Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2019

Perché non può rimanere incinta dopo un aborto spontaneo

È difficile trovare una donna che non vorrebbe un figlio. Prima o poi, ogni ragazza pensa che sia ora di dare alla luce il suo bambino. Ad oggi, molto spesso si verificano aborti nelle donne. È difficile dire perché questo sta accadendo.

Non è sempre possibile determinare la causa dell'aborto

Molte donne credono di essere completamente in salute e sono inorridite quando la loro gravidanza improvvisamente fallisce. Oggi parleremo di come rimanere incinta dopo un aborto spontaneo e quando farlo.

Perché si verifica un aborto?

Una delle cause dell'aborto può essere cattive abitudini nella futura mamma

Ci sono molte opinioni diverse su questo tema. Alcuni ginecologi dicono che la ragione di ciò è ecologia, cattive abitudini, uno stile di vita molto veloce e impulsivo. Altri sono convinti che questa sia una selezione naturale e questo capita a molte persone occasionalmente.

Cosa attende il corpo femminile dopo un aborto?

Abcha aborto spontaneo corpo della donna è in grave stress

Certo, per qualsiasi ragazza questo è uno stress molto grande. Perdere il bambino è molto difficile e la cosa più importante è recuperare e vivere. Ci siamo occupati della causa dell'aborto spontaneo un po ', ma la cosa principale non è il motivo per cui è accaduto, e quali sono le conseguenze che ci si aspetta dopo.

L'aborto è considerato una naturale sovrapposizione della gravidanza che si verifica senza alcun intervento medico.

Indipendentemente dal periodo esatto in cui si è verificato l'aborto, dovresti capire che questo è un enorme stress per il corpo, specialmente in termini di ormoni. Dopo che una donna rimane incinta il suo corpo cambia completamente e con una brusca interruzione ci sono cambiamenti molto grandi con i quali il corpo è molto difficile da affrontare. Ciò influenzerà non solo lo stato generale di salute, ma anche il lavoro delle ovaie.

Inoltre, dopo un aborto, è probabile che sia necessario eseguire il curettage, poiché molto spesso alcune particelle rimangono all'interno della donna e, se non vengono pulite, ciò può provocare un'infiammazione che porterà a conseguenze molto gravi. Durante il raschiamento, la membrana mucosa è danneggiata, e anche questo è molto brutto.

Vale anche la pena notare che un aborto è di solito accompagnato da forti emorragie e anche la perdita di una grande quantità di sangue non è buona. Dopo una tale perdita di sangue, anche il corpo ha bisogno di molto tempo per riprendersi.

Quando puoi rimanere di nuovo incinta?

Non è consigliabile avere un bambino subito dopo un aborto spontaneo.

Molti sono interessati a sapere se puoi rimanere incinta dopo un aborto spontaneo. Infatti, puoi rimanere incinta letteralmente il mese prossimo, dal momento che un aborto sarà considerato l'inizio del ciclo successivo e in un paio di settimane ci sarà l'ovulazione. Ma, nonostante questo, i medici non consigliano di iniziare la fecondazione subito dopo un aborto spontaneo.

Certo, molte coppie pensano che più velocemente possano rimanere incinte, più velocemente passano e dimenticano la situazione. Ma i dottori sono estremamente consigliati di non farlo. Se guardi da un punto di vista morale, allora, ovviamente, sarà molto più facile per una donna, ma da un punto di vista fisiologico.

Se abortisci dopo un aborto dopo tre mesi, nella maggior parte dei casi tirerai fuori un bambino sano e partorirai in modo sicuro. Ma se la gravidanza arriva subito dopo un aborto, c'è un'alta probabilità che l'aborto avvenga di nuovo, quindi non dovresti sbrigarti. Il corpo dovrebbe riposare, recuperare e solo dopo ciò vale la pena pianificare un bambino.

Molti medici sostengono che meno tempo è trascorso dopo un aborto, maggiore è il rischio che accada di nuovo. Se per essere abbastanza veritieri, affinché il corpo femminile possa riposare completamente dovrebbe passare un anno, quindi, la soluzione più ideale è quella di pianificare un bambino 12 mesi dopo un aborto spontaneo.

