Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2019

Prikorm: termini e regole

richiamo- questa è un'introduzione al neonato di un nuovo spessore di qualsiasi cibo, ad eccezione di latte e formule di latte, più concentrato e qualitativamente diverso

Per alimenti densi includono: porridge di latte, purea di verdure, ricotta, purea di carne, kefir, purè di pesce, tuorlo, ecc.

Man mano che il bambino cresce, il latte materno, nonostante l'introduzione di integratori correttivi nella dieta, cessa di soddisfare i suoi bisogni per molte sostanze nutritive. Pertanto, anche se la madre ha abbastanza latte materno, un bambino con 5 i mesi hanno bisogno di esca!

L'alimentazione complementare è la sostituzione di un allattamento al seno con un nuovo tipo di cibo.

Quindi prepara gradualmente il bambino allo svezzamentointrodotto prima dell'allattamento al seno.

Regole per l'introduzione di alimenti complementari.

Il complemento deve essere somministrato quando il bambino è in salute,

Non è possibile combinare l'introduzione di alimenti complementari e nuovi alimenti con l'introduzione di vaccinazioni preventive. Ciò è dovuto al fatto che nelle malattie o reazioni alle vaccinazioni c'è una significativa diminuzione dell'attività enzimatica delle ghiandole digestive. In questo momento, i processi di adattamento enzimatico a nuovi tipi di alimenti sono significativamente ostacolati.

Il primo feed deve essere mono-componente,

Ogni tipo di alimenti complementari viene introdotto gradualmente in 5-7 giorni e in alcuni casi anche più a lungo fino a 10-12 giorni.

Il prodotto deve essere offerto ripetutamente, almeno 8-10 volte, un aumento della percezione positiva del cibo si verifica dopo 12-15 volte.

Iniziare ad introdurre l'esca con una piccola quantità, gradualmente (con 1 cucchiaino), poiché l'adattamento enzimatico a proteine ​​qualitativamente diverse (latte, verdura, carne) richiede tempo e si sviluppa gradualmente, entro 7-10 giorni. Nei primi giorni dell'introduzione del nuovo cibo, le secrezioni dello stomaco del gibeto mancano ancora della capacità della pepsina di digerire completamente il corrispondente substrato proteico. Si manifesta solo verso la fine della prima o della seconda settimana a causa di influenze riflesse condizionate sulla secrezione di pepsina nella fase di "accensione" della secrezione e attivazione degli enzimi digestivi.

L'alimentazione complementare deve essere somministrata prima dell'allattamento al seno, a partire da piccole quantità, al mattino per passare a un altro tipo di alimentazione complementare solo dopo che il bambino si è abituato alla prima specie.

Puoi inserire solo un nuovo piatto alla volta per valutare la reazione del corpo del bambino.

È importante osservare il principio del risparmio meccanico. Il cibo deve essere omogeneo (fino al periodo in cui il bambino può masticare il cibo), non causare difficoltà durante la deglutizione. Quando il bambino si abitua al nuovo piatto e aumenta la sua età, dovrebbe passare a un cibo più ricco, insegnando al bambino a mangiare da un cucchiaio.

Quando si nominano alimenti complementari, è necessario monitorare la qualità del cibo del bambino, tenere un registro del cibo effettivamente consumato, calcolare, se necessario, il ricevimento di ingredienti alimentari per 1 kg di peso e, in caso di deficit, effettuare la correzione necessaria.

La ricotta e il tuorlo devono essere prescritti non prima di 7 mesi di vita, dal momento che l'introduzione precoce di una proteina estranea porta ad allergizzazione, danni ai reni funzionalmente immaturi, acidosi metabolica e nefropatia dismetabolica.

I brodi di carne vengono rimossi dagli alimenti complementari, in quanto contengono molte basi purine, il che porta a danni ai germogli funzionalmente immaturi.

Le zuppe di purea sono preparate su brodi vegetali. Il cibo dovrebbe essere leggermente salato: i reni di un bambino rimuovono male il sale di sodio dal corpo. Nella purea industriale, il contenuto di sodio non deve superare 150 mg / 100 g nelle verdure e 200 mg / 100 g nelle miscele di carne e verdure.

Da 8 mesi puoi prescrivere il kefir o altra miscela di latte fermentato come cibo complementare. L'uso irragionevole di kefir come alimenti complementari nei primi mesi di vita può causare uno squilibrio dell'equilibrio acido-base in un bambino, l'acidosi e creare un carico aggiuntivo sui reni. Non è consigliabile diluire la ricotta con kefir, poiché ciò aumenta notevolmente la quantità di proteine ​​consumate. La ricotta deve essere utilizzata con purea di frutta o verdura.

