Salute degli uomini

Cytomegalovirus - sintomi in donne e bambini

Pin
Send
Share
Send
Send


Autore: Medicine News

  • Eruzione cutanea
  • debolezza
  • Linfonodi ingrossati
  • Temperatura elevata
  • Visione offuscata
  • Milza ingrandita
  • Fegato ingrandito
  • sonnolenza
  • Dolore muscolare
  • Naso che cola
  • Ritardo dello sviluppo
  • Perdita dell'udito
  • Febbre di basso grado
  • Ghiandole parotide salivari aumentate
  • Rivestimento bianco sulle gengive e sulla lingua
  • Danno al sistema genito-urinario
  • Disagio durante la minzione
  • Presenza di malattie infiammatorie

Il citomegalovirus è una malattia virale abbastanza comune, che, nel frattempo, non è nota a tutti. Il citomegalovirus, i cui sintomi e caratteristiche sono determinati principalmente dallo stato del sistema immunitario, nel suo stato normale potrebbe non manifestarsi affatto, senza causare alcun effetto dannoso sul corpo del vettore del virus. È interessante notare che in questo caso l'unica caratteristica del vettore virus è la possibilità di trasmettere l'infezione da citomegalovirus ad un'altra persona.

  • Descrizione della malattia
  • I principali tipi di citomegalovirus
  • Sintomi comuni di citomegalovirus
  • Sintomi del citomegalovirus negli uomini
  • Cytomegalovirus e gravidanza
  • I sintomi del citomegalovirus nei bambini
  • Diagnosi del citomegalovirus
  • Trattamento con citomegalovirus

Descrizione generale

Il citomegalovirus è in realtà un parente dell'herpes simplex, poiché appartiene al gruppo di herpesvirus, che comprende, oltre all'herpes e al citomegalovirus, due malattie come la mononucleosi infettiva e la varicella. La presenza di citomegalovirus è nota nel sangue, nello sperma, nelle urine, nel muco vaginale e anche nelle lacrime, il che determina la possibilità di infezione con loro attraverso il contatto ravvicinato con questi tipi di liquidi biologici.

Dato che le lacrime umane in casi estremamente rari entrano nel corpo, la maggior parte dell'infezione avviene attraverso il contatto sessuale e persino con un bacio. Allo stesso tempo, è importante notare che sebbene questo virus sia estremamente comune, non appartiene a infezioni particolarmente infettive - per l'acquisizione di questo virus è necessario essere estremamente intensi e per lungo tempo cercare di mescolare i propri fluidi e fluidi del vettore virus. Date queste caratteristiche, non è necessario esagerare il pericolo posto dal citomegalovirus, tuttavia, le precauzioni non dovrebbero essere trascurate neanche.

Cytomegalovirus: i principali tipi di malattia

La durata della malattia in esame nella forma latente è estremamente difficile da determinare, perché è impossibile determinare il momento segnato durante il decorso della malattia come quello iniziale. Convenzionalmente, è designato entro un periodo da uno a due mesi. Per quanto riguarda i tipi di citomegalovirus, qui gli esperti identificano le seguenti opzioni:

  • Infezione da citomegalovirus congenitai cui sintomi appaiono per lo più sotto forma di ingrossamento della milza e del fegato. Inoltre, il pericolo della malattia risiede nella possibile ittero che si verifica sullo sfondo di infezione, emorragia, che si verificano negli organi interni. Tali caratteristiche del corso portano a disturbi nel lavoro del sistema nervoso centrale, inoltre, nelle donne, l'infezione può provocare una gravidanza extrauterina o aborto spontaneo.
  • Infezione acuta da citomegalovirus. Il contatto sessuale è principalmente definito qui come la principale via di infezione, ma è anche possibile l'infezione attraverso la trasfusione di sangue. Le caratteristiche di sintomi, di regola, hanno somiglianze con le caratteristiche caratteristiche del raffreddore comune, inoltre, c'è anche un aumento delle ghiandole salivari e la formazione di gengive e una lingua bianca.
  • Infezione generalizzata da citomegalovirus. In questo caso, le manifestazioni della malattia si manifestano nella formazione di processi infiammatori nella milza, nei reni, nelle ghiandole surrenali, nel pancreas. Di regola, i processi infiammatori si verificano a causa di una diminuzione dell'immunità, mentre il loro corso procede in combinazione con un'infezione batterica.

Sintomi comuni di infezione da citomegalovirus

La pratica medica determina tre possibili opzioni che caratterizzano il decorso del citomegalovirus, che, rispettivamente, determina le caratteristiche dei suoi sintomi. In particolare, si distinguono le seguenti possibili varianti di flusso:

  • Infezione da citomegalovirus, manifestata nello stato normale, che caratterizza il lavoro del sistema immunitario. La durata del decorso latente della malattia è di circa due mesi. I sintomi dell'infezione da citomegalovirus si manifestano sotto forma di febbre, dolore muscolare e debolezza generale. Inoltre, c'è anche un aumento dei linfonodi. Di regola, la malattia in questo caso passa da sola, il che diventa possibile a causa degli anticorpi prodotti dall'organismo stesso. Nel frattempo, il citomegalovirus può rimanere in esso per un periodo piuttosto lungo, rimanendo per la durata della sua permanenza nel corpo in uno stato inattivo.
  • Infezione da citomegalovirus, manifestata al momento dell'indebolimento del sistema immunitario del corpo. In questo caso, è una forma generalizzata, in accordo con le caratteristiche di cui si manifesta la malattia. In particolare, i sintomi includono danni ai polmoni, al fegato, al pancreas, ai reni e alla retina dell'occhio. A causa delle peculiarità dello stato del sistema immunitario, l'infezione da citomegalovirus si manifesta nei pazienti con infezione da HIV, dopo trapianto di midollo osseo o qualsiasi organo interno, così come in pazienti con malattie linfoproliferative (leucemia) e pazienti con tumori formati da cellule ematopoietiche (emoblastosi ).
  • Infezione da citomegalovirus congenita Le sue manifestazioni si verificano sullo sfondo dell'infezione intrauterina, ad eccezione degli aborti spontanei. I sintomi caratteristici della malattia in questa forma sono espressi in manifestazioni di prematurità, che implica ritardi nello sviluppo, così come problemi con la formazione della mascella, l'udito e la visione. C'è anche un aumento della milza, dei reni, del fegato e di alcuni altri tipi di organi interni.

Cytomegalovirus: sintomi negli uomini

L'infezione da Cytomegalovirus negli uomini nel corpo è principalmente sotto forma di inattività e, come causa principale che causa la sua attivazione, si può distinguere una diminuzione delle forze protettive, che il corpo incontra in situazioni stressanti, esaurimento nervoso e raffreddori.

Fermandosi sui sintomi del citomegalovirus negli uomini, possiamo distinguere le seguenti manifestazioni di esso:

  • aumento della temperatura
  • brividi,
  • mal di testa
  • gonfiore delle mucose e del naso,
  • linfonodi ingrossati
  • naso che cola
  • eruzione cutanea,
  • malattie infiammatorie che si verificano nelle articolazioni.

