, che di solito si manifesta con lo sviluppo di gravi emorragie. Questa patologia di solito si verifica nelle donne durante il primo trimestre di gravidanza. Il grado estremo di questa condizione: la tuba di Falloppiodove l'uovo fecondato.

L'inizio dello sviluppo della gravidanza tubarica non è quasi diverso dal normale, che scorre nell'utero. La donna diventa anche un test di chemioterapia positivo per hCG, c'è una pesantezza nelle ghiandole mammarie e si verifica un cambiamento di umore. Tutti questi segni sono dovuti al cambiamento degli ormoni che cominciano a essere prodotti dopo il concepimento.

La particolarità di questa patologia è solo nel fatto che l'embrione non viene impiantato nella parete uterina, ma rimane nel tubo. Questa crescita del feto non è fornita dalla natura, quindi non ha ulteriori sviluppi. Questo porta al fatto che la donna ha un forte sanguinamento, che porta a un ulteriore aborto.

Questa condizione di solito provoca numerosi sintomi avversi alla donna. Alcuni pazienti addirittura svengono. L'intensità della sindrome del dolore può essere molto pronunciata. Per ridurre il dolore richiede l'introduzione di antidolorifici, preferibilmente per via parenterale.

Senza ricoveri tempestivi in ​​questo caso non è sufficiente. Il ritardo nel trasporto in ospedale può portare allo sviluppo di complicazioni estremamente pericolose. All'ospedale, i medici rimuovono tutti i componenti dell'ovulo dall'appendice. Molto spesso, l'intera tuba di Falloppio viene rimossa.

Gravidanza congelata

La gravidanza "congelata" è un'altra condizione patologica che può svilupparsi all'inizio della gravidanza. Abbastanza spesso si manifesta nel secondo o terzo mese dal momento del concepimento del bambino.

Questa patologia è caratterizzata dal fatto che l'embrione sotto l'influenza di qualsiasi ragione semplicemente cessa di svilupparsi pienamente. Questo può essere determinato usando speciali test ormonali, così come durante gli ultrasuoni.

Quando una donna smette di avere una gravidanza, i sintomi iniziano a cambiare. Si sente molto meno tenerezza nelle ghiandole mammarie. In alcuni casi, ha dolore all'addome, che aumenta solo con il tempo. Questa condizione è anche caratterizzata da un aumento della temperatura. Di solito i suoi valori non superano i 37,5 gradi.

Erosione cervicale

L'erosione cervicale è una delle patologie più comuni nella popolazione femminile. Può capitare anche nelle donne che non partoriscono. I fattori più numerosi portano allo sviluppo di questa patologia.

Erosione cervicale molti I medici cercano di trattare prima del concepimento. Tale terapia consente di ottenere l'epitelizzazione delle mucose e ridurre il rischio di possibili complicanze durante la gravidanza. Tuttavia, questo non è sempre il caso.

Molte future mamme scopriranno di avere questa condizione patologica solo durante la gravidanza. In questo caso, qualsiasi effetto traumatico può contribuire al rilascio di sangue dal tratto genitale. Questi includono: ultrasuoni, esame ginecologico profondo, sesso, trauma, infezione.

Di norma, i medici durante la gravidanza con erosione cervicale sono guidati da tattiche in attesa, limitando la possibilità di un trattamento chirurgico. Se, tuttavia, è impossibile fare a meno di tale terapia, allora viene effettuata solo sotto severe indicazioni mediche.

La poliposi si verifica nelle donne abbastanza spesso. Molte future madri trascurano l'importanza del trattamento di questa patologia prima della gravidanza. Questo è assolutamente sbagliato! Lo sfondo alterato dagli ormoni promuove la crescita dei polipi, che può portare alla loro infezione e persino alla separazione. Tali situazioni, di regola, sono accompagnate da sanguinamento.

La sua gravità dipende dalla grandezza delle formazioni distaccate. Abbastanza spesso, questa patologia si verifica alle 11-13 settimane di gravidanza. Tuttavia, vale la pena trattare la poliposi prima della gravidanza, poiché è un processo piuttosto lungo che richiede un tempo obbligatorio per la riabilitazione.

Vene varicose

La dilatazione varicosa è un'altra patologia che porta allo sviluppo di sanguinamento dal tratto genitale. Di solito la sua gravità è moderata.