Cosa devi testare dopo un aborto?

Dopo l'aborto, devi sottoporti ad una visita medica.

Dopo che la donna torna in sé, dopo quello che è successo, è necessario sottoporsi a una visita medica per scoprire quale sia stata la ragione dell'aborto. Se il problema esistente non viene risolto, la situazione potrebbe ripresentarsi anche dopo 12 mesi.

Prima di tutto, i medici devono inviare l'embrione stesso per l'esame. Questo è necessario per determinare se fosse fattibile. Anche durante questo esame, i medici vedranno se ci sono anomalie o anomalie nell'embrione dalla norma.

Inoltre, la donna dovrà sottoporsi a una serie di test che possono mostrare se la madre ha avuto infezioni al momento della gravidanza. Ci sono alcune infezioni che causano un aborto e se vengono trovate nel corpo di una donna, devono essere trattate in modo che l'aborto non si ripeta.

È anche molto spesso la causa dell'aborto diventa una quantità insufficiente di ormoni.

Pertanto, sarà necessario sottoporsi a diversi test per gli ormoni sessuali e, in caso di indicatori errati, sarà necessario correggere gli ormoni della donna. Oltre a tutti gli esami di cui sopra, è necessario eseguire un esame ecografico. Un'ecografia mostrerà se la donna ha problemi con l'utero e le valvole, e puoi anche vedere se ci sono setti nell'utero e le letture dell'endometrio.

Come fare un bambino sano dopo un aborto?

Ancora una volta, rimanendo incinta, non dovresti pensare all'aborto

Dopo che una donna è rimasta di nuovo incinta, devi stare molto attenta fin dall'inizio della gravidanza. In primo luogo, è auspicabile eliminare completamente qualsiasi stress fisico sul corpo. Qualsiasi situazione stressante può anche avere un effetto molto dannoso sulla salute della madre e del bambino. È necessario passare più tempo possibile all'aria aperta e rimanere in luoghi con un numero elevato di persone in meno per non contrarre alcuna infezione.

Inoltre, dovresti prestare attenzione alla tua dieta. È meglio abbandonare prodotti nocivi che influiscono negativamente sulla salute umana, poiché tutto ciò che la madre mangia entra nel bambino. È necessario studiare attentamente la composizione di ogni prodotto ed evitare quei prodotti che includono sostanze chimiche, coloranti, esaltatori di sapidità. L'intera dieta di una donna incinta deve essere adeguatamente bilanciata e avere abbastanza vitamina sia per la madre che per il bambino. È anche necessario seguire le calorie, in modo da non aumentare il peso.

È molto importante essere pronti per una nuova gravidanza dopo un aborto spontaneo, e questo vale non solo per la salute fisica. Non aver paura che la situazione accada di nuovo e perdi il bambino. Al contrario, cerca di pensare solo al bene e goditi ogni giorno della gravidanza. Il bambino sente tutto ciò che sente la madre, quindi si rallegra di più e sorride.

Aborto e suoi tipi

Aborto spontaneo chiamato aborto spontaneo fino a 22 settimane. In un secondo momento, questo processo è chiamato parto pretermine, quando i medici fanno tutto il possibile per salvare la vita del bambino, che è stato precedentemente preparato dall'utero. Fino a 22 settimane per condurre la rianimazione è considerato inappropriato.

I tipi di aborto vengono separati per ragioni di insorgenza. Possibili cause di questo fenomeno includono:

  1. L'aborto spontaneo può provocare un'eccessiva concentrazione di androgeno (ormone maschile) nel sangue di una donna incinta. Un eccesso di androgeni può indicare una grande quantità di peli sul corpo di una donna, specialmente sulle gambe, sullo stomaco e sul viso. Avendo imparato un tale problema, prima di pianificare una gravidanza successiva dopo un aborto spontaneo, è importante che una donna esamini il sangue per gli ormoni. Se secondo i risultati del test tutto indica uno squilibrio ormonale, la terapia con desametasone viene eseguita per correggere gli ormoni maschili. Secondo le indicazioni mediche, tale trattamento può continuare durante la gravidanza.
  2. Malattie infettive in donne in gravidanza. Per escludere la possibilità di interruzione per questo motivo, entrambi i futuri genitori dovrebbero sottoporsi a un sondaggio congiunto nella fase di pianificazione del concepimento.
  3. Neoplasie tumorali, per esempio, fibromi cervicali. Crea un ostacolo alla normale fissazione dell'uovo nell'utero, provocando così un aborto precoce.
  4. La patologia della cervice può causare aborto nelle fasi successive. L'utero stesso e il feto esercitano pressione sulla cervice, che può causare la sua rivelazione prematura. La causa della debolezza della cervice è una predisposizione genetica o una lesione a causa di precedenti nascite o aborti. Se si verifica questa situazione, il medico dovrebbe mettere una sutura speciale sulla cervice, che sarà rimossa quasi prima della nascita. Nei casi particolarmente gravi, una donna dovrà rimanere a letto dopo aver applicato una sutura per mantenere una gravidanza.
  5. Le malattie del sistema endocrino (malattia della tiroide o diabete mellito) possono portare a conseguenze negative. Questo è il motivo per cui le donne incinte sono vivamente consigliate di condurre un esame completo prima della gravidanza per conoscere tutti i problemi nel corpo. È anche molto importante durante la gravidanza essere osservato da un endocrinologo.
  6. Incompatibilità immunologica degli sposi. In una situazione del genere, il corpo della madre rifiuta semplicemente le cellule del padre nell'embrione. Potrebbe richiedere un corso di terapia immunologica.
  7. Eccessivo stress fisico sul corpo femminile, sollevamento pesi o lesioni. Se questo è il caso, allora la prossima gravidanza immediatamente dopo l'aborto dovrebbe avvenire e procedere con l'eliminazione completa di questi fattori.

Se nessuno di questi motivi viene confermato, è più probabile che la causa dell'interruzione sia stata qualche anomalia genetica nel feto. Cioè, ha avuto luogo una sorta di selezione naturale, durante la quale ha avuto luogo la rimozione naturale dell'embrione non vitale.

In tali casi, la gravidanza dopo un aborto nelle prime fasi è possibile solo dopo aver consultato un genetista e aver condotto test cromosomici per rilevare anomalie. È anche necessario studiare l'embrione respinto per determinarne le patologie.

Attenzione! Se non riesci a rimanere incinta dopo un aborto, devi immediatamente consultare il medico.

Esame dopo aborto spontaneo

Se si verifica un aborto spontaneo, non disperare e lasciarsi prendere dal panico. Hai solo bisogno di un approccio più attento alla pianificazione della prossima gravidanza. Ciò richiederà un esame serio e determinerà i problemi esistenti nel corpo. Va ricordato allo stesso tempo che un numero enorme di tali problemi si presta a una correzione medica di successo. A tal fine, vengono condotte le seguenti indagini:

  • individuazione di malattie infettive nella madre,
  • un esame del sangue dopo l'aborto per pianificare una prossima gravidanza,
  • sugli ormoni sessuali, per stabilire il loro possibile squilibrio nel corpo,
  • esame ecografico degli organi del sistema riproduttivo femminile. Qualsiasi deviazione può causare l'interruzione del travaglio, che si tratti di una curva uterina, di un povero endometrio o di un setto uterino,
  • Test delle urine cheto-steroide - eseguito con lo stesso scopo di un esame del sangue,
  • determinazione del funzionamento delle ghiandole surrenali e della tiroide.

Complicazioni pericolose dopo aborto spontaneo

Di norma, l'interruzione è sempre accompagnata da una forte perdita di sangue. È molto importante che la cavità uterina sia liberata dall'uovo e dalle membrane dell'embrione. Al fine di prevenire gli effetti residui nell'utero, viene effettuata l'aspirazione del vuoto, durante la quale viene raschiato l'utero. Una tale procedura può avere conseguenze indesiderabili:

  1. sanguinamento pesante
  2. infezione nell'utero,
  3. squilibrio ormonale
  4. i resti dell'ovulo possono ancora rimanere nell'utero.