Come potete vedere, queste manifestazioni sono simili alle manifestazioni osservate nelle infezioni respiratorie acute e ARVI. Nel frattempo, è importante ricordare che i sintomi della malattia si verificano solo dopo 1-2 mesi dal momento dell'infezione, cioè dopo la fine del periodo di incubazione. La differenza principale, a causa della quale diventa possibile separare questa malattia da un raffreddore, si trova nella durata delle sue manifestazioni cliniche caratteristiche. Pertanto, i sintomi del citomegalovirus persistono da quattro a sei settimane, mentre l'ARI dura tradizionalmente non più di una-due settimane.

Dal momento dell'infezione, il paziente agisce immediatamente come portatore attivo del virus, rimanendo per circa tre anni. Inoltre, alcuni casi indicano che il citomegalovirus colpisce anche gli organi urogenitali, il che, a sua volta, porta alla comparsa di malattie infiammatorie nella regione degli organi del sistema urogenitale e dei tessuti testicolari. Lesioni effettive nel citomegalovirus in quest'area portano a sensazioni spiacevoli durante la minzione.

Un calo critico dell'immunità porta a una maggiore gravità del citomegalovirus, che a sua volta causa danni agli organi interni, nonché disturbi nell'attività del sistema nervoso centrale, pleurite, polmonite, miocardite, encefalite. Casi rari indicano che la presenza di un numero di malattie infettive in un paziente può portare al fatto che il processo infiammatorio diventa la causa della paralisi formata nel tessuto cerebrale, lo stesso, rispettivamente, è fatale.

Come in altri casi, il livello naturale di suscettibilità all'infezione che stiamo considerando negli uomini, in particolare, è estremamente elevato, mentre il processo di infezione diretta può avvenire con vari sintomi. Nel frattempo, ancora una volta, nella condizione di normale funzionamento del sistema immunitario, il decorso della malattia non è accompagnato da alcuna manifestazione pronunciata. Il citomegalovirus in forma acuta si verifica nelle attuali condizioni fisiologiche immunodeficienti, nonché in presenza di immunodeficienza congenita o acquisita.

Cytomegalovirus e gravidanza: sintomi

Durante la gravidanza, il citomegalovirus può provocare gravi disturbi relativi allo sviluppo del bambino o addirittura portare alla morte del feto. Va notato che il rischio di infezione attraverso la placenta è estremamente alto.

Le conseguenze più gravi si riscontrano nel caso dell'infezione primaria, a cui il feto è esposto quando il patogeno entra nell'organismo materno quando il bambino nasce per la prima volta. Data questa caratteristica, quelle donne che non avevano sangue nel sangue prima del concepimento, dovrebbero essere particolarmente attente alla propria salute - in questo caso, sono a rischio.

Prima di pianificare il concepimento, si consiglia vivamente di sottoporsi ad un esame appropriato per quanto riguarda la presenza di infezione da citomegalovirus in combinazione con gli esami di herpes, toxoplasmosi e rosolia.

La possibilità di infezione fetale si nota nelle seguenti situazioni:

  • al momento del concepimento (nel caso della presenza nel seme maschile dell'agente causale della malattia),
  • attraverso la placenta o attraverso le membrane fetali durante lo sviluppo fetale,
  • durante il parto mentre attraversa il canale del parto del bambino.

Oltre a queste situazioni, l'infezione del neonato è possibile anche durante l'alimentazione, che si verifica a causa della presenza di virus nel latte materno. È interessante notare che l'infezione del bambino durante il periodo del travaglio e durante i primi mesi della sua vita non è così pericolosa per lui come per il feto durante il suo sviluppo prenatale.

Quando il feto si infetta durante il corso della gravidanza, si nota la possibilità di adottare varie direzioni nello sviluppo del processo patologico. Alcuni casi indicano che il citomegalovirus non può causare alcun sintomo, rispettivamente, senza influenzare la salute del bambino. Questo, a sua volta, aumenta notevolmente le possibilità che un bambino nascerà sano.

Succede anche che tali bambini abbiano un peso basso alla nascita, il che, nel frattempo, non ha conseguenze particolari - dopo un po 'di tempo nella maggior parte dei casi sia il peso che il livello di sviluppo dei bambini arrivano agli indicatori dei loro coetanei. Alcuni bambini, secondo una serie di indicatori, potrebbero rimanere indietro nello sviluppo. I neonati, quindi, diventano, come la maggior parte delle persone, portatori passivi di infezione da citomegalovirus.

In caso di infezione intrauterina con infezione da citomegalovirus del feto, a seguito dello sviluppo di un processo infettivo, può verificarsi la morte, in particolare, tale previsione diventa rilevante nelle prime fasi della gravidanza (fino a 12 settimane). Se il feto sopravvive (che si verifica principalmente se è infetto in un secondo momento rispetto al periodo determinato critico per l'infezione), allora il bambino nasce con un'infezione da citomegalovirus di tipo congenito. Le manifestazioni dei suoi sintomi sono notate immediatamente o diventano evidenti nel secondo-quinto anno di vita.

Se la malattia si manifesta immediatamente, allora è caratterizzata da un decorso in combinazione con un numero di malformazioni sottoforma di sottosviluppo del cervello, la sua idropisia, così come le malattie del fegato e della milza (epatite, ittero, un aumento delle dimensioni del fegato). Inoltre, il neonato può avere deformità congenite e malattie cardiache, la possibilità di sviluppare sordità, debolezza muscolare, paralisi cerebrale, epilessia, diventa per lui di grande attualità. Diventa possibile diagnosticare il ritardo di un bambino nel livello di sviluppo mentale.

Per quanto riguarda la possibilità di manifestazione dei sintomi caratteristici del citomegalovirus in età avanzata, le conseguenze dell'infezione durante la gravidanza si manifestano in questo caso sotto forma di perdita dell'udito, cecità, linguaggio inibito, disturbi psicomotori e ritardo mentale. A causa della gravità delle conseguenze che possono essere scatenate dall'infezione con il virus in questione, il suo aspetto durante il trasporto di un bambino può fungere da indicazione per interrompere artificialmente la gravidanza.

La decisione finale in merito è presa dal medico sulla base della considerazione dei risultati ottenuti mediante ultrasuoni, esame virologico e tenendo conto dei reclami effettivi del paziente.

Come abbiamo già notato, le conseguenze più gravi dell'infezione con il feto da infezione da citomegalovirus sono osservate quasi esclusivamente solo nel caso di infezione primaria con il patogeno della madre durante il corso della gravidanza. Nel corpo di una donna, solo in questo caso non ci sono anticorpi che impediscono l'effetto patogeno del virus. Così, nella sua condizione intatta, il citomegalovirus penetra senza difficoltà nel feto attraverso la placenta. Va notato che la probabilità di una possibile infezione del feto è del 50% in questo caso.