Questa patologia è accompagnata anche dallo sviluppo di altri motivi. In alcune donne, i nodi dilatati varicosi possono anche essere visti sulle gambe. La rottura della sottile parete varicosa del vaso sanguigno uterino e porta al deflusso del sangue dal tratto genitale.

Malattie sessualmente trasmesse

Le malattie sessualmente trasmissibili possono anche portare allo sviluppo di patologie erosive. Durante l'esacerbazione, sono accompagnati da vari tipi di sanguinamento.

Durante la gravidanza in modo significativo l'immunità diminuisce, il che porta all'attivazione di molte malattie sessualmente trasmissibili, così come il loro rapido sviluppo. Il trattamento in questo caso viene effettuato in collaborazione con il venereologo. La prescrizione di farmaci può essere necessaria per eliminare i sintomi avversi.

Aborto spontaneo

L'aborto spontaneo è un'altra situazione clinica altrettanto pericolosa. Di solito scorre sullo sfondo di un completo benessere. Una donna ha una forte sindrome del dolore, localizzata principalmente nel terzo inferiore dell'addome. Il dolore può anche diffondersi nell'area anale, così come sui fianchi. La sindrome di dolore, di regola, intollerabile. Dal dolore una donna può gemere, urlando.

Se il sanguinamento è massiccio, allora può anche svenire o perdere conoscenza. La donna ha un forte capogiro, la debolezza generale prontamente si accumula. In questo caso è richiesto il ricovero di emergenza.

Senza rimuovere l'ovulo dall'utero in questo caso non è sufficiente. Questa procedura viene eseguita da ginecologi. Dopo l'operazione, la donna riceve raccomandazioni e farmaci prescritti.

L'intensità della gravità dei segni clinici può essere diversa. Ciò dipende in gran parte dalla situazione che ha causato lo sviluppo di sanguinamento. Il grado di gravità determina anche la quantità di sangue perso.

Ci sono un certo numero di situazioni cliniche in cui le perdite diventano croniche. Questo di solito succede se la donna ha qualche malattia degli organi riproduttivi.

Molte patologie infettive e processi erosivi che si verificano nell'utero, possono anche portare allo sviluppo di sanguinamento. In questo caso, il sangue si accumula tra i suoi strati e il futuro formando placenta. Di norma, in questa situazione, una donna nota solo la comparsa di gocce di sangue sulla biancheria.

Lo spotting persistente le fa sviluppare una condizione anemica, accompagnata da una diminuzione dell'emoglobina. Questa condizione influisce negativamente sulla crescita fetale fetale e può anche portare alla formazione di un certo numero di difetti e anomalie dello sviluppo in essa.

Abbastanza spesso accade che il sanguinamento dal tratto genitale inizia in donne in stato di gravidanza dopo aver fatto il bagno o una doccia calda. Ciò porta ad una forte espansione dei vasi sanguigni sotto l'influenza di alte temperature.

Inoltre, una varietà di effetti traumatici o un intenso esercizio fisico possono innescare il flusso sanguigno. Alcune donne hanno notato che hanno iniziato a sanguinare dalla vagina dopo aver sollevato pesi.

In alcuni casi, il sangue sulla biancheria appare quando si visita la toilette. In questo caso, è necessario determinare la fonte di sanguinamento. Se il sangue viene espulso direttamente durante la minzione, la causa può essere associata a patologie dei reni o delle vie urinarie. Spesso, esacerbazione della cistite cronica porta alla comparsa di strisce di sangue nelle urine.

Sanguinamento grave porta a grave anemizzazione della donna. Si manifesta anche nel cambiare il suo aspetto. La pelle diventa pallida, fredda al tatto. Le labbra diventano blu. L'area sotto gli occhi e l'area del triangolo nasolabiale acquisiscono un colore grigio.

Una donna inizia a sentire un aumento della frequenza cardiaca. Lei diventa più difficile da respirare. Questa è una manifestazione della mancanza di ossigeno, che è causata da anemia dovuta a grave perdita di sangue.

Con la morte del feto nell'utero nell'addome, la donna ha dolore. La sua intensità aumenta ogni minuto. In alcune donne, anche prendere antidolorifici e antispastici in questo stato non porta ad un miglioramento del benessere. La gravità della condizione progredisce con ogni minuto.

Grado critico di sviluppo dei disturbi - perdita di coscienza. Prima di questo, si sviluppa solitamente un disturbo borderline - un "annebbiamento" della coscienza. La donna inizia a sentire le vertigini, il senso dello spazio è perso, le mosche possono lampeggiare davanti ai suoi occhi. Già con l'insorgere di questi sintomi, è necessario chiamare con urgenza la squadra dell'ambulanza. Ritardare in una situazione del genere è molto pericoloso.