A causa di qualsiasi complicazione, il ciclo mestruale non può essere regolato a lungo, e questo è ciò che influenza la capacità di rimanere incinta. Perché tutto ritorni alla normalità, il corpo deve riprendersi. Potrebbe essere necessario ricorrere all'aiuto di una terapia riparativa speciale. Se l'ovulazione dopo un aborto spontaneo non si verifica entro un anno, sarà richiesto l'aiuto di specialisti.

Quanto tempo dopo l'aborto può essere pianificata la gravidanza

I tempi della gravidanza variano tra 3-12 mesi. Dipende direttamente dalle circostanze dell'aborto. Se non ci fossero complicazioni, allora arriverà molto più velocemente. A volte, in assenza di problemi di salute, il concepimento può verificarsi anche nel prossimo ciclo. Hai bisogno di sapere come prepararti per la gravidanza dopo un aborto spontaneo.

Come preparare il corpo per la gravidanza dopo un aborto spontaneo

Poiché le ovaie iniziano il loro funzionamento immediatamente dopo l'interruzione improvvisa del travaglio, si può rimanere incinte dopo un mese.

Va ricordato che il periodo raccomandato per la prossima gravidanza è di sei mesi, poiché vale la pena prepararsi alla gravidanza dopo un tale carico sul corpo. Dopotutto, meno passa il tempo, più alto è il rischio che tutto accada di nuovo dall'inizio. Ciò che è importante qui non è la fretta, ma la consapevolezza che il corpo ha bisogno di un periodo per il normale recupero.

È necessario avvicinarsi completamente alla concezione successiva, avendo superato tutti gli esami necessari e pianificato attentamente tutto. La gravidanza al mese dopo un aborto è troppo piccola per essere adeguatamente preparata.

Misure di formazione di base:

  • calmati dopo lo shock e riportare il tuo stato psico-emotivo alla normalità,
  • se necessario, rimuovere l'eccesso di peso,
  • smetti di prendere medicine e prendi una pausa da loro,
  • eliminare le cattive abitudini
  • prendere un corso di acido folico e vitamina E,
  • bilancia la tua dieta.

Gravidanza 3 mesi dopo aborto spontaneo

La concezione in questi termini dopo un aborto spontaneo, ovviamente, non comporta più una tale minaccia, come nel caso precedente. Il corpo ha già ricevuto un po 'di tregua e, se non ci fossero complicazioni, sarà in grado di sopportare con successo la gravidanza imminente 3 mesi dopo l'aborto e dare alla luce un bambino sano.

Qui, lo stato emotivo di una donna gioca un ruolo enorme - è importante sintonizzarsi sul risultato migliore e liberarsi delle paure di portare una gravidanza.

Durante la nuova gravidanza

Una donna che ha sofferto almeno una volta di una situazione del genere cade automaticamente nel gruppo a rischio con un'alta probabilità di complicanze nel processo di trasporto. Ciò è particolarmente influenzato dal periodo di tempo trascorso dopo l'interruzione del lavoro.

Accade spesso che la fine della gravidanza coincida. Nel caso dei primi sospetti, una donna ha urgente bisogno di vedere un medico. Quando passa la metà del tempo, il rischio diminuirà leggermente. Tuttavia, ci sono anche fattori che complicano i 2 e 3 trimestri di gravidanza. Molto importante tra loro è la mancanza di ossigeno per il bambino a causa dell'insufficienza fitoplacentare.

Inoltre, le donne che hanno avuto precedenti aborti spontanei, possono dare alla luce un bambino prematuramente con taglio cesareo. Fare previsioni in questo caso è molto difficile. Tuttavia, a causa di un supporto medico qualificato, la maggior parte delle gravidanze dopo uno o anche diversi aborti si concludono con la nascita sicura di un bambino sano.

Aborto e sue conseguenze

L'aborto spontaneo è chiamato fallimento della gravidanza a causa di patologie nello sviluppo del feto, o cattivo stato di salute di una donna senza intervento medico.