Evitare l'infezione primaria è possibile con la massima restrizione del contatto con un numero significativo di persone, in particolare i bambini che, se c'è un virus, rilasciano nell'ambiente prima dei 5 anni. La presenza di anticorpi nel corpo di una donna incinta determina la possibilità di esacerbazione della malattia in caso di diminuzione dell'immunità, così come in presenza di un tipo concomitante di patologia e l'uso di alcuni farmaci, la cui azione sopprime le forze protettive intrinseche nel corpo.

Ora ci fermeremo sulla sintomatologia. Il citomegalovirus, i sintomi nelle donne durante la gravidanza che si verificano per analogia con i sintomi dell'influenza, si esprime, rispettivamente, in un leggero aumento di temperatura e debolezza generale. È anche importante notare che, per la maggior parte, il decorso del processo infettivo può essere caratterizzato dalla completa assenza di sintomi e il rilevamento del virus avviene solo come risultato di condurre appropriati test di laboratorio. Per una diagnosi accurata è necessario condurre un esame del sangue per la presenza di infezioni intrauterine.

Il trattamento di una donna incinta con citomegalovirus acuto rilevato in lei o con rilevanza di infezione primaria richiede l'uso di farmaci antivirali e di immunomodulatori.

È interessante notare che il trattamento tempestivo determina la possibilità di ridurre al minimo il rischio di sviluppo intrauterino del feto. Nel caso in cui una donna incinta agisca come trasportatore di virus, il trattamento non viene eseguito. L'unica cosa che il medico può raccomandare in questo caso è l'attitudine attenta della madre alla propria immunità e, di conseguenza, mantenerla a un livello appropriato. Alla nascita di un bambino con una forma congenita di citomegalia, si raccomanda di posticipare la pianificazione della prossima gravidanza per un periodo di circa due anni.

Cytomegalovirus: sintomi nei bambini

La causa che provoca l'insorgenza dell'infezione da citomegalovirus nei bambini è la loro infezione nel processo di sviluppo prenatale attraverso la placenta. Se infettato fino a 12 settimane, come abbiamo già notato, il rischio di morte fetale è elevato, e se l'infezione si verifica in un secondo momento, il feto sopravvive, ma nel suo sviluppo ci sono alcune disabilità.

Solo circa il 17% del numero totale di bambini infetti presenta vari sintomi compatibili con l'infezione da citomegalovirus. L'infezione da Cytomegalovirus nei bambini, i cui sintomi si manifestano come ittero, un aumento degli organi interni nelle dimensioni (milza, fegato), una diminuzione dell'emoglobina e cambiamenti nella composizione del sangue a livello biochimico, in forme gravi del suo decorso possono provocare disturbi nel sistema nervoso centrale. Inoltre, come abbiamo notato in precedenza, si possono sviluppare danni all'apparecchio acustico e agli occhi.

In casi frequenti, nei bambini si ha un'apparizione di abbondante eruzione cutanea già durante le prime ore (giorni) dal momento della nascita se hanno un'infezione. Colpisce la pelle del busto, del viso, delle gambe e delle braccia. Inoltre, il citomegalovirus, i sintomi di un bambino, che sono spesso accompagnati da emorragie sotto la pelle o le mucose, sono spesso accompagnati da sanguinamento della ferita ombelicale insieme al rilevamento di sangue nelle feci.

Danni al cervello portano a tremori della mano e crampi, c'è maggiore sonnolenza. Цитомегаловирусная инфекция, симптомы которой также при врожденной ее форме проявляются в виде нарушения зрения либо в полной его потере, протекать может и в комплексе с отставанием в развитии.

Se la madre ha una forma acuta di citomegalovirus al momento della nascita, il suo sangue viene esaminato per la presenza di anticorpi contro il patogeno, che viene fatto durante le prime settimane / mesi di vita. La definizione nella diagnosi di laboratorio della presenza di infezione da citomegalovirus non indica l'inevitabilità dello sviluppo della forma acuta di questa malattia.

Nel frattempo, questo può anche essere motivo di preoccupazione, perché la probabilità di manifestazioni tardive caratteristiche del processo infettivo è notevolmente aumentata. Considerando questa caratteristica, i bambini in questa situazione richiedono una supervisione costante da parte di specialisti, che consentiranno una diagnosi precoce dei sintomi associati alla malattia e il trattamento necessario.

A volte capita che i primi sintomi del citomegalovirus compaiano al terzo o al quinto anno di vita. Inoltre, è dimostrato che la trasmissione dell'infezione si verifica nell'ambiente dei gruppi prescolari, che avviene attraverso la saliva.

Nei bambini, i sintomi dell'infezione da citomegalovirus sono simili alle manifestazioni della malattia respiratoria acuta, che si esprime nel modo seguente:

  • aumento della temperatura
  • linfonodi ingrossati
  • naso che cola
  • brividi,
  • aumento della sonnolenza.

In alcuni casi, si nota la possibilità di sviluppare la malattia fino alla polmonite; inoltre, le malattie del sistema endocrino (ipofisi, ghiandole surrenali) e le malattie gastrointestinali diventano rilevanti. Con un decorso nascosto della malattia non ci sono violazioni del sistema immunitario, mentre è abbastanza comune e, come dimostra la pratica, in questo caso non c'è nessuna minaccia per la salute del bambino.

Diagnosi del citomegalovirus

La diagnosi della malattia viene effettuata utilizzando una serie di studi specifici volti a rilevare il virus in questione. Ciò include non solo i metodi di laboratorio, ma anche lo studio delle caratteristiche cliniche:

  • Semina culturale. Viene utilizzato per determinare la possibilità di rilevare il virus in campioni prelevati da saliva, sperma, sangue, urina e striscio generale. Qui viene rivelata non solo la rilevanza della presenza del virus, ma anche un quadro complesso che indica la sua attività. Inoltre, attraverso questa analisi, diventa chiaro quanto sia efficace il trattamento anti-virus.
  • Microscopia ottica Usando questo metodo, usando un microscopio in esso, è possibile rilevare cellule di citomegalovirus giganti che hanno un tipo specifico di inclusioni intranucleari.
  • ELISA. Questo metodo si basa sulla rilevazione di anticorpi contro l'infezione da citomegalovirus. Nell'immunodeficienza non viene utilizzato, perché, poiché questa condizione elimina la possibilità della produzione di anticorpi.
  • Diagnostica del DNA I tessuti corporei vengono esaminati per rilevare il DNA del virus in questione. È tuttavia possibile ottenere solo informazioni sulla presenza di un virus nel corpo, ad eccezione delle informazioni relative alla sua attività.

Considerando le molte diverse forme in cui il citomegalovirus può risiedere nel corpo, la diagnosi richiede l'uso di una combinazione di metodi diversi, perché usare solo uno dei metodi di ricerca per fare una diagnosi accurata non è sufficiente.

Trattamento con citomegalovirus

Ad oggi, un metodo di trattamento con il quale il citomegalovirus è completamente eliminato dal corpo non esiste. Nello stato normale del sistema immunitario e l'assenza di attività da parte del virus, il trattamento in quanto tale non è richiesto.