Cosa fare?

Se una donna ha avuto sangue dal tratto genitale - questa è un'indicazione assoluta per la ricerca di cure mediche. Di norma, i medici dell'ambulanza suggeriscono che tutte le donne incinte siano ricoverate in ospedale. Questo dovrebbe essere fatto necessariamente.

In ospedale, i medici saranno in grado di determinare la causa che ha portato allo sviluppo di emorragie e di essere in grado di fornire un complesso a tutti gli effetti con tutta l'assistenza necessaria.

La comparsa di coaguli di sangue durante la gravidanza - Questa è un'occasione per una visita non programmata al tuo ostetrico-ginecologo. Tirare con il consiglio non dovrebbe essere. Capita spesso che la futura mamma abbia semplicemente paura di consultare un medico, aggravando così lo sviluppo della patologia.

Cosa succede nell'organismo materno dopo il concepimento

La nascita di una nuova vita non è così semplice come potrebbe sembrare a qualcuno. L'ovulo e lo sperma fanno il duro lavoro prima di trasformarsi in un embrione dal quale si svilupperà un piccolo uomo. E la concezione (e questa è la fecondazione dell'uovo) è solo la fase iniziale dello sviluppo della gravidanza. La fase successiva è molto più importante: l'impianto, quando l'ovulo è attaccato alla superficie interna dell'utero. La fecondazione degli ovociti è solo la fase iniziale dello sviluppo della gravidanza.

Dopotutto, molto spesso l'uovo fecondato lascia il corpo femminile, per qualsiasi motivo, non riuscendo a penetrare nell'endometrio. Una madre fallita arriva un'altra mestruazione (potrebbe anche esserci un ritardo) e non sa nemmeno che il concepimento si è verificato in questo ciclo.

Di regola, la concimazione avviene nella tuba di Falloppio, quindi lo zigote si sposta gradualmente verso l'utero (per tutto questo tempo le sue cellule si dividono). Questo viaggio richiede in media da 7 a 10 giorni. Sebbene a volte avvenga l'impianto precoce o tardivo.

  1. Presto. L'uovo fetale si attacca alla superficie dell'utero il 6 ° giorno dopo la fecondazione. Questo è improbabile, perché l'utero non è ancora pronto ad accettarlo, ma è ancora possibile.
  2. È tardi. Dopo 10 giorni. Fondamentalmente questo succede dopo la procedura di fecondazione in vitro, quando l'embrione impiega più tempo per sentirsi a proprio agio nel corpo femminile. A volte questo accade nel caso di un normale concepimento, e quindi l'impianto diventa una piacevole sorpresa per la futura mamma (dopotutto, i test non mostreranno più una simile gravidanza).

Immediatamente il momento dell'attaccamento dell'embrione alla superficie dell'utero dura circa 40 ore. Dopo questo, inizia un periodo, chiamato nello sviluppo fetale in ginecologia. Dura 8 settimane. Dopo l'introduzione dell'ovulo nell'utero, inizia il periodo dello sviluppo embrionale.

Affinché l'ovulo fecondato possa essere introdotto con successo nell'endometrio e, di conseguenza, la gravidanza si sviluppa ulteriormente, sono necessarie determinate condizioni nel corpo femminile:

  1. Lo spessore dell'endometrio dovrebbe essere di circa 7-13 cm. È un errore pensare che quanto più grande è questo indice, tanto meglio. Anche il muco troppo massiccio è sfavorevole per l'attaccamento all'ovulo, così come il suo svantaggio.
  2. Le pareti uterine devono contenere abbastanza nutrienti per l'ulteriore sviluppo dell'embrione.
  3. Lo sviluppo della quantità necessaria di progesterone da parte dell'organismo materno, che è responsabile della sicurezza della gravidanza e impedisce il rigetto dell'endometrio.
L'impianto riuscito dipende in larga misura dallo spessore dell'endometrio.

L'impianto è una tappa importante nello sviluppo di una nuova vita. Il corpo femminile in questo momento è in qualche shock, anche se i sintomi caratteristici della gravidanza non sono ancora stati osservati. Tuttavia, la futura mamma potrebbe notare alcuni cambiamenti nel suo stato di salute e comportamento:

  1. Piccola scarica sanguinolenta dal tratto genitale del rosa o del marrone chiaro.
  2. Leggero dolore alla trazione nell'addome inferiore.
  3. Sensazione di formicolio al petto.
  4. Sapore metallico in bocca
  5. Debolezza.
  6. Irritabilità, irritabilità, l'emergere di sentimenti di risentimento verso tutti gli altri.