I tempi dell'introduzione di alimenti complementari

In precedenza 4 mesi, il corpo del bambino non è fisiologicamente preparato per la percezione di un nuovo cibo denso. E dopo mezzo anno non è auspicabile iniziare, in quanto potrebbero esserci problemi con l'adattamento al cibo di una consistenza più densa rispetto al latte. Pertanto, secondo la maggior parte degli esperti nel campo degli alimenti per l'infanzia, i primi alimenti complementari dovrebbero essere introdotti nel periodo da 4 a 6 mesi di vita. Con l'alimentazione artificiale puoi iniziare a nutrire con 4,5 mesi, con l'allattamento al seno - da 5 a 6 mesi. Ricorda che i tempi dell'introduzione di alimenti complementari sono individuali.

Un apporto insufficiente di energia e sostanze nutritive da un latte materno può portare a ritardo di crescita e malnutrizione, a causa dell'incapacità del latte materno di soddisfare i bisogni del bambino, possono svilupparsi carenze di micronutrienti, specialmente ferro e zinco, uno sviluppo ottimale delle capacità motorie, come la masticazione, e la percezione positiva del bambino del nuovo gusto e struttura del cibo.

Pertanto, è necessario introdurre alimenti complementari contemporaneamente, nelle fasi appropriate di sviluppo.

1 alimenti complementari - 5 mesi.

2 alimenti complementari - 6 mesi.

3 prikorm - 8 mesi.

Modi per calcolare la quantità di cibo necessaria per un bambino del primo anno di vita dopo l'introduzione di alimenti complementari

L'indicatore principale della razionalità e dell'adeguatezza nutrizionale è lo sviluppo fisico e psicomotorio armonioso di un bambino secondo l'età.

C'è un modo per calcolare la quantità di cibo necessaria per i bambini nella seconda metà della loro vita.

Da 6 a 12 mesi - 5 poppate (l'intervallo tra le poppate è di 4 ore, la pausa notturna è di 8 ore).

La prima poppata inizia alle 6.00 in punto.

All'età di 6-9 mesi usare:

"Metodo volumetrico»- l'età e il peso corporeo del bambino al momento del calcolo della nutrizione sono presi in considerazione- 1/8 parte del peso corporeo.

Dopo 9 mesi - 1 litro come il volume del cibo nel primo anno di vita non dovrebbe superare 1 litro al giorno!

"Metodo di calorie"(Energia)È usato solo prima dell'introduzione di alimenti complementari e soggetto ad un tipo di cibo.

Criteri per l'introduzione di alimenti complementari per il bambino:

1. Età oltre 6 mesi.

2. L'estinzione del riflesso push-out e l'apparenza di un riflesso coordinato di muovere il cibo con la lingua e inghiottirlo.

3. La comparsa di movimenti masticatori quando una consistenza densa di cibo o un cucchiaio entra nella bocca del bambino.

4. Inizia la dentizione.

5. Aspetto dell'insoddisfazione del bambino solo con l'allattamento al seno con una normale quantità di latte nella madre (ansia del bambino, riduzione degli intervalli tra poppate, pianto affamato, sonno notturno inquieto, riduzione nell'aumento di peso rispetto alla settimana precedente, anche l'aspetto di interesse per il cibo che gli altri mangiano).

6. Durata sufficiente del tratto gastrointestinale, che consente di assorbire una piccola quantità di alimenti complementari senza disturbi dispeptici o reazioni allergiche.

Una certa discrepanza tra i pediatri nella questione dei tempi e della sequenza dell'introduzione di vari alimenti complementari è spiegata non tanto dalla peculiarità degli approcci scientifici, quanto dalle tradizioni nazionali e climatiche-geografiche dell'alimentazione.

Quando si introducono alimenti complementari, è necessario seguire le regole di base.