Se l'infezione da citomegalovirus è rilevata nel corpo, non è necessario applicare la terapia antivirale. Inoltre, l'efficacia dell'uso di farmaci immunoterapici in combinazione con essa non è stata dimostrata, come, anzi, l'efficacia della terapia antivirale in presenza di un'infezione congenita.

Il corso del trattamento è richiesto senza esito negativo alle seguenti condizioni:

  • epatite,
  • disturbi degli organi uditivi e visivi,
  • polmonite,
  • encefalite,
  • ittero, emorragia sottocutanea e prematurità (nel caso di forme congenite di citomegalovirus).

Il trattamento, di regola, comporta l'uso di farmaci sotto forma di supposte (Viferon), così come un certo numero di farmaci antivirali. La durata del trattamento, così come il dosaggio, sono determinati sulla base delle caratteristiche individuali e delle condizioni del paziente.

Per diagnosticare il citomegalovirus sulla base della presenza di sintomi appropriati, è necessario consultare un venereologo o un dermatovenereologist.

Se pensi di avere citomegalovirus e sintomi caratteristici di questa malattia, un dermatovenerologo può aiutarti.

Ti piace questo articolo? Condividi con i tuoi amici sui social network:

Cos'è il citomegalovirus?

Il citomegalovirus è una malattia virale le cui cellule hanno le proprie molecole di DNA. La parola "citomegalia" è tradotta dal greco antico come una grande cellula. E infatti, la proprietà principale del virus è lo sviluppo e la crescita costanti.

CMV fu identificato per la prima volta nel 1956. Quando e da dove proviene l'infezione è sconosciuto, ma esiste una versione che gli anticorpi, come un'ulcera, si sviluppano nel corpo a causa di alcuni fattori.

Qual è la ragione?

Come suggerisce il nome, le cellule sono l'herpes e la loro iniziale permanenza nei tessuti connettivi è latente. Per capire esattamente dove viene preso il citomegalovirus, si dovrebbero conoscere le cause dell'herpes. La prima associazione con il nome appartiene al molto freddo sulle labbra.

Tuttavia, da dove proviene la cosiddetta piaga, i pazienti non sempre lo indovinano. In realtà, la ragione risiede nei drastici cambiamenti nel sistema immunitario o nell'impatto negativo su di esso. Ad esempio, un improvviso cambiamento del clima o qualsiasi malattia a lungo termine contribuisce alla comparsa di cellule di herpes.

Di conseguenza, un virus appare nel corpo sullo sfondo di un sistema immunitario indebolito. Secondo le statistiche, oltre il 50% della popolazione è portatore di questa infezione.

Nel mondo moderno, la causa più comune di questa malattia è l'infezione. E l'infezione viene trasmessa in qualsiasi modo tattile. Quindi, per l'infezione includono seguenti fattori:

  • Trasmissione dell'infezione tramite contatto sessuale. Il tessuto connettivo è strettamente connesso con tutte le mucose del corpo.
  • Infezione aerea Di regola, le cellule virali sono contenute nella saliva.
  • Un bambino può essere infettato dal latte materno.
  • Un altro metodo di infezione è la trasfusione di sangue. Tutti sanno che la composizione del sangue dipende dallo stato del corpo nel suo insieme.

Vale la pena notare che il virus si trova spesso negli adolescenti. I giovani, a volte, non hanno informazioni complete sulla loro salute e baciano, di regola, senza pensare. Non per niente in passato, questa malattia è stata chiamata la "malattia del bacio".

Identificare immediatamente il citomegalovirus è quasi impossibile. Il periodo di incubazione dell'infezione può durare fino a due mesi. Successivamente, le cellule iniziano a svilupparsi molto lentamente. Se durante questo periodo nulla ha soppresso il sistema immunitario, allora il virus, di regola, non si manifesta.

Tuttavia, ci sono casi in cui le persone con sintomi di normale esperienza di salute della fase acuta del citomegalovirus. Le manifestazioni cliniche possono essere confuse con altre malattie, ma, di regola, l'infezione colpisce più sistemi corporei contemporaneamente.

Sintomi negli uomini:

  • Disagio durante la minzione

Inoltre, negli uomini, questa malattia contribuisce al danno ai tessuti testicolari. Come con le donne, tali disturbi causano disturbi nel sistema riproduttivo.

Tuttavia, i sintomi nei bambini tendono ad avere manifestazioni comuni.

Questi sintomi appartengono solo al primo stadio della malattia. Se l'infezione non viene diagnosticata in tempo e il sistema immunitario è indebolito, la malattia assume solitamente la forma seguente.

Segni di infezione CMV generalizzata

La fase successiva è più pronunciata. Oltre ai sintomi di ARVI, il sistema digestivo è danneggiato. In questo caso, un grosso carico arriva sul fegato.

Sintomi della forma generalizzata:

  • Infiammazione dei reni e delle ghiandole surrenali,
  • La sconfitta del pancreas, così come gli organi vicini,
  • Insufficienza epatica
  • Cambiamenti nei sistemi nervoso e periferico
  • Aumento dell'infiammazione nelle aree precedentemente colpite (tonsille, ecc.),

Tutti i sintomi sono un decorso piuttosto grave della malattia. Tuttavia, anche se in questo caso il trattamento non viene avviato, le conseguenze negative non ti faranno aspettare.

Quali potrebbero essere le conseguenze?

Tutti sanno che qualsiasi ARVI grave può causare non solo un deterioramento generale, ma anche causare altre malattie. Quindi, il citomegalovirus è il precursore delle seguenti malattie:

  • Polmonite. Come accennato in precedenza, l'infezione è in grado di entrare in quei tessuti e organi che si trovano nelle vicinanze. Quindi, entrando nei polmoni, il virus causa la polmonite.
  • Bronchite. Questa malattia, come la precedente, fa parte del sistema respiratorio e non è meno pericolosa per il corpo.
  • Insufficienza epatica Si verifica in relazione al danno ai tessuti dell'organo.
  • Pyelonephritis, idronefrosi e altre malattie del sistema genito-urinario.
  • Distonia, o la frequenza di attacchi di panico.

Sulla base dei punti precedenti, si può notare che la malattia colpisce diversi sistemi corporei contemporaneamente: digestivo, sessuale, urinario, nervoso, cardiovascolare, endocrino e persino riproduttivo.

Sintomi nei neonati

Secondo le statistiche, circa il 20% dei bambini ancora in tenera età sono portatori di questo virus. E metà di loro ha una citomegalia congenita. La ragione, di regola, è l'infezione intrauterina. Tuttavia, la madre stessa potrebbe non essere la portatrice dell'infezione.

Il ruolo del fattore principale è giocato da un'immunità indebolita durante la gravidanza. Anche la causa comune è l'infezione simultanea della madre e del feto. Ciò è dovuto al mancato rispetto delle solite regole di igiene e di uno stile di vita sano.

Ma vale la pena notare che il citomegalovirus durante la gravidanza, insieme a un sistema immunitario indebolito, può produrre manifestazioni dolorose e persino aborto spontaneo.