Molti di questi sintomi si manifestano principalmente in donne particolarmente sensibili che pianificano in anticipo e si aspettano davvero una gravidanza. Inoltre, alcune madri in attesa affermano addirittura di sentire il processo di impianto stesso - una sensazione di formicolio allo stomaco (come se qualcuno stesse "raschiando" lì). Anche se, ovviamente, questo è improbabile, perché la dimensione dell'embrione è estremamente piccola.

Sanguinamento dell'impianto - che cos'è?

Il processo di impianto dell'ovulo nell'endometrio in alcune donne (circa il 30% delle donne in gravidanza) è accompagnato da una leggera fuoriuscita di sangue, che in ginecologia è chiamato emorragia da impianto. Per consolidarsi in modo sicuro nella cavità uterina, l'embrione affonda nel suo muro ("estrae" la fossa da solo) e inevitabilmente si verifica un danno alle piccole navi. Poiché è microscopico (a causa delle dimensioni dell'embrione stesso), c'è una quantità trascurabile di sangue. È mescolato con le secrezioni femminili naturali e quasi invisibile. Tuttavia, a volte c'è un po 'più di sangue, così tanto che la futura mamma può rilevarlo nella sua biancheria intima.

L'introduzione dell'embrione nell'utero è inevitabilmente accompagnata da un danno ai piccoli capillari, che causa un piccolo rilascio di sangue.

Gli scarichi possono avere una sfumatura rosata o brunastra, a volte trasparente con striature scure (raramente sono di colore rosso vivo). Stanno sempre sbavando, non contengono grumi.

Gli scarichi durante l'impianto possono avere una tinta rosa o leggermente brunastra.

Il sanguinamento da impianto non rappresenta un pericolo per una donna incinta. La sua durata va da un paio d'ore a due giorni. La quantità di muco secreto diminuisce, gradualmente si illumina.

Per quanto riguarda il momento specifico di tale dimissione, se prendiamo come base il ciclo di 28 giorni con ovulazione il giorno 14, l'emorragia dell'impianto inizierà a circa 25-28 giorni. Circa in questo momento, una donna di solito si aspetta periodi regolari, e se non si aspetta una gravidanza, potrebbe benissimo confondere questi fenomeni. Tuttavia, il sanguinamento da impianto non è così abbondante e dura molto meno tempo. Inoltre, non aumenta, come le mestruazioni dopo il primo giorno.

Un certo numero di esperti considerano l'emorragia implantare il primo segno di gravidanza. Infatti, mentre l'embrione non penetra nell'utero, non possono esserci altri sintomi, perché per tutto questo tempo esiste da solo (come in uno stato sospeso, senza alcun contatto con l'organismo materno).

È interessante notare che il processo di impianto è necessariamente accompagnato da una diminuzione della temperatura basale. Questo è un sintomo esatto, ma può essere determinato solo se la donna sta pianificando una gravidanza e sta monitorando quotidianamente questo indicatore.

Altre cause di sanguinamento precoce

Oltre al sanguinamento naturale durante l'impianto dell'embrione, il sangue durante il primo trimestre di gravidanza può essere rilasciato per altri motivi che sono tutt'altro che innocui.