Regole di base per l'alimentazione

  • L'inizio dell'introduzione di alimenti complementari è controindicato quando il piccolo è malato, soprattutto se la sua malattia è cronica (per esempio, diatesi o disbatteriosi). Ma anche se tutto è in ordine, assicurati di consultare un pediatra.
  • Dopo aver ottenuto il permesso dal medico, iniziare a ricostituire la dieta delle briciole prima con un solo prodotto, in modo che si abitui ad esso. Il primo di solito dà il succo di frutta, iniziando con una goccia e portando gradualmente il volume a un cucchiaino o più. Due settimane sono sufficienti per abituarsi, dopo di che puoi provare ad inserire un nuovo prodotto nel menu.
  • Purea di frutta o verdura per la prima volta gli alimenti complementari devono essere accuratamente strofinati in modo che non rimangano grumi. Non aggiungere ai piatti altri ingredienti diversi dall'acqua - né latte, né sale, né zucchero.
  • Il cibo più ruvido può essere dato solo dopo che la mollica impara a masticare bene.
  • Dai da mangiare al tuo bambino solo con un cucchiaio. Non è necessario somministrare biberon, perché poi uno dei suoi compiti - insegnare a un bambino come mangiare correttamente - rimarrà insoddisfatto.
  • Tieni un diario alimentare. Porta il menu del giorno e descrivi la reazione del tuo bambino a ciascun prodotto - se ci sono stati disturbi della sedia, eruzioni cutanee, ansia, ecc. Non dimenticare di portare questo diario con te al pediatra - potresti aver bisogno di una dieta correttiva.
  • Se noti segni di intolleranza a qualsiasi cibo, escludilo dalla dieta del bambino.

I pasti per l'alimentazione devono essere preparati solo da verdure fresche e frutta e da dare al bambino da piatti sterili.

L'ordine di cucinare per i bambini nel primo anno di vita

Se stai preparando da solo il cibo per il bambino, usa solo prodotti freschi, di cui sei sicuro. Verdure e frutta dovrebbero avere una pelle liscia e integra - la presenza di crepe, wormhole e tracce di marciume su di essi è inaccettabile. Per la prima poppata, scegli frutta di colore verde o giallo, dato che il rosso e l'arancio hanno maggiori probabilità di provocare allergie. Le carote, le mele rosse, le bacche, ecc. Escono più tardi, quando il bambino si abitua al cibo vegetale e diventa un po 'più vecchio.

Prima di cuocere, lavare accuratamente le verdure e i frutti sotto l'acqua corrente, anche con uno speciale detergente per bambini, quindi scottare con acqua bollente. Anche il coltello, la grattugia e gli altri piatti usati per preparare il cibo per un bambino del primo anno di vita devono essere ben lavati e sterilizzati.

È meglio cucinare i piatti per i bambini in una pentola a pressione o al vapore - quindi più utile è conservato nei prodotti. Se ciò non è possibile, mettete pezzi di verdure, carne o pesce finemente tritati in acqua bollente per ridurre al minimo il tempo di cottura.

Gli alimenti per bambini cucinati possono essere conservati in frigorifero fino a 48 ore, sempre in un contenitore sigillato. Queste regole si applicano non solo al cibo fatto in casa, ma anche ai vasetti acquistati nel negozio.

Devi iniziare a nutrirti con frutta o verdura ipoallergenica, in nessun caso costringere il bambino a mangiare quello che non gli piace

Da dove iniziare ad attirare un bambino

Le regole per l'introduzione di alimenti complementari leggere: la prima cosa che un bambino dovrebbe provare dopo il latte materno o una miscela è il succo di frutta, può essere dato gradualmente a partire dai 4 mesi di età. È meglio iniziare con la mela, perché è meno probabile che causi altre allergie. Se non vi è alcuna reazione al succo di mela, in 2-3 settimane si può dare un altro - pesca, albicocca o pera.

Dopo essersi abituato al succo, è ora di passare al purè di patate - prima dallo stesso frutto che il bambino ha già provato, poi dal resto. Insieme alla frutta, è importante aggiungere piatti di verdure alla dieta, ma sono iniziati con loro solo quando il bambino non tollera bene i frutti. Nel solito modo, le verdure vengono date in seguito. La zucca è considerata la più benefica per i bambini e ipoallergenici. Per migliorarne un po 'il gusto, è possibile aggiungere poche gocce di olio vegetale alla purea, ma non immediatamente, per assicurarsi che il prodotto principale sia ben tollerato.

In modo che la mollica non rifiuti il ​​nuovo cibo, gli dia il cibo come primo piatto quando ha fame, e dopo di lui si nutre abbastanza del latte o della formula del latte.

Piatti più complessi possono iniziare a dare il bambino molto più tardi, dato che il bambino di sei mesi non è ancora in grado di masticare pezzi duri di cibo.

Guarda il video: Прикорм - Школа доктора Комаровского (Ottobre 2019).

Loading...