Infezione da computer neonatale

Se l'infezione è stata ottenuta nell'utero o nel primo mese di vita di un bambino, allora tale citomegalia sarà neonatale. In altri casi, la malattia è considerata acquisita. Di norma, l'infezione neonatale ha le caratteristiche comuni dell'infezione. Come nella maggior parte dei casi, questa malattia si manifesta raramente nei neonati. Tuttavia, con una salute indebolita, l'infezione si fa sentire.

Citomegalovirus congenito e neonatale nei neonati. sintomi:

  • Eruzione cutanea Inoltre, l'eruzione cutanea può verificarsi in qualsiasi parte del corpo, ma più spesso sul viso.
  • Sangue nelle feci.
  • Ingiallimento della pelle, come con ittero.

A differenza dei bambini di altre categorie di età, nei neonati non si osserva alcun aumento della temperatura corporea. Trovando i sintomi di cui sopra, si dovrebbe consultare immediatamente un medico. Se non affetti questa malattia in tempo, allora il virus può comportare una serie di pericoli per un piccolo organismo.

Conseguenze della citomegalia nei neonati:

  • La sconfitta del sistema nervoso. Il bambino può provare convulsioni e problemi con gli organi del sistema nervoso centrale.
  • Polmonite. Vale la pena notare che la polmonite in età infantile può causare difficoltà nello sviluppo dell'intero organismo.

Oltre a una serie di altre malattie, il cui precursore è la citomegalia. Ma vale la pena notare che il danno al sistema nervoso e ai polmoni sono i disturbi più pericolosi in tenera età. Di norma, le malattie del tratto respiratorio possono provocare dolore e i cambiamenti nel sistema nervoso centrale comportano conseguenze irreversibili.

diagnostica

Conoscendo le cause e i sintomi dei computer digitali, rimane la domanda, come diagnosticare un'infezione? In realtà, la diagnosi è una fase molto importante, poiché molte malattie hanno manifestazioni simili. Nel mondo moderno, solo un medico dovrebbe diagnosticare!

Avendo sospettato il virus dell'herpes, il paziente dovrebbe sottoporsi a un esame del sangue. Di norma, vengono rilevati immediatamente anticorpi specifici. Poiché il virus ha le sue cellule del DNA, può essere facilmente identificato attraverso l'analisi dei fluidi corporei. Tali analisi includono: CRP e semina su coltura cellulare.

Se il citomegalovirus viene diagnosticato in una persona sana, di solito non viene intrapresa alcuna azione. Se il motivo della visita del medico è un quadro clinico della malattia, il medico prescriverà il trattamento appropriato.

Sfortunatamente, dopo aver ricevuto un'infezione da PC, una persona rimarrà per sempre la sua portatrice. Tuttavia, questo non significa che una persona infetta dovrà soffrire di complicazioni per tutta la vita. Quindi, la stragrande maggioranza delle persone può convivere con questo virus, non ne so nulla. Come già accennato, è impossibile sbarazzarsi del citomegalovirus, tranne che per fermare lo sviluppo delle cellule. In altre parole, in questo caso, il trattamento è chiamato controllo dei sintomi.

Quindi, avendo identificato il primo stadio, gli antibiotici saranno i principali farmaci attivi. Il trattamento dovrebbe essere per rafforzare il sistema immunitario. Vale la pena notare che attualmente ci sono farmaci moderni che stanno lottando con questo disturbo. Tali farmaci includono: cytotect, acyclovir, foscarnet e altri.

Con lo sviluppo significativo delle cellule, viene usato un rimedio universale per i virus dell'herpes - Zovirax. Nonostante l'efficacia del farmaco, è completamente inadatto per le persone con infezione da CMV congenita o neonatale.

Fortemente sconsigliato l'automedicazione! Questi o altri farmaci sono selezionati individualmente e solo da un medico.

prevenzione

Ovviamente, non è garantita la prevenzione delle infezioni. Tuttavia, si raccomanda di mantenere uno stile di vita sano, di osservare l'igiene, e anche di non essere soggetto a rapporti sessuali promiscui. È stato stabilito che un numero impressionante di infezioni si verifica attraverso il contatto sessuale.

Per quanto riguarda le misure di igiene, anche il lavaggio delle mani più banale, a volte, salva le persone dai germi. È inoltre necessario osservare tali periodi della routine quotidiana come un sonno sano e un buon riposo. Dopo tutto, il corpo umano è ben restaurato solo nella "modalità di riposo". Ma non dobbiamo dimenticare il carico, che, di regola, dovrebbe essere uniforme!

Se una persona è già infetta, allora dovrebbe essere attento alla sua salute. Nonostante il fatto che molte persone non abbiano il virus per il resto della loro vita, non vale la pena svegliarlo! Ad esempio, anche il più comune raffreddore, che non è curato nel tempo, può causare i sintomi della malattia.

Il virus è più pericoloso all'inizio della gravidanza. In questo caso, viene solitamente usato un vaccino di nuova concezione. Inoltre, una madre infetta deve essere controllata periodicamente da un medico e seguire tutte le prescrizioni e le raccomandazioni.

Va notato che il più incline alle manifestazioni cliniche:

  • Donne incinte
  • Pazienti con herpes ricorrente cronico,
  • Persone con problemi di salute,
  • Persone che hanno recentemente sofferto di malattie gravi o che hanno un'immunità indebolita.

Come già accennato, oggi molte persone hanno questo virus, ma è impossibile liberarsene. A questo proposito, nel 2009, è stato sviluppato e testato un vaccino contro la citomegalia. Tuttavia, i risultati sono stati negativi. Quindi, i partecipanti agli esperimenti erano infetti. Tuttavia, gli scienziati non lasceranno questo caso incompiuto e intendono trovare una cura per il virus, dal momento che gli anticorpi rappresentano un pericolo particolare durante la gravidanza, in particolare nelle fasi iniziali.

  • Sei afflitto da prurito e bruciore nelle eruzioni cutanee?
  • L'aspetto delle vesciche non aumenta la tua fiducia in te stesso ...
  • E in qualche modo imbarazzante, specialmente se soffri di herpes genitale ...
  • Per qualche motivo, unguenti e medicinali raccomandati dai medici non sono efficaci nel tuo caso ...
  • Inoltre, le recidive permanenti sono già entrate nella tua vita ...
  • E ora sei pronto per approfittare di ogni opportunità che ti aiuterà a liberarti dell'herpes!

Esiste un rimedio efficace per l'herpes. Segui il link e scopri come Elena Makarenko si è curata dell'herpes genitale in 3 giorni!

Informazioni generali

Infezione da CMV nelle donne - che cos'è?

Questa è una patologia di origine virale, che è simile ai sintomi del raffreddore persistente: disturbi di debolezza, indisposizione, mal di testa. Le ghiandole salivari sono infiammate, si osserva un'abbondante salivazione patologica.