  1. Erosione della cervice. È un'ulcera sulla membrana mucosa dell'organo. Di regola, questa patologia si verifica prima del concepimento. Ma con l'inizio della gravidanza, la superficie della cervice diventa più sensibile e le navi traboccano di sangue. Questo è ciò che ha causato sanguinamento occasionale (non sono abbondanti). Il sangue può essere rilevato dopo il rapporto sessuale, l'esame su una sedia ginecologica, o se la donna incinta si siede semplicemente con le gambe infilate dentro. L'erosione non reca alcuna minaccia né a una donna né a un bambino. Tuttavia, i medici consigliano alle donne incinte di sottoporsi a una procedura di colposcopia (un piccolo pezzo di tessuto viene separato per l'esame) al fine di escludere un tumore maligno. Si raccomanda di trattare l'erosione solo dopo il parto, altrimenti potrebbero esserci problemi con la dilatazione cervicale.
  2. Malattia infettiva A volte si osserva una fuoriuscita di sangue quando una donna ha infezioni trasmesse sessualmente - clamidia, trichomonadi, micoplasmi, ecc. Durante la gravidanza, quando il sistema immunitario è indebolito, può essere attivato e causare infiammazione. Inoltre, rappresenta un pericolo significativo per l'embrione: può diventare non redditizio e la gravidanza verrà interrotta. Naturalmente, tutte le infezioni sono ideali per il trattamento già in fase di pianificazione, ma può esserci un'infezione dopo il concepimento, che richiede anche una terapia obbligatoria. La natura infettiva sanguinosa è spesso accompagnata da un odore sgradevole, prurito, febbre, debolezza generale.
  3. Polipi nell'utero o nella cervice e cisti endocervicali (mucosa cervicale). Queste formazioni sono benigne. Il sangue è scarso e indolore. La patologia non comporta alcun rischio per l'embrione, tuttavia, se l'infezione penetra nella ferita, esiste una possibilità di infezione. Il medico può decidere di rimuovere il polipo più grande e sanguinante dalla cervice, ma molto spesso questo viene fatto dopo la nascita del bambino.
  4. Mancanza di progesterone Nella seconda fase del ciclo mestruale, il corpo femminile produce l'ormone progesterone, che prepara la superficie dell'utero per il possibile impianto. Se il concepimento ha avuto luogo, il livello di questo ormone aumenta ancora di più. Quando il progesterone viene sintetizzato in quantità insufficienti durante la gravidanza, l'utero inizia a contrarsi e sanguinare, come durante le mestruazioni. Questo porta al distacco dell'ovulo (prima parziale, e poi completamente), che, se non trattato, porta ad aborto.
  5. La minaccia di aborto spontaneo. Questa condizione può essere causata da una varietà di ragioni (anomalie genetiche nell'embrione, conflitto Rh, aborti posticipati, squilibri ormonali, stress severo, ecc.), Ma si fa sempre sentire un sanguinamento vaginale. Le allocazioni possono essere sbavanti o abbondanti, episodiche o prolungate, contenere coaguli. Senza misure mediche urgenti, la minaccia di aborto è gravida della morte dell'embrione e della perdita della gravidanza.
  6. Endometriosi. In questa patologia ginecologica, il tessuto endometriale, che normalmente dovrebbe essere solo nell'utero, appare in altri luoghi: tube di Falloppio, ovaie, vagina, anche nella cavità addominale (un tipo di malattia è l'adenomiosi, quando l'endometrio cresce negli strati muscolari più profondi dell'utero). Durante la gravidanza, quando il ciclo mestruale cessa, l'endometrio allargato a volte inizia a rigettare, il che si manifesta sotto forma di una scarica sanguinolenta abbastanza abbondante.
  7. Gravidanza ectopica Se le tube di Falloppio non svolgono la loro funzione contrattile male, l'uovo fecondato non può entrare nell'utero per aderire ad esso. E poi viene impiantato nel posto sbagliato: più spesso nella stessa tuba di Falloppio, meno spesso nella cervice, nelle ovaie o nell'addome. Man mano che l'embrione cresce, diventa angusto, la tuba di Falloppio è tesa, è traumatizzata - la donna osserva sanguinamento (quasi sempre sono accompagnati da dolore). Se non prendiamo misure in tempo (non stiamo più parlando di salvare l'embrione), allora un organo si romperà con sanguinamento molto pesante e possibile morte.
  8. Sbiadire la gravidanza. Un piccolo spotting nel primo periodo potrebbe segnalare che l'embrione si è sbiadito (per qualche motivo il suo sviluppo si è fermato). In questo caso, una donna spesso sente disagio nell'addome, smette di aprire le ghiandole mammarie e la tossicosi scompare. Qualche volta l'utero stesso tenta di liberarsi dell'embrione morto, ma il più spesso è necessario effettuare il curettage e, al più presto possibile, evitare la sepsi.
  9. Bubble skid. A volte una donna sviluppa una gravidanza patologica, in cui l'embrione non si sviluppa, e la membrana germinale esterna cresce in una moltitudine di bolle riempite di liquido (il motivo sono i fallimenti cromosomici). In qualsiasi momento dello slittamento, il sanguinamento uterino può aprirsi ed è abbastanza abbondante.
  10. Posizione bassa della placenta. Se l'uovo gestazionale è fissato nell'utero troppo in basso o completamente bloccato l'ingresso nell'utero, si può osservare il sanguinamento: si manifestano dopo il contatto sessuale, durante lo sforzo fisico e il sollevamento dei pesi. Una donna incinta con una diagnosi di "placenta previa bassa" viene di solito collocata in un ospedale dove viene somministrato il trattamento necessario.
  11. Negligenza nel processo di rapporti sessuali. L'imprecisione banale in questo caso può danneggiare la mucosa vaginale, che aumenta la sua sensibilità durante la gravidanza. Durante la penetrazione profonda e profonda del pene, è molto probabile anche una lesione cervicale. Tutto ciò potrebbe essere accompagnato da una piccola emorragia. A proposito, una tale reazione è possibile e se la mamma in attesa inserisce incautamente supposte o pillole vaginali.
  12. Termine mensile (o emorragia da rottura). In rari casi, le donne nei primi 3-4 mesi di gravidanza hanno una scarica sanguinolenta, che coincide con i periodi mensili (ma non sono così abbondanti). Per questo motivo, la futura mamma potrebbe non sospettare nemmeno la sua "posizione interessante". Questa situazione è spiegata da piccole interruzioni ormonali che non rappresentano una minaccia per l'embrione. Tuttavia, in questi "giorni critici" è meglio non sovraccaricare, riposare di più, non essere nervosi. Nel secondo trimestre, il sanguinamento dovrebbe cessare.