L'aborto spontaneo può accadere per molte ragioni, tra cui:

  • avere cattive abitudini
  • storia dell'aborto
  • stress e tensione nervosa
  • squilibrio ormonale
  • malattie infettive
  • attività fisica:
  • anomalie nello sviluppo degli organi genitali femminili,
  • malattie della tiroide, cuore, rene, vasi sanguigni, presenza di tumori,
  • ereditarietà,
  • ferita
  • uso di droghe, ecc.

In qualsiasi periodo di tempo si verifichi un aborto spontaneo, una donna sperimenta un serio cambiamento ormonale. L'equilibrio degli ormoni è disturbato ancor più che al concepimento, che colpisce tutto il corpo.

Spesso, l'aborto è accompagnato da un processo di raschiatura. Durante la pulizia, la cavità dell'utero e le sue mucose sono danneggiate. Un sottile strato di endometrio in futuro potrebbe essere la ragione per cui l'ovulo fecondato non sarà in grado di attaccarsi.

Inoltre, sebbene non sempre, l'aborto porta a una grave perdita di sangue. L'emorragia eccessiva richiede un lungo recupero.

Oltre allo sconvolgimento fisiologico, la donna sta vivendo uno stress psicologico. Ha bisogno di tempo per riviverlo. Non tutte le donne possono far fronte a questa situazione da sola, ha bisogno dell'aiuto di sua moglie, delle persone vicine e spesso di uno psicologo. Il termine di recupero emotivo è individuale e può richiedere diverse settimane o diversi mesi o addirittura anni.

Esame dopo aborto spontaneo

Se si verifica un aborto in un contesto ospedaliero, è possibile analizzare l'embrione e identificare la sua vitalità e l'assenza di anomalie e patologie.

Una donna dovrà passare attraverso i seguenti studi per scoprire le ragioni di ciò che è accaduto:

  1. Cariotipo. Spesso un aborto si verifica a causa di gravi disturbi genetici del feto, incompatibili con la vita. Если у эмбриона присутствуют пороки развития, дефекты, то он погибает, после чего начинается самопроизвольный аборт.Per identificare le incongruenze cromosomiche in una coppia sposata, è necessario donare il sangue, dopo di che il genetista esaminerà il numero e la struttura dei cromosomi sotto un microscopio e determinerà se ci sono violazioni del codice genetico. Sulla base dell'analisi, viene fatta una conclusione sui possibili rischi di avere un bambino con anomalie genetiche.
  2. Esame ormonale L'aborto spontaneo può verificarsi a seguito di interruzione ormonale, quando c'è un eccesso o carenza di alcuni ormoni nel corpo. Per scoprirlo, è necessario superare un test per gli ormoni sessuali, ad esempio, progesterone, ormone stimolante la tiroide, prolattina, testosterone e ormoni tiroidei.
  3. Ricerca stato immunologico. Un esame da parte di un immunologo rileverà la presenza di processi infiammatori infettivi e di malattie croniche latenti. Il medico selezionerà individualmente i test da sottoporre a entrambi i coniugi per valutare il loro stato di salute.
  4. Esame ginecologico La causa di un aborto potrebbe essere la patologia degli organi genitali femminili, tra cui l'utero a due corna o a forma di sella, il mioma, i polipi, ecc. È possibile identificarli mediante ultrasuoni, così come l'isteroscopia, laparoscopia. Prima di pianificare una nuova gravidanza, una donna dovrà rifare un'ecografia ed esaminare le ovaie, le tube di Falloppio, l'utero e il suo endometrio per valutare se si è ripreso da un aborto spontaneo. La causa dell'aborto può essere infezioni genitali. Per escluderli, viene effettuato uno striscio genetico, viene eseguito bacposev, diagnostica della PCR.

Oltre alla ricerca di base, potrebbero essere necessari altri. Se una donna ha malattie come la trombofilia, la sindrome antifosfolipidica, il medico le prescriverà un coagulogramma per determinare la coagulabilità del sangue. Nel caso di malattie croniche, può essere necessario consultare un terapeuta, un chirurgo, un nefrologo, un cardiologo, ecc.

Loading...