L'analisi del CMV nelle donne mostra che le cellule che sono colpite dall'infezione sono significativamente aumentate di dimensioni, a causa di ciò che l'infezione è chiamata "citomegalia", che significa "cellule giganti".

Gli anticorpi contro il virus sono rilevati nel 12-16% degli adolescenti e in più della metà della popolazione adulta. Per molto tempo, il virus potrebbe trovarsi in uno stato dormiente e non manifestarsi. Tuttavia, quando l'immunità è indebolita, la sua attivazione è possibile.

Modi di infezione negli adulti

I principali modi di infezione da citomegalovirus negli adulti sono attraverso la saliva, così come attraverso l'interazione prolungata con una persona infetta. La malattia può essere trasmessa come segue:

  • In volo (nel processo di tosse, baci, ecc.).
  • Con intimità sessuale con il corriere.
  • Nel processo di trasfusione di sangue.
  • Nel periodo di portare un bambino.

Ci sono un gran numero di persone che non sono consapevoli di avere un citomegalovirus positivo e che portano l'infezione perché il virus si trova in uno stato latente.

Caratteristiche di CMV in uomini e donne

I sintomi del citomegalovirus negli uomini e nelle donne senza disturbi nel funzionamento del sistema immunitario si manifestano sotto forma di una sindrome simile alla mononucleosi:

  • Febbre lunga (più di 30 giorni), accompagnata da un significativo aumento della temperatura corporea, brividi.
  • I sintomi di CMV in donne e uomini sono associati a disturbi del mal di gola.
  • Mialgia, mal di testa.
  • I primi segni nelle donne e negli uomini possono essere associati ad un aumento dei linfonodi.
  • Eruzioni cutanee formate, simili alla rosolia.
  • I sintomi della CMV negli uomini e nelle donne si manifestano anche sotto forma di reclami di una significativa diminuzione della capacità lavorativa, aumento della fatica e debolezza.
  • In casi isolati, lo sviluppo di ittero ed epatite.
  • A volte si osservano lievi sintomi di citomegalovirus nelle donne in età fertile.

I sintomi del citomegalovirus in donne e uomini che hanno avuto un'infezione possono andare via da soli, ma la persona continua ad essere un portatore e rilascia il virus insieme a saliva e altri fluidi corporei.

Dopo che si è verificata l'infezione primaria, il virus rimane nel corpo umano in una forma latente fino a quando il fattore endogeno o enzogeno influenza la sua attivazione.

Manifestazioni di infezione in pazienti immunocompromessi

Alcune categorie di pazienti (ad esempio, persone che hanno subito un trapianto) hanno mostrato di ricevere immunosoppressori, che sopprimono le reazioni immunitarie e provocano l'attivazione del CMV nel corpo. Il danno da virus si verifica in quasi tutti i pazienti con infezione da HIV.

  • Nella fase iniziale dell'attivazione del virus, si osservano lo sviluppo di malessere, dolori muscolari e articolari, febbre e aumento della sudorazione durante la notte.
  • È stato osservato un ulteriore sviluppo dell'epatite da citomegalovirus, polmonite, encefalite, ulcere gastriche e sanguinamento gastrico.
  • Le donne possono subire danni alle ovaie, alla cervice, allo strato interno dell'utero, alla vagina.

I pazienti che sono interessati a come influenza la concezione del citomegalovirus negli uomini dovrebbero tenere conto che l'infezione può colpire i testicoli e le prostate. In alcuni casi, questo può portare a una ridotta fertilità e richiede la nomina di un regime di trattamento.

A proposito della malattia

L'infezione da Cytomegalovirus (ICD 10 - B25) è causata dal citomegalovirus, che è chiamato virus herpes umano di tipo 5. Questa è una malattia infettiva che può essere trasmessa nella vita di tutti i giorni, attraverso la trasfusione di sangue, attraverso la placenta dalla madre al feto e sessualmente.

Le manifestazioni della malattia non sono specifiche e assomigliano alla mononucleosi. Casi gravi di lesioni da citomegalovirus sono osservati in pazienti immunocompromessi. Un pericolo speciale di herpes di tipo 5 è per le donne in gravidanza, in quanto può portare a aborti o forma congenita dell'infezione.

Herpes virus di tipo 5 porta ai cambiamenti caratteristici delle cellule colpite - aumentano significativamente di dimensioni e diventano gigantesche, che è dovuto al nome del particolato virale "citomegalovirus". L'infezione con il virus CMV è principalmente associata a danni alle ghiandole salivari.

Molte persone si chiedono che tipo di infezione da citomegalovirus è e quanto spesso si verifica? I medici dicono che il virus CMV è rilevato nell'80-85% degli adulti. Allo stesso tempo, la maggior parte di essi sono portatori asintomatici senza segni di infezione da citomegalovirus.

È importante notare che in questo caso una persona non può sospettare una malattia in se stessa. Tuttavia, sullo sfondo di una diminuzione dell'attività del sistema immunitario, i sintomi della malattia si manifestano rapidamente e si manifestano manifestazioni cliniche caratteristiche.

Una situazione simile può verificarsi in pazienti con cancro, infezione da HIV, persone che assumono qualsiasi immunosoppressore.

Trasmissione di infezioni

La prevenzione del citomegalovirus si basa sulla prevenzione della trasmissione del virus da una persona malata a una persona sana. A questo proposito, è importante sapere in che modo CMV si manifesta e quali sono i modi della sua distribuzione.

I medici distinguono i seguenti meccanismi di infezione:

  • starnutire, tossire, parlare, baciarsi mentre si diffonde nell'aria,
  • modo sessuale associato al contatto sessuale e alla diffusione di particelle virali con sperma o muco vaginale,
  • nella trasfusione di sangue o dei suoi componenti, nonché nel trapianto di organi o di parti di essi,
  • percorso verticale, quando il feto è infetto dalla madre in utero.

Questi percorsi possono portare al citomegalovirus acuto o cronico e al percorso verticale dell'infezione da citomegalovirus congenito. È importante notare che le particelle virali vengono costantemente rilasciate dall'ammalato nell'ambiente. Il citomegalovirus viene rilevato nelle urine, nella saliva, nel muco dalle mucose, ecc.

Patogenesi del citomegalovirus

Durante l'infezione, il citomegalovirus entra nel sangue umano, causando una risposta rapida del sistema immunitario con la produzione di un certo numero di immunoglobuline (anticorpi anti-CMV) e l'attivazione dell'immunità cellulare.

In questo caso, in presenza di immunodeficienza, il sistema immunitario non è in grado di far fronte alle particelle virali propaganti, il che porta alla comparsa di manifestazioni cliniche della malattia dopo il periodo di incubazione.

Gli anticorpi della classe di immunoglobulina M compaiono 3-4 settimane dopo che il virus entra nel corpo. Tuttavia, dopo alcuni mesi, passano alle immunoglobuline G, che affrontano in modo più efficace le particelle virali e causano una forte immunità.

Allo stesso tempo non si osservano manifestazioni sulla pelle o danni ad altri organi. È importante notare che il citomegalovirus rimane per sempre nel corpo e può esistere per decenni senza causare alcun sintomo nel paziente.