Se parliamo della mia esperienza, l'autore di questo articolo alla fine del primo trimestre di gravidanza, in base ai risultati degli ultrasuoni, ha trovato una posizione bassa della placenta (tuttavia, il caso non ha raggiunto il sanguinamento). Il ginecologo ha fornito le raccomandazioni necessarie (riposo sessuale, divieto di sollevamento pesi, ecc.) E ha scritto un rinvio ad un ospedale (anche se il primo giorno), dove è stato effettuato un trattamento farmacologico. Durante la successiva ecografia (circa un mese dopo) si è scoperto che tutto è tornato alla normalità - la posizione della placenta è diventata più alta e tutte le proibizioni di cui sopra sono state tolte.

Cosa fanno le donne incinte quando rilevano il sanguinamento?

Se una donna incinta ha trovato nel suo sanguinamento, in ogni caso, questo deve essere segnalato al medico curante.

L'eccezione è il sanguinamento da impianto, che spesso si verifica anche prima del ritardo e della diagnosi di gravidanza. Se ciò accade, allora la donna ha una ragione per sospettare la sua "posizione interessante" e in tre o quattro giorni per fare un test (non ha senso prima, dal momento che l'embrione inizia a sintetizzare l'hCG ormone solo dopo che è stato fissato).

Non c'è bisogno di puzzle e cercare di stabilire la causa da soli o di auto-medicare. In effetti, in alcuni casi (ritardo della gravidanza ectopica, minaccia di aborto spontaneo, infezione) si intende un rischio per la salute della madre o del bambino. Solo il medico determinerà la causa esatta della patologia (prescriverà un'ecografia o i test necessari) e selezionerà un trattamento qualificato. Solo un medico può determinare la causa del sanguinamento e prescrivere il trattamento necessario in ciascun caso.

È necessario sapere che anche lo scarso scarico di sangue comporta un potenziale pericolo. Dopotutto, a volte quando si apre un forte sanguinamento uterino, il sangue può indugiare tra le pareti dell'utero e la placenta e uscire in piccole quantità.

Se il sanguinamento è causato da una condizione che minaccia la madre o il bambino, il ginecologo riferirà la donna all'ospedale. Non c'è bisogno di rinunciare a questo: dopo tutto, a casa per osservare la pace è spesso problematico, inoltre, alcune procedure possono essere fatte solo in un ospedale.

Scarico sanguinante - un fenomeno abbastanza comune nel trasporto di un bambino. Nei primi tempi, l'impianto può manifestarsi in questo modo: l'ovulo semplicemente danneggia leggermente l'endometrio. Anche l'emorragia da rottura nei primi 3-4 mesi, che coincide con i periodi mensili, non è pericolosa. Tuttavia, a volte il rilascio di sangue dalla futura madre segnala gravi patologie che richiedono cure mediche immediate, ad esempio, è una minaccia di aborto o di gravidanza extrauterina. Ecco perché una donna dovrebbe sempre essere vigile e riferire immediatamente tutti i suoi cambiamenti e sensazioni al suo medico.

Loading...