I medici concentrano la loro attenzione sul fatto che il citomegalovirus e l'herpes sono la stessa cosa, tuttavia la citomegalia è caratteristica solo del virus herpes simplex di tipo 5 e non delle altre varietà che causano altre malattie.

Quando le cellule sono infette, in esse si osserva una serie di cambiamenti caratteristici: la dimensione della cellula aumenta, la forma del nucleo cambia. Se guardi queste cellule al microscopio, sembrano come gli occhi di un gufo, per cui sono facilmente rilevabili durante l'esame morfologico.

I portatori di particelle virali, senza alcun sintomo, possono infettare una persona sana nei modi sopra indicati. L'unica eccezione è rappresentata dalle donne in gravidanza che infettano il feto solo con la riproduzione attiva del citomegalovirus.

Malattia in infezione intrauterina

La forma congenita della malattia si verifica nei casi in cui il virus passa attraverso la barriera placentare da una donna malata ed entra nel corpo del feto.

Nella maggior parte dei casi (95%), non vi è alcun cambiamento nel corpo di un bambino in via di sviluppo - si forma un'infezione cronica da CMV asintomatica. Di norma, la forma congenita del citomegalovirus è osservata nei bambini di quelle donne che hanno contratto l'infezione durante la gravidanza.

Ci sono diverse manifestazioni caratteristiche della citomegalia congenita:

  • nella maggior parte dei casi, le petecchie sono marcate sulla pelle dei bambini, che sono piccole emorragie,
  • nel 30% dei casi, il bambino nasce prematuro con segni di ritardo di crescita intrauterino,
  • nel citomegalovirus congenito si può notare un danno epatico e lo sviluppo di ittero,
  • il danno alle membrane dell'occhio porta alla corioretinite, che può causare la completa perdita della vista.

Nel 25-35% dei casi ci sono lesioni degli organi interni che non sono compatibili con la vita - si verifica un aborto spontaneo. I bambini con una citometria congenita tendono a rimanere indietro rispetto ai coetanei nello sviluppo intellettuale e hanno problemi di udito e visione.

Malattia nei neonati

Da dove provengono le particelle virali in un neonato dopo la nascita? Possono essere trasmessi al bambino dopo la nascita e più precisamente nel processo di consegna o nel periodo postpartum. Di regola, i sintomi del citomegalovirus sono assenti e la malattia assume la forma di un'infezione da citomegalovirus cronica.

Il dott. Komarovsky osserva che, nonostante la predominanza di forme asintomatiche, il virus può portare allo sviluppo di una grave polmonite, che è spesso complicata dall'aggiunta di microrganismi batterici. Nei bambini malati, ci può essere un aumento dei linfonodi, una diminuzione della funzionalità epatica e un'eruzione cutanea con citomegalovirus.

Manifestazioni della malattia negli adulti

Con lo sviluppo della malattia negli adulti con normale attività del sistema immunitario compaiono sintomi simili alla mononucleosi.

Ciò è dovuto al fatto che il citomegalovirus e il virus Epstein-Barr appartengono alla stessa famiglia di herpesvirus e presentano proprietà biologiche simili. La sindrome simile alla mononucleosi è caratterizzata dalla comparsa di una serie di sintomi simili a un raffreddore di lunga durata:

  • si osserva un aumento della temperatura corporea per 3 settimane o più,
  • il paziente nota forti mal di testa e dolori articolari, oltre a disturbi muscolari,
  • debolezza generale, basse prestazioni fisiche e intellettuali,
  • dolore e disagio nell'orofaringe,
  • le ghiandole salivari e i linfonodi sono ingranditi,
  • I medici rispondono alla domanda se il citomegalovirus possa causare un'eruzione cutanea affermativa. Gli elementi dell'eruzione ricordano la rosolia.

La mononucleosi e la sindrome simile alla mononucleosi sono simili tra loro. A questo proposito, il medico deve condurre una diagnosi differenziale tra le infezioni da citomegalovirus e Epstein-Barr.

Un piccolo numero di pazienti sviluppa epatite virale, che è caratterizzata dalla comparsa di una tonalità gialla della pelle e della sclera, nonché da un aumento del livello di bilirubina, AST e AlAT durante gli esami del sangue biochimici. Nel 5% dei pazienti, la clinica citomegalica include polmonite, che non porta a gravi insufficienze respiratorie.

La durata media dell'infezione è di 21 giorni, tuttavia, il paziente può essere malato da 7 a 62 giorni, a seconda delle caratteristiche del suo corpo. Dopo il recupero, alcuni sintomi possono persistere per diversi mesi. Ad esempio, molti pazienti riportano nodi, affaticamento e debolezza aumentati. Il citomegalovirus stesso è trattenuto nel corpo, portando alla forma cronica della malattia e alle possibilità di nuove ricadute.

Un citomegalovirus può dare una temperatura con attivazioni ripetute?

Sì, febbre, linfonodi ingrossati e mal di gola sono segni caratteristici di esacerbazioni dell'infezione.

Immunodeficienza e infezione da CMV

Se una persona ha immunodeficienze, indipendentemente dalla loro origine, le manifestazioni cliniche della malattia diventano gravi.

L'infezione da citomegalovirus con l'HIV è particolarmente marcata, il che è associato a una significativa diminuzione dell'immunità nella fase di AIDS. Inoltre, gli stati di immunodeficienza sono stati osservati durante il trapianto di organi, pazienti oncologici durante la chemioterapia, ecc.

Quando un'infezione si verifica dopo il trapianto di organi interni, il citomegalovirus di solito li colpisce, causando epatite, polmonite o miocardite, a seconda dell'operazione.

Il trapianto di midollo osseo in pazienti con citomegalovirus porta spesso a polmonite grave, caratterizzata da un rapido sviluppo dell'insufficienza respiratoria e da un'alta percentuale di decessi.

Sullo sfondo dell'infezione da HIV, si sta sviluppando un'infezione da citomegalovirus generalizzata. Dolore alla testa e alle articolazioni, febbre e debolezza sono le principali manifestazioni cliniche della fase iniziale della malattia.

Inoltre, si sviluppano polmonite, epatite di varia gravità, lesioni cerebrali e ulcere trofiche dell'intestino tenue. Inoltre, per la citomegalia nell'infezione da HIV, lo sviluppo del citomegalovirus oculare è caratteristico. Negli uomini, la malattia può causare danni ai testicoli, alla prostata e nelle donne, può danneggiare la cervice, il corpo dell'utero, le ovaie e la perdita dei capelli.

Le emorragie si sviluppano spesso negli organi colpiti, portando a un'interruzione ancora maggiore delle loro funzioni. Una situazione del genere è pericolosa per lo sviluppo di gravi complicanze, persino casi letali.

Misure diagnostiche

La diagnosi di infezione da citomegalovirus si basa su metodi molecolari di ricerca - saggio immunoassorbente legato all'enzima (ELISA) e reazione a catena della polimerasi (PCR). Un importante metodo di diagnosi primaria consiste nel condurre l'ELISA su CMV con la determinazione della presenza e della quantità di specifiche immunoglobuline M e G (IgM e IgG, rispettivamente).

Quando viene rilevata l'IgM, è necessario sospettare un'infezione da citomegalovirus primitivo o una esacerbazione della forma cronica esistente di infezione da citomegalovirus. Se un numero elevato di questi anticorpi viene rilevato in donne in gravidanza, i ginecologi considerano un precursore di una forma congenita di citomegalia. Di norma, il titolo degli anticorpi di classe M aumenta 3-6 settimane dopo che il virus entra nel corpo e persiste per 4-5 mesi.

Con un aumento del titolo di IgG, è consuetudine parlare della presenza di infezione in un paziente, tuttavia, è impossibile valutare l'attività della malattia in base all'anticorpo. L'IgG anti-CMV viene prodotta 5-6 mesi dopo che l'agente patogeno entra nel corpo.

L'identificazione di CMV in sperma, sangue, raschiature da membrane mucose, ecc. È possibile durante l'analisi della PCR. Il metodo consente di determinare il citomegalovirus quantitativo sotto forma di carica virale, che è necessario per valutare l'attività del processo infettivo.

E l'uso della reazione a catena della polimerasi si basa sulla determinazione del materiale genetico delle particelle virali, che può essere rilevato anche in piccole quantità, quando il paziente non ha segni clinici di CMV.

Se c'è una lesione degli organi interni, è possibile consultare medici di altre specialità, ad esempio, con un ginecologo, un andrologo, un gastroenterologo, ecc. A seconda di come si manifesta clinicamente il citomegalovirus, possono essere applicati vari metodi strumentali di esame: risonanza magnetica degli organi interni e del sistema nervoso centrale, esami ecografici, procedure endoscopiche, ecc.

La diagnostica del citomegalovirus viene effettuata in vari centri di cura pubblici e privati ​​e non richiede alcuna preparazione specifica per l'emotest (PCR e ELISA). È molto importante effettuare la diagnostica differenziale, poiché le manifestazioni della sindrome simile alla mononucleosi sono simili al comune raffreddore. Ci sono casi in cui i medici confondono il citomegalovirus e le allergie, a causa della non severità delle manifestazioni cliniche durante l'infezione.

Regime di trattamento

Cytomegalovirus - herpes - un virus che ha proprietà biologiche simili e, pertanto, la sua terapia è simile al trattamento di altre infezioni virali associate a lesioni erpetiche.

Se il paziente ha una forma non complicata dell'infezione, non è richiesto l'uso di specifici metodi di trattamento. Applicare la terapia sintomatica (antidolorifici, antipiretici, ecc.), Nonché organizzare per il paziente un sacco di bevande.

Se la durata della mononucleosi nel CMV non è ridotta, e il paziente appartiene a un gruppo a rischio, allora gli agenti antivirali devono essere introdotti nel trattamento. Il farmaco ottimale è Ganciclovir, che viene utilizzato per via endovenosa per ottenere il massimo effetto.

È importante notare che l'uso di questo farmaco è associato al rischio di gravi effetti collaterali, dovuti all'inibizione della formazione del sangue, nonché all'impossibilità del suo uso durante la gravidanza, nell'infanzia e nei pazienti con funzionalità renale compromessa.

L'aciclovir può essere usato per il citomegalovirus, tuttavia la sua efficacia in questo caso è inferiore a Ganciclovir. Il feedback ampio e positivo da pazienti e dottori trova il farmaco Valtrex, contenente il principio attivo Valacyclovir. Il farmaco ha anche un'attività antivirale pronunciata.

Oltre a questi fondi, vengono utilizzati vari immunomodulatori per il trattamento dell'herpes con infezione da CMV: induttori di interferone, ecc. Questi fondi aumentano la protezione non specifica del corpo e migliorano il sistema immunitario, accelerando la distruzione delle particelle virali.

Quando viene rilevata un'infezione da HIV in un paziente con citomegalia, si utilizza Foscarnet, un farmaco antivirale moderno che differisce da tutti gli analoghi per l'alta efficienza.

Tuttavia, il suo uso è associato al rischio di gravi effetti collaterali a causa di uno squilibrio elettrolitico nel corpo, la comparsa di insufficienza renale. A questo proposito, Foscarnet è usato in un gruppo limitato di pazienti con infezione concomitante da HIV.

Preparati a base di erbe per citomegalovirus, omeopatia e altri metodi di medicina tradizionale non dovrebbero essere usati per trattare le malattie. Non hanno un'efficacia e una sicurezza provate per l'uomo e pertanto possono portare alla progressione dell'infezione.

Misure preventive

L'obiettivo principale della prevenzione delle infezioni da citomegalovirus è di prevenirne l'insorgenza in quelle persone a rischio. К ней относят ВИЧ-инфицированных, больных после пересадки внутренних органов, людей с иммунодефицитными состояниями любой причинной обусловленности и беременных женщин.

Понимание того, откуда берется цитомегаловирус, позволяет разработать специфические методы профилактики. A causa del fatto che l'infezione è facilmente trasmessa da tosse, starnuti, ecc., La profilassi non specifica è inefficace. Le misure specifiche includono la somministrazione profilattica di Ganciclovir, Acyclovir da parte di pazienti che sono sensibili a questa infezione, cioè che hanno immunodeficienza.

A causa del fatto che il virus può causare la citomegalia congenita, ogni donna dovrebbe essere esaminata per questa infezione durante la pianificazione della gravidanza. La gravidanza può essere indicata per le donne con segni di infezione da citomegalovirus.

Molti medici affermano che il citomegalovirus e l'IVF (fecondazione in vitro) rilevati in una donna possono ridurre il rischio di trasmissione, tuttavia, questo non è il caso, dal momento che il virus non viene trasmesso al momento della fecondazione, ma successivamente. La vaccinazione contro il citomegalovirus non esiste, che è associata a una diffusione abbastanza ampia di particelle virali nella popolazione umana.

I pazienti spesso chiedono Che cos'è l'infezione da CMV e quali conseguenze può causare?

I medici sono ben consapevoli che il citomegalovirus (codice nella classificazione internazionale delle malattie - CMV ICD 10 - B25) è una malattia infettiva comune, che porta alla comparsa di una sindrome simile alla mononucleosi durante l'infezione iniziale di un organismo. Dopo il recupero, il paziente rimane forte immunità e l'infezione rimane inattiva.

La diagnosi della malattia non è difficile e si basa sulla determinazione di anticorpi specifici mediante ELISA o sulla rilevazione di materiale genetico mediante PCR. La terapia in assenza di complicanze è sintomatica e, se il paziente è a rischio, include necessariamente farmaci antivirali come Ganciclovir, Aciclovir, ecc.

Guarda il video: Non ci credo. Choc in ospedale: dà alla luce il secondo figlio ed ecco cosa vede. ULTIMI ARTICOL (Agosto 2022).

Pin
Send
Share
Send